Domanda:
Oltre alla Magna Carta e al decentramento generale, cosa ha portato specificamente alla democratizzazione in Inghilterra?
user39
2011-10-12 01:29:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In Inghilterra, il graduale indebolimento del governo centrale (a partire dalla Magna Carta) e i graduali diritti concessi alla nobiltà hanno spinto lentamente l'Inghilterra a una forma di governo democratica. Eppure in altri paesi con un governo centrale debole (Polonia, Sacro Romano Impero), non si è mai sviluppata alcuna democrazia e la nobiltà ha semplicemente promosso il proprio status a quello di re.

Cosa c'era di unico in Inghilterra che spingeva la democrazia?

La Gran Bretagna è una monarchia costituzionale. Il termine democrazia è usato in modo inappropriato.
Sei risposte:
#1
+28
Vanessa
2011-10-13 00:40:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non definirei l'Inghilterra del dopo Magna Carta come un governo centrale debole. Rispetto al Sacro Romano Impero aveva un governo centrale molto efficiente, in cui il parlamento svolgeva un ruolo importante a fianco del re.

Il primo parlamento inglese aveva già un House of Commons. Quindi non solo alla nobiltà furono dati i diritti, ma anche alla gente comune. Naturalmente, le elezioni alla Camera dei Comuni sono state tutt'altro che democratiche in senso moderno, con diritti di voto limitati dai requisiti di proprietà della terra o della proprietà.

Oltre alla Magna Carta nel 1215, una serie di eventi chiave in va notato lo sviluppo della democrazia inglese / britannica.

La seconda guerra dei baroni nel 1264 portò alla creazione del "parlamento modello" di Simon de Monfort. Sebbene la ribellione alla fine fallì, il parlamento stabilì un precedente per il futuro.

La guerra civile inglese nel 1642 portò alla fondazione temporanea del Commonwealth d'Inghilterra, una repubblica. Oltre ai primi ideali repubblicani, un fattore importante nella rivoluzione era religioso ( Puritan). La Restaurazione nel 1660 restituì la monarchia, ma l'equilibrio del potere si spostò definitivamente verso il parlamento.

La Gloriosa Rivoluzione del 1688 portò alla creazione di Guglielmo III e Maria II al posto di Giacomo II. L'ulteriore (significativo) indebolimento della monarchia fu codificato nel Bill of Rights del 1689. La Gloriosa Rivoluzione ha segnato una chiara vittoria della teoria del contratto sociale del governo sul diritto divino dei re. La formazione dell'ideologia proto-democratica ha subito un'accelerazione grazie agli sforzi di pensatori come John Locke.

Il Reform Act 1832 ha ampliato in modo significativo il suffragio elettorale ed ha eliminato pratiche corrotte come "distren boroughs" e "pocket boroughs" che consentivano a un piccolo gruppo di uomini potenti di controllare un gran numero di seggi in Parlamento. Questo accadeva già dopo le rivoluzioni americana e francese e gli ideali repubblicani si stavano diffondendo nel mondo occidentale. L'Inghilterra ha avuto un gran numero di propri pensatori liberali come il radicale Richard Price e il più conservatore Edmund Burke. Ulteriori riforme elettorali furono bloccate per un po ', sebbene promosse da movimenti come il cartismo (fondato dalla Carta del popolo del 1838). Alla fine la riforma continuò con gli Atti di riforma del 1867 e 1884.

Rappresentanza del popolo del 1918 concesse al maschio quasi universale suffragio e suffragio femminile limitato.

Representation of the People Act 1928 garantiva a donne e uomini pari diritti di voto.

#2
+12
Seth Rogers
2011-10-12 01:44:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Oltre a ciò che elenchi, la struttura organizzativa, la contabilità dei monarchi e i relativi livelli di alfabetizzazione (sebbene non livelli assolutamente elevati) hanno contribuito a consentire l'emergere di un sistema democratico.

  • I municipi e le organizzazioni ecclesiastiche consentirono che emergessero censimenti e responsabilità.
  • I monarchi successivi tenevano registri fiscali relativamente accurati e completi che aiutarono anche a far emergere un censimento e una struttura organizzativa popolare .
  • Man mano che le forze dell'ordine si sviluppavano e le contee, le contee e simili videro la divisione delle risorse municipali e delle forze dell'ordine, fiorì anche l'organizzazione popolare.
#3
+6
Opt
2011-10-21 08:08:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Oltre ai punti già esposti, direi che la religione potrebbe aver giocato un ruolo importante nel modo in cui è andata a finire l'Inghilterra. La Guerra Civile Inglese e la Gloriosa Rivoluzione, che danneggiarono gravemente il potere del monarca (il primo lo distrusse completamente per un po ') furono in parte a causa della religione.

Strutture come il parlamento inglese erano già in atto per trarre vantaggio dall'indebolimento del potere del monarca o della nobiltà per quella materia.

Una seconda ragione per sottolineare le due precedenti Gli eventi è che anche alla metà del XVI secolo (fine del regno di Enrico VIII), il monarca aveva una quantità estrema di potere e la democrazia iniziò davvero ad emergere durante la metà del XVII secolo.

Dovrei anche aggiungere che un'altra ragione potrebbe essere stata che monarchi come George I erano anche monarchi di altri regni (Hannover nel caso di George), il che significava che doveva essere delegato più potere di quanto sarebbe stato altrimenti necessario. Inoltre, rispetto all'Europa continentale, la situazione della nobiltà era diversa in quanto potevano contare su un sostegno esterno molto più forte se decidessero di dichiararsi sovrani rispetto alla nobiltà inglese a causa della geografia dell'Inghilterra.
#4
+4
Tom Au
2011-10-19 02:16:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'era un detto medievale, " Stadluft macht Frei". (L'aria della città rende liberi.)

Un aspetto importante dell'Inghilterra (e prima della Grecia e di Roma) era la relativa urbanizzazione del suo tempo. Gli elementi più "progressisti" e democratici della società tendono a concentrarsi nelle città, mentre le influenze più conservatrici e filo-monarchiche si trovano generalmente nelle campagne.

Una prova importante del progresso dell'Inghilterra verso la democrazia fu il Civil inglese La guerra degli anni Quaranta del Seicento, che in fondo contrapponeva la nuova élite urbana alla nobiltà agraria. (Il primo vinse.) Città come Londra e York (in misura minore, Liverpool e Bristol) ospitavano interessi produttivi che tendevano a sostenere la democrazia, o almeno a fornire protezione dai signori feudali. In Polonia e nel Sacro Romano Impero, c'erano meno città che rappresentavano una percentuale minore della popolazione che teneva sotto controllo i nobili.

"Stadtluft macht frei" proveniva dalla Germania da un tempo in cui nelle zone rurali le persone potevano sopravvivere solo sottomettendosi volontariamente ai proprietari terrieri, mentre alcune città avevano stabilito un'indipendenza grazie al reddito del commercio e dell'artigianato, come le città dell '"Hanse" , Amburgo, Lubecca, ecc., Nonché Francoforte.
#5
+3
Rory
2011-10-12 18:55:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non si trattava solo di "indebolimento del governo centrale", ma più specificamente, indebolimento del Re / Regina, che conferiva al Parlamento più potere. La Magna Carta faceva parte di questo.

Un altro evento degno di nota fu la Rivoluzione gloriosa nel 1688, quando il Parlamento cacciò fuori il re (cattolico) Giacomo II e lo sostituì con gli olandesi. Questo è un altro esempio di Parlamento (cioè la nobiltà) che limita i poteri del Re.

Nel corso degli anni, il Parlamento è diventato più democratico poiché ha permesso a più persone di votare, cfr. Legge di riforma

#6
+1
RobertF
2018-05-23 01:20:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Anche prima della Gloriosa Rivoluzione, ricordo di aver letto la Guerra dei Cent'Anni tra le dinastie reali d'Inghilterra e Francia dal 1337 al 1453 che svolse un ruolo importante nella costruzione delle basi della democrazia in Inghilterra.

I re inglesi furono costretti a finanziare lo sforzo bellico (che non era universalmente popolare) con l'aiuto del Parlamento e così concessero autorità a quella primitiva istituzione democratica. La sconfitta definitiva dell'Inghilterra nella Guerra dei Cent'Anni fu in parte responsabile della Guerra delle Rose che divise la nobiltà inglese in fazioni opposte e indebolì ulteriormente la Corona.

Al contrario, la Guerra dei Cent'Anni permise ai Francesi monarchia per aumentare la sua autorità centrale e i poteri fiscali per la difesa del suolo di origine. I re francesi dipendevano meno dalle legislature nazionali per la raccolta di denaro rispetto all'Inghilterra. Infatti, Carlo VII istituì un esercito permanente nel 1445, che l'Inghilterra non ebbe per altri duecento anni.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...