Domanda:
Peron ha dato rifugio ai nazisti dopo la seconda guerra mondiale?
amphibient
2018-02-24 23:21:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dopo la seconda guerra mondiale, molti nazisti cercarono e trovarono rifugio in Argentina. La proporzione in cui ciò è accaduto certamente non poteva essere realizzata senza un certo livello di complicità da parte dell'establishment argentino e delle élite di potere, o almeno di un motivato disprezzo.

  1. Peron si è interposto attivamente a portare i nazisti?

  2. Supponendo "sì" a quanto sopra e che Peron non fosse realmente un fascista ma più simile a un populista con alcune simpatie fasciste, quali motivazioni aveva per ospitare nazisti? Per esempio. stava cercando di sentire qualche quadro di ingegneria o qual era il suo programma?

Non dimenticare che c'era una consistente comunità tedesca in Argentina molto prima della Seconda Guerra Mondiale. C'è un riferimento a questo in Das Boot.
Sì, questo è ciò che i promotori di crimini di guerra o altri atti nefasti correlati spesso affermano di non sapere che stava succedendo e che non abbiamo dato ordini ... tuttavia, la realtà
Kurt Tank si recò in Argentina nel 1947, per lavorare per l'aeronautica militare locale, progettando un caccia turbojet. Reimar Horten, famoso come ala volante di Horten, emigrò anche in Argentina dopo la guerra, dove progettò e costruì aerei ultramoderni ...
Quattro risposte:
#1
+16
Kerry L
2018-09-15 01:20:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

enter image description here
Juan Domingo Perón. Fonte: ThoughtCo / Getty Images

Risposta breve

1. [Juan Domingo] Perón ha dato rifugio ai nazisti dopo la seconda guerra mondiale?
A: Sì. Perón aiutò i nazisti in fuga a fuggire dall'Europa e diede loro rifugio in Argentina.

2. Se "Sì", quali erano le sue motivazioni per farlo?
R: Le sue motivazioni erano molteplici:
- Considerava i nazisti fratelli d'armi e li aiutava su questa base;
- Credeva che avrebbero potuto aiutare strategicamente l'Argentina se gli Stati Uniti e l'URSS entrassero in guerra;
- Ha cercato la loro esperienza tecnica come hanno fatto gli Stati Uniti ( Operazione Paperclip ) e i sovietici ( Operazione Osoaviakhim ).


Lunga risposta

Nota: un elenco completo delle fonti utilizzate per compilare questa risposta è incluso in fondo. Vengono utilizzate o citate solo poche fonti in linea, per cercare di mantenere la risposta un po 'più leggibile.


1. [Juan Domingo] Perón ha interposto attivamente per portare i nazisti [in Argentina]?

Forse interporre non è ciò che si intendeva con la Domanda, poiché interporre implica inserirsi in una situazione per cambiare un comportamento o un risultato, e poiché Perón era il capo del suo governo, non era necessario alcun intervento (come dittatore, il governo avrebbe eseguito i suoi ordini senza opposizione ), nonché il fatto che l'opposizione alla politica in Argentina all'epoca era minima. C'era una grande presenza e influenza tedesca, italiana e spagnola in Argentina, con una naturale simpatia per le potenze dell'Asse.

Tuttavia, se la Domanda aveva lo scopo di determinare se Perón ha svolto un ruolo attivo e di primo piano nel fornire rifugio ai nazisti dopo la guerra, la risposta al n. 1 sopra è "Sì".

Contrariamente ad alcuni rapporti, tuttavia, le " Ratlines " non furono stabilite per la prima volta da Perón. Come indica l ' articolo Wiki Ratlines:

Le origini delle prime ratlines sono collegate a vari sviluppi nelle relazioni Vaticano-Argentina prima e durante la seconda guerra mondiale. Già nel 1942 monsignor Luigi Maglione contattò l'Ambasciatore Llobet, informandosi sulla "disponibilità del governo della Repubblica Argentina ad applicare generosamente la propria legge sull'immigrazione, al fine di incoraggiare al momento opportuno gli immigrati europei a cercare la terra e il capitale necessari in il nostro Paese".

Questo articolo (combinato con altre fonti, tutte elencate di seguito) documenta le fondamenta delle Ratlines prima che Perón fosse eletto presidente nel febbraio 1946. Inizialmente, le Ratline furono usate per il contrabbando e il riciclaggio di denaro rubato Tesori nazisti, oro e denaro in vari luoghi al di fuori del territorio controllato dai nazisti (inclusa l'Argentina). Le Ratline furono successivamente adottate per essere utilizzate anche nel traffico di persone. Perón certamente li ha usati per contrabbandare nazisti in Argentina, ma non li ha istituiti.

Tuttavia, come afferma la sezione Argentine Connection dell'articolo Ratlines di Wiki:

Nel suo libro del 2002, The Real Odessa , il ricercatore argentino Uki Goñi ha utilizzato il nuovo accesso agli archivi del paese per dimostrare che diplomatici argentini e funzionari dell'intelligence avevano, su istruzioni di Perón, incoraggiato vigorosamente i criminali di guerra nazisti e fascisti a stabilirsi in Argentina. Secondo Goñi, gli argentini non solo collaborarono con [Padre Krunoslav] Draganović's [Roman San Girolamo ] ratline [una catena altamente sofisticata con sede presso il Collegio Seminario San Girolamo degli Illirici a Roma], hanno stabilito ulteriori linee di ratifica per la Scandinavia, la Svizzera e il Belgio. [ enfasi aggiunta ]

Inoltre , l'articolo di ThoughtCo su Perón e i nazisti spiega il ruolo attivo di Peron nel reclutare e proteggere i nazisti in fuga in questo modo:

Sebbene non sia mai stato un segreto che molti nazisti siano fuggiti in Argentina dopo la guerra, per un po 'nessuno ha sospettato di quanto attivamente l'amministrazione Perón li avesse aiutati. Perón ha inviato agenti in Europa - principalmente Spagna, Italia, Svizzera e Scandinavia - con l'ordine di facilitare la fuga di nazisti e collaboratori in Argentina. Questi uomini, tra cui l'ex agente delle SS argentino / tedesco Carlos Fuldner, aiutarono i criminali di guerra e volevano che i nazisti fuggissero con denaro, documenti e viaggi. Nessuno è stato rifiutato: persino macellai senza cuore come Josef Schwammberger e criminali ricercati come Adolf Eichmann sono stati inviati in Sud America. Una volta arrivati ​​in Argentina, hanno ricevuto denaro e lavoro. La comunità tedesca in Argentina ha in gran parte finanziato l'operazione attraverso il governo di Perón. Molti di questi rifugiati si incontrarono personalmente con lo stesso Perón.

La cerchia ristretta di potere di Perón che aiutò i nazisti a fuggire dall'Europa includeva sua moglie Eva. L'articolo Unredacted su Odessa: The Nazi Ratline dice questo:

Già nel 1945 Eva Peron aveva una stima di 800 milioni di dollari dollari in depositi bancari e grandi quantità di oro e diamanti, in gran parte di origine nazista.

Questo denaro ha aiutato gli ex nazisti ad acquistare enormi appezzamenti di terra in Sud America e altrove ea stabilire intere colonie adatte alla vita tedesca - protetto da ex ufficiali delle SS e da teppisti locali simpatizzanti nazisti.

Il fatto che l'Argentina di Perón abbia contribuito a sostenere le scadenze (spesso con denaro nazista precedentemente contrabbandato attraverso alcune di quelle stesse righe), ha istituito alcuni di nuovi, e attivamente (anche con vigore) reclutato e protetto i fuggitivi nazisti non è in dubbio.


2. Supponendo "sì" a quanto sopra e che Perón non fosse realmente un fascista ma più simile a un populista con alcune simpatie fasciste, quali motivazioni aveva per ospitare i nazisti? Per esempio. stava cercando di sentire dei quadri di ingegneria o qual era il suo programma?

Primo: trattare le ipotesi esplicite incluse nel testo di questa seconda parte della Domanda: che a) Perón " non era realmente un fascista ", eb) Perón era " più simile a un populista "...


A) Certamente le definizioni di facismo differiscono e possono essere discusse, ma se si accetta (dal Wiki articolo) almeno in parte che il facismo è:

una forma di ultranazionalismo autoritario radicale, caratterizzato da potere dittatoriale, soppressione forzata dell'opposizione e forte irreggimentazione della società e dell'economia ... [o ] proposto al liberalismo, al marxismo e all'anarchismo ...

e che

tale stato [fascista] è guidato da un leader forte, come un dittatore e un governo marziale composto dai membri del partito fascista al governo, per forgiare l'unità nazionale e mantenere una società stabile e ordinata.

allora si può ragionevolmente concludere che mentre Perón potrebbe non essere stato un fascista di nome , era certamente uno nei fatti . La sua ascesa alla presidenza dell'Argentina è stata segnata dalle stesse brutalità organizzate e oppressive come si è visto nelle precedenti ascensioni di Mussolini e Hitler. Che Perón idolatrasse sia Mussolini che Hitler non è un segreto, facilmente verificabile con una ricerca su Internet di 20 secondi e non soggetto a dibattito.

La "neutralità" dell'Argentina nella seconda guerra mondiale era una facciata, non dovuta a tiepide "simpatie" fasciste (le potenze dell'Asse suscitarono più di semplici "simpatie" da Argentina e Perón) ma era più una questione di pragmatismo militare con un vicino molto più grande e più forte e filo-alleato in Brasile. È documentato che Perón temeva effettivamente un conflitto aperto con il Brasile durante gli anni della guerra europea. Ad esempio, un articolo su The Vintage News su Juan Perón conferma:

[L'Argentina] sostenne la causa dell'Asse il più attivamente possibile, e l'Argentina era piena di agenti nazisti, mentre ufficiali e spie argentine vagavano per la Germania, l'Italia e parti dell'Europa occupata. L'Argentina ha acquistato armi dalla Germania per paura delle ostilità con il Brasile, che ha sostenuto i paesi alleati nella guerra. In cambio, la Germania ha promesso importanti concessioni commerciali all'Argentina una volta che la guerra fosse finita.

L'entrata in guerra dell'Argentina dalla parte degli Alleati un mese prima del crollo finale e della resa della Germania non è a testimonianza della buona volontà di Perón o della svolta dal fascismo, piuttosto, come è stato documentato ( fonti incluse di seguito ), è stata una mossa calcolata per posizionare l'Argentina per aiutare meglio i nazisti a sfuggire alle grinfie degli alleati e alla giustizia internazionale.


B) Rivolgersi a Perón come un populista è più impegnativo, poiché il termine sfida la definizione universale. Come spiega The Economist:

I populisti possono essere qualsiasi cosa, dai militaristi ai libertari. Quindi cosa significa effettivamente la parola? ...

L ' articolo Wiki sul populismo include questo:

... il populismo è un'ideologia sottile che è combinata con altre ideologie più consistenti e spesse come il nazionalismo, il liberalismo o il socialismo. Pertanto, i populisti possono essere trovati in luoghi diversi lungo lo spettro politico sinistra-destra e ci sono sia populismo di sinistra e populismo di destra.

Ma considerando Perón un populista ha il supporto tra molti. L'articolo di The Economist citato sopra continua dicendo:

L'uso diffuso del termine "populismo" risale al 1890, quando il movimento populista americano contrappose le popolazioni rurali e il Partito Democratico ai repubblicani più urbani. (Era anche usato per riferirsi al movimento russo narodnichestvo del XIX secolo, che comprendeva in gran parte intellettuali che odiano se stessi con una cotta per i contadini.) Negli anni '50 accademici e giornalisti iniziarono ad applicarlo in modo più ampio per descrivere di tutto, dai movimenti fascisti e comunisti in Europa ai maccartisti anticomunisti americani e ai peronisti argentini . [ enfasi aggiunta ]

Inoltre, la " terza posizione" della Guerra Fredda di Perón (come neutrale tra capitalismo e comunismo) dopo la guerra mondiale II è stato spesso descritto come una posizione populista ( di nuovo, fare riferimento alle fonti di seguito ). Si noti che fascismo e populismo non si escludono a vicenda e si può facilmente essere sia fascisti che populisti, a seconda delle circostanze (e delle definizioni).


Questo ci porta alla carne della seconda parte di questa domanda, ad esempio: " quali motivi aveva [Perón] per ospitare i nazisti? "

Risposta - il suo i motivi erano sfaccettati.

Primo, come l'articolo di ThoughtCo su Perón e i nazisti afferma:

L'Argentina di Perón aveva partecipato attivamente alla seconda guerra mondiale. Si fermarono prima di dichiarare guerra o inviare soldati o armi in Europa, ma aiutarono il più possibile le potenze dell'Asse senza esporsi all'ira degli Alleati se si fossero dimostrati vittoriosi (come alla fine fecero). Quando la Germania si arrese nel 1945, l'atmosfera in Argentina era più triste che gioiosa. Perón, quindi, sentiva che stava salvando i compagni d'armi piuttosto che aiutare i criminali di guerra ricercati. Era infuriato per i processi di Norimberga, ritenendoli una farsa indegna dei vincitori. Dopo la guerra, Perón e la Chiesa cattolica fecero forti pressioni per le amnistie per i nazisti. [ enfasi aggiunta ]

In secondo luogo, un ulteriore articolo ThoughtCo sui nazisti in Argentina evidenzia un altro aspetto delle motivazioni di Perón:

Perón e alcuni dei suoi consiglieri predissero che la Terza Guerra Mondiale sarebbe scoppiata non appena 1948.

In questo imminente conflitto "inevitabile" [ tra capitalismo e comunismo ], terze parti come l'Argentina potrebbero far pendere la bilancia in un modo o nell'altro. Perón immaginava nientemeno che l'Argentina prendere il suo posto come una terza parte diplomatica di importanza cruciale nella guerra, emergendo come una superpotenza e leader di un nuovo ordine mondiale. I criminali di guerra ei collaboratori nazisti possono essere stati dei macellai, ma non c'è dubbio che fossero ferocemente anticomunisti. Perón pensava che questi uomini sarebbero tornati utili nel "imminente" conflitto tra USA e URSS. [ enfasi aggiunta ]

[ Nota: la citazione sopra si riferisce alla "Terza posizione" adottata da Perón, dopo la seconda guerra mondiale. ]

Un terzo aspetto delle motivazioni di Perón potrebbe hanno anche incluso un'affermazione trovata in un articolo di storia intitolato Come l'Argentina divenne un rifugio nazista che afferma:

Il presidente argentino ha anche cercato di reclutare quei nazisti con particolari competenze militari e tecniche che riteneva potessero aiutare il suo paese, proprio come gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica che hanno entrambi cacciato gli scienziati del Terzo Reich per assisterli nella Guerra Fredda .

[ Note: questo articolo di storia non è così ricco di fonti come altri riferimenti inclusi in questa risposta, quindi lo includo qui solo come possibilità, non conoscendo le fonti primarie. Per quanto riguarda gli "bracconieri [ing] scienziati del Terzo Reich" degli Stati Uniti e dell'URSS, questo è in gran parte un riferimento a Operations Lusty, Alsos, Paperclip, Osoaviakhim e altri (vedi Fonti sotto) ]


È Vale la pena ricordare che, sebbene l'Argentina fosse ben nota per aver ospitato un antisemitismo simile all'Europa fascista, ci sono anche delle complessità da considerare qui. L ' articolo Wiki sulla storia degli ebrei in Argentina include questo fatto:

Perón espresse anche simpatia per i diritti degli ebrei e nel 1949 stabilì relazioni diplomatiche con Israele. Il governo di Perón è stato il primo in Argentina a consentire ai cittadini ebrei di ricoprire cariche.

Quindi, mentre la Domanda posta può sembrare semplice, è necessario affrontare le complessità per trovare una risposta soddisfacente. Tutto il materiale sorgente utilizzato nella costruzione di questa risposta (oltre alle poche fonti in linea sopra) è incluso nell'elenco seguente. Spero che questo possa essere d'aiuto.


Fonti

- Britannica.com - Juan Perón | Presidente dell'Argentina
- Wikipedia - Juan Perón
- Wikipedia - Ratlines (Seconda guerra mondiale Aftermath)
- The Unredacted - Odessa: The Nazi Ratline
- Chicago Tribune - I cacciatori di nazisti in Argentina cercano nuove prove della complicità di Peron 22 dicembre 1997
- The Vintage News - Juan Peron, argentino: il fatto che abbia ospitato criminali di guerra nazisti non ha portato i benefici che si aspettava per il suo paese
- The Vintage News - La fuga dei criminali nazisti in Argentina
- The Wilson Center - Peron e i criminali di guerra nazisti
- The New York Times - Half-Century Later, a New Look at Argentina-Nazi Ties 4 aprile 2005 (questo articolo fa riferimento al libro di Gaby Weber The German Connection: The Laundering del denaro nazista in Argentina )
- Articolo di Wikipedia - Storia degli ebrei in Argentina
- Questia - Reluctant Partners: Juan Peron e gli ebrei dell'Argentina, 1946 - 1955
- ThoughtCo - Biografia di Juan Peron - ThoughtCo - Juan Domingo Peron e i nazisti argentini
- ThoughtCo - Perché l'Argentina ha accettato i criminali di guerra nazisti dopo la seconda guerra mondiale
- Storia - How Sout h L'America divenne un rifugio nazista
- Wikipedia - Fascismo
- Wikipedia - Populismo
- The Economist - Cos'è il populismo
- Wikipedia - Terza posizione sub>
- Wikipedia - Operazione Lusty
- Wikipedia - Missione di Alsos
- Wikipedia - Alsos russo

- Wikipedia - Operazione Osoaviakhim
- Wikipedia - Operation Paperclip
- CIA Library - Revisione del libro Operation Paperclip di Annie Jacobsen (sotto)
- Operazione Paperclip: il programma segreto di intelligence che ha portato scienziati nazisti in America, Annie Jacobsen (Little, Brown and Company, 2014) [ nota dell'autore - libro eccellente! ]

Le ratline furono stabilite prima di Peron, "lui" trasse profitto dall'avere loro. OK. Ma ha attivamente continuato, incoraggiato, prolungato i tempi di consegna? era "lui" attivamente impegnato nella protezione di quegli "elementi"? "Lui" o alcune parti dello stato / governo argentino, penso che porterebbe un po 'più di chiarezza al quadro.
@LangLangC Spero che le informazioni aggiuntive inserite nel testo della Risposta, e un ulteriore riferimento collegato nella lista delle Fonti, forniscano alcuni chiarimenti come richiesto. Le ratlines non sono state menzionate nella domanda del PO, ma sono un fattore significativo in una discussione su questo argomento.
Proprio simile a quello che ha detto il signor Spock: i nazisti e il governo (i) fanno davvero clic!
Rileggendo questa risposta nel suo insieme: molto carino! Non mi piace la formattazione delle tue "Sorgenti" (sembra rendere il post eccessivamente lungo (anche se in realtà non lo è. E non ho una bella soluzione per questo)). L'ho già detto: +1.
@LangLangC - grazie, ho passato diverse ore nel corso di questa settimana a leggere, ricercare, compilare, modificare e formattare. Ci sono alcune fonti incluse nella parte inferiore che hanno contribuito alla Risposta senza citarle o citarle direttamente, quindi i riferimenti in linea non hanno rappresentato un'opportunità per identificarle all'interno della risposta, ma ho voluto includerle perché erano strumentali nel fornire la risposta. Ognuno di loro dovrebbe essere letto in profondità per conto proprio secondo me (se si è davvero seri nel trovare risposte su questo). Sono aperto a suggerimenti sulla formattazione!
@LangLangC - Cosa non ti piace della formattazione? Non posso risolvere il problema finché non lo capisco.
@MarkC.Wallace L'elenco in basso sembra poco chiaro se si tratta di riferimento per quanto sopra o "ulteriore lettura". Poi sono troppi spazi bianchi (che sulla carta sarebbero carini) a dare l'impressione di un post troppo lungo (a cui alcuni apparentemente non piacciono - non aiuta che il post in quanto tale sia cresciuto da quando ho commentato;)). Poiché questa impressione sbagliata (è stimata a 9 minuti letti ma sembra 22 minuti) porta alcuni elettori a sottovalutare il post in quanto tale: sarebbe bello se quell'elenco potesse essere compresso in qualche modo. Ma usare i proiettili fa sì che SE lo renda così com'è?
@LangLangC - sono tutte le fonti che ho consultato per compilare la risposta. Alcuni di essi sono ridondanti (con informazioni uguali o simili a quelle di altre fonti elencate) ma questo fa parte della convalida del riferimento incrociato che ho eseguito per convalidare ciò che stavo scrivendo fosse corretto. L'unica affermazione di origine che non ho potuto convalidare completamente attraverso una fonte aggiuntiva era alcune delle informazioni dall'articolo di History.com, motivo per cui ho incluso l'avvertenza a riguardo nella nota sottostante.
@LangLangC - quindi devo capire che agli storici qui non piacciono le risposte ben fornite? Immagino di poter credere che, dopo aver visto le cosiddette "risposte" che non sono altro che opinioni, senza NESSUNA fonte elencata, ottenere voti positivi su questo sito. -Sospiro-
@KerryL Non critico il tuo metodo o come hai fatto i compiti. Condivido anche la posizione secondo cui più fonti sono meglio di * nessuna. * Sono stato criticato più di una volta per risposte troppo lunghe ... Ecco, è solo che solo quell'elenco alla fine riempie il mio intero schermo mobile. In realtà è principalmente il formato che rende questo A * look * ancora più lungo di quanto non sia in realtà. Non la storia, la psicologia.
@LangLangC - sì, ho capito. Sembra brutto anche sul mio telefono. Molti post lo fanno. Scorro solo ciò che non voglio leggere (sul mio telefono, cioè)
@MarkC.Wallace - Ho provato a cambiare le Sorgenti per utilizzare un carattere più piccolo (ho provato i tag html super- e sub-script) ma quando l'ho fatto ha perso la formattazione della voce di elenco
  • e ha semplicemente concatentato tutto insieme in un lungo paragrafo .
  • @LangLangC grazie per la modifica della riformattazione. A me sembra a posto.
    #2
    +2
    TCAT117
    2018-02-25 07:23:22 UTC
    view on stackexchange narkive permalink

    Il presidente argentino Juan Peron ha segretamente ordinato a diplomatici e funzionari dell'intelligence di stabilire vie di fuga note come "linee di ratto" attraverso i porti in Italia e Spagna allo scopo di contrabbandare funzionari nazisti in Sud America. Il motivo principale alla base di questo era quello di selezionare esperti tecnici e militari che riteneva potessero contribuire a dare ai suoi sogni di stabilire l'Argentina come una grande potenza mondiale una grande spinta. Dopo la sua caduta dal potere e il successivo esilio nel 1955, il quadro dei funzionari militari nazisti e degli esperti tecnici andò ancora oltre temendo che il nuovo governo a guida civile non li avrebbe più protetti e che i suoi piani non furono mai realizzati.

    Le fonti migliorerebbero notevolmente questa risposta e renderebbero più probabile che le persone votino positivamente :)
    Come scritto, questa è pura opinione e speculazione. Riferimenti oggettivi alle varie affermazioni di fatto avanzate aumenterebbero notevolmente il merito del posto.
    #3
    +1
    user27618
    2018-11-06 00:50:20 UTC
    view on stackexchange narkive permalink
    1. Peron si è interposto attivamente per far venire i nazisti?

    Sì, Peron era un addetto militare dell'Asse all'inizio della seconda guerra mondiale. Conosceva l'ideologia fascista e si dice che simpatizzasse con quell'ideologia. Peron salì al potere nel 1946 e all'indomani della seconda guerra mondiale organizzò " Ratlines " o corridoi di fuga per i funzionari nazisti attraverso i porti in Spagna e in Italia. Una volta in Argentina, il suo governo li ha protetti e messi a lavorare per i suoi interessi nazionali. Proprio come hanno fatto gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica.

    A causa delle centinaia di migliaia di immigrati tedeschi che vivevano nel paese, l'Argentina mantenne stretti legami con la Germania e rimase neutrale per gran parte della seconda guerra mondiale. Negli anni dopo la fine della guerra, il presidente argentino Juan Peron ordinò segretamente ai diplomatici e agli ufficiali dell'intelligence di stabilire vie di fuga, le cosiddette "ratlines", attraverso i porti in Spagna e in Italia per far uscire di nascosto migliaia di ex ufficiali delle SS e membri del partito nazista. dell'Europa. Come con numerosi altri leader sudamericani di tendenza fascista, Peron era stato attratto dalle ideologie di Benito Mussolini e Adolf Hitler mentre prestava servizio come addetto militare in Italia durante i primi anni della seconda guerra mondiale. Il presidente argentino ha anche cercato di reclutare quei nazisti con particolari competenze militari e tecniche che riteneva potessero aiutare il suo paese, proprio come gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica che hanno entrambi cacciato via scienziati del Terzo Reich per assisterli nella Guerra Fredda. p>

    Quali motivazioni aveva per ospitare i nazisti?

    Vengono fornite molte ragioni per il coinvolgimento di Peron nell'assistenza ai nazisti dopo la seconda guerra mondiale. Simpatie ideologiche, familiarità con i leader fascisti a causa del suo tempo trascorso in Europa durante la guerra, grande popolazione tedesca esistente in Argentina. Forse tutti questi hanno avuto un ruolo, ma al di là di tutte queste motivazioni accessorie, l'Arginitana è stata coinvolta per gli stessi motivi per cui sono stati coinvolti due paesi che hanno contribuito notevolmente alla distruzione della Germania nazista (USA, Unione Sovietica); perché il loro era molto da guadagnare.

    Si trattava di tecnologia e intelligenza.

    I nazisti erano leader nella tecnologia avanzata che sarebbe diventata importante durante la Guerra Fredda. Razzi, raffinazione dell'uranio, sottomarini, gas nervino e armi biologiche solo per citare alcune tecnologie militari. Il carburante sintetico e la gomma erano alcune importanti tecnologie civili che furono introdotte dalla Germania durante la guerra. L'Argentina desiderava perseguire la tecnologia nazista proprio come facevano gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica.

    Il programma della CIA degli Stati Uniti chiamato Operazione Paperclip . non solo cercò di reclutare nazisti per aiutare le capacità dell'America, ma anche di negare e limitare la ricerca nazista dal continuare in paesi come l'Argentina e l'Unione Sovietica che erano tutti coinvolti nello stesso gioco per le stesse ragioni. Sicurezza nazionale.

    Wiki: Operation Paperclip

    Un progetto per fermare la ricerca è stato chiamato in codice "Project Safehaven", e non è stato inizialmente preso di mira contro l'Unione Sovietica; piuttosto la preoccupazione era che gli scienziati tedeschi potessero emigrare e continuare la loro ricerca in paesi come la Spagna, l'Argentina o l'Egitto, che avevano tutti simpatizzato per la Germania nazista. Al fine di evitare le complicazioni legate all'emigrazione di scienziati tedeschi, il CIOS è stato responsabile dello scouting e del rapimento di individui di alto profilo per privare i progressi tecnologici in nazioni al di fuori degli Stati Uniti.

    Gran parte degli sforzi degli Stati Uniti si concentrarono sulla Sassonia e sulla Turingia, che entro il 1 ° luglio 1945 sarebbero diventate parte della zona di occupazione sovietica. Molte strutture e personale di ricerca tedeschi erano stati evacuati in questi stati, in particolare dall'area di Berlino. Temendo che la conquista sovietica avrebbe limitato la capacità degli Stati Uniti di sfruttare le competenze scientifiche e tecniche tedesche, e non volendo che l'Unione Sovietica beneficiasse di tale competenza, gli Stati Uniti istigarono una "operazione di evacuazione" del personale scientifico dalla Sassonia e dalla Turingia

    Oltre ai vantaggi tecnologici ed economici derivanti dall'assistenza ai nazisti, c'erano anche guadagni di intelligence tangibili reali da ottenere. Per gli Stati Uniti, gli ufficiali dell'intelligence nazista erano apprezzati per la loro conoscenza dei centri industriali e delle reti di trasporto dell'Unione Sovietica. Anche l'Argentina è stata coinvolta nel reclutamento non solo di scienziati ma anche di strateghi militari e ufficiali dell'intelligence.

    Fonti:

    #4
      0
    tj1000
    2018-10-03 07:11:23 UTC
    view on stackexchange narkive permalink

    Questo articolo del NYT indica che molto è ancora sconosciuto sulla misura in cui Peron potrebbe o meno essere stato direttamente coinvolto nell'aiutare i nazisti a fuggire. Che abbia aiutato, si sa.

    Tuttavia, per includere un contesto molto necessario ... La Germania aveva stabilito un bel po 'di persone nell'America prima della guerra. Abbastanza per giustificare l'istituzione di una delle prime rotte di posta aerea transatlantica: dalla Germania al Brasile, utilizzando idrovolanti più piccoli che atterravano e rifornivano di carburante in mezzo all'oceano. I tedeschi avevano anche distribuito una discreta quantità di denaro in molte comunità assumendo gente del posto. Nel suo libro Fate Is The Hunter, Ernest Gann parla di traghettare aerei in Brasile all'inizio della seconda guerra mondiale e di incontrare ostilità tra la gente del posto perché gli americani avevano sciolto le società di proprietà tedesca che assumevano molti locali.

    Indipendentemente da ciò che Peron potrebbe aver fatto nella sua veste ufficiale, c'erano molti tedeschi in Sud America ad aiutare. Il numero di nazisti che hanno corso lì non è necessariamente indicativo di un alto livello di sostegno del governo per questo.

    Quella popolazione tedesca locale era una delle ragioni principali per cui i nazisti corsero nell'America meridionale. Avevano aiuto in attesa con i residenti.



    Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
    Loading...