Domanda:
Nel medioevo, i nobili catturati venivano sempre riscattati?
canadiancreed
2011-10-13 04:57:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Stavo guardando le riprese dei registi di Kingdom of Heaven, e una delle scene aveva un attore che interpretava quello che sembrava essere un nobelman affermando di essere d'accordo con il privilegio del riscatto. Mentre ricordo che essendo così nelle mie letture, in questa scena, è stato ucciso invece.

La mia domanda è se i nobili avrebbero più probabilità di essere riscattati quando catturati in battaglia (come Riccardo Cuor di Leone per usare un famoso esempio), licenziati a meno che non fossero di rango estremamente alto come un re o un duca, o un punto a metà tra i due?

intendi l'esecuzione di http://en.wikipedia.org/wiki/Raynald_of_Châtillon all'acquisizione? Era insolito per Saladino, ma era per Raynald una lunga storia di misfatti.
Sì, in un'epoca essenzialmente governata da criminali assassini, Saladino era praticamente un esemplare morale dei suoi tempi. O quello o aveva DAVVERO una buona propaganda. Probabilmente entrambi.
Aggiungerei che se vuoi capire l'età medievale, pensa più alla guerra tra bande di droga o mafia invece che alla cavalleria. Gli aristocratici alla fine erano solo una casta di assassini. I codici d'onore e la religione fornivano solo il minimo freno al loro comportamento omicida. Non c'erano "regole" e tanto meno leggi. I singoli nobili di solito eseguivano fredde analisi costi / benefici, inclusi il costo della reputazione e altri fattori sociali, e poi facevano ciò che dava loro il maggior vantaggio al momento.
Due risposte:
#1
+15
Tom Au
2011-10-13 05:19:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In GENERALE, i nobili catturati venivano riscattati. Questo perché questo massimizzava il loro valore per i loro carcerieri.

Un'eccezione degna di nota fu la battaglia di Agincourt, nel 1415, durante la guerra dei 100 anni. A un certo punto, le linee francesi si avvicinarono al campo di prigionia inglese e il re Enrico V temette che i prigionieri non solo sarebbero stati rilasciati, ma si sarebbero nuovamente armati e avrebbero preso il più piccolo esercito inglese alle spalle. Quindi ha dato l'ordine di uccidere tutti tranne i prigionieri di rango più alto. Ma tale crudeltà era rara, anche in epoca medievale, e di solito derivava dal panico o dalla paura di un attacco.

+1 Nota che Carlo d'Orleans fu tenuto confinato in Inghilterra dopo la sua cattura ad Agincourt, e Henry non lo volle riscattare, perché era ritenuto un avversario troppo importante. Fu tenuto in Inghilterra per ventiquattro anni, perché rappresentava un serio rischio come capo dell'importante fazione Orleans-Armagnac ed era un duca di sangue reale.
Non era così insolito che alcuni prigionieri venissero tenuti indefinitamente (o talvolta rilasciati quando la politica cambiava) per motivi politici piuttosto che riscattati. Quindi i signori politici di alto livello, sebbene generalmente mantenuti in buone condizioni (con alcune orribili eccezioni) sarebbero spesso tenuti a tempo
Non sono assolutamente d'accordo sul fatto che la crudeltà fosse rara in epoca medievale, era solo nettamente divisa per classe. I nobili erano in gran parte una vasta famiglia allargata accovacciata sulle spalle dei cittadini comuni. Ovviamente trattavano i loro cugini relativamente bene, soprattutto se era redditizio farlo. Ma contadini e mercanti soffrirono orribilmente sia direttamente in battaglia, dopo la battaglia e anche nel movimento stesso di eserciti rapaci. I soldati contadini dalla parte dei perdenti venivano spesso giustiziati in massa per evitare che diventassero banditi. Anche se sono scappati, hanno affrontato la grave minaccia di morire di fame.
Secondo i commenti di TechZen. Lungi dalla rara crudeltà era la norma in epoca medievale. Come sfruttare ogni vantaggio del tuo nemico quando era a terra. Il riscatto era popolare in quanto consentiva alla misericordia di essere redditizia. Incentivava la misericordia, almeno per i pochi che potevano permettersi di pagarla.
#2
+4
user27618
2019-03-05 01:52:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Domanda:
I nobili catturati in epoca medievale, venivano sempre riscattati?

No, non venivano sempre riscattati. C'erano molti modi per trarre vantaggio da un prigioniero oltre al semplice riscatto per denaro a breve termine.

I prigionieri medievali erano completamente alla mercé dei loro carcerieri. Alcuni sono stati tenuti in ostaggio per lo scambio di prigionieri, alcuni sono stati riscattati, alcuni sono stati tenuti a tempo indeterminato, alcuni sono stati costretti a cambiare opinioni o parti discutibili e, naturalmente, alcuni sono stati semplicemente assassinati. Nel corso dei secoli praticamente tutto è stato fatto. Tuttavia, il gruppo di cattura potrebbe ottenere qualche tipo di vantaggio, lo hanno fatto.

Scambiato

Riscatto

Era redditizio per re e importanti cavalieri essere riscattati, a volte per enormi somme, quindi questo era piuttosto incentivo. Il riscatto è stato considerato onorevole in quanto ha contribuito a garantire la sicurezza del gruppo catturato.

  • Richard the Lion Heart - 100.000 libbre di argento, 2 o 3 volte il reddito annuo della corona d'Inghilterra in quel momento. Re Riccardo non fu catturato in battaglia, ma fu catturato in Austria di ritorno dalle crociate.

  • Bertrand du Guesclin - 100.000 franchi.

Imprigionato

  • Carlo d'Orleans , dopo che la battaglia di Agincourt nel 1415 fu tenuta dagli inglesi per 25 anni. Era considerato un nemico troppo pericoloso dal re Enrico V per essere riscattato in Francia.

Coercita

  • La cattura di Charles de Blois ha portato al Trattato di Westminster, (1356), poi è stato riscattato e ha ricominciato la guerra.

Edoardo III firmò il Trattato di Westminster il 1 ° marzo 1353, accettando Carlo di Blois come Duca di Bretagna se quest'ultimo si fosse impegnato a pagare un riscatto di 300.000 corone, e la Bretagna firmasse un trattato di alleanza "in perpetuo" con l'Inghilterra, questa alleanza sarà suggellata dal matrimonio del pretendente monfortista Giovanni di Montfort (figlio del precedente Giovanni di Montfort) con la figlia di Edoardo, Maria.

Trattato di Brétigny, (1360) Trattato tra Inghilterra e Francia che pose fine alla prima fase della Guerra dei Cent'anni. Segnando una grave battuta d'arresto per i francesi, il trattato fu firmato dopo che Edoardo il Principe Nero sconfisse e catturò Giovanni II di Francia nella battaglia di Poitiers (1356). I francesi cedettero vasti territori nella Francia nord-occidentale all'Inghilterra e accettarono di riscattare Giovanni al costo di tre milioni di corone d'oro, mentre il re Edoardo III rinunciò alla sua pretesa al trono di Francia. Il trattato non riuscì a stabilire una pace duratura e la guerra ricominciò nel 1369.

  • Harold Godwinson d'Inghilterra fu catturato da Guglielmo di Normandia in Normandia prima che quest'ultimo invadesse l'Inghilterra nel 1066. Come prezzo per il rilascio di Harold, William fece ritirare da Harold qualsiasi pretesa al trono inglese. Ovviamente Harold, che combatté William nella battaglia di Hastings per quel trono, non trovò che il suo voto precedente fosse vincolante.

Assassinato

  • Earwig, fratellastro maggiore del re Edoardo il Confessore e pretendente agli inglesi gettati. Earwig fu tradito e catturato dal suo unico alleato e futuro suocero (la famiglia della moglie del fratello Edward), Earl Godwin. Earwig fu consegnato da Earl Godwin al suo nemico (il danese Cnut) che lo torturò e lo uccise, 1017.

  • La maggior parte dei cavalieri francesi sopravvissuti alla battaglia di Agincourt nel 1415 furono messi a morte dagli inglesi. I prigionieri francesi di re Enrico erano più numerosi delle sue stesse forze, e gli inglesi temevano che fossero un numero così grande da rappresentare ancora un pericolo per l'esercito; quindi gli inglesi li hanno uccisi tutti.


Domanda:
Stavo guardando i registi tagliare Kingdom of Heaven e una delle scene ...

Il film Kingdom of Heaven riguarda gli eventi del 1187, quando Gerusalemme cadde in mano ai musulmani. Contrasta il comportamento di Saladino il Grande di risparmiare gli abitanti della città di Gerusalemme con il comportamento dei crociati cristiani che presero la stessa città nel 1099 dove massacrarono gli abitanti. Nel medioevo i massacri erano la norma.

Assedio di Gerusalemme 1099
Le atrocità commesse contro gli abitanti delle città prese d'assalto dopo un assedio erano normali nella guerra antica e medievale. I crociati l'avevano già fatto ad Antiochia, e Fatimidi l'avevano già fatto a Taormina, a Rometta ea Tiro. Tuttavia, il massacro degli abitanti di Gerusalemme potrebbe aver superato anche questi standard. Lo storico Michael Hull ha suggerito che si trattava di una questione di politica deliberata piuttosto che di semplice sete di sangue, per rimuovere la "contaminazione della superstizione pagana" (citando Fulcher di Chartres) e per riformare Gerusalemme come una città strettamente cristiana.

Domanda correlata: cosa facevano i cavalieri europei medievali se venivano sconfitti in battaglia?



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...