Domanda:
Perché i turchi hanno adottato l'alfabeto latino dopo la prima guerra mondiale?
Bregalad
2016-01-27 19:08:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I turchi scrivevano la loro lingua usando l'alfabeto arabo. Dopo la prima guerra mondiale, quando Mustafa Kemal rivoluzionò il paese, impose l'uso dell'alfabeto latino. Anche il nuovo sistema di scrittura sembra essere stato particolarmente ispirato dal tedesco, piuttosto che da qualsiasi altra lingua che utilizza l'alfabeto latino.

Perché? Capisco che Mustafa Kemal avesse bisogno di rivoluzionare, occidentalizzare e modernizzare il paese. Tuttavia, nessun altro nella regione usava l'alfabeto latino e non vedo come rendere il 100% della popolazione improvvisamente analfabeta, oltre a rendere i vecchi libri completamente illeggibili, avrebbe dovuto aiutare a modernizzare il paese.

Anche perché ispirare la scrittura specificamente dal tedesco, subito dopo il fallimento dell'alleanza della prima guerra mondiale con la Germania?

Non credo sia stato particolarmente ispirato dal tedesco - i valori phone [mt] ic di "y" e "j" puntano più verso l'ispirazione franco-inglese rispetto al tedesco, e le vocali erano forse percepite come più o meno neutre "paneuropee" .
Non credo che i turchi usassero effettivamente l'alfabeto latino: hanno creato il loro alfabeto basato su di esso, ma con più lettere e con una pronuncia diversa di alcune lettere - ad es. La "c" turca è pronunciata come "j" (da Wikipedia).
Cinque risposte:
#1
+37
Schwern
2016-01-28 00:24:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Due ragioni: aumentare l'alfabetizzazione semplificando la lingua e tagliare i legami con il passato (cioè gli ottomani) e forgiare una nuova identità turca secolare.

L ' alfabeto turco ottomano, una variante dell'arabo, non era adatto a parole e fonemi turchi, rendendolo molto difficile da imparare e utilizzare. In particolare, il turco ha otto vocali, ma le vocali in arabo sono complicate e producono una scarsa corrispondenza suono-lettera.

Questo andava bene durante l'Impero Ottomano, quando l'alfabetizzazione era considerata qualcosa per il élite, non la gente comune. La nuova Repubblica turca voleva migliorare la vita della persona comune, quindi l'alfabetizzazione era molto importante.

In arabo, le vocali sono spesso semplicemente eliminate dalla lingua scritta, dove l'alfabeto latino è una buona corrispondenza con vocali turche. Ad esempio < كورك> / kwrk / ha vocali implicite. Può essere letto come / gevrek / 'biscuit', / kyrk / 'fur', / kyrek / 'shovel', / kœryk / 'bellows', / gœrek / 'view', che in turco moderno sono scritti gevrek, kürk, kürek, körük e görek.


La seconda, e principale, ragione è motivata politicamente. La Repubblica turca voleva tagliare i legami con il passato ottomano e creare un senso di nazionalismo turco. Sostituendo il vecchio copione con uno nuovo è stato utile. Scegliendo una scrittura latina, la nuova Repubblica ha deliberatamente indebolito i suoi legami con il mondo arabo e si è avvicinata all'Occidente secolare.

"La riforma dell'alfabeto non può essere attribuita alla facilità di lettura e scrittura. Questo era il motivo di Enver Pasha. Per noi, il grande impatto e il vantaggio della riforma dell'alfabeto è stato che ha facilitato la strada verso la riforma culturale. Abbiamo inevitabilmente perso il nostro legame con la cultura araba. "

- - Mustafa İsmet İnönü, secondo presidente della Turchia

"Atatürk impose l'alfabeto latino obbligatorio al fine di promuovere la consapevolezza nazionale dei turchi contro una più ampia identità musulmana. È anche imperativo aggiungere che sperava di collegare il nazionalismo turco alla civiltà moderna dell'Europa occidentale, che ha abbracciato il Alfabeto latino. "

- Şerif Mardin

Questo, combinato con lo sforzo di rimuovere le parole di prestito arabo e persiano dalla lingua, "stava sbattendo una porta sul passato e aprendo una porta al futuro". ( Bernard Lewis).


Sfortunatamente invece dei cinque anni raccomandati per effettuare il cambiamento, Atatürk lo ordinò in tre mesi che è appena il momento di produrre e distribuire nuovi materiali, figuriamoci riqualificare un'intera nazione. Per sottolineare il punto, la "Legge sull'adozione e l'attuazione dell'alfabeto turco" ( Türk Harflerİnİn Kabul Ve Tatbİkİ Hakkinda Kanun) significava che tutte le comunicazioni pubbliche sarebbero state fatte nella nuova lingua se il pubblico lo sapesse oppure no.


Sul motivo per cui hanno scelto la Germania come modello, posso solo ipotizzare. Nonostante abbia perso la prima guerra mondiale, la Turchia aveva ancora forti legami economici, politici e sociali con la Germania e l'Austria. Hanno condiviso consiglieri, insegnanti, comandanti, armi ed equipaggiamento.

Al contrario, le vittorie degli alleati occuparono la Turchia e tentarono di dividerla. Solo sei anni prima della riforma linguistica, il Movimento nazionalista turco ha combattuto una guerra di indipendenza contro il Sultano e gli alleati occupanti. È improbabile che collaborino con loro.

Se l'unica cosa che contava era * cambiare quante più cose possibile *, è strano che non abbiano nemmeno cambiato la bandiera, ma vai a capire ...
@Bregalad Ho intenzione di ipotizzare che volessero tagliare i legami con gli Ottomani * internamente *, ma esternamente dovevano presentarsi al mondo come il legittimo successore dell'Impero Ottomano. Tenere la bandiera è un modo economico per farlo.
+1. Offtopico ma strano che Ataturk abbia rimosso le parole in prestito persiane eppure riesco ancora a capire il nome della legge (Turk è turco, Harf è lettera, Kabul è accettazione, ve è e, tatbiki sta insegnando, kanun è legge). Ma poi di nuovo la mia lingua deriva sia dal persiano che dal turco chagatai, quindi potrebbe essere il caso. Credo che dovrei cercare l'etimologia di queste parole.
#2
+6
VampireTooth
2016-01-27 19:52:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il popolo del caduto Impero ottomano e della Turchia fino ad allora utilizzava la scrittura araba, la stessa in cui è scritto il Corano islamico. Uno dei motivi principali per cui Mustafa Kemal Ataturk ha trasformato la scrittura del paese della Turchia in latino e in sostanza secolarizzata la nazione era quello di indebolire il potere del Corano. La politica di Ataturk sembrava quasi come una persecuzione borderline contro i musulmani in un paese dominato da questa religione, poiché abolisce gli indumenti sacri alla religione, come il fez e il burqa, e consente l'abbigliamento clericale solo in moschea. Ha richiesto al popolo turco di indossare abiti occidentali. Inoltre, nel 1925, la Società storica turca ha riscritto la storia del paese per minimizzare l'Impero ottomano e l'Islam, dimostrando che Ataturk voleva allontanarsi dallo stato super-religioso da cui il paese era nato. Ovviamente, cambiare la scrittura e la lingua significava che più persone sarebbero state analfabete, motivo per cui Ataturk ha reso l'istruzione elementare gratuita, universale e obbligatoria.

Per rispondere alla domanda riguardante alcune parti del nuovo sistema di scrittura adottato dalla Germania, ciò potrebbe essere dovuto al fatto che la Turchia aveva i migliori rapporti con la Germania al momento, quindi sarebbe più facile adottare i loro sistemi di un paese con cui avevano relazioni notevolmente peggiori, come il Regno Unito o la Francia. Ricorderete che anche la Turchia ha adottato una legge laica simile a quella svizzera.

Per riassumere, Ataturk ha sostanzialmente cambiato la scrittura dall'arabo al latino per togliere potere al Corano, e quindi passare all'essere uno stato laico piuttosto che religioso.

#3
+4
Tom Au
2019-01-24 04:49:10 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il leader della Turchia dopo la prima guerra mondiale, Mustapha Kemal, o "Ataturk", passò all'alfabeto latino come parte di un mandato per rompere con il passato immediato, umiliante e "sultanico". Un'iniziativa simile è stata il trasferimento della capitale da Istanbul ad Ankara.

Qualcosa come l'8% -10% della popolazione turca era alfabetizzata nel 1927 (Non sono riuscito a trovare cifre precedenti). Quindi forse il 90% della popolazione era analfabeta.

Della parte alfabetica della popolazione, la maggior parte conosceva o aveva studiato una lingua europea e avrebbe avuto familiarità con il latino alfabeto. In altre parole, c'erano pochissime persone che non conoscevano e avevano familiarità con l'alfabeto latino.

Passare all'alfabeto latino (una sua versione modificata, in realtà), non lo avrebbe fatto hanno reso "il 100% della popolazione" di recente analfabeta. Al massimo sarebbe stato 8% -10%, e probabilmente molto meno.

#4
+1
Alex
2016-01-27 19:48:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Passare all'alfabeto latino in realtà non significa rendere improvvisamente tutta la nazione analfabeta, come mostrano le statistiche (vedi il riferimento alla fine).

Ma ovviamente questa è stata una misura molto radicale, sono d'accordo, e un parte del progetto di occidentalizzazione / modernizzazione. Uno degli obiettivi di Kemal era diminuire il ruolo della religione e dell'educazione religiosa; separare l'alfabetizzazione dall'educazione religiosa. Suppongo che questa fosse una misura molto efficace da questo punto di vista.

Ci sono stati pochi casi simili nella storia.

Quando i comunisti salirono al potere in Russia all'incirca nello stesso periodo, avevano progetti simili di passare dal cirillico al latino. Non lo hanno implementato per vari motivi, ma in seguito hanno costretto altre nazioni dell'Unione Sovietica a passare all'alfabeto cirillico. Intendo le nazioni dell'Asia centrale, che prima usavano l'arabo, e la Moldavia che usava il latino. Quindi questo caso non è unico nella storia. Nessuno di questi cambiamenti ha portato a un diffuso analfabetismo. Probabilmente è vero il contrario. Almeno nell'Asia centrale, il tasso di alfabetizzazione aumentò notevolmente durante il dominio sovietico. È aumentato anche in Turchia.

Perché hanno utilizzato l'assistenza tedesca? A causa dello stretto legame culturale e di altro tipo con la Germania che esisteva prima della guerra. (Questo è stato in realtà uno dei motivi per cui sono entrati in guerra dalla parte tedesca). La sconfitta tedesca sembra irrilevante per questo particolare progetto, e il progetto stesso potrebbe essere preparato prima o durante la guerra.

MODIFICA. A riprova di quanto ho scritto, ecco le statistiche sui tassi di alfabetizzazione in Turchia:

http://unesdoc.unesco.org/images/0000/000028/002898EB.pdf

(Per l'Asia centrale sovietica non ho trovato i dati, ma l'aumento dei tassi di alfabetizzazione è stato drammatico). E per rispondere ad alcuni commenti: non ho mai scritto che l'alfabeto latino sia più semplice del cirillico. Il punto era solo che questo tipo di riforma può essere relativamente indolore per quanto riguarda i tassi di alfabetizzazione.

* Per una persona che è già alfabetizzata, non c'è molta difficoltà a passare a un altro alfabeto. * Citazione necessaria, temo. Il tuo esempio della Russia è parziale perché hanno già imparato l'alfabeto latino in scuola elementare, anche se non lo usano tutti i giorni.
"* ci vogliono solo pochi giorni per imparare l'alfabeto latino *" Questa era una lingua completamente nuova e un alfabeto completamente nuovo. Non solo devi impararlo, ma hai bisogno di nuovi materiali da cui imparare e riqualificare gli insegnanti per insegnarlo. E tutto ciò che deve essere distribuito nel paese negli anni '20 (niente Internet, niente FedEx, a malapena automobili e camion, probabilmente niente telefono o radio) insieme a un massiccio programma di rieducazione per adulti.
@Alex> Non c'è assolutamente nulla che renda i caratteri latini più facili (o più difficili) da imparare del cirillico. Usano lo stesso linguaggio visivo, cioè: stesso tipo di forme, stesso tipo di calligrafia e alfabeti con circa lo stesso numero di simboli, approssimativamente da 20 a 30 a seconda della lingua. L'arabo al / dal latino è una storia completamente diversa. Devi imparare di nuovo il modo in cui il tuo cervello interpreta le rappresentazioni dei glifi e come si relazionano tra loro. Ad esempio, nonostante lo spazio, questa è una parola: برسيل
Alex, ho votato positivamente il tuo commento e credo che le risposte negative siano inadeguate. Atatürk voleva principalmente modernizzare il paese e sbarazzarsi di cose inefficaci, e che alcune persone vogliano negarlo o meno, la scrittura araba è altamente inefficace rispetto alla scrittura latina (o, in misura minore, cirillica o greca). La densità delle informazioni è scarsa, è spesso richiesta un'elevata precisione nella scrittura e oggi con computer e tastiere, ecc., È ancora più difficile. Non c'è bisogno di vedere sporchi interessi politici egoisti dietro ogni decisione.
@Lubos Motl: Penso anche che i commenti negativi siano inadeguati, soprattutto se si tiene conto del fatto che ho indicato lo stesso motivo per cui la risposta più votata: la lotta di Kemal contro la religione :-)
@Alex Possono essere ingiusti, ma non sono io. Immagina solo che, ad esempio, qualcuno decida improvvisamente che l'inglese dovrebbe essere scritto con l'alfabeto greco e che l'alfabeto latino è vietato. Anche se conosci già l'alfabeto greco (i singoli simboli) avrai problemi a leggere l'inglese scritto da geek, perché non riconosceresti le parole. Sarai ancora più turbato a scriverlo, poiché non puoi sapere come ortografarli. Con l'arabo è anche peggio, poiché è scritto in una direzione diversa e di solito mancano i vocali.
@Bregard: Sono d'accordo che la misura è stata molto radicale e ha creato molti disagi. Anche i bolscevichi non hanno osato farlo in Russia. Ma la fonte che ho citato mostra che pochissime persone erano alfabetizzate nel 1927 (con QUALSIASI alfabeto) e più erano alfabetizzate nel 1935 (con alfabeto LATINO).
#5
  0
Timothy
2017-05-22 22:29:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Anche se ora sembra esserci una reazione, per decenni dopo Ataturk è stata parte dell'identità nazionale a cui l'élite turca aspirava insistere sul fatto che la Turchia fosse "parte dell'Europa" (che secondo le solite definizioni geografiche solo una piccola parte in giro per Istanbul, lo è davvero). Allo stesso modo, era uno stato "laico" anche se la maggior parte dei turchi era musulmana.

Questo è probabilmente parte della stessa tendenza riscontrata in varia misura in molti paesi asiatici tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. L'Europa sembrava molto più potente, di successo e più avanzata che volevano copiarla, nella speranza che potessero diventare anche potenti, di successo e avanzati.

Questa è stata in parte una relazione di "amore-odio", poiché una delle motivazioni era battere l'Occidente al suo stesso gioco. Come alla fine del diciannovesimo secolo, &, all'inizio del ventesimo secolo, i giapponesi impararono i metodi europei per costruire le loro forze armate e l'industria, e poi li usarono per sconfiggere una Russia in parte europea nella guerra russo-giapponese nel 1904-5, e come Ataturk aveva fatto per combattere i greci, i britannici e i francesi per preservare la Turchia come nuovo stato.

L'alfabeto turco è basato sul latino ma con diverse modifiche per adattarsi alla loro lingua, ad es. nessuna lettera "w", una lettera in più come una "i" senza punto per fare il suono "uh", varie vocali con dieresi su di esse che almeno sembrano germaniche.

Un'altra parte del programma di occidentalizzazione & di modernizzazione di Ataturk consisteva nell'adozione del diritto penale tedesco e del diritto civile svizzero come leggi della Turchia.

Una parte di ciò che sta accadendo in Turchia potrebbe essere spiegabile in parte dal fatto che il relativo declino economico, industriale e militare dell'Europa e dell'Occidente negli ultimi decenni e la graduale ascesa al potere di altre parti del mondo , significa che non sembra più scontato che copiare l'Europa e l'Occidente sia la strada del successo?



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...