Domanda:
A parte gli ebrei, Hitler aveva un piano di soluzione finale per altre etnie / razze nel Terzo Reich?
The Byzantine
2013-01-21 08:06:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sappiamo che l'ideologia nazista scelse esplicitamente gli ebrei come la ragione principale di tutti i problemi della Germania e progettò di sterminarli tutti. I nazisti perseguitarono anche zingari, polacchi e prigionieri di guerra. I nazisti avevano in programma di sterminare altre razze / etnie? C'erano indicazioni di ciò nei loro scritti, propaganda, lettere, documenti segreti? Ad esempio, qualcosa contro i neri? Arabi? Asiatici? eccetera?

È stata Anne Applebaum, credo, a definire il regime totalitario con il seguente ciclo caratteristico: scegli una minoranza dalla tua popolazione in base a qualsiasi fattore, classificala come non umana, perseguita, ripeti per un'altra minoranza. Quel fattore in questo caso era l'etnia, sarebbe, per lei, puramente casuale. Il prossimo fattore potrebbe essere "persone che possedevano gatti".
@kubanczyk, anche nella teoria totalitaria, che in realtà è un'agenda piuttosto che una teoria corretta, sono stati proposti criteri molto più ragionevoli (e si sono dimostrati inutili). La politica del partito nazista adattò l'antisemitismo preesistente, che era costitutivo dell'identità tedesca decenni prima della fondazione del nsdap. L'antisemitismo eliminatorio era stato la motivazione per fondare partiti anche alla fine del XIX secolo. Dichiarare che il movimento nazista avrebbe potuto scegliere qualsiasi altro gruppo oltre agli ebrei, come "persone che possedevano gatti", è semplicemente irresponsabilmente sbagliato.
@J.Katzwinkel è quindi notevole la rapidità con cui il razzismo generale tedesco assimilò il razzismo sterminazionalista anti-slavo tra il 1939 (quando le esecuzioni di massa di polacchi etnici erano atipiche) e il 1941 (quando le esecuzioni di massa di persone di etnia slava divennero tipiche). Concordo sul fatto che ci sono elementi performativi dell'antisemitismo che differiscono dal razzismo antislavico: torturare l'immaginario slavo con un inutile lavoro fino alla morte non è accaduto (a mia memoria). Ma le politiche di sterminio anti-slavo sorsero rapidamente oltre i confini amministrativi all'interno dello stato tedesco.
@J. Katzwinkel OK, ritraggo "puramente accidentale". Intendevo davvero: l'etnia non era affatto un criterio della definizione di Anne. Inoltre, ho abusato delle citazioni per i gatti: i gatti sono la mia parafrasi.
@Histophile Sei troppo duro, imo, con Samuel. Può spesso parlare in un gergo denso (che la maggior parte delle persone, me compreso, non capisce appieno) e assumere posizioni estreme, ma è uno studioso serio, per quanto ne so.
@FelixGoldberg: molti degli stessi nazisti erano "studiosi seri". Puoi passare tutta la vita a essere un "serio studioso" di sciocchezze. Molti lo hanno fatto. E "Pertanto, l'idea di un piano coerente di sterminio razziale deve essere eliminata" è ** non ** un gergo denso ma una vera e propria falsità. (E sono riuscito a fare leva sul suo gergo e l'ho trovato piuttosto insulso ...) Comunque sia, ho rimosso questo commento a cui fai riferimento, solo su tua raccomandazione. Non interferirò con la domanda del PO e le varie risposte. Ho fornito una risposta e ho obiettato a Samuel Russell sul posto.
@FelixGoldberg - Chiamarla una "scuola"? Questo è in realtà tutto ciò che ho bisogno di sapere ... "Non ho mai lasciato che la mia scuola intralciasse la mia educazione" - Mark Twain (non era ebreo ...) Non ho molta scuola - ma ho un ottima educazione ...
-1
@Histophile Ora devi darmi i privilegi di parlare lì, o qualcosa del genere ... :)
@FelixGoldberg - OK - Ho letto le tue osservazioni e ho pubblicato una risposta. Guarda quella stanza. Sto eliminando i collegamenti.
Hitler non era una persona altamente logica e sistematica. Più simile a un truffatore da poco che riesce a truffare la gente per eleggerlo imperatore e lo fa così male che viene ucciso. Tra l'altro gli piaceva che gli ambiti di responsabilità dei suoi subordinati si sovrapponessero (divide et impera, sì anche tra la sua stessa squadra). Un piano generale su larga scala per decenni non sarebbe stato il suo stile.
@Censoredtoprotecttheguilty: Non l'ho mai sentito prima. "Era così grossolanamente incompetente che non avrebbe potuto avere un piano" :-)
Piani sì. Forse piani intelligenti. Piani lunghi anni o decenni? No. Non è solo incompetenza come leader, è anche mancanza di fibra morale.
Sette risposte:
#1
+31
Anixx
2013-02-01 17:18:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per l'Europa orientale i nazisti avevano il Genaralplan Ost - il piano generale "est". Secondo questo piano le vaste aree dell'Europa orientale dovrebbero essere gradualmente germanizzate, con gli abitanti nativi ridotti di numero, reinsediati e / o assimilati.

Secondo il piano,

  Gruppo etnico Percentuale soggetti a rimozione Polacchi 80-85% russi 50-60% da eliminare fisicamente e un altro 15% da inviare in Siberia occidentale Bielorussi 75% ucraini 65% lituani 85% lettoni 50% estoni 50% cechi 50% lettoni 100%  

Puoi notare che i lettoni, un gruppo etnico baltico in Lettonia, erano particolarmente antipatici ai nazisti a causa del loro atteggiamento storicamente filorusso. I nazisti intrapresero persino sforzi speciali per dimostrare la loro impurità e inferiorità razziale

Per quanto riguarda gli ulteriori piani, dovresti notare che l'atteggiamento di Hitler verso i neri, gli asiatici e gli altri popoli era molto migliore di quello verso gli slavi, gli Ebrei e altri europei dell'Est.

In generale, sembra che il Reich considererebbe un loro diritto naturale genocidio di qualsiasi nazionalità quando l'area è necessaria per i tedeschi.

A giudicare dal modello che il Nazisti stabiliti nei loro rapporti con diversi gruppi etnici, è ragionevole presumere che i nazisti tentassero

  • di dividere i grandi popoli in gruppi etnici più piccoli e secondo altri criteri (religione, dialetto , regione ecc.)

  • Per mettere un "fuehrer" o "anziano" a capo di ogni gruppo etnico, personalmente responsabile dell'esecuzione degli ordini nazisti.

  • Per consentire una notevole autonomia di ogni gruppo etnico nei loro affari interni fintanto che gli ordini tedeschi vengono eseguiti.

  • Dare diritti espressamente diversi nelle piccole e nelle grandi cose a gruppi diversi, anche strettamente legati in modo da creare invidia, arroganza e competizione per il favore dei tedeschi.

  • Limitare il movimento di ogni gruppo nella propria terra natia. Così i popoli nomadi della steppa sarebbero stati messi nelle riserve della steppa, gli alpinisti limitati alle loro montagne di origine ecc. Solo ai tedeschi sarebbe stato concesso il diritto alla libera circolazione.

Grazie. Ma potresti per favore sostenere i tuoi numeri e punti con riferimenti solidi?
@TheByzantine [PDF tradotto del piano generale orientale] (https://translate.google.com/translate?sl=auto&tl=en&js=y&prev=_t&hl=en&ie=UTF-8&u=http%3A%2F%2Fwww.rosalux.de % 2Ffileadmin% 2Frls_uploads% 2Fpdfs% 2F167eichholtz.pdf & edit-text =).
Hai qualche idea sul perché siano stati presi di mira lettoni, lituani ed estoni?
@FranzDrollig sarebbe meglio come domanda propria, piuttosto che un commento su una risposta di 5 anni.
Riguardo a "dovresti notare che l'atteggiamento di Hitler verso i neri, gli asiatici e gli altri popoli era molto migliore di quello verso gli slavi, gli ebrei e gli altri dell'Europa orientale.", L'atteggiamento di Hitler verso gli altri cambiò su ciò che voleva. Quando aveva bisogno dei croati slavi, i nazisti accettavano l'assurdità che i croati fossero discendenti dei Goti. Considerando che d'altra parte, Hitler non amava molto il popolo indo-ariano e preferiva che rimanessero soggiogati dalla Gran Bretagna (sebbene sostenesse di nuovo i disertori della BIA quando ne aveva bisogno).
Ho letto da qualche parte che, supponendo una vittoria tedesca in Oriente nel 41-42 (non necessariamente la fine della guerra, ma una situazione favorevole in cui i bisogni militari immediati non sono così importanti e la carestia è evitabile), c'erano piani per deliberatamente e sistematicamente far morire di fame ucraini e russi già nel 1943-44. Ma i soviet hanno raggiunto l'ucraina nel 43-44. Ne sai qualcosa? Questo piano di riferimento sembra troppo a lungo termine. Non voglio dire che i tedeschi fossero gentili, ma la carestia, almeno in parte dovuta alla guerra, è diversa da una carestia deliberata ed evitabile.
@Luiz: Non commettere errori, tutto questo era il piano per * dopo che la guerra fu vinta *. Questo non ha nulla a che fare con le difficoltà legate alla guerra, è l'evoluzione dell'intera idea del [Lebensraum] (https://en.wikipedia.org/wiki/Lebensraum) che ha messo in moto la Seconda Guerra Mondiale in primo luogo.
Secondo l'articolo Wiki, i lettoni costituivano il nucleo dei lettoni moderni <= XVI secolo. È strano che siano elencati separatamente dai lettoni in questa tabella.
Il reinsediamento significa reinsediamento o "reinsediamento" a Bełżec / Majdanek / Auschwitz?
#2
+6
Samuel Russell
2013-01-21 08:19:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L '"intenzionalismo" - l'opinione che Hitler fosse responsabile della politica razziale tedesca (come supposto dal titolo stesso di questa domanda, "Hitler aveva un piano di soluzione finale") - non è favorita tra gli studiosi. Pertanto, l'idea di un piano coerente di sterminio razziale deve essere eliminata. La politica tedesca di sterminio razziale si è evoluta in base alla situazione e in risposta alle condizioni locali. Gli scismi burocratici tedeschi incoraggiarono tale creatività. Tuttavia, ripetuti ritornelli della politica razzista e sterminazionista appaiono ancora e ancora. Questa risposta considera l'esempio slavo.

La politica razziale tedesca e dell'NSDAP era generalmente di natura piuttosto locale, sebbene seguisse temi simili. L'ordine del commissario del 1941 fu utilizzato come parte di un programma di sterminio generalizzato relativo ai civili slavi, emanato come parte del pogrom e dei programmi d'azione del 1941.

Inoltre, alcune delle autorità occupanti consideravano il cibo dell'inverno 1941 problemi dei civili slavi come non aver bisogno di essere affrontati a causa del piano per far morire di fame gli slavi generalmente a ovest delle linee di arresto. Le effettive politiche di estrazione del cibo di questo periodo produssero una significativa fame come effetto collaterale, tuttavia, l'idea di estrarre i livelli pianificati di cibo era ridicola e irrealizzabile. (Questi piani erano basati sull'idea che gli standard di vita tedeschi dovevano essere giustamente mantenuti ai livelli prebellici o vicini a quelli precedenti la guerra attraverso la fame di massa di altri gruppi "razziali".)

Gran parte di questo culminò nel POW situazione nel 1941, in cui i soldati accampati, prevalentemente slavi, venivano sistematicamente trascurati in un modo non intrapreso in Occidente dall'esercito tedesco.

Possiamo essere ragionevolmente sicuri che con più potere, le politiche razziali tedesche sarebbero risultate in un più completo tentativo di genocidio di persone identificate dai tedeschi come slavi.

In primo luogo, non ho detto nulla sul fatto che Hitler sia responsabile della politica razziale tedesca. I sentimenti antisemici e l'odio per gli ebrei iniziarono prima che ci fosse un partito nazista. In effetti, il partito DAP, ben prima che Hitler vi aderisse e lo convertisse nel partito nazista, già perpetuava sentimenti antisemici e odio per gli ebrei. Questo è stato condiviso anche da molti tedeschi e anche da altri partiti negli anni '20. In secondo luogo, stai suggerendo che il processo di sterminio sia nato mentre ce n'era bisogno? Come risolvere la carenza di cibo consentire alle persone di morire?
"A parte gli ebrei, Hitler aveva un piano di soluzione finale per altre etnie / razze nel Terzo Reich?" Per quanto riguarda punti diversi dall'intenzionalismo, ho ampliato la mia risposta.
Vero. Sebbene i sentimenti antisemici fossero prevalenti prima e durante il nazismo, tuttavia nessun piano di sterminio era nell'agenda di nessuno. Solo Hitler ha parlato apertamente di sterminio. Voglio dire, Hitler non è responsabile dell'odio razziale, lo ha approvato come molti altri tedeschi dell'epoca, e lo ha portato a livelli più alti con un programma di sterminio.
Interessante. Ho appena letto "Il terzo Reich: l'ascesa e la caduta dei nazisti". Cita Hitler dicendo che gli ebrei devono essere sterminati anche molto prima che l'NSDAP fosse al potere.
Suggerisco caldamente di leggere dei dibattiti intenzionalisti / funzionalisti nella storiografia dell'olocausto.
@SamuelRussell: -1 "Politica razziale tedesca e NSDAP ... di natura locale." Vola direttamente di fronte alla ben documentata storia dei ** campi di concentramento **, che conteneva migliaia e migliaia di prigionieri raccolti sistematicamente dai nazisti. Documenta chiaramente le tue fonti per tali contese. "Leggi blah blah blah ..." non è sufficiente per controbattere al racconto di un testimone oculare del generale Eisenhower: "Ho fatto la visita ... per essere in grado di fornire prove di prima mano di queste cose, se mai, nel futuro, si sviluppa la tendenza ad accusare queste accuse semplicemente di "propaganda".
@SamuelRussell "Politica razziale tedesca e NSDAP ... di natura locale." ?! http://en.wikipedia.org/wiki/Adolf_Eichmann: Otto Adolf Eichmann [1] [2] (19 marzo 1906 - 31 maggio 1962) [3] era un tedesco nazista SS-Obersturmbannführer (tenente colonnello) e uno dei principali organizzatori dell'Olocausto. ** A causa del suo talento organizzativo e della sua affidabilità ideologica, Eichmann fu incaricato dall'SS-Obergruppenführer Reinhard Heydrich del compito di facilitare e gestire la logistica della deportazione di massa degli ebrei nei ghetti e nei campi di sterminio nell'Europa orientale occupata dai tedeschi. **
@SamuelRussell "Politica razziale tedesca e NSDAP ... di natura locale ?! Vedi mappa dei campi di concentramento e di morte: http://0.tqn.com/d/history1900s/1/0/D/6/EasternEurope3.JPG. Questo fa non sembra essere una ** operazione locale **:
@Histophile ha letto alcune delle fonti del battaglione della polizia, degli einsatzgruppen e della caccia agli ebrei prima di saltare fuori dal limite. Il controllo locale indica molto chiaramente la colpevolezza _universale_, comunque.
@SamuelRussell - ovviamente, l'implementazione dei "dettagli sporchi" sarà locale. Ma stai affermando: "Pertanto, l'idea di un piano coerente di sterminio razziale deve essere eliminata". . Questa nozione è chiaramente una sciocchezza poiché è stato ben documentato come tale - ciò che ho citato è, ovviamente, solo la punta dell'iceberg. Il fatto che tu difenda una posizione del genere annulla qualsiasi pretesa che tu debba pontificare sulla Storia. Se hai ** fonti affidabili **, citale, non più i tuoi vaghi riferimenti 'vedi questo, leggi quello ...'. "Chi mente, parla di cose lontane" - ** Talmud **
L'idea di un piano coerente di sterminio razziale deve essere eliminata. Tutti i tedeschi e molti europei centrali e orientali parteciparono ai loro piani di sterminio locale o universale che coincidevano con una varietà di piani all'interno di diversi ministeri tedeschi per lo sterminio locale o universale. Sottolineando "iniziativa locale" in un piano statale, che è stato regolarmente ignorato se il favore di un comportamento minore, maggiore o più tortuoso da parte degli amministratori locali è l'errore di Führer princip: la Germania non è stata totalizzata, lo Stato, il mercato, l'esercito e la popolazione sono entrambi colpevoli
Browning (1992) Ordinary Men: Reserve Police Battalion 101 and the Final Solution in Poland. Le tue citazioni, tra l'altro, sono spazzatura decontestualizzata senza alcun legame con la storiografia.
@SamuelRussell - stai confondendo il problema. La Germania è un paese grande e complesso. Ovviamente a livello locale ci sono state delle variazioni. È così in ogni grande paese che si affida ai burocrati locali per attuare la propria politica. Ma abbiamo prove molto chiare e convincenti di un piano generale e conosciamo le linee temporali: quando i nazisti conquistarono la Germania e poi invasero altri luoghi, fu allora che iniziarono gli stermini. Ti rimando a qui: ** Dichiarazioni di Hitler e dei nazisti anziani su ebrei ed ebraismo **: http://ess.uwe.ac.uk/genocide/statements.htm - una fonte accademica ben documentata.
@SamuelRussell - se intendi dire che Hitler ei suoi tirapiedi non hanno agito da soli, ma sono stati aiutati a livello locale dalle varie burocrazie e agenzie di polizia, è ovvio e non ho niente da ridire con te. Ma se intendi dire che l'idea fondamentale non è venuta "dall'alto", sei un negazionista dell'Olocausto e confutato da infinite prove storiche che nessuno ha bisogno che io citi.
@Histophile Penso che tu abbia sbagliato Samuel. Esiste un vero e valido dibattito storiografico tra i cosiddetti "funzionalisti" e i cosiddetti "intenzionalisti". Tu (ed io) scendiamo al fianco degli Intenzionalisti; Samuel è un funzionalista piuttosto supponente, per quanto ne so. Questo di certo * non * lo rende un negazionista. Ti esorto davvero a rivedere quell'osservazione, che sono sicuro sia stata fatta nel vivo del dibattito - Devo confessare che la mia reazione iniziale di mezzo anno fa era abbastanza simile alla tua, ma mi sono preso il tempo di cercare su Google i termini e di scoprirlo
@Histophile che è in corso un vero dibattito accademico. Avevo già sentito parlare del lavoro di Mommsen, ma prima di leggere la risposta di Samuel non mi ero reso conto che esisteva una scuola funzionalista a tutti gli effetti e che il campo funzionalista include persone come Browning e Hillberg, sicuramente non negazionisti.
@FelixGoldberg - OK. Sotto il tuo consiglio, sospenderò questo problema finché non avrò fatto altre ricerche. Questo è ** l'unico motivo **, perché davvero non mi interessa quante 'scuole' ci sono: puoi avere un'intera 'scuola' costruita su bugie e fantasie - è così che funziona nel mondo accademico, lo so, credimi . Il punto è che non appena neghi la pianificazione centrale che è essenzialmente negazione dell'olocausto.
@FelixGoldberg - Ho rimosso le due osservazioni più sgargianti. Ma voglio che porti le fonti, non "legga questo, legga quello" o "fuori contesto". I riferimenti che ho portato nella mia risposta a questa domanda e nel mio commento sopra sono citazioni legittime - dirette. Dire che era una sorta di idea sconnessa che semplicemente si è adattata convenientemente è assurdo. Se stanno dicendo di più, dovrò vedere. E non è perché sono una specie di ragazzo JDL entusiasta - non lo sono. È un punto della storia: ci sono cumuli di prove fisiche e concrete e testimonianze oculari che ci fosse un ** piano **.
tutti i popoli non germanici e anche non tedeschi sarebbero stati rimossi, in qualche modo atroce ovviamente dall'europa non solo slavi
Ovviamente c'era un piano. Vedere la "Conferenza di Wannsee" https://en.m.wikipedia.org/wiki/Wannsee_Conference.
#3
+3
user2590
2013-07-23 10:13:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I piani di Hitler per il Nord America

"Hitler in realtà disprezzava la società americana, affermando che gli Stati Uniti (che chiamava costantemente" Unione americana ") era "metà giudaizzato e l'altra metà negato" [78] e che "nella misura in cui ci sono persone perbene in America, sono tutti di origine tedesca"

"Un giorno Inghilterra e America avranno una guerra tra loro che sarà condotta con il più grande odio immaginabile. Uno dei due paesi dovrà scomparire. "[86] e " Non sarò più lì a vederlo, ma mi rallegro a nome del popolo tedesco all'idea che un giorno vedremo Inghilterra e Germania marciare insieme contro l'America "."

Per una discussione approfondita di questo intero argomento - i piani di Hitler per il mondo intero - pieno di riferimenti e citazioni dirette, vedi: New Order - Nazism

Ho letto di questo molti anni fa: la tua domanda ha scosso un po 'la mia memoria, quindi ho cercato e ho trovato questi riferimenti.

-1 a "Nord America" ​​che compare in una risposta a questa domanda. Hitler pronunciava un sacco di "discorsi da tavolo" visionari e incoerenti e certo, di tanto in tanto sbraitava sull'America. mentre per gli ebrei, i disabili e gli slavi (ad esempio) c'erano documenti e progetti. vedere la risposta di Anixx e il "Piano generale per l'Oriente"
c'è una differenza storicamente importante tra ciò che Hitler diceva a tavola sui neri e ciò che il regime nazista, con il suo esercito di funzionari pubblici, aveva pianificato, preparato e nella maggior parte dei casi realizzato in termini di sterminio di ebrei, disabili e slavi. ignorare questa distinzione è "non utile" secondo me. "Non utile" è la linea guida per giudicare se votare o meno.
@hawbsl La domanda afferma "Ad esempio, qualcosa contro i neri?" e la visione di Hitler di NA, come citato, li menziona specificamente: "... l'altra metà negata" e questo è uno dei motivi per cui è felice di "Inghilterra e Germania che marciano insieme contro l'America". La domanda continua: "C'erano indicazioni in merito nei loro scritti, propaganda, lettere, documenti segreti?" Non solo un piano chiaro, formale e organizzato. La mia risposta fa certamente luce sulla domanda. Inoltre, il mio riferimento è uno studio della visione di Hitler per la conquista del mondo, non semplicemente quello che "ha detto a tavola".
felice di vedere i nostri commenti diventare più amichevoli. puoi aiutarmi a capire il formato di riferimento di wikipedia allora. dice per tua citazione _ [78] Hitler (2000) p. 188_ e_ [79] Hitler (2000) p. 282_. A cosa si riferiscono? Ho pensato che provenissero dalla famosa e noiosa Tischgespräche di Hitler, ma potrei sbagliarmi
@hawbsl-OK. Stabiliamo un "cessate il fuoco" :-) Non posso parlarne adesso, forse più tardi. Secondo il mio profilo, non sono uno storico professionista o un accademico, sono stato un ricercatore professionista per molti anni. Sono addestrato a trovare rapidamente riferimenti pertinenti, utilizzando libri o Internet. Ma non posso sempre fornire un'analisi approfondita di tutto il materiale che cito tranne che per il sistema legale americano; la tradizione biblica; la Rivoluzione francese. Non sono un esperto di Hitler, anche se sono nato nel primo dopoguerra e ho visto e sentito molti resoconti di prima mano negli Stati Uniti e all'estero.
Davvero importante capire che Hitler era in realtà più o meno una droga. Era molto convinto di essere un ragazzo intelligente, un segno sicuro di essere una droga. Non mi riferisco al di sotto della media o addirittura alla media - probabilmente qualcuno che avrebbe potuto fare bene come contabile o addirittura pittore se fosse riuscito a ottenere un'istruzione; Penso che abbia dimostrato le sue capacità di leader abbastanza chiaramente.
#4
+1
Bak1139
2014-09-01 16:49:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'istituzione di un maggiore Reich tedesco con tutta la popolazione tedesca e un'ampia germanizzazione doveva essere implementata dopo la vittoria finale; L'Europa doveva diventare completamente germanica; Sappiamo da una discussione segnalata tra il generale eduard wagner e Himmler che quest'ultimo suggerì lo sterminio dell'80% delle popolazioni francesi e inglesi dopo la suddetta vittoria, il remainder doveva essere terrorizzato, l'omicidio doveva essere eseguito dalle SS Einsatzkommando ... non è difficile immaginare che questa strategia venga implementata in un secondo momento a tutte le altre persone d'Europa ...

Maggiori informazioni qui:

http://en.wikipedia.org / wiki / New_Order_ (Nazism)

http://en.wikipedia.org/wiki/New_Order_%28Nazism%29#Conquest_of_Lebensraum_in_Eastern_Europe

anche: http://en.wikipedia.org/wiki/New_Order_%28Nazism%29#Military_campaigns_in_Poland_and_Western_Europe

in particolare nota nell'ultimo link:

Alla fine di febbraio 1943 Otto Bräutigam del Ministero del Reich per i territori orientali occupati affermò di aver avuto l'opportunità di leggere un rapporto personale del generale Eduard Wagner su una discussione con Heinrich Himmler, in cui Himmler aveva espresso l'int ento di uccidere circa l'80% delle popolazioni di Francia e Inghilterra da parte delle forze speciali (einsatzgruppen) delle SS dopo la vittoria tedesca.

`

@LangLangC quello che Hitler voleva fare è un grande segreto. Lui stesso ha detto che c'erano segreti che condivideva solo con la cerchia ristretta, c'erano segreti che teneva solo per se stesso e c'erano segreti che non aveva ancora formulato nemmeno per se stesso.
#5
  0
Histonius
2019-03-25 19:06:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Bisogna ricordare che i neri, gli asiatici e le altre razze non erano un problema per Hitler e i nazisti poiché erano praticamente inesistenti e pochissimi in Europa a quel tempo. Sono cresciuto in Europa e non ho mai visto un solo nero persona in tutta la mia vita prima degli anni '60. Le uniche persone di colore che abbiamo visto erano marinai americani della Marina degli Stati Uniti quando le navi si fermavano nei nostri porti.

Osservando anche le statistiche di quante persone come zingari, slavi e oppositori politici erano nei campi di concentramento possiamo vedere come siamo stati fuorviati dalla propaganda secondo cui i campi di concentramento erano tutti o principalmente ebrei quando i fatti e il buon senso dicono che non era così.

Interi gruppi, probabilmente ammontanti a milioni, come zingari, omosessuali e altri le etnie, come anche i comunisti, che all'epoca era un grande partito in Germania, furono messi nei campi di concentramento. Ma questo non è quasi mai menzionato, con tutta l'enfasi posta solo sugli ebrei.

#6
-1
jjack
2017-12-05 09:19:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A parte gli ebrei, solo i sinti e i rom hanno sofferto le peggiori conseguenze dell'Olocausto ( https://en.m.wikipedia.org/wiki/Sinti). Non riesco a pensare a nessun altro gruppo etnico che abbia sopportato qualcosa di simile sotto i nazisti. L'olocausto fu esteso per includerli.

C'era un piano per l'Olocausto almeno a partire dalla conferenza di Wannsee nel 1942 ( https://en.m.wikipedia.org/wiki/ Wannsee_Conference). Si può sostenere che sia sempre stata l'intenzione di Hitler.

Perché il voto negativo? Informazioni non buone, non adatte, aspettata una risposta diversa?
il voto negativo è probabilmente dovuto al fatto che non si tenta nemmeno di rispondere alla domanda su quali piani esistessero dopo che il "problema ebraico" era stato risolto.
#7
-3
user27796
2017-11-06 04:18:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Hitler stava cercando di sradicare chiunque non fosse di razza ariana, ma si concentrava principalmente su ebrei, omosessuali e persone con deformità o problemi fisici o mentali. Potrebbe essersi rivolto ad altre religioni o etnie se non erano d'accordo o non si adattavano alle sue convinzioni ristrette.

Le fonti migliorerebbero questa risposta


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...