Domanda:
Perché i cristiani europei non hanno ripreso Costantinopoli?
curious
2013-09-28 13:53:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Costantinopoli è stata il punto focale della Quarta Crociata. I cristiani persero e Costantinopoli passò all'Impero Ottomano. Poi, i cristiani europei sono diventati più forti e hanno iniziato a colonizzare il resto del mondo. Nel frattempo, l'Impero Ottomano si indebolì. Tuttavia, nonostante le ambizioni territoriali degli europei come coloni, perché non hanno provato a riprendersi Costantinopoli? Gli ottomani si sono indeboliti, quindi non dovrebbe essere troppo difficile. Costantinopoli è l'odierna Istanbul.

Prima di tutto, Benvenuto nel sito! Ora, la domanda, se così si può dire, non è male, ma piuttosto confusa. Vedi, hai confuso la cronologia e la cronologia è il punto di partenza fondamentale. Cercherò di rispondere però.
Un'altra cosa, non sono sicuro che Costantinopoli sia considerata "medio oriente", è piuttosto a nord per posizionarla geograficamente e un po 'troppo non musulmana per rivendicare un'influenza religiosa. Sì, gli ottomani e, per successione, la Turchia, sono una orgogliosa nazione musulmana ma la Grecia (e la sua incarnazione passata, Bisanzio) è proprio accanto ad essa ed è orgogliosamente ortodossa. Per questi motivi credo che Costantinopoli sarebbe considerata parte dei Balcani (in più è proprio sulla penisola).
Perché pensi che non ci siano stati sforzi per riprendersi i Balcani? E perché pensi che la colonizzazione dell'America abbia qualcosa a che fare con la lotta contro l'Impero Ottomano? Inoltre, di che periodo / età stiamo parlando?
Cinque risposte:
#1
+40
Felix Goldberg
2013-09-28 16:26:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Fammi provare.

  1. È piuttosto ironico che tu parli della Quarta Crociata poiché è molto probabilmente la ragione per cui Costantinopoli è stata persa a causa del cristianesimo in primo luogo. Avvenuto nel 1204-5, avrebbe dovuto andare in Egitto per combattere lì il sultano Ayudid che controllava la Terra Santa, ma attraverso una catena disastrosa di eventi è stato sviato a combattere e distruggere l'Impero bizantino che era in realtà il principale baluardo della cristianità in l'Est. L'impero latino di Costantinopoli che lo sostituì per un breve periodo di 50 anni era nato morto e l'impero bizantino restaurato era nella migliore delle ipotesi una pallida ombra di se stesso. Fu in questo vuoto di potere, creato dalla distruzione sfrenata dell'Impero bizantino da parte dei crociati che gli ottomani entrarono.

  2. Dal 1400 circa gli ottomani erano in ascesa, respingendo costantemente il Potenze cristiane, conquistando i paesi balcanici, assediando due volte Vienna e conquistando tutti i possedimenti marittimi di Venezia. (Venice li stava praticamente combattendo da sola per alcuni decenni prima di essere distrutta). Hanno avuto anche alcune battute d'arresto (Vienna, Malta 1565, Lepanto 1571) e alla fine ne è seguita una sorta di stallo. Durante questo periodo la riconquista di Costantinopoli era forse desiderabile per gli europei, ma un'assoluta impossibilità: erano a malapena a mantenere il proprio territorio (e alcuni, come Venezia e i regni balcanici, lo persero).

  3. Dall'inizio del 18 ° secolo sorse un nuovo giocatore: la Russia. A partire dalle campagne relativamente timide e infruttuose di Pietro il Grande contro i turchi, la Russia per 200 anni aveva esercitato pressioni crescenti sugli ottomani. Ad un certo punto la conquista di Costantinopoli divenne un obiettivo importante della politica russa (Caterina la Grande aveva suo nipote yonger di nome Costantino come un forte indizio che desiderava che un giorno il ragazzo fosse seduto sul trono di Costantinopoli). Ciò ha coinciso con due importanti sviluppi (1) Il costante e palpabile declino del potere ottomano (2) Il raffreddamento del fervore religioso sia in Europa che in Turchia.

  4. Durante la seconda metà del XIX secolo la Gran Bretagna e, in misura minore, la Francia sostenevano effettivamente l'Impero Ottomano (il proverbiale "malato d'Europa") per paura che La Russia avrebbe conquistato la maggior parte delle sue terre e avrebbe dominato il Levante. Quindi, in un certo senso, gli ottomani erano ora protetti dalla loro stessa debolezza.

Perché i russi volevano prendere Costantinopoli? Per motivi religiosi o economici? Perché le altre potenze europee, essendo principalmente cristiane, non hanno espresso ambizioni simili?
@user1709088: I russi volevano Costantinopoli perché era il "tappo nel collo di bottiglia" del loro Mar Nero, motivo per cui altri paesi europei NON volevano che la Russia l'avesse, al punto da preferire lasciarla nelle mani dei turchi.
@user1709088 - accesso al mare al Mediterraneo.
La Francia ha iniziato a sostenere gli ottomani contro gli Asburgo molto prima!
Bella risposta, ma penso che gli Asburgo ei paesi della regione / Balcani meritino un po 'più di credito per aver combattuto l'Impero Ottomano. Hanno centinaia di anni di storia che guidano campagne da respingere. È vero che non esplicitamente Istanbul come città, ma i bizantini erano un impero, non una città, comunque.
@Greg Certo, hanno combattuto gli ottomani, ma erano in difesa.
@FelixGoldberg Diverso da Venezia? Considerando le dimensioni e la potenza dell'Impero Ottomano fino al XIX secolo circa, nessun paese europeo aveva molte possibilità per una grande campagna. Ma non era solo difesa tutto il tempo. Ci sono state diverse campagne proattive per conquistare territori arretrati, come la Campagna Lunga o le guerre delle forze croate, serbe ecc.
A proposito, come esempio: in [1878] (https://en.wikipedia.org/wiki/Russo-Turkish_War_ (1877% E2% 80% 931878) #Aftermath), le forze russe erano già a Edirne e potevano avanzare Stambul senza alcuna resistenza (la maggior parte delle principali forze ottomane furono sconfitte da quel giorno). Ma molto probabilmente questo significherebbe una guerra con il Regno Unito, quindi si sono ritirati.
Penso che questa sia un'ottima risposta, ma un elemento chiave del contesto è che una volta che gli europei avevano doppiato Capo Horn e trovato le Americhe, l'importanza economica di Costantinopoli (come parte della rotta terrestre verso Cina e India) è diminuita immensamente. Gli europei iniziano a guardare all'Atlantico piuttosto che al Mediterraneo.
#2
+12
Tom Au
2015-11-02 20:31:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non c'era un momento "buono" per gli europei per riprendersi Costantinopoli. Ancora nel 1683, gli ottomani avevano il sopravvento, assediando Vienna. Fino a quel momento, l'Europa era più preoccupata di difendersi che di respingere il potere ottomano.

Nei secoli XVIII e XIX, l'unica potenza europea che avrebbe potuto riprendersi Costantinopoli era la Russia. Ma a quel tempo, la maggior parte dell '"Europa" temeva la Russia più dell'Impero Ottomano. La guerra di Crimea (1854) fu combattuta da Gran Bretagna, Francia e Piemonte per DIFENDERE Costantinopoli (contro la Russia).

Gli "europei" (Impero britannico) hanno tentato di riprendersi Costantinopoli con la campagna di Gallipoli nella prima guerra mondiale. Fu un fallimento.

#3
+3
user26763
2017-09-07 06:59:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La riconquista cristiana (o "riconquista") di Costantinopoli è rimasta un sogno per i cristiani greci sin dal 1453. Gli inglesi e i francesi avevano interessi strategici, sebbene fossero meno romantici rispetto ai greci. Per i russi, forse era un po 'entrambe le cose. I russi, come i greci, sono cristiani di rito orientale e Costantinopoli, era (quasi come) una Gerusalemme del Bosforo. Tuttavia, i russi, come gli inglesi e i francesi, avevano anche un impero considerevole e Costantinopoli era un premio strategico, grazie alla sua invidiabile vicinanza a vari mari e continenti.

Il tentativo di riconquistare Costantinopoli è stato tentato da vari poteri cristiani negli ultimi 100-200 anni e tutti gli sforzi sono falliti. Anche con la sconfitta degli ottomani nella prima guerra mondiale, così come la successiva dissoluzione del loro secolare Impero pochi anni dopo, così come con il trasferimento della loro capitale nella città centrale interna di Ankara, il potere statistico e strategico e la presenza dei musulmani turchi in questa città storica esiste da centinaia di anni e continua a rimanere rafforzata.

Fonti a sostegno delle tue affermazioni migliorerebbero notevolmente questa risposta.
#4
  0
jlksd
2018-04-03 03:25:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ti stai dimenticando che uno dei piccoli paesi dell'Eurozona vicino a Costantinopoli l'ha ripreso per diversi anni dopo la prima guerra mondiale.

Il nocciolo della questione è che i popoli europei non hanno la capacità di agire come un gruppo sociale, troppo individuale. Ciò ha permesso a una Turchia molto più debole e arretrata di riprendere la città negli anni '20.

Una conquista turca più recente stava prendendo metà di Cipro dopo la sua indipendenza dalla Gran Bretagna negli anni '70. I turchi erano così inetti, i contadini ciprioti locali continuarono a detenere metà dell'isola, ma ancora nessuna risposta dall'Europa.

Attualmente, i turchi danno milioni di immigrati e aiuti finanziari musulmani per islamizzare l'intero continente, ancora una volta nessuna risposta dall'Europa, anzi ogni paese fa del suo meglio per incanalare gli immigrati sui treni verso la Germania o la Svezia.

Le fonti migliorerebbero questa risposta.
Una risposta divertente e abbastanza fuorviante. La Turchia potrebbe essere stata debole negli anni '20, ma era più forte della Grecia, dal punto di vista della popolazione, e stavano difendendo terre su cui vivevano dal 1400, quindi una volta che la Grecia fu abbandonata dagli alleati occidentali, il gioco è finito. Il riferimento a Cipro è ancora più fuorviante. L'esercito turco si fermò dopo aver conquistato metà dell'isola [molti nazionalisti greci indicano i piani esistenti per questa linea di demarcazione, già negli anni '60 nei documenti britannici e statunitensi della proposta di divisione di Cipro] ma non perché i contadini ciprioti potessero resistere.
#5
-4
Anixx
2013-09-28 14:15:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'impero ottomano si allea con Gran Bretagna e Francia. Combatterono guerre con l'Impero russo e la Grecia, ma furono supportati dalle forze britanniche e francesi. In questo modo hanno vinto la guerra di Crimea. Successivamente si sono alleati con la Germania nella prima guerra mondiale. Nonostante la sconfitta degli ottomani, la Russia non poteva rivendicare Costantinopoli perché era stata esclusa dai negoziati del dopoguerra da inglesi e francesi.

-1, mi dispiace. Dai una prospettiva molto peculiare e obliqua. La storia della questione è iniziata nel XIX secolo? La guerra di Crimea è stata la prima guerra tra gli ottomani e la Russia? La Russia è stata l'unico paese europeo ad aver mai combattuto gli ottomani? Qualche idea sul perché la Gran Bretagna e la Francia fossero così ansiose di sostenere gli ottomani? Qualche accenno alle loro posizioni contrastanti sull'impero ottomano un po 'prima nel 19 ° secolo? Qualche accenno a Navarino? Scusate, questa risposta è più una proiezione della politica moderna o semi-moderna che un'analisi storica.
Oh, un'altra cosa: la Russia è stata esclusa dai negoziati del dopoguerra perché il governo bolscevico ha portato la Russia fuori dall'Intesa e ha concluso una pace separata con la Germania all'inizio del 1918. Peccato che tu abbia trascurato di menzionarlo ...


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...