Domanda:
C'è un precedente storico alla paura del vaccino?
D J Sims
2016-09-20 20:28:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Oggi molte persone credono che i vaccini causino l'autismo. Esiste un equivalente storico a questa teoria del complotto, in quanto le persone credono che qualcosa sia dannoso quando è stato dimostrato benigno dalle autorità? Mi viene in mente il fluoro, ma sto cercando qualcosa di più indietro nella storia.

I commenti non sono per discussioni estese; questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/45700/discussion-on-question-by-bob-b-is-there-a-historical-precedent-to-the- vaccini).
Dieci risposte:
#1
+140
T.E.D.
2016-09-20 21:53:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il mio preferito è la storia iniziale dell'asta di illuminazione.

A Lightning piace cercare di radicarsi attraverso la cosa più alta e appuntita in circolazione. Ciò significa che a causa della loro architettura, le chiese cristiane sono sempre state particolarmente favorite dai fulmini.

Questo è ovviamente imbarazzante dal punto di vista teologico, quindi la teologia sviluppata era che il fulmine era in realtà Dio che esprimeva il suo dispiacere (e / o demoni nell'aria).

Nel 1752 Benjamin Franklin lo dimostrò il fulmine conteneva elettricità e ha inventato il parafulmine. Questo è stato un grande vantaggio per l'umanità civilizzata ovunque ed è stato adottato immediatamente, giusto?

Ebbene, no. Quello che è realmente accaduto è stato che le persone religiose si preoccupavano che se avessi contrastato Dio in questo modo, avrebbe dovuto esprimere il suo dispiacere nei tuoi confronti in qualche altro modo. L'altro tradizionale atto di Dio sono ovviamente i terremoti, così tante persone hanno seriamente insistito sul fatto che i parafulmini hanno causato i terremoti (pdf). Per decenni da allora in poi, se si verificava un terremoto o qualche altra catastrofe e c'era una struttura con un parafulmine nelle vicinanze, veniva incolpato (e spesso demolito da folle inferocite).

I commenti non sono per discussioni estese; questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/45805/discussion-on-answer-by-ted-is-there-a-historical-precedent-to-the-vaccine- sc).
#2
+34
Luís Guilherme
2016-09-21 04:31:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In realtà, la stessa identica cosa è successa in Brasile, ma con una vera rivolta: Vaccine Revolt (Wikipedia).

Questo è un argomento di grande discussione nella storia brasiliana, con la maggior parte degli storici che sostenevano che non fosse una rivolta anti-vax, ma una rivolta per la prima cosa obbligatoria che il governo impose durante periodi politici instabili.

#3
+29
AllInOne
2016-09-20 20:42:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In Corea: Fan Death

(risale agli anni '20)

Negli Stati Uniti e in Europa: Poisonous Tomatoes

(risale alla loro scoperta nel Nuovo Mondo, ma non è chiaro se / quando c'erano "autorità" che affermavano la verità)

Motivi citati per credere:

  • Gli effetti negativi dei pomodori acidi che rilasciavano piombo velenoso da piatti di peltro erano attribuiti ai pomodori piuttosto che al piombo.
  • Credenza che la relazione tassonomica con la pianta Deadly Nightshade significasse che anche i pomodori erano veleni.
  • Credenza che i vermi che infestavano i pomodori fossero mortali.
La morte dei fan è interessante, ma risale all'incirca alla stessa epoca della paura del fluoro. Sarebbe bello se potessi espandere i pomodori velenosi.
C'era l'invasione del film di Killer Tomato ... anche se non ricordo un punto di vista particolarmente storico ... anzi, al contrario.
Hai anche i famigerati esperimenti sulla sifillide se stai cercando qualcosa di comprovato nel regno sperimentale in nome della scienza e in un ambiente controllato.
Onestamente ... Se mangiare i pomodori dai tuoi piatti ti uccide, ma per il resto i tuoi piatti vanno bene, quanto è importante, davvero, includere i pomodori nella tua dieta?
@Amadeus9 In realtà, c'erano altri cibi e bevande consumati da piatti di piombo che all'epoca provocavano avvelenamento da piombo, ma ci è voluto un po 'prima che le persone facessero il collegamento.
@called2voyage e non solo piatti. I barattoli di latta erano rivestiti di piombo e all'epoca usavano saldature di piombo per chiuderli, causando parecchi casi di avvelenamento da piombo tra i marinai e altri durante i viaggi a lunga distanza.
@user14394 cosa, Attack of the Killer Tomatoes non era storicamente accurato? Mi spezzi il cuore!
I pomodori velenosi sono una credenza perfettamente ragionevole: ogni altra parte della pianta, * compreso il frutto acerbo *, è velenosa.
#4
+24
Jim Garrison
2016-09-21 09:18:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dagli anni '30.

enter image description here

Citato su Huffington Post. Il vecchio blog a cui si fa riferimento nell'articolo HP non è più disponibile, per evitare che la stessa cosa accada all'articolo HP, ecco il testo pertinente (nessuna violazione del copyright prevista):

Il fumetto sopra è stato pubblicato oggi su Reddit con la didascalia "La storia si ripete. Fumetto anti-vac degli anni '40 ". Secondo un precedente post su Super ITCH, un blog dedicato alla storia del fumetto, l'illustrazione proviene da un opuscolo del fumetto del 1930 intitolato "Health in Pictures".

Un commentatore sullo stesso thread ha indicato un altro fumetto di un satirico James Gillray, questo risalente all'inizio del XIX secolo. In esso, i cittadini britannici che hanno ricevuto un'inoculazione di vaiolo bovino nel 1802 possono essere visti nel panico per gli effetti del vaccino (presumibilmente segnalati dagli oppositori della vaccinazione), vale a dire che gli individui stavano sviluppando caratteristiche bovine.

- Katherine Brooks, Huffington Post 03/02/2015

enter image description here

#5
+21
David42
2016-09-22 00:49:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Esiste una convinzione che per mancanza di un termine migliore chiamerò Draft Theory. Questa è la convinzione che una brutta copia, definita come un flusso d'aria che soffia sul corpo da una direzione, ad esempio da una finestra aperta, è una causa diretta di lesioni e malattie. Questa convinzione è spesso tenuta ad esclusione di GermTheory. Sebbene la scienza medica moderna riconosca alcuni effetti negativi sulla salute dell'aria fredda, non supporta la Draft Theory.

Questa convinzione era comune negli Stati Uniti fino al 20 ° secolo, ma ora è dimenticata tranne che nelle sue forme più miti. Versioni estese di questa credenza sono ancora diffuse in Germania, nell'Europa orientale e si dice che figurino nella medicina tradizionale cinese.

Chi teme le correnti d'aria evita rigorosamente di aprire porte o finestre sui lati opposti di una stanza o di un veicolo per non creare una brezza incrociata. Si siedono abitualmente in appartamenti, automobili, treni e autobus soffocanti perché è impossibile ventilare adeguatamente uno spazio senza creare una brezza trasversale. Si ritiene che i bambini siano particolarmente suscettibili. È comune chiudere tutte le finestre e le porte anche durante un'ondata di caldo quando un bambino viene portato in una stanza.

Si pensa che le correnti d'aria causino il raffreddore, anche a luglio. Ma i loro mali non finiscono qui. Si pensa che stare in piedi in un flusso d'aria che scorre causi infiammazione. Le bozze vengono regolarmente accusate di mal di schiena, infezioni alle orecchie, paralisi facciale parziale e persino ictus.

C'è una grande quantità di pregiudizi di conferma al lavoro. Se qualcuno "si mette a rischio", ad esempio dormendo con una finestra aperta a settembre, e non si ammala, è stato fortunato. Se qualcuno non corre rischi percepiti e prende ancora il raffreddore, forse si è raffreddato ma non se lo ricorda.

Pochi in Europa orientale hanno mai sentito queste opinioni contestate. Credono di essersi ammalati personalmente a causa delle correnti d'aria e racconteranno aneddoti di persone colpite da una grave malattia dopo essere state in servizio. Coloro che mettono in dubbio la paura delle correnti d'aria vengono trattati con condiscendenza e informati con sicurezza che "qualsiasi medico" confermerà che le correnti d'aria sono pericolose.

Ruolo della stampa

il pericolo di correnti d'aria è spesso menzionato dalla stampa. Ecco alcuni estratti da un articolo di Tatyana Ressina, giornalista sulla salute di Arguments and Facts , un importante quotidiano di Mosca:

How NOT to Beat the Calore? Una piccola corrente d'aria è più pericolosa che un tuffo in un buco nel ghiaccio

L'argomento delle correnti d'aria è particolarmente opportuno durante le ondate di caldo. Come dovremmo visualizzare le bozze? Temerli o ...

"Non ho paura delle correnti d'aria" dichiara con orgoglio una metà dell'umanità che guarda con qualcosa di poco disprezzo l'altra metà che sta sigillando i vetri e prendendo posto fino a possibile dal condizionatore d'aria. Quindi come dovremmo visualizzare le bozze, dovremmo averne paura o no? L'argomento delle correnti d'aria è particolarmente attuale durante le ondate di calore, quando le persone creano correnti d'aria artificiali utilizzando ventilatori e altri dispositivi. Il risultato è una situazione ironica: fuori sono centocinque, ma le persone colano il naso ...

Una donna che conosco che è un medico ama pronunciare il giudizio così: "Meglio saltare direttamente in un buco nel ghiaccio piuttosto che sedersi in una corrente d'aria vicino alla finestra. " Questo è uno scherzo ovviamente, fare il bagno in un buco nel ghiaccio è estremamente pericoloso. Ma c'è molta verità in questa battuta, perché stiamo parlando dell'effetto complessivo del freddo. E in questo senso, il raffreddamento eccessivo di una piccola area del corpo, come accade in una corrente d'aria, è significativamente più pericoloso di quello che accade quando il freddo agisce contemporaneamente su tutto il corpo. Forse qualcuno trova questo paradossale e qualcuno potrebbe trattarlo con scetticismo, ma è proprio vero. Esaminiamo la questione.

Questo è seguito da quattro paragrafi in cui lei afferma che i meccanismi di difesa del nostro corpo contro il "freddo" non sono attivati ​​dall'aria "fredda" dalla finestra aperta (ricorda, la finestra è aperta perché stiamo vivendo un'ondata di calore) perché soffia solo su una piccola parte del corpo. Per motivi che "per ora nessuno sa" non rabbrividiamo e non ci viene nemmeno la pelle d'oca. I meccanismi di difesa che entrerebbero in azione se tutto il corpo fosse raffreddato non percepiscono la corrente come pericolosa. Al contrario, il nostro editorialista lo fa decisamente. Conclude il suo articolo con queste parole:

Ma alla fine non è importante cosa pensano i meccanismi di difesa. L'importante è che il freddo della corrente d'aria penetri senza impedimenti sempre più in profondità nel corpo. E qualunque cosa incontri sulla sua strada "si blocca". Se una corrente d'aria soffia sull'orecchio, puoi ottenere l'otite. Se il tiraggio colpisce la zona lombare, puoi aspettarti dolore radicolare o infiammazione dei reni. Se soffia sul petto, i bronchi possono essere indeboliti. Quello che accadrà in ogni caso specifico è difficile da prevedere. Ma dopo una brutta copia una malattia è significativamente più probabile che dopo una passeggiata all'aria fredda. Questa è la verità. Quindi stai lontano dalle correnti d'aria. E per favore, non ridere di coloro che ne hanno paura.

Quando i giornalisti sanitari dei media mainstream offrono spiegazioni dal suono scientifico di Draft Theory, non c'è da meravigliarsi che il pubblico in generale continui credere che faccia parte della medicina moderna.

Drafts - Cold by Definition

Potremmo chiederci come si possa pensare che il corpo umano abbia bisogno di un difesa meccanismo contro la dannosa perdita di calore in un appartamento di Mosca durante un'ondata di caldo. Ciò è dovuto alla tendenza dei credenti alla leva a confondere raffreddamento e raffreddamento. Di conseguenza vedono poca differenza tra la brezza della finestra che rimuove il calore in eccesso da un corpo sudato durante un'ondata di caldo e l'aria fredda invernale che esaurisce il calore corporeo più velocemente di quanto possa essere sostituito.

Spifferi e "veri raffreddori"

Questa tendenza a vedere tutto il raffreddamento come agghiacciante e quindi potenzialmente pericoloso gioca in una paura di accompagnamento. Questa è l'idea che se ci si raffredda, si può prendere un raffreddore. Si ritiene che permettere a mani o piedi di raffreddarsi al tatto metta a rischio anche se si mantiene la temperatura corporea complessiva. L'idea che il raffreddore sia causato da un virus è per lo più ignorata. Anche quando si ammette l'esistenza di malattie virali con sintomi simili, è ancora ovvio che i "veri raffreddori" sono causati dal freddo (dopotutto, sono chiamati "raffreddori"). Si pensa che un vero raffreddore sia un processo infiammatorio che si manifesta quando il "freddo" irrita i tessuti del corpo. Se qualcuno inizia ad annusare, viene considerata una prova sufficiente che il processo è iniziato. Windows deve essere chiuso prima che peggiori. Può significare stare seduti in una stanza rigida, ma questo è il prezzo che si paga per la salute.

Naturalmente, esiste una reale connessione statistica tra l'inizio dell'inverno e la frequenza delle infezioni virali della tomaia tratto respiratorio che chiamiamo "raffreddori". La medicina moderna suggerisce una serie di possibili fattori tra cui l'apertura di scuole a settembre, la possibile rottura delle membrane mucose quando l'umidità scende e persino che respirare aria fredda all'aperto può raffreddare l'interno del naso abbastanza da ridurre localmente l'immunità.

Anche se quest'ultima idea ammette che le temperature fredde possono avere qualcosa a che fare con il raffreddore, dopotutto, non è la stessa cosa del concetto di "vero freddo". Nella moderna teoria medica citata nel paragrafo precedente il freddo è profondo e oggettivamente reale, può essere misurato con un termometro. L'aria fredda gioca direttamente sui tessuti sensibili che vengono infettati dalla causa primaria della malattia, un microbo.

Al contrario della teoria del "vero freddo", il "freddo" non è affatto un freddo oggettivo. Potrebbe essere qualcosa di mite come la sensazione di una leggera brezza che rinfresca il corpo sudato. Il raffreddamento superficiale presumibilmente si sposta verso il basso attraverso la pelle a ondate all'interno del corpo. Questa teoria non invoca agenti infettivi. Si pensa che il freddo dia il via direttamente al processo della malattia irritando e infiammando i tessuti del corpo.

Le persone che credono che il raffreddore derivi dal raffreddarsi e che le correnti d'aria siano altamente pericolose sono generalmente solo vagamente consapevoli della teoria dei germi. e le bozze sono spiegazioni pronte di ciò che altrimenti è inspiegabile. Quando apprendono la teoria dei germi, ammorbidiscono o modificano la loro posizione, ma raramente la abbandonano del tutto. Potrebbero ammettere che alcuni raffreddori sono virali (da qui la necessità del termine "vero raffreddore") o sosterranno che sedersi in una brutta copia rende suscettibili alle infezioni virali.

Ruolo delle autorità mediche

Alcuni medici si esprimono contro la paura delle correnti d'aria. Ad esempio, il dottor Komarovskiy, un noto pediatra e famoso scrittore sulla salute del bambino, scoraggia il passaggio della paura delle correnti d'aria alla generazione successiva. Nel suo libro The Start of Your Child's Life scrive:

Miei cari! Siamo tu ed io che dobbiamo temere le correnti d'aria perché i nostri genitori ci hanno protetto da queste cose a tutti i costi. Ma cosa c'entra questo con i nostri figli? Non vogliamo andare agli estremi, ma le continue grida di "Affrettati e chiudi la porta!" non portano a niente di buono. Il bambino deve temere ciò che non gli è familiare. Ed è impossibile affrontare la vita senza incontrare una brutta copia. È meglio quindi prenderne conoscenza durante l'infanzia, avendo perso la paura, che come un serio adulto gridare in autobus: "Chiudi il finestrino, c'è una corrente d'aria!"

Il suo consiglio è ampiamente letto e citato. Ci sono molti messaggi nei forum Internet in lingua russa sui conflitti tra i giovani che crescono i loro figli in "stile Komarovsky" e parenti più anziani che gridano: "La finestra! C'è un bambino qui!"

Sembra che tu non abbia ancora un collo bloccato ...
@VladimirF Quindi stai suggerendo che se avessi mai avuto l'osteocondrosi, saprei che è causata dallo stare seduti in correnti d'aria. Puoi dimostrare che questa è una visione medica tradizionale? Puoi citare ricercatori medici (scrivendo in qualsiasi lingua) che favoriscono questa visione? In caso contrario, il mio esempio è valido poiché questa sarebbe una convinzione diffusa che non è supportata dalle autorità in materia.
Quindi, secondo la tua prima affermazione, il flusso d'aria raffredda la parte esposta del corpo delle persone, tipicamente il viso. Ciò sconfigge alcuni meccanismi immunitari, lasciando le porte aperte alle comuni infezioni da raffreddore http://www.nytimes.com/2015/01/13/health/unraveling-the-key-to-a-cold-viruss-effectiveness.html? _r = 0
Ad al collo e al dolore alla schiena, questi sono causati da crampi muscolari. L'aria fredda aumenta la tensione muscolare e provoca dolore immediato nella zona già angusta. Se ha anche un ruolo nella causa della condizione lascio aperto.
E quel dolore immediato è molto reale, se tu avessi la condizione, lo sapresti.
Ad causa: "c'era un'elevata prevalenza di sintomi muscolo-scheletrici tra i lavoratori più esposti, soprattutto per la parte bassa della schiena, collo e spalle .... L'associazione tra esposizione al freddo e problemi muscolo-scheletrici è plausibile ma il meccanismo è ancora oscuro e c'è un necessità di ulteriori ricerche "http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0169814104000769
@VladimirF Penso che tu abbia colpito su come funziona questa convinzione e perché può sembrare ovvia per le persone in una cultura e assurda per le persone in un'altra cultura. Alle persone nelle culture di spiffero è stato detto che questi disagi sono il primo segno di danno e che devono uscire dalla bozza il più rapidamente possibile. Sono iper consapevoli delle correnti d'aria e quindi quando si ammalano, possono sempre ricordare una corrente d'aria su quella parte del corpo che lo spiega. Le persone di altre culture sono solo leggermente infastidite dalle correnti fredde e trovano piacevoli le correnti calde. Hanno sperimentato su se stessi e non si sono ammalati.
@VladimirF L'articolo del NYT è interessante in quanto fornisce una possibile spiegazione del motivo per cui abbiamo più raffreddori in inverno. Respirare aria fredda all'aperto raffredda l'interno del naso. Ma questo fornisce una base per credere che si possa prendere il raffreddore stando seduti accanto a un finestrino aperto in un treno a luglio?
Cerchiamo di [continuare questa discussione in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/45754/discussion-between-davidc-and-vladimir-f).
Freddo! L'Italia non è sola allora! http://www.bbc.com/news/magazine-15987082
@lib L'articolo della BBC sull'abbigliamento invernale in Italia descrive convinzioni correlate e in qualche modo sovrapposte. Le persone che credono in Draft Theory generalmente credono anche che esporre la gola all'aria invernale lasciando il colletto slacciato o permettendo alle mani o ai piedi di raffreddarsi al tatto possa portare a malattie.
Bene, sono stato seduto in una brutta copia ogni giorno per alcune ore nell'ultimo mese o giù di lì (la mia stanza del dormitorio ha una grande brezza incrociata) e devo ancora soffrire di lesioni o malattie di sorta. Tranne per aver tirato un muscolo alla schiena, ma era mentre ero fuori, non nella corrente d'aria. Prove aneddotiche? Certo, ma lo è anche la maggior parte / tutte le prove contro le bozze.
Trovo interessante che anche il dottor Komarovskiy non dica che le bozze sono sicure; dice solo che dobbiamo insegnare ai bambini a non temerli.
@NicHartley: Sì, e quando avevo 20 anni potevo farlo anche per ore. Non più così tanto però. Forse un po 'di empatia per quelli di noi un po' più grandi ti aiuterebbe.
#6
+18
TheHonRose
2016-09-20 22:16:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'uso dell'anestesia durante il travaglio era molto controverso, in parte per motivi medici, in parte per motivi religiosi - le donne erano destinate a soffrire durante il parto - certamente secondo l'opinione dei medici (maschi)! La regina Vittoria - che odiava il parto e non era così appassionata di bambini - ha aperto la strada al suo uso, contro la maggior parte delle opinioni mediche del tempo.

The Lancet ha denunciato il suo utilizzo: “In nessun caso potrebbe essere giustificabile somministrare cloroformio in un lavoro perfettamente ordinario; ma la responsabilità di sostenere un simile procedimento nel caso del Sovrano di questi regni sarebbe davvero enorme ". - La regina Vittoria usa il cloroformio durante il parto, 1853.

Amico, The Lancet sembra avere la sua giusta quota di articoli cattivi.
Nei Paesi Bassi, viene ancora utilizzato solo quando la madre non può più sopportare il dolore.
i moderni antidolorifici e l'anestesia hanno un rischio ** molto ** inferiore rispetto al cloroformio, inoltre l'effetto dura meno tempo ed è più controllabile.
Il cloroformio può avere effetti collaterali sgradevoli, soprattutto se il dosaggio non è calcolato perfettamente o se il paziente ha problemi respiratori. Immagino che negli anni Cinquanta dell'Ottocento fosse ancora più pericoloso.
@vsz Sì, ne sono sicuro, ma non sono sicuro che ci fosse un'alternativa?
#7
+13
jamesqf
2016-09-21 23:17:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Potresti prendere in considerazione il primo vaccino contro il vaiolo. Dalle "Lettere sugli inglesi" di Voltaire:

"Nei paesi cristiani d'Europa si afferma inavvertitamente che gli inglesi sono sciocchi e pazzi. Sciocchi, perché danno ai loro figli il vaiolo per impedirne la cattura esso; e pazzi, perché comunicano arbitrariamente un certo e terribile cimurro ai loro figli, solo per prevenire un male incerto ". Lettera XI: sull'inoculazione.

Voltaire, che morì nel 1778, stava scrivendo sull'inoculazione del vaiolo. La vaccinazione contro il vaiolo fu introdotta nel 1796.
@kimchi lover: Per il non pedante, sono la stessa cosa. L'innoculazione utilizzava una forma debole del virus del vaiolo, la vaccinazione di Jenner utilizzava il relativo vaiolo bovino. Ancora oggi abbiamo vaccini come l'MPR che utilizzano virus vivi indeboliti: https://medlineplus.gov/ency/article/002024.htm
Potrebbe essere (entrambi hanno qualcosa a che fare con i virus), ma per chi ha una mentalità storica, c'è una differenza. Per Jenner e i suoi contemporanei l'una (l'inoculazione) era una pratica popolare introdotta in Europa dalla Turchia e l'altra (la vaccinazione con un virus correlato e forse non derivato dal vaiolo) era una nuova procedura sottoposta a una forma di prove di efficacia e sicurezza . Tutto questo molto prima che i fatti moderni della virologia fossero conosciuti e molto prima che il paradigma batteriologico di Koch delle malattie infettive fosse disponibile.
@kimchi lover: Non riesco a vedere la differenza. Forse lo sto guardando da una prospettiva troppo tecnica. Ma in ogni caso, i dettagli tecnici sono davvero irrilevanti per la questione dei casi di isteria di massa simili all'odierna mania anti-vaccini.
È una questione del proprio livello di tolleranza agli errori di dettaglio. I due trattamenti si basano su organismi diversi, sono stati sviluppati in tempi e luoghi diversi e presentano rischi molto diversi ad essi associati. L'inoculazione, denunciata da Voltaire, era piuttosto rischiosa: non solo poteva uccidere l'inoculo, ma poteva anche provocare un'epidemia incontrollata di vaiolo. Le parole di Voltaire * sembrano sciocche * solo se lette nel contesto di incomprensioni come la tua. In effetti la decisione di inoculare era, ed era considerata all'epoca, un rischio rischioso calcolato.
@kimchi lover: Anche se non sono un MD, penso che ti sbagli sugli "errori di dettaglio". La vaccinazione è la somministrazione di un vaccino, per definizione. I vaccini possono essere prodotti da versioni uccise o indebolite dell'agente patogeno, da agenti patogeni simili (come con il vaccino contro il vaiolo bovino di Jenner) o oggi con metodi più complicati. L '"innoculazione" di cui scrive Voltaire è un vaccino primitivo del primo tipo.
Qualunque cosa. L'inoculazione di cui scrive Voltaire coinvolgeva il virus del vaiolo vivo, e Voltaire non era un esempio del tipo di irragionevolezza di cui l'OP chiedeva.
#8
+7
vsz
2016-09-22 01:07:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci fu una rivolta contadina nell'impero asburgico nel 1830, principalmente in Galizia e nel nord dell'Ungheria, causata da contadini che credevano che un'epidemia di colera fosse un tentativo deliberato del governo e / o dei nobili di sradicare le classi sociali più povere.

Nonostante sia quasi 200 anni fa, ha molte somiglianze con le moderne teorie del complotto (con l'eccezione che è diventato davvero violento, richiedendo l'intervento dell'esercito per ristabilire l'ordine). Molte persone ci credevano, anche se una semplice domanda "perché i nobili vogliono uccidere la classe contadina, vogliono lavorare nelle fattorie da soli?" avrebbe potuto creare buchi enormi nella loro teoria.

È successo anche in molti altri paesi.

#9
+6
WoJ
2016-09-22 13:03:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il caso che ho in mente non è così drastico come gli altri, ma è stato uno dei primi "disinformazione sanitaria diffusa manualmente" su larga scala in Francia.

Negli anni '80 un volantino presumibilmente scritto dall'ospedale Villejuif elenca gli additivi alimentari e il loro impatto sulla salute.

enter image description here ( fonte)

Il più pericoloso era E330 , che è acido citrico (nessun pericolo per il consumo in quantità normali).

Si passava di mano a mano, foto o poly-copied (la qualità stava diminuendo nel tempo, alcuni di quelli che ho visto erano appena leggibili). Essendo un bambino negli anni '80, ricordo ancora che E330 era un additivo tossico e ricordo che i miei e altri genitori lo cercavano da vicino sulle etichette degli alimenti.

È riemerso di recente, 40 anni in seguito, probabilmente per la prossima generazione :)

#10
+3
David42
2016-09-23 20:17:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è una credenza comune tra i meccanici automobilistici (almeno qui negli Stati Uniti) che se una batteria per auto viene posizionata su un pavimento di cemento, il cemento in qualche modo la scaricherà e molto probabilmente la rovinerà. I nuovi meccanici sono incaricati di mettere una tavola di legno tra la batteria e il cemento.

Questa convinzione è simile nella struttura alla paura del vaccino. L'evidenza del danno è puramente aneddotica. Si raccontano storie di batterie ritenute buone che sono state rimosse dalle auto, collocate su pavimenti di cemento e in seguito si sono trovate male. Ma la correlazione non è causalità. Le auto portate nei negozi di auto hanno spesso batterie scariche che funzionano solo se vengono caricate ogni giorno.

È simile alle storie di bambini che hanno mostrato segni di autismo poco dopo essere stati lasciati liberi. I bambini ricevono un giro di vaccini all'incirca nel momento in cui il loro comportamento si sviluppa abbastanza da poter vedere se è autistico o meno.

Come nella paura del vaccino, c'è una netta mancanza di supporto esperto per il popolare Richiesta. L'affermazione che il cemento umido è conduttivo e che "mette in cortocircuito" la batteria è mumbo-jumbo. Il cortocircuito della batteria richiede il contatto con i terminali. Inoltre, le batterie trascorrono la loro vita utile in vassoi per batterie in metallo che sono molto più conduttivi del cemento.

Ciò ha portato a un grande dibattito su Internet. Gli esperimenti non sono riusciti a dimostrare una scarica più rapida, gli ingegneri elettrici hanno criticato la teoria e i produttori di batterie hanno negato che le loro batterie possano essere danneggiate in questo modo.

Ora c'è una più ampia accettazione (almeno su Internet) che questa convinzione è falsa, anche se alcuni insistono ancora sul fatto che una volta era vera con batterie di diverso design. Le spiegazioni offerte sono quasi altrettanto inverosimili, ma poiché nessuno ha nessuna di queste batterie da testare, non possono essere confutate assolutamente.

Quindi questo tipo di convinzione non si limita alle questioni di salute umana. Fa parte di una naturale tendenza umana vedere eventi angoscianti piccoli e grandi come il prodotto di un singolo errore evitabile.

Mi chiedo, tuttavia, perché tutti i vassoi della batteria che ho visto negli ultimi decenni sono fatti di plastica, o hanno la batteria su un vassoio di plastica che si trova su supporti metallici.
@jamesqf Fino a poco tempo fa erano in metallo. Oggigiorno si usa la plastica perché è più resistente all'acido versato.
-1 La domanda non era semplicemente * "elenca alcuni miti comuni" *, ma sulle teorie del complotto secondo cui una malattia o la sua cura era un veleno artificiale usato dal governo per sradicare parte della popolazione, o almeno la cura che ha duri effetti collaterali deliberatamente nascosti alla popolazione.
@vsz La domanda richiede esempi simili al dibattito sui vaccini per i seguenti due aspetti: 1) una diffusa convinzione che qualcosa sia dannoso e 2) "autorità" (cioè esperti in materia) in disaccordo. Sebbene l'OP etichetti lo spavento del vaccino una "teoria del complotto", credenze di questo tipo non dipendono dalle teorie del complotto. Questi vengono dopo, quando i credenti cercano di spiegare perché gli esperti non sono d'accordo. La mia risposta è preziosa perché mostra che tali disaccordi non si limitano a questioni di salute umana.
@vsz ha riscritto per chiarire i paralleli tra lo spavento del vaccino e il mito della batteria
@DavidC: Ok, anche se probabilmente non sto rispondendo veramente alla domanda dell'OP riguardo alle cospirazioni, con le modifiche almeno non è sfacciatamente fuori tema, quindi ho annullato il mio voto negativo.
@vsz Grazie per aver guardato la versione rivista. Non credo che l'OP intendesse escludere precedenti storici in cui un elemento di cospirazione è assente.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...