Domanda:
Gli imputati al processo di Norimberga potevano negare l'olocausto?
Ne Mo
2016-12-22 23:49:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In risposta a una domanda su come rispondere alla negazione dell'Olocausto, ho risposto

Ai processi di Norimberga l'olocausto era uno delle accuse. Nessuno degli imputati ha preteso che l'olocausto non fosse accaduto, perché questo non era credibile e non volevano ammettere che l'olocausto era sbagliato.

Tuttavia, mi chiedo se potrei hanno scambiato le loro ragioni per non perseguire la negazione dell'Olocausto come argomento legale.

Ho letto la Carta del Tribunale militare internazionale , il testo fondamentale per il processo di Norimberga. L ' Articolo 21, dice

Il Tribunale non richiederà prove di fatti di conoscenza comune ma ne prenderà atto. Prende inoltre atto giudiziario dei documenti governativi ufficiali e dei rapporti delle Nazioni Unite, inclusi gli atti e i documenti dei comitati istituiti nei vari paesi alleati per le indagini sui crimini di guerra, e le registrazioni e le conclusioni dei tribunali militari o di altri nessuna delle Nazioni Unite.

Quindi, questo significa che agli imputati non è stato permesso di mettere in dubbio che milioni di persone sono state uccise nell'olocausto? Era questo uno dei "fatti di conoscenza comune"?

Il downvoter potrebbe spiegare per favore? Perché non è una buona domanda?
Alcune persone hanno votato per chiudere perché pensano che la domanda non sia chiara. Potrebbero porre domande specifiche per chiarimenti?
Non uno degli elettori stretti, ma cosa dovrebbe significare "permesso"? Ovviamente gli imputati, anche in un processo finto, sono normalmente "autorizzati" a rivendicare ciò che vogliono, incluso l'accusa di aver travisato i fatti.
Voglio dire (i giudici) hanno accettato che "c'era un olocausto" come un dato di fatto che poteva essere contestato? O si rifiuterebbero di discuterne? Se qualcuno fosse accusato (diciamo) di aver rapinato una banca, sarebbe una valida difesa legale affermare che non si è effettivamente verificata alcuna rapina in banca. Questa può essere un'opzione strategica buona o cattiva, e cercare di affermare che l'olocausto non è avvenuto sarebbe stata un'opzione * cattiva * ... ma era proprio un'opzione?
Per quanto riguarda la tua penultima domanda; a parte i quasi 6 milioni di ebrei, circa 5,7 milioni di civili sovietici, 3 milioni di prigionieri di guerra sovietici, 1,8 milioni di polacchi etnici, ucraini e bielorussi, 400.000 jugoslavi, 270.000 disabili, 220.00 rom, 200.000 massoni, 25.000 sloveni, 15.000 omosessuali , 7.000 repubblicani spagnoli, 5.000 testimoni di Geova e molti altri furono uccisi nell'Olocausto. Il punto è che circa 17 milioni di * persone * sono state uccise durante l'Olocausto.
@Servaes 17?! L'ultima volta che ho cercato, la stima era dell'ordine di ~ 10 milioni in totale. Dove hai questo numero? Ricorda che le persone possono avere diverse identità: polacco ed ebraico non è esclusivo.
@Thorsten Anche l'intervallo di 10-11 milioni è una stima popolare e valida a seconda della definizione di "vittima dell'Olocausto". Omette i 5,7 milioni di morti civili sovietiche. A proposito, i numeri sopra non contano due volte gli ebrei. Se sei interessato, dai un'occhiata a * Mosaico delle vittime: non ebrei perseguitati e assassinati dai nazisti * di Michael Berenbaum.
Durante il processo, gli imputati possono fare ciò che vogliono, incluso negare l'autorità del tribunale (ad esempio, Ceausescu, Milosevic, Saddam, ecc.). Anche se potrebbe costare loro, è una scelta.
Con quella logica potrebbero provare a scappare se lo desiderano, o fare rumori sgarbati ogni volta che il giudice parla. Non stavo chiedendo se fosse fisicamente possibile
Otto risposte:
#1
+51
Shimon bM
2016-12-23 03:13:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Teoricamente, sì, lo erano. La prima legge contro la negazione dell'Olocausto in Germania è stata approvata nel 1960, qualche tempo dopo che si erano svolti i processi di Norimberga. Per quanto possa essere stato per le persone fingere di non sapere di qualcosa di cui sapevano anche molti civili che assistevano ai processi, fingere che non fosse affatto successo sarebbe stato assurdo.

Anche dopo il 1960, non era un atto legislativo che impediva ai colpevoli di dire questa bugia. Nei famosi processi a coloro che lavoravano nei campi di sterminio dell'Operazione Reinhard, ad esempio, la quantità di prove che riguardavano il scopo dei campi era insuperabile. Ciò che restava da fare era dichiarare di non essere presenti in quel momento, di essersi attivamente sottratti alle proprie responsabilità o di aver agito per paura per la propria vita.

Anche queste affermazioni sono state respinte dal tribunale, ma la natura del sistema giudiziario della Germania occidentale era tale che i "veri colpevoli" erano persone come Hitler e Goebbels, e Himmler, ecc. Il massimo che queste persone potevano aspettarsi di ricevere erano pochi anni per favoreggiamento. (Josef Oberhauser, ad esempio, è stato riconosciuto colpevole per l'omicidio di oltre 100.000 persone e ha ricevuto 4,5 anni di carcere).

La ragione di ciò è che una parte sostanziale della magistratura tedesca (e anche della polizia , del resto) erano sospetti e dovevano essere immuni dall'azione penale. Qualcuno, dopotutto, doveva governare il paese. Una cosa potrebbe essere supporre che un imputato avrebbe potuto dire una bugia così enorme a un giornalista, ma dire a giudici, pubblici ministeri e testimoni qualcosa che sfugge alla loro esperienza vissuta sarebbe stato inaudito. Non è più facile, in altre parole, che dire che non c'era mai stata una guerra in primo luogo.

Per ulteriori informazioni vedere Michael Bryant, Testimone oculare del genocidio: The Operation Reinhard Death Camp Trials, 1955-1966

Bello vedere che c'è un altro Mi Yodeyan qui. :)
#2
+24
John Dallman
2016-12-22 23:59:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Modifica: Sì, avrebbero potuto negarlo se lo avessero voluto - non c'era nessuna legge che lo vietava - ma nessuno di loro lo ha fatto nelle proprie difese contro le accuse. Usare una difesa che può essere prontamente demolita dall'accusa quando sei sotto processo per la tua vita non è sensato.

Modifica: c'era molta documentazione in tedesco disponibile, oltre alle testimonianze dei partecipanti. Ad esempio, Rudolf Höss ha testimoniato:

Ho comandato Auschwitz fino al 1 ° dicembre 1943 e stima che almeno 2.500.000 vittime siano state giustiziate e sterminate lì mediante gas e incendi, e almeno un altro mezzo milione morì di fame e malattie, per un totale di circa 3.000.000 di morti. Questa cifra rappresenta circa il 70% o l'80% di tutte le persone inviate ad Auschwitz come prigionieri, il resto essendo stato selezionato e utilizzato per il lavoro schiavo nelle industrie dei campi di concentramento. Tra i giustiziati e bruciati c'erano circa 20.000 prigionieri di guerra russi (precedentemente esclusi dalle gabbie dei prigionieri di guerra dalla Gestapo) che furono consegnati ad Auschwitz nella Wehrmacht trasporti gestiti da ufficiali e uomini regolari della Wehrmacht. Il resto del numero totale di vittime comprendeva circa 100.000 ebrei tedeschi e un gran numero di cittadini (principalmente ebrei) provenienti da Olanda, Francia, Belgio, Polonia, Ungheria, Cecoslovacchia, Grecia o altri paesi. Abbiamo giustiziato circa 400.000 ebrei ungheresi da soli ad Auschwitz nell'estate del 1944

Modifica: Ora, potrebbe essersi sbagliato sui numeri esatti, ma queste erano le informazioni disponibili all'epoca. Credo che alcune delle persone processate a Norimberga abbiano cercato di negare di conoscenza dell'Olocausto, ma la documentazione ha minato molti dei loro casi.

Sì, ma erano * autorizzati * a farlo?
Ebbene, se fosse stato uno dei "fatti di conoscenza comune" presumibilmente non ci sarebbe stata testimonianza al riguardo. Ho letto alcuni libri sul processo e non ricordo che questo sia un problema. Per una risposta definitiva, probabilmente è necessario leggere le trascrizioni del processo. Nota anche che la negazione dell'olocausto in qualcosa di simile alla forma odierna non sembra essere iniziata fino all'inizio degli anni '60.
Non vedo cifre ufficiali del bilancio delle vittime da nessuna parte vicino a 3 milioni per Auschwitz (la maggior parte di loro sembra oscillare da qualche parte intorno a 1 milione). Immagino che questo significhi che gli esperti ora considerano la sua testimonianza falsa o altamente inaffidabile? Forse, sarebbe bene dimostrare che all'epoca era creduto, e le sue affermazioni furono usate come prova di questa conoscenza comune. Oppure usa un'altra citazione che non ha dimostrato di essere una bugia.
@JonathonWisnoski Durante i processi e qualche tempo dopo si presumeva erroneamente che Auschwitz fosse l'unico campo di sterminio e sapevano anche che doveva essere qualcosa intorno ai 3 milioni. Per questo motivo la vecchia targa di Auschwitz menzionava 4 milioni di vittime (non solo ebrei) che fu sostituita nel 1990 dal resoconto più accurato di 1,5 milioni di vittime. Solo dopo la scoperta degli altri campi di sterminio che furono distrutti con successo (Treblinka quasi altrettanto peggio di Auschwitz, Chelmo, Majdanek, Sobibor e Belzec) fu chiaro dove furono uccise le altre vittime.
@ThorstenS. Non sono sicuro di quale punto stai cercando di fare? Il comandante di Auschwitz, Rudolf Höss, non stava presumibilmente confondendo Auschwitz con tutta la Germania. La citazione afferma senza mezzi termini che ha visto personalmente le prove per fargli stimare che ad Auschwitz siano morti almeno 3 milioni di persone. Tutti gli esperti moderni concordano sul fatto che il numero era una frazione di quello. Quindi devono credere che sia un testimone inaffidabile o un bugiardo. In ogni caso, citare una testimonianza che ora sappiamo essere falsa non ha senso e sminuisce qualsiasi risposta tu possa tentare di dare.
@JonathonWisnoski Secondo * Broszat, Martin: Kommandant in Auschwitz, p.251 * Höß ha corretto più tardi nella sua autobiografia il numero di 2,5 milioni: Il numero di 2,5 milioni di ebrei ammessi ad Auschwitz è stato dato da me in precedenti interrogatori. da Eichmann che me lo diede poco prima dei dintorni di Berlino quando gli fu richiesta la RFSS [...]. [Penso che il numero di 2,5 milioni sia troppo alto, non conoscevo il numero completo e non avevo basi per citarli.] (https://de.wikipedia.org/wiki/Rudolf_H%C3%B6%C3%9F#Erkl.C3.A4rung_zur_Opferzahl_von_2.2C5_Millionen)
Non risponde alla domanda e sta avviando un dibattito.
Risposta più formale data.
@Jonathon Hoess ha parlato di ciò che è accaduto dopo che ha concluso il suo mandato come comandante del campo, accumulando efficacemente l'intero olocausto sui suoi successori. Ricorda anche che anche a quel tempo la semplice parola "Auschwitz" era arrivata a significare per molti l'intero olocausto.
#3
+15
Thorsten S.
2016-12-23 06:31:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì, sono stati in grado di negare l'Olocausto.

Prima del processo a tutte le parti è stato chiesto se si ritenevano colpevoli o innocenti e tutti si sono dichiarati innocenti.

Julius Streicher, responsabile di Stürmer , un opuscolo di propaganda, disse prima di non sapere che gli ebrei fossero stati uccisi e quando il pubblico ministero poteva per dimostrare di aver letto passaggi in cui gli omicidi erano chiaramente indicati, ha detto di non credere ai passaggi. Ha anche interrotto il processo più volte con diatribe.

Il motivo per cui l'altro accusato non ha cercato di negare che l'Olocausto fosse che per una volta erano consapevoli che c'erano molte prove rimaste. Un altro motivo era che erano consapevoli che i processi di Norimberga non erano molto leciti inventando nuove leggi, applicandole "ex post facto", escludendo la giuria dalle leggi e ridefinendo le prove come "ciò che mi piace credere".

Puoi espandere il tuo ultimo punto. Così com'è scritto, non ha alcun senso.
@C.M.Weimer I processi di Norimberga arrivarono per [alcune critiche appassionate] (https://en.wikipedia.org/wiki/Nuremberg_trials#Criticism), come il tipo estremo di ipocrisia che mostrava (i sovietici furono protetti dall'accusa; In Infatti loro * erano * i pubblici ministeri, nonostante fossero stati ugualmente se non più colpevoli in certe aree. Il massacro di Katyn non suona un campanello per nessuno?) e altri problemi di cui sei il benvenuto.
@IwillnotexistIdonotexist Il problema non è la mia comprensione della storia, è la mia comprensione della grammatica, della sintassi e della brevità del linguaggio dell'ultima frase di ThorstenS.
@C.M.Weimer Lo espando in due frasi: se sei davanti a un tribunale dei canguri, stai pensando due volte a quello che stai dicendo esattamente e se dici qualcosa. I processi di Norimberga erano un tribunale canguro perché inventarono nuove leggi (Carta di Londra: cospirazione, crimini contro la pace, crimini contro l'umanità). Le nuove leggi furono applicate "ex post facto" (retroattivamente), la Carta di Londra fu creata dopo la fine della guerra. La giuria è stata esclusa dall'applicazione delle nuove leggi (Katyn, Briand-Kellog, attacco Finlandia). Vedere l'articolo 21 sopra per "quello che mi piace credere". Come dovrei scriverlo?
@ThorstenS. È molto, molto più chiaro, grazie! Una breve spiegazione dell'articolo 21 sarebbe l'ideale per SE, ma la scrittura ha senso ora.
Buona risposta, ma non sono davvero d'accordo sull'argomento ex post facto. Tenendo conto dell'accusa di crimini contro l'umanità, la maggior parte di ciò che i nazisti hanno fatto era probabilmente illegale secondo la legge nazionale * tedesca *, per non parlare di qualsiasi altra cosa. Hitler generalmente non si è preoccupato di legalizzare le sue azioni tramite la legge abilitante. Quella legge trasferì il processo legislativo dal Reichstag al governo, che non si è mai riunito dopo il 1938, e certamente non ha emesso un decreto che affermasse che l'omicidio era legale o che Hitler poteva uccidere chi voleva. Ovviamente la magistratura tedesca era contaminata, quindi la legge tedesca non poteva essere utilizzata.
@NeMo C'erano altre tre leggi oltre all'accusa CAH, quindi l'argomento non cambia. Se fai ricerche sulle atrocità interne dei paesi, scoprirai che sì, succede ancora che un paese può uccidere chi vuole e non succede nulla :(. Non conosco nessun altro caso come Norimberga in cui qualcuno ha condannato le persone in carica per crimini contro L'accusa del CAH ha anche un pizzico di santità perché, nonostante lo sapessero dal 1942 in poi, gli Alleati hanno soppresso le informazioni e non hanno fatto * assolutamente nulla * per prevenire o rallentare le uccisioni.
Non credo che tu abbia ragione sui fatti, ma ad essere onesti non fa differenza. Se non c'era una legge per punire i nazisti, allora la legge era sbagliata. Possiamo discuterne, ma non è questo il posto giusto.
@NeMo Non c'è bisogno di credere, puoi cercarlo tu stesso e controllare le mie affermazioni. Cerca genocidio e atrocità, come le leggi esistenti lo avrebbero punito (normalmente) e cosa è realmente accaduto ai colpevoli Avvertenza: questa è una lettura estremamente deprimente.
@NeMo solo perché la legge è sbagliata nella tua mente non ti dà il diritto di cambiarla al volo per adattarla a te e quindi condannare le persone in base a quella nuova versione della legge per cose accadute prima che la nuova versione diventasse legge. Eppure è quello che è successo a Norimberga. Ora, questo non significa che le cose fatte in Germania durante e nel periodo precedente alla Seconda Guerra Mondiale siano state atroci, e non piango gli autori dell'impiccagione, ma secondo le leggi in vigore per loro all'epoca non lo erano. fare qualcosa di illegale.
Stai dicendo che era giusto impiccarli sommariamente, ma sbagliato tenere processi che hanno assolto alcuni di loro e risparmiato la vita ad altri? : /
C'erano quattro conteggi. I crimini di guerra sono ovviamente illegali. La guerra aggressiva è stata messa fuori legge dal Patto Kellogg-Briand, che non credo sia stato formalmente ripudiato dalla Germania. La cospirazione per commettere atti illegali è generalmente illegale. L'unico conteggio ex post facto possibile sono i crimini contro l'umanità.
#4
+9
BrianDSy
2016-12-23 21:44:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è una piccola confusione nella domanda originale, l'altro fatto importante da ricordare è che una grande quantità di prove è stata fornita dall'esercito americano sotto forma di affadavit e filmati. Alcuni di questi possono essere trovati su YouTube. Gli originali sono detenuti dall'Archivio Nazionale. Al momento dei processi di Norimberga era impossibile accertare un conteggio pienamente informato di quante persone furono uccise nei campi e degli eventi di omicidio di massa. Il numero di campi di lavoro in cui le persone venivano lavorate fino alla morte ammontava a centinaia. Questi non erano i principali centri di sterminio come Bergen-Belsen e Auschwitz, erano sparsi per tutta l'Europa occupata; Polonia, Norvegia, Olanda, Belgio, Germania e Francia avevano tutti campi di lavoro. Quando qualcuno si ammalava dalla fame al lavoro, veniva spedito in un campo o fucilato e sepolto sul posto. Per quanto riguarda la confusione nella domanda originale. Quando si pone la domanda "se era loro permesso negare l'Olocausto come parte della loro strategia legale" ci sono tre componenti in quella domanda:

  1. Gli imputati erano autorizzati a negare il piano generale del governo nazista per uccidere tutto il popolo ebraico in Europa?
  2. È stato consentito agli imputati di negare l'attività criminale di sterminio di massa concentrata sull'omicidio di persone di fede ebraica?
  3. Agli imputati è stato consentito di negare che era effettivamente un crimine eseguire gli omicidi di massa perché stavano seguendo le leggi del loro paese e le loro azioni erano legali in quel contesto.
  4. ol>

    Di questi, solo l'ultimo argomento è stato seriamente tentato in tribunale e non è stato consentito. Si chiama difesa "Stavo solo eseguendo gli ordini" ed è stata respinta. Come accennato nella risposta precedente, il tentativo di negare gli omicidi di massa che facevano parte dell'Olocausto è stato facilmente dimostrato di essere uno spergiuro. Quanto al tenue tribunale di Norimberga; Ogni società europea ha riconosciuto il principio secondo cui era sbagliato togliersi una vita senza un qualche tipo di accertamento legale basato sulle azioni degli individui. Quindi l'omicidio di massa di persone senza accertamenti legali diversi dalla classificazione come non cittadini o subumani è stato ritenuto un crimine contro tutte le nazioni.

#5
+4
David Lovering
2016-12-24 01:33:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In risposta alla domanda "Gli imputati ai processi di Norimberga sono stati autorizzati a negare l'Olocausto" c'è l'ovvia risposta: Sì, i singoli querelanti potevano rivendicare qualsiasi cosa desiderassero; ma poiché questo era un tribunale militare, le protezioni convenzionali offerte dalla maggior parte dei governi civili moderni erano in gran parte assenti. In termini di regole con cui operavano i tribunali, affermare qualcosa di così profondamente facile da confutare con fatti ben documentati era considerato uno spreco di risorse dalla maggior parte dei giudici, e allo stesso modo evitato dagli imputati e dai loro avvocati per questo motivo.

Tuttavia, c'è una terza ragione che non è stata toccata in misura maggiore negli argomenti precedenti, vale a dire che l '"Olocausto" (o "Soluzione Finale", o qualunque nome si preferisca) era stato ampiamente incoraggiato da Hitler e i suoi stretti confidenti nella stampa e nei media dell'epoca.

In particolare, ci sono una serie di discorsi (il cui testo è ancora sopravvissuto) fatti da Hitler davanti a decine di migliaia di cittadini tedeschi che esaltavano la virtù della "Soluzione finale" (anche se è vero che i riferimenti a volte erano obliqui ), e questi discorsi sono stati filmati, copiati e distribuiti ampiamente nei territori in cui potevano trovarsi i cittadini tedeschi. Questi erano necessari per la visualizzazione; eludere deliberatamente i vari programmi di propaganda che pubblicizzavano questi argomenti ed evitare di raccogliere i volantini gratuiti che ne riassumevano il contenuto significava invitare un attento esame da parte delle SS di un tipo che la maggior parte delle persone preferiva evitare. Chiunque abbia dimestichezza con la lingua tedesca può visualizzare oggi molti degli esempi più tipici sul Web e vederlo di persona. [E sì, le traduzioni sono disponibili].

Per un cittadino tedesco informato del periodo, fingere successivamente di non essere a conoscenza del tenore generale del programma di sterminio ampiamente pubblicizzato e approvato dallo stato sarebbe quindi contrario ai principi di essere un "buon tedesco"; sarebbe paragonabile ad affermare che noi negli Stati Uniti siamo / eravamo oggi inconsapevoli degli eventi dell'11 settembre alle Torri Gemelle.

Poiché un'azione del genere sarebbe palesemente non plausibile e contraria a quanto pubblicamente imposto da il partito nazista è stato raramente tentato: farlo avrebbe invitato a essere deriso in tribunale e ripudiato in seguito dai propri pari.

Senza andare oltre, quanto fosse realmente informata la popolazione tedesca (di per sé un argomento interessante): se seguo la tua argomentazione, si può tranquillamente presumere che un cittadino britannico / statunitense informato medio ** deve sapere ** che l'affermazione che l'Iraq possiede armi di distruzione di massa e collabora con al-Qaeda responsabile degli attacchi dell'11 settembre era una bugia? È stato diffuso e dibattuto ampiamente (ad esempio Fahrenheit 9/11), è accettato anche da Wikipedia. Quindi se un cittadino afferma di non conoscerlo, di non essere interessato e di non esserne convinto, è palesemente poco plausibile e possiamo definirlo bugiardo?
@ThorstenS. No. La rivendicazione e la domanda riconvenzionale sulle WMD non erano così ampiamente diffuse e non erano verificabili dai cittadini. Al contrario, l'11 settembre ha fatto notizia ovunque e per negare la morte di 2957 persone e la demolizione delle Torri Gemelle, di fronte alle prove fisiche e a centinaia di milioni di testimoni oculari, dell'improvvisa assenza di dette vite ed edifici da New York e il suo skyline_, è inutile. Nemmeno i più irriducibili verità sull'attentato dell'11 settembre pensano che l'11 settembre non sia accaduto - discuteranno sulla sua paternità. Questo, più di ogni altra cosa, illustra quanto sia stato fondamentale l'11 settembre (e perché qui è un'analogia appropriata).
Di ritorno da Natale. Molti, non la maggior parte dei "negazionisti" dell'Olocausto mostrano esattamente lo stesso schema che descrivi: ammettono che gli ebrei sono stati uccisi, ma cercano di ridurre il numero e / o cambiare la causa in fame / fame / malattia. E le tue affermazioni non sono valide: mentre Hitler parlava già a vent'anni dell'annientamento, i nazisti avevano paura che i tedeschi avrebbero resistito alle uccisioni di massa (alcuni lo fecero davvero). Perciò serrarono lentamente le viti: 1933 confisca di armi, 1935 leggi razziali, 1938 prime violenze di massa. 1939 poi il discorso al Reichstag, l'inizio della seconda guerra mondiale e la costituzione dei ghetti ebraici ...
.... A partire dalla guerra la maggior parte degli uomini in Germania andò al fronte con lettere controllate / censurate, le donne lavoravano nelle fabbriche. Il piano di sterminio era solo all'inizio del 1941 (!) E non in Germania, ma nelle parti occupate della Polonia. Se rivendichi * ampia diffusione *, posso ricordarti che nonostante le radio * Volksempfänger * fossero ancora costose e un bene prezioso nei villaggi. Quindi IMHO la maggior parte dei tedeschi aveva una buona idea che stava accadendo qualcosa di molto brutto, ma mancavano i dettagli, avevano solo pettegolezzi. Quindi rivendicare ciò che un "tedesco informato" doveva sapere -> disaccordo.
#6
+3
Rasmus
2016-12-25 19:03:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per aggiungere alla risposta di David Lovering, vedi "Ach die schöne Zeiten" (ISBN: 978-3-10-039304-3), contenente le lettere inviate dal personale dei campi a le loro famiglie. Erano orgogliosi di se stessi e si vantavano della quantità di umani di cui si erano "sbarazzati". Come sottolinea servaes; hanno ucciso più di 17 milioni di omosessuali, stranieri, comunisti, conservatori, ebrei e zingari, la maggior parte dei quali era stata ampiamente considerata una piaga.

La storia si è ripetuta più volte da allora, e mi asterrò dal menzionare i politici contemporanei che descrivono alcune etnie o gruppi di persone come "uno sciame" o "un parassita". In questo video Stephen Fry usa il genocidio ruandese invece di un esempio dal mondo occidentale, ma l'argomento era ancora considerato troppo duro per essere trasmesso nella sua serie Planet Word (2011).

Riepilogo: negare gli eventi non è stato nemmeno preso in considerazione al momento. Per martellare il punto di Lovering: equivale a una persona del New Jersey che ha negato, il 12 settembre 2011, gli attacchi al World Trade Center di New York avvenuti il ​​giorno prima.

Ho scritto “il 12 settembre 2001” perché è il giorno dopo l'attacco. La persona in questo esempio deve essere vicina in tempo all'evento affinché il mio punto di vista sia valido. La negazione dell'Olocausto è iniziata qualche tempo dopo il fatto. Non ho abbastanza punti per commentare la recensione.
Le modifiche apportate da esseri umani non sono garantite prive di errori. Puoi modificarlo di nuovo a "12th"; Avevo capito il tuo punto anche prima. Forse formularlo come "negazione, il 12 settembre 2011, degli attentati avvenuti il ​​giorno prima".
Ah. Non sapevo di essere "qualificato" per modificare la mia risposta. Ho accolto il tuo suggerimento e ho aggiunto il WTC. Il punto era semplicemente che è difficile riscrivere la storia al momento / subito dopo l'evento.
#7
+1
Paul Majors
2016-12-25 09:44:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Avviso giudiziario significa che il tribunale ha riconosciuto alcune questioni sufficientemente dimostrate come fattuali, quindi, prendendo "avviso giudiziario" dell'Olocausto, il tribunale ha stabilito che c'erano prove più che ampie che l'Olocausto, in effetti, si è verificato ed è stato non soggetto a necessità di ulteriori prove. In altre parole, ha ritenuto che vi fossero ampie prove, documentazione e prove disponibili del fatto che il fatto della sua concordanza fosse di conoscenza comune senza ulteriore necessità di acquisire prove per dimostrare la sua fattualità. Prendiamo ad esempio che una certa data in un certo anno fosse un "martedì", o che il Natale ricorra sempre il 25 dicembre.

Gli accusati potrebbero negare il loro coinvolgimento nell'olocausto ma non il fatto che sia avvenuto .

L'avviso giudiziario non significa realmente che non possano negare che sia avvenuto. Significa solo che i pubblici ministeri non avevano bisogno di provare che fosse successo. In teoria, un imputato che avesse prove contrarie avrebbe potuto introdurre tali prove. È un po 'come se avessi ricevuto una multa per eccesso di velocità. Il poliziotto in genere può semplicemente dire: "il limite di velocità è 50" e il tribunale non ne richiederà una prova reale. Se riesci a dimostrare che il limite di velocità è più alto, sei libero di farlo, ma dove potrebbe semplicemente fare una dichiarazione non supportata, probabilmente dovrai fornire prove reali.
#8
-4
Allan Davis
2018-07-02 01:32:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Solo un imputato a Norimberga, Ernst Kaltenbrunner, 2 ° al comando delle SS, fu accusato di avere un ruolo operativo nell'uccisione di ebrei. Ha testimoniato come segue:

http://avalon.law.yale.edu/imt/04-11-46.asp

R. KAUFFMANN: Che atteggiamento hai adottato quando ne hai sentito parlare?

KALTENBRUNNER: Non sapevo dell'ordine di Hitler a Heydrich riguardo alla soluzione finale del problema ebraico al momento in cui ho assunto il mio incarico. Nell'estate del 1943 ho raccolto dalla stampa estera e dalla radio nemica ...

IL PRESIDENTE: Questa non è una risposta alla tua domanda. Hai chiesto ...

http://www.nizkor.org/ftp.cgi/imt/nca/supp-b/ftp.cgi?imt/nca/supp-b //nca-sb-02-kaltenbrunner.04

COL. BROOKHART: Testimoni dopo testimoni, con testimonianze e dichiarazioni giurate, hanno affermato che gli omicidi nelle camere a gas sono stati compiuti su ordine generale o specifico di Kaltenbrunner.

KALTENBRUNNER: Mostrami uno di quegli uomini o uno qualsiasi di quegli ordini. È assolutamente impossibile.

COL. BROOKHART: Praticamente tutti gli ordini sono arrivati ​​tramite Kaltenbrunner.

KALTENBRUNNER: Completamente impossibile.

Puoi vedere parte della testimonianza di Kaltenbrunner qui, dove è accusato di aver ordinato il espulsione dei prigionieri a Mauthausen, ovviamente non c'era ordine ei prigionieri non furono giustiziati - Giorno 105 - Kaltenbrunner

https://youtu.be/gcApkZx3Ojk

Contrariamente all'introduzione al video, anche il capo delle SS, Heinrich Himmler, fu catturato alla fine della guerra. È stato intervistato da Norbert Masur My Meeting With Heinrich Himmler, e ha detto

https://archive.org/stream/NorbertMasurMyMeetingWithHeinrichHimmler/Norbert%20Masur%20My%20Meeting%20with%20Heinrich%20Himmler# page / n5 / mode / 2up

Per fermare l'epidemia, siamo stati costretti a cremare i corpi delle tante persone morte a causa della malattia. Questo era il motivo per cui avevamo per costruire i crematori, e ora, per questo motivo, tutti vogliono stringerci il cappio al collo.

È morto in "circostanze misteriose" prima di poter essere processato.

Non sono sicuro che questo risponda alla domanda.
A Kaltenbrunner è stato permesso di negare il suo ruolo nell'Olocausto. E nessun altro è stato accusato di partecipazione diretta all'Olocausto. Pertanto, nessun imputato ha "confessato" l'Olocausto.
Una ricerca rapida mi porta alla conclusione opposta della tua prima affermazione. Diversi imputati sono stati accusati di crimini contro l'umanità, come spiegato in altre risposte. La citazione che fornisci da Kaltenbrunner dimostra l'opposto della tua affermazione. Kaltenbrunner non nega l'Olocausto, nega di aver avuto conoscenza o di aver partecipato.
Ho modificato la risposta per dire che Kaltenbrunner era l'unico imputato con un ruolo operativo nell'uccisione di ebrei. Era il 2 ° al comando delle SS dal 43 gennaio in poi e le SS amministravano i campi. Ha testimoniato di aver appreso dell'Olocausto dalla stampa straniera e dalla radio nemica. Potete vedere parte della sua testimonianza nel video collegato, dove è accusato di aver inviato un ordine di uccidere i prigionieri a Mauthausen, e infatti non c'era ordine ei prigionieri non sono stati uccisi.
Gli imputati a Norimberga sono stati accusati di crimini contro l'umanità anche se non avevano alcun ruolo operativo nell'uccisione di ebrei. Ad esempio Julius Streicher, che pubblicava un giornale e non faceva parte del governo, è stato accusato di crimini contro l'umanità.
Solo perché non fai parte del governo non ti rende immune, era il ragionamento a Norimberga (che ti piaccia o no). E tecnicamente Streicher, essendo editore / editore di un giornale di propaganda del governo, faceva parte del governo in quanto era un impiegato del governo. E solo perché i crematori sono stati originariamente costruiti per smaltire un numero elevato di morti a causa di malattie (il che è vero per alcuni campi come Dachau) non significa che siano stati utilizzati per sbarazzarsi dei corpi di coloro che sono stati messi nelle camere a gas .
Julius Streicher, che ha pubblicato un tabloid pieno di feroce propaganda antisemita così virulenta, che persino i leader nazisti hanno preso le distanze da lui.
@AllanDavis Per essere chiari, vuoi implicare che l'Olocausto o almeno parti significative di esso non sia accaduto?
Puoi vedere il discorso di apertura di Streicher a Norimberga qui https://www.youtube.com/watch?v=OSOFFaFygpE Dice "Voglio che la mia vita, comunque sia, vada fino alla fine come un fanatico della verità". Giudica tu stesso. In genere è una buona idea ascoltare almeno tutti i lati di una discussione.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...