Domanda:
L'anno di nascita di Cesare è più certo adesso di quanto lo fosse quando contestato da Mommsen?
pst
2019-05-11 11:22:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nella Storia di Roma di Mommsen del 1850 egli sostiene che sebbene l'anno della nascita di Cesare sia solitamente indicato come il 100 a.C. poiché Svetonio, Plutarco e Appiano affermano tutti che alla sua morte aveva cinquantasei anni, ci sono motivi per dubitare che:

Ma questo racconto lo farebbe entrare nei tre uffici di edile, pretore e console, che ha tenuto nel 65, 62 e 59 aC rispettivamente, nel suo trentacinquesimo, quarantesimo e quarantatreesimo anno, cioè, in ciascun caso, due anni prima del termine legale. Il fatto che questa irregolarità non sia notata da nessuna parte, suggerisce che le dichiarazioni di Svetonio, Plutarco e Appiano siano errori derivati ​​da una fonte comune, soprattutto perché tali errori dovevano essere comuni prima dell'inizio degli acta diurna . La data 102 a.C. sarebbe d'accordo meglio del 100 a.C. con l'affermazione di Velleius, che Cesare fu nominato Flamen Dialis quando paene puer; poiché quest'ultima data gli avrebbe fatto tredici anni e sei mesi, ie , non quasi, ma in realtà un ragazzo. Inoltre, il numero LII sulle monete coniate da Cesare in merito allo scoppio della guerra civile sarebbe d'accordo con gli anni della sua vita se fosse nato nel 102 a.C.

Oggi il suo anno di nascita è ancora dato come 100 aC nelle opere di consultazione, sebbene Wikipedia abbia una nota che fa sembrare che l'argomento non sia ancora del tutto concluso: "C'è qualche controversia sull'anno della nascita di Cesare. Alcuni studiosi hanno sostenuto la causa 101 o 102 aC come anno della sua nascita, in base alle date in cui ricopriva determinate magistrature, ma il consenso degli studiosi è a favore del 100 aC ".

Mi chiedo se le ragioni dell'attuale consenso siano essenzialmente le stesse che erano per lo stesso consenso ai tempi di Mommsen (e le sue argomentazioni non sono state viste come molto convincenti). O c'è un caso ancora più forte ora con nuove conoscenze o nuovi argomenti che invalidano alcuni dei ragionamenti di Mommsen?

Una risposta:
#1
+10
0range
2019-05-14 05:42:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono emerse nuove prove sullo stesso Cesare ed è improbabile che emergano prove dirette. Tuttavia, gli storici hanno scritto molto dai tempi di Mommsen, con contributi su questa particolare domanda nel 1914 e nel 1917 ( Mommsen morì nel 1903) . Il risultato è che probabilmente Mommsen si sbagliava.

Nota che Mommsen aveva già molte prove e scelse di non crederci. Nella tua citazione, cita tre fonti indipendenti che dicono tutte che Cesare è nato nel 100 a.C., ma suggerisce che potrebbero aver copiato da una fonte comune. Tutti e tre vissero nel I e ​​II secolo d.C., quindi 100-200 anni dopo la morte di Cesare (più o meno vicino a Cesare quanto noi a Mommsen), e probabilmente avevano ottime fonti sulle date della vita di Cesare. Ora, sebbene sia possibile che comunque si sbagliassero, uno storico che sostiene questo dovrebbe fornire prove molto forti a sostegno di tale affermazione. Mommsen no. Il suo unico punto è che Cesare ha assunto alcune cariche 2 anni prima dell'età ufficiale.

Si scopre, tuttavia, che questo non era raro ai tempi di Cesare. Lily Ross Taylor, scrivendo nel 1941, riassume le prove come segue:

La sua carica di questore dovrebbe essere assegnata all'anno 69. L'opinione generale degli studiosi che la carica dovrebbe essere collocata nel 68 si basa su una concezione errata del mandato del questore provinciale. Se le fonti antiche hanno ragione nell'indicare che Cesare nacque nel 100 a.C., questo fu l'anno in cui Cesare divenne idoneo per l'ufficio. Poiché un uomo della sua ambizione difficilmente avrebbe ritardato la sua candidatura alla magistratura che ha portato con sé l'ammissione al senato, l'anno della questura di Cesare è di per sé un argomento per accettare il 100 a.C. come la data di nascita di Cesare. Dopo il suo incarico (qui seguo un suggerimento di Deutsch) credo che Cesare abbia ricevuto una dispensa dalle leggi che gli ha permesso di citare in giudizio per i tre uffici superiori due anni prima della maggiore età. Ho sostenuto che tali dispense erano più comuni nella Repubblica di quanto si credesse generalmente e che la legislazione di Cornelio nel 67 rese più facile per Cesare, che ora era un vigoroso oppositore della nobiltà al potere, garantire un tale privilegio.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...