Domanda:
Perché le truppe con le baionette erano spesso efficaci contro la cavalleria nemica anche se la baionetta era un'arma "secondaria"?
Tom Au
2013-08-09 02:07:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La baionetta fu introdotta alla fine del XVII secolo come coltello (in seguito una spada corta) attaccato a un moschetto, per consentire al moschettiere di proteggersi durante la ricarica delle armi a colpo singolo. In quanto tale, era una specie di arma "aggiuntiva" alla pistola stessa. http://en.wikipedia.org/wiki/Bayonet

Le tattiche anti-cavalleria tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo consistevano spesso in moschettieri con baionette che "formavano quadrati" resistere alle cariche di cavalleria. Queste resistenze spesso hanno avuto successo, mentre durante i periodi precedenti, come il Medioevo, i soldati armati di armi "con asta" come le lance erano solitamente in svantaggio rispetto alla cavalleria (a meno che non ci fossero caratteristiche compensative come terreno accidentato o maltempo), anche se queste erano le loro armi "primarie".

Cosa dava ai soldati con baionette (e moschetti) la loro efficacia? L'unica raffica di moschetto ha disorganizzato sufficientemente la cavalleria per dare ai baionettri il loro vantaggio? La presenza dei moschetti ha costretto un cambiamento nelle tattiche della cavalleria (ad esempio la rimozione dell'armatura) che ha favorito il moschettiere? Erano solo soldati addestrati meglio dei portatori di lancia?

Perché pensi che lancieri o picchieri fossero "di solito in svantaggio rispetto alla cavalleria"? Posso solo vedere la cavalleria avere il vantaggio, in uno scontro sul campo con un blocco di picche, se la fanteria avesse iniziato la rotta, nel qual caso il loro armamento finirebbe comunque a terra.
@JonofAllTrades: Nel Medioevo, la "cavalleria" consisteva in "lancieri" con lance. Cioè, lancieri su cavalli che caricano 15-20 mph contro lancieri "in piedi". Questi ultimi erano svantaggiati perché non si muovevano.
Conosco il significato della parola, grazie. Dato che ci saranno molte più picche che lance in ogni metro di fronte, se la cavalleria sceglie di caricare fanti armati, essere il gruppo in movimento non è di grande consolazione quando sei stato infilzato.
Otto risposte:
#1
+33
Pieter Geerkens
2013-08-09 03:06:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La situazione è complessa. Mentre la picca o equivalente deve essere di lunghezza e densità sufficienti per essere efficace contro la cavalleria, più lunga è l'arma più difficile è regolare la formazione e l'orientamento. L'arma più efficace della cavalleria sul campo di battaglia è la sua velocità. Una massa di lancieri rivolti in una direzione viene facilmente affiancata e frantumata, e peggio ancora, dalla cavalleria che può trovare il suo fianco.

Si noti che una squadra di fanteria del periodo napoleonico (aperta, come praticata dai francesi o dagli inglesi) comprendeva 2 o 3 ranghi di baionette densamente imballate, sostenute da ranghi aggiuntivi di moschettieri e ufficiali armati di pistola caricati e innescato. Il muro della baionetta doveva tenere a bada la cavalleria e impedire un invasione, mentre i moschetti e le pistole dietro impedivano alla cavalleria di tentare di infilarsi con la sciabola o la lancia.

La piazza chiusa si esercitava dal Brandeburgo verso est, e dagli schermagliatori colti allo scoperto, era meno organizzato e un po 'più vulnerabile, ma poteva formarsi molto più velocemente. (Anche 15 o 20 secondi più veloci sono importanti quando mezza tonnellata di carne di cavallo più il cavaliere si avvicina a 25 mph.) La velocità aggiuntiva era essenziale contro la cavalleria leggera molto veloce delle steppe, che combatteva anche in formazioni più sciolte e meno organizzate e erano meno capaci di sfondare il quadrato.

Anche l'addestramento professionale della piccola fine del XVII secolo all'inizio del XVIII secolo diede alle unità l'esperienza e il morale per resistere all'avvicinarsi di una carica di cavalleria. Le formazioni medievali di lancieri erano generalmente di leva, non truppe addestrate. Prima di quello, ovviamente, le legioni romane e le falangi greche erano estremamente efficaci contro la cavalleria senza staffe che avevano di fronte. Questa è la ragion d'essere dei Triari della Roma repubblicana.

Sì. Ben descritto.
Risposta buona e dettagliata. Un'aggiunta: la cavalleria era spesso molto più pesante in epoca medievale. I cavalieri e la cavalleria pesante con lunghe armi con l'asta erano tipici per caricare sulla fanteria. Per sconfiggerli, la fanteria doveva essere equipaggiata con lunghi bracci polari e formazioni organizzate. La cavalleria nel XVIII-XIX è più spesso cavalleria leggera, che può eseguire cariche molto meno formidabili e spesso ha spada / sciabola come arma principale. Il loro ruolo principale non era quello di sfondare le linee nemiche.
#2
+25
Mike L.
2014-10-01 03:26:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un aspetto importante che sembra essere trascurato in molte delle risposte qui è che, sebbene gli aspetti tecnici non possano essere completamente ignorati, sono secondari ad altre preoccupazioni.

Per essere precisi, l'arma principale del pesante la cavalleria è il suo slancio, mentre la fanteria pesante (tra cui si contano i moschettieri dal XVIII secolo in poi) fa affidamento sulla sua disciplina in formazione e sulla capacità di resistere.

Il motivo per cui lancia, picca, alabarda, o equivalentemente un moschetto con una baionetta, sono un ostacolo alla cavalleria è che se la fanteria che li brandisce mantiene la disciplina e rimane in formazione, la cavalleria non può semplicemente calpestarli e deve ricorrere o a molestare la formazione oa combattere a distanza ravvicinata. Se ciò accade, i singoli cavalieri sono in svantaggio e ce ne sono decisamente meno di quanti ce ne sia della fanteria.

Presentare un muro impenetrabile di corpi e acciaio a una carica di cavalleria e quindi derubarlo del suo lo slancio è infatti il modo per affrontare la cavalleria pesante. Oltre alle antiche falangi, questo è stato tentato con successo da schiltron scozzesi, formazioni di lucci svizzeri o fortezze di carri hussiti già nel XIII secolo e ha segnato la fine del dominio della cavalleria pesante sul campo di battaglia. Questo fu successivamente cementato dai tercios spagnoli (e successivamente tedeschi) e al tempo delle guerre napoleoniche, una carica di cavalleria contro una fanteria ben formata era essenzialmente senza speranza.

Ora, per non sminuire il significato delle baionette, ci sono molti importanti contributi che loro e le relative tecnologie hanno apportato.

  • Innanzitutto, la combinazione di baionetta e moschetto significava che non era più necessario mantenere truppe missilistiche separate e fanteria pesante (dove prima non era possibile che un arciere o un balestre portasse in giro una picca). Ciò ha permesso la transizione dalle precedenti formazioni di picche e spari a fanteria omogenea con moschetto.
  • In secondo luogo, la tecnologia specifica di una baionetta con attacco a baionetta ha mitigato la vulnerabilità della fanteria alle cariche improvvise, sia della cavalleria che di altra fanteria, perché potresti avere la tua baionetta ed essere pronto a difenderti nel combattimento ravvicinato pur essendo in grado di sparare ( anche se l'avancarica è stata resa un po 'più difficile dalla lama che sporge dall'estremità della canna). Questo, affermano alcuni storici, è ciò che ha fatto la differenza contro tattiche come la Carica delle Highland (vedi Battaglia di Culloden).
  • Terzo, rispetto alle precedenti armi da tiro, un moschetto era qualcosa che potevi addestrare quasi chiunque operare. Dove ottenere una ragionevole competenza con una fionda richiederebbe una vita di allenamento, con un arco, anni e con una balestra mesi, praticamente chiunque potrebbe essere addestrato per caricare e sparare a un moschetto in una settimana circa. Ciò a sua volta ha spinto lo sviluppo (o più precisamente, il perfezionamento) di esercitazioni di fanteria standardizzate per combattere con una baionetta, marciare e mantenere la coesione dell'unità, tutte cose fondamentali quando si affronta la cavalleria pesante.

Quindi, per concludere, non è stata proprio l'arma a fare la differenza (anche se aiuta essere in grado di sparare al cavallo da sotto un cavaliere in carica - un'alternativa molto più semplice e altrettanto letale al tentativo di sparare al cavaliere stesso), ma come era in uso. Le prime tattiche di fanteria pesante, come le squadre di picche, erano ragionevolmente efficaci se ben eseguite, ma la proliferazione del moschetto con una baionetta, così come di un completo addestramento di fanteria, solo alla fine si assicurò che in uno scontro frontale, la cavalleria fosse resa impotente .

Come addendum, ricorda che ciò non rendeva la cavalleria completamente inutile. Durante le guerre napoleoniche, la cavalleria avrebbe svolto un ruolo importante sia nello scouting che nell'inseguimento, ed era ancora possibile trovare fanteria che non fosse sufficientemente disciplinata per resistere al terrore primordiale di una carica di cavalleria, o semplicemente colta di sorpresa. È stato anche possibile essere fortunati e avere la squadra di fanteria in un momento inopportuno, come è successo nella battaglia di Garcia Hernandez.

Inoltre, un battaglione di fanteria che si è formato quadrato è effettivamente bloccato e la formazione ammassata lo rende un bersaglio facile per l'artiglieria (perché ogni buon colpo eliminerà necessariamente più nemico) o la fanteria (dato che il quadrato è molto più difficile da mancare, anche con un moschetto). È fondamentale seguire le migliori pratiche per la tattica delle armi combinate.

Benvenuto nel sito. Un voto positivo per una buona risposta.
Nel complesso molto buono, ma faccio un'eccezione a questo nell'ultimo paragrafo: "un battaglione di fanteria che si è formato quadrato è effettivamente bloccato" I battaglioni della Guardia Imperiale francese hanno marciato regolarmente intorno al campo di battaglia in * piazza vuota *, e come hanno fatto altre élite di il periodo di volta in volta. È un "malinteso sulle miniature" che le unità in * quadrato vuoto * fossero immobili - che si applicava solo alle unità in quadrato chiuso come * massa * austriaca e russa.
#3
+4
Rohit
2014-09-30 11:38:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per un riferimento di studio di caso, questo può essere rilevante.

Questo è dalla battaglia di Waterloo, quando Ney assalì il centro di Wellington nella carica di cavalleria francese

"" Inizialmente la riserva di Milhaud furono impegnati il ​​corpo di cavalleria dei corazzieri e la divisione di cavalleria leggera della Guardia Imperiale di Lefebvre-Desnoëttes, circa 4.800 sciabole. Quando questi furono respinti, il corpo di cavalleria pesante di Kellermann e la cavalleria pesante della Guardia di Guyot furono aggiunti all'assalto in massa, per un totale di circa 9.000 cavalieri in 67 squadroni.

La fanteria di Wellington rispose formando quadrati (scatola vuota- formazioni profonde quattro ranghi). I quadrati erano molto più piccoli di quanto normalmente raffigurato nei dipinti della battaglia: un quadrato di battaglione da 500 uomini non sarebbe stato più lungo di 60 piedi (18 m) su un lato. Vulnerabili all'artiglieria o alla fanteria, le squadre che resistevano al loro posto erano mortali per la cavalleria, perché non potevano essere aggirate e perché i cavalli non avrebbero caricato una siepe di baionette. Wellington ordinò ai suoi equipaggi di artiglieria di rifugiarsi nelle piazze mentre la cavalleria si avvicinava, e di tornare ai loro cannoni e riprendere il fuoco mentre si ritiravano. "

" "Se la fanteria attaccata rimaneva ferma nelle loro formazioni difensive quadrate , e non furono presi dal panico, la cavalleria da sola poteva fare loro pochissimi danni. Gli attacchi della cavalleria francese furono ripetutamente respinti dalle squadre di fanteria incrollabile, dal fuoco violento dell'artiglieria britannica mentre la cavalleria francese si ritirava lungo i pendii per raggrupparsi ... . "

Perché le squadre dovrebbero essere vulnerabili alla fanteria? Contro l'artiglieria, ovviamente.
Questa è una domanda su cui riflettere
Nella piazza, da metà a tre quarti della fanteria è rivolta in direzioni diverse dalla tua linea e non può sparare affatto. Questo è un bel vantaggio per te.
Obiettivo saturazione tramite tiro al volo. Un fronte lungo a un fronte corto aumentava la possibilità di colpire.
@Tom Au: Perché "i cavalli non attaccerebbero una siepe di baionette", ma gli umani sì.
#4
+3
Dronz
2014-09-27 21:13:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"Cosa ha dato ai soldati con baionette (e moschetti) la loro efficacia?"

Direi che il motivo principale per cui erano più efficaci contro la cavalleria del XVIII secolo circa, rispetto ai tipici fanti armati di asta erano contro cavalieri a cavallo, era l'armatura più leggera della cavalleria, e gli atteggiamenti e l'addestramento del tempo.

I cavalieri medievali erano una classe di guerrieri dedicati con armature pesanti e si aspettavano che fossero superiori ad altri tipi di forze.

Principalmente, è abbastanza difficile ferire qualcuno che indossa un'armatura metallica per tutto il corpo , buona catena o piastra, con un'arma a mano. La cavalleria del XVIII secolo tendeva ad avere al massimo un elmo e una corazza, quindi erano molto più facili da ferire rispetto a un cavaliere con armatura completa.

#5
+2
Tom Au
2014-09-29 21:27:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Risposta breve: la baionetta non era realmente un'arma "secondaria", anche se "seguiva" il moschetto. Un moschetto con una baionetta aveva all'incirca la stessa lunghezza e peso di una lancia e poteva funzionare in quella capacità. Solo che queste "lance" potevano anche sparare.

Le baionette davano ai moschettieri un vantaggio decisivo in campo aperto rispetto ad altri utenti di armi missilistiche che non avevano baionette. Questo svantaggio vale per es. Moschettieri americani senza baionette all'inizio della rivoluzione americana, anche se gli americani erano (di gran lunga) i tiratori migliori. Gli americani avrebbero potuto anche essere stati picchiati dai lancieri, ma i moschetti "a colpo singolo" hanno agito come stabilizzatore del morale dando alle truppe britanniche la sensazione: "Le nostre armi ci danno una" giusta possibilità "nella sparatoria, mentre le loro possibilità" aumentano vicino e personale "erano più che" giusti ".

Allo stesso modo, i baionettisti si comportavano come lancieri contro la cavalleria, tranne per il fatto che il vantaggio del" primo colpo "avrebbe potuto irrigidirli. E la presenza dei cannoni ha rallentato lo slancio della prima carica, impedendo ai cavalieri di usare l'armatura.

#6
+2
Heretyk
2017-10-01 14:51:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non direi che i cavalieri fossero inefficaci. È vero, puoi sprecare i tuoi guerrieri in una carica inefficace, ma così puoi farlo con i tuoi arcieri che tirano fuori dalla portata, o contro soldati placcati pesanti (l'arco da guerra non sarebbe penetrato nella piastra - lo hanno fatto con acciaio dolce e acciaio temprato appropriato, e a meno che tu non ne abbia uno in una visiera, l'armatura della fine del XV secolo andava bene). Quindi gli amanti dell'arco si offendono e chiedono perché gli archi sono stati usati allora. Bene, i cavalieri pesanti erano solo circa il 10-20% delle forze sul campo di battaglia. Altre persone non avevano una protezione così buona. E i cavalli spesso non erano coperti di piastre ...

La cavalleria occidentale del XVI-XVII secolo era spesso una cavalleria più leggera (non sempre, ma molto spesso solo l'armatura che portavano era corazza ed elmo, forse alcuni guanti ) il loro scopo principale sul campo di battaglia era quello di supportare le formazioni di picche e spari e molestare il nemico (spesso portavano armi corte), e poi, quando il nemico fu finalmente disperso, caricò. Ci sono una serie di fattori all'opera qui: perché la guerra era così.

  1. In media il luccio era più lungo della lancia media dei cavalieri, quindi il cavallo sarebbe stato ucciso prima che il cavaliere potesse raggiungere gli avversari, per non parlare, anche se avesse ottenuto un picchiere, lui si ritroverebbe in una foresta di altre picche.

  2. Addestrare, diciamo, un centinaio di picchieri e moschettieri era ancora più economico che dare come ricompensa terre e titoli a un cavaliere (e con questo intendo un cavaliere, individuo nominato cavaliere, non un ragazzo in armatura a cavallo, quello era chiamato uomo d'arme. I cavalieri erano molto rari. Nel XIV secolo in Inghilterra c'erano solo circa 500 cavalieri reali. Nella battaglia di Grunwald 1410 c'erano solo circa 300 cavalieri nell'esercito di 27000 ).

  3. La cavalleria era solitamente dominio di ricchi, quindi nobiltà, ricchi cittadini di città e paesi e contadini liberi e proprietari di terre (in Polonia erano chiamati "Kmiecie", non trovavano quel nome equivalente in inglese). Nell'era della picca e del tiro e in seguito il re era l'unico, che spesso equipaggiava le sue truppe. Il Calvario è costoso. Una fila di tizi con i moschetti costa meno.

  4. La maggior parte delle volte le guerre venivano concluse prendendo qualche accordo. In altre parole, gli assedi erano molto più importanti delle battaglie campali. Per vincere la battaglia campale, devi essere sicuro della tua forza. E spesso non è stato così. Gli uomini del Calvario non sono davvero buoni soldati d'assedio :) quindi perché tenerne così tanti?

MA- questo non vuol dire che non potresti rendere la cavalleria efficace contro la picca e formazioni di tiro. E darò degli ussari alati come esempio. Battaglia di Kirchoml 1610 - dove circa 3000 truppe polacche lituane sconfissero l'esercito svedese di 9000-11000 in circa 30 minuti. Ci sono anche una serie di fattori all'opera qui.

  1. La Polonia era un paese molto ricco nel XVI-XVII secolo, quindi un nobile medio poteva vestirsi con equipaggiamento d'élite e permettersi un addestramento fin dall'inizio età (per essere un ussaro, bisognava allenarsi come un cavaliere, sin dalla tenera età).

  2. La lancia media degli ussari era lunga circa 5-6 metri, più lunga della picca, c'è una storia secondo la quale un ussaro lituano uccise 6 russi con un colpo di lancia nella battaglia di Płonka del 1660. Portavano anche almeno due pistole con loro, quindi sbarazzarsi del vantaggio numerico del nemico non è stato così difficile. Non si sono limitati a caricare. Rompevano le lance e eseguivano una manovra chiamata "nazad" (fondamentalmente si giravano sul posto, costringendo il cavallo a stare sulle zampe posteriori e poi tornavano indietro) e correvano indietro, per un'altra lancia e un altro cavallo, se il primo era senza fiato. E hanno ripetuto le cariche fino a quando il nemico non era in rotta. Inoltre non erano davvero cavalleria pesante. Spesso avevano solo corazze, corazze, spallacci, vambrace ed elmi, quindi circa quanto la più pesante cavalleria da tiro dell'Occidente del XVI secolo. I loro cavalli erano leggeri e piuttosto piccoli, quindi potevano manovrare rapidamente.

  3. Come ho detto prima, la cavalleria è un'unità nobiliare. Accade così che la nobiltà nel XVI secolo XVII in Occidente fosse circa il 2-4% della società. Vai a farne un esercito, soprattutto perché circa la metà di loro erano donne. Nel Commonwealth polacco-lituano la nobiltà raggiungeva circa il 10% della società ...

Quindi sì, puoi rendere la cavalleria molto efficace, ma ci sono così tanti fattori qui, che io davvero non sono sorpreso che l'Occidente preferisca andare con il luccio, piuttosto che il nipote bastardo di una cavalleria cavalleresca :)

Quindi, dopo questa lunga entrata, perché la baionetta è stata così efficace? Altri l'hanno inchiodato, dare o prendere. Un'armatura media veniva data a un soldato piuttosto che al suo cavallo, e la maggior parte di loro portava piuttosto armi da fuoco, anche lunghe, come i Dragoni per esempio, piuttosto che armi ad asta. E poiché la loro dottrina di guerra era di sostenere e molestare prima, perché avrebbero dovuto cambiarlo? Se ho solo sciabola o spada, i ragazzi con pesanti "lance corte" in formazione densa prenderanno il mio cavallo per primi. E la combinazione di due tipi di soldati in uno (picchiere e moschettiere) ha anche reso le cose più facili per i generali, poiché non dovevi manovrare con due unità.

Ma ci sono sempre eccezioni e modi di trattare con fanteria così. "Los Infernos Picadores": Sì, i miei antenati erano pazzi. Non so se esista una buona fonte in lingua inglese, ma fondamentalmente si trattava di un'unità che trasportava un'asta (in polacco "lanca". Cavalleria, e più tardi un'asta ussara era chiamata "kopia" - "lancia", mentre "lanca" è qualcosa tra lancia e lancia. Digita "lanca kawaleryjska" nelle immagini di Google se sei interessato a come appariva) la cavalleria polacca nota per la sua ferocia in battaglia. Divennero famosi durante la campagna di Napoleone in Spagna, da cui il loro nome

Le fonti migliorerebbero questa risposta.
#7
  0
sds
2013-08-09 02:49:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che ci fossero due ragioni in gioco:

  1. I moschettieri erano "truppe di formazione", cioè erano abituati a combattere in formazione ravvicinata, stando uno accanto all'altro e agendo in sincronia . Ciò significa che quando hanno apposto le baionette e le hanno puntate contro la cavalleria, i cavalli si trovavano di fronte a una linea d'acciaio saldamente unita e non potevano portare i loro cavalieri abbastanza vicini perché le loro sciabole fossero efficaci. I portatori di lancia / alabarda erano più abituati al combattimento uno contro uno (durante il Medioevo), quindi non sempre riuscivano a stare fianco a fianco per incontrare la cavalleria nemica in tempo per il suo attacco.
  2. La cavalleria che attaccava i portatori di lancia / alabarda era la cavalleria dei cavalieri pesanti: uomo e cavallo corazzati, con il cavaliere armato di lancia o spada lunga. La cavalleria che affrontava i moschettieri era più leggera (al massimo una corazza) e le loro armi erano più corte.

Entrambi i cambiamenti avvenivano nello stesso periodo di tempo, spinti dalla rivoluzione della polvere da sparo che rese inutili i giubbotti antiproiettile e ha forzato una formazione ravvicinata sulla fanteria (per compensare la mancanza di precisione).

Questa è palese assurdità: "I portatori di lancia / alabarda erano più abituati al combattimento uno contro uno, quindi non stavano spalla a spalla per incontrare la cavalleria nemica". La falange è vecchia quanto l'antica Grecia, e la * Marcia dei diecimila * è stata l'ispirazione per Filippo e poi per Alessandro.
@PieterGeerkens: Non ho detto che la fanteria pre-arma da fuoco non conosceva la falange - solo che la loro tattica normale a QUEL momento era più orientata verso la "forma libera" (ho modificato la risposta per enfatizzarlo)
Nel Medioevo la lancia veniva spesso lanciata (presto) e veniva spesso usata anche in formazione serrata per contrastare la cavalleria, come usata da William Wallace nella battaglia di Falkirk. Fisher, Andrew (1986). William Wallace.
Le lance non vengono mai lanciate. Si lanciano giavellotti e si tengono in mano le lance. Il bilanciamento del peso è completamente diverso, rendendo le lance impossibili da mirare o lanciare a distanza, e i giavellotti troppo leggeri e corti per essere efficaci come arma a mano.
Un giavellotto è una lancia. La lancia si è adattata nel tempo in base alle esigenze.
I romani se la cavarono bene lanciando giavellotti (pilum) e poi usando spade (gladio) contro la cavalleria senza staffe. Ma l'invenzione della staffa rese necessarie lance HELD, o meglio ancora, armi a più teste come le picche.
#8
  0
NoAnswer
2016-10-04 13:48:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quello che mi mancava dalle risposte attuali è che la prima cavalleria pesante, cioè i cavalieri in armatura (posta fino al 1400 circa, armatura a piastre solo nel tardo medioevo), non erano così efficaci come "pubblicizzati". Hanno sicuramente vinto battaglie, ma lo hanno fatto come parte di un esercito più grande. Quando in una battaglia fu ordinata la carica di cavalleria, le formazioni nemiche erano già state "allentate" dalle raffiche di arcieri. Tuttavia gli arcieri non dovevano o addirittura non potevano vincere le battaglie. Quando ebbero finito il loro lavoro, fu ordinato loro di tornare indietro in modo che la cavalleria potesse licenziare la vittoria. Tieni presente che la cavalleria pesante era composta da nobili, mentre la fanteria o gli arcieri erano comuni. La gloria della vittoria non sarebbe stata affidata ai cittadini comuni.

Come riferimento, guarda i risultati dell'Inghilterra, che consisteva nel montare più arcieri addestrati (in qualità e quantità). All'improvviso i cavalieri stavano perdendo battaglie contro gli arcieri. Le regole del gioco erano cambiate e ovviamente non sarebbero cambiate. In questo la storia di Robin Hood, un nobile arciere, può essere vista come una sorta di misura PR per arcieri. Non sorprende che Robin Hood sia una favola inglese.

I moschettieri con le baionette sono solo un modo per combinare le capacità di combattimento a distanza e ravvicinato di arcieri e lancieri. Tuttavia, l'effettivo declino iniziale della cavalleria è stato precedente con gli arcieri inglesi.

Per completare la storia del declino, ciò che alla fine sconfisse la cavalleria fu il filo spinato.

Affermazioni senza sostenere la ricerca.
D'accordo, mi mancano i riferimenti. Non pensavo che gli standard fossero così alti per gli scettici dove ogni altra frase ha bisogno di una fonte primaria. La risposta accettata e apprezzata non cita la ricerca scientifica o qualsiasi altra fonte ... Quindi qual è lo standard qui? La serie "Come vincere ..." di History Channel va bene? Penso che sia generalmente carente in molti aspetti, ma gli episodi su arcieri e balestre si adattano ai procedimenti storici (successo inglese nelle campagne in Francia, declino dell'armatura, ...) e al probabile sentimento dei nobili verso le armi a distanza (che li ha resi obsoleti) .
Punto eccellente - [gli standard della comunità per le citazioni sono attualmente in discussione] (http://meta.history.stackexchange.com/q/3380/1401), ma esiste un consenso sul fatto che risposte superiori supportano ogni asserzione non banale.
Il problema è che per un appassionato di tiro con l'arco storico questo è piuttosto banale. 175 libbre di forza di estrazione (come si suppone avesse avuto l'arco lungo inglese, vedi ancora "Come vincere ...") sono sufficienti per forare piastre d'acciaio, quindi i cavalieri divennero sempre più obsoleti intorno al 1500 (questo PRIMA che la polvere da sparo fosse ampiamente disponibile). La transizione richiese solo tempo, a causa della comprensibile resistenza dei nobili e dei problemi di rifornimento per le forze a distanza, che furono "risolti" dai moschetti (palle e polvere sono molto più leggere ed economiche delle frecce di alta qualità). Sentiti libero di proporre o modificare direttamente qualsiasi cosa tu abbia / trovi.
Ancora una volta, punti eccellenti - ma contestati caldamente; Ho visto altri esperti affermare il contrario. Questo è uno dei motivi per cui sono così pignolo per le fonti.
Purtroppo, l'unica fonte diretta che ricordo è "Come vincere", che esito ad aggiungere. Fonti indirette (che si adattano solo all'immagine) potrebbero riguardare: 1) Campagne di successo dell'Inghilterra in Francia. Non ricordo bene il nome (soprattutto in inglese, dato che non sono nativo) di quella famosa battaglia che ho in mente. 2) Scomunica di un re inglese per aver usato balestre contro "compagni" cristiani (non ricordo neanche il suo nome). So che questo non aiuta davvero, ma apre più lattine di vermi. Semplicemente non mi interessavano date / nomi, ma il ruolo delle prime armi e tattiche a distanza.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...