Domanda:
Perché Hitler ha attaccato l'Unione Sovietica quando era ancora impegnato a combattere il Regno Unito?
Massimo
2011-10-12 03:12:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Durante la seconda guerra mondiale, Hitler stava combattendo una guerra con la Gran Bretagna, ma mentre combatteva quella guerra, attaccò l'Unione Sovietica. Tutti sanno che dover combattere su due fronti opposti contemporaneamente fa male ... ed è anche noto che ogni paese europeo che ha tentato di invadere la Russia è sempre stato battuto a fondo.

Quindi, a parte il Risposta standard "era un pazzo deciso a conquistare il mondo", qual era la logica alla base del lancio di un attacco su vasta scala contro l'Unione Sovietica mentre combatteva ancora attivamente l'Impero Britannico?

Se i giapponesi non avessero incasinato le cose quando hanno bombardato Pearl Harbor, gli Stati Uniti avrebbero potuto facilmente sospendere la guerra come non belligeranti. In quelle condizioni non è inconcepibile che la Germania avrebbe potuto conquistare Russia e Gran Bretagna. Soprattutto se il Giappone avesse scelto di attaccare la Russia invece degli Stati Uniti.
Se il Giappone avesse scelto di attaccare la Russia e la Germania avesse concentrato i suoi attacchi sulla Russia, la Russia avrebbe avuto poche speranze di essere equa. La Gran Bretagna era la prima potenza mondiale prima dell'ascesa di Germania e Stati Uniti. intorno alla seconda guerra mondiale il tempo avrebbe rappresentato una sfida molto più grande, soprattutto essere su un'isola.
Perché credeva che il suo esercito potesse schiacciare la Russia nel giro di 2 mesi.
@JoeHobbit: FDR stava cercando di portare gli Stati Uniti in guerra contro la Germania, e l'USN era attivamente in guerra nel Nord Atlantico entro l'autunno 1941.
@DavidThornley True. Non c'è modo di sapere come sarebbero andate le cose se Pearl Harbor non fosse accaduta.
Carlo XII di Svezia: "OK, allora invadiamo la Russia! Oh, cattiva idea! Cattiva idea!" Napoleone: "Ammiro Carlo XII, era un fottuto genio, invaderò la Russia! Oh, merde! Cattiva idea! Cattiva idea!" Hitler: "Ammiro Carlo XII e Napoleone. Geniali assoluti! Invaderò la Russia! Oh, scheisse, cattiva idea! Cattiva idea!" Mi chiedo quando impareranno ...
La prima guerra mondiale: invasione di successo della Russia.
@RichardGadsden: Tasso di successo del 25% in 4 tentativi in ​​300 anni, su una scommessa * all-in *. Preferisco probabilità migliori.
Vorrei che gli inventori non iniziassero a scommettere su quote migliori.
"ogni paese europeo che ha tentato di invadere la Russia è sempre stato completamente battuto" - la Polonia nel 1611 ha abbracciato Mosca, dopo che lo zar russo ha reso omaggio al re polacco, Sigismondo III Vasa.
Tecnicamente, la prima guerra mondiale fu una contro-invasione, poiché i russi attaccarono per primi!
L'invasione hitleriana della Russia avvenne dopo che il suo fronte occidentale aveva già vinto. Gli inglesi erano intrappolati sull'isola e venivano bombardati ogni notte. mentre il resto dell'Europa occidentale era tutto ben chiuso. Il problema più grande in cui si imbatté Hitler fu che gli Stati Uniti entrarono nella mischia. questo ora gli ha fatto combattere di nuovo una guerra su due fronti, invece di una guerra su un solo fronte, e alcuni bombardamenti aerei casuali.
Povero ragazzo Massimo :) questa è una delle domande più popolari su SE ancora, è senza una risposta accettata. Buona fortuna, 28 di tgem pal :)
Dato il recente aumento della propaganda nazista da parte di un utente 1 rappresentante, per ora ho protetto la domanda. Abbiamo 33 risposte, quindi i costi per proteggere questa domanda sono bassi, penso.
Hitler attaccò l'Unione Sovietica perché era il principale nemico straniero dei suoi movimenti nazisti e pensava di sconfiggerlo con un altro Blitzkrieg prima dell'inizio dell'inverno.
@Dale Non sono sicuro della rilevanza di Pearl Harbor - la Germania aveva effettivamente perso l'operazione Barbarossa a quel punto.
@Himarm È vero, il fronte occidentale era già stato vinto da Hitler. Ma, quando hanno iniziato l'operazione Barbarossa, stavano ancora combattendo attivamente la loro campagna nordafricana.
-1
34 risposte:
#1
+135
Caimen
2011-10-12 04:29:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono sicuro che ci siano prove dirette che sia stata strategicamente una cattiva idea. Strategicamente aveva senso attaccare l'Unione Sovietica mentre era debole e impreparata alla guerra. Hitler sapeva che mentre faceva progressi sul fronte occidentale, Stalin diventava ogni giorno più nervoso per il crescente potere della Germania nazista.

Ciò che deve essere ricordato è che Hitler quasi vinse la guerra con l'Unione Sovietica. . Hitler sentiva che l'esercito non si stava muovendo abbastanza velocemente verso Mosca. Se i comandanti di Hitler avessero fatto ciò che Hitler voleva, cioè correre il più velocemente possibile a Mosca, allora è possibile che l'Unione Sovietica sarebbe caduta senza tempo per preparare un imponente esercito di fanteria. Anche l'esercito tedesco non era preparato a combattere con il freddo. Non ci si aspettava che l'Unione Sovietica fosse nemmeno in grado di reagire. L'esercito dell'Unione Sovietica è stato nel caos durante l'intera guerra. Era mal equipaggiato e tutto ciò che aveva da offrire era la quantità rispetto alla qualità.

La combinazione del freddo, della resistenza inaspettata e del tempo necessario per arrivare a Mosca a causa del freddo e della resistenza era riportando indietro la Germania. L'intera strategia era quella di entrare e occupare Mosca e assumere la leadership. Ci vollero circa sei mesi prima che i tedeschi arrivassero quasi alle porte di Mosca, quando finalmente la marea cominciò a cambiare a Stalingrado. Hitler, cosa più importante, sottovalutava la pura volontà del paese di difendersi, non importa quanto il costo del sangue. L'Unione Sovietica ha perso ben il 13,5% della sua popolazione a causa della guerra.

Quindi, in breve, strategicamente molto aveva senso in quel momento. L'operazione è stata sbagliata perché il blitzkrieg non è stato abbastanza veloce, la sottovalutazione del tipo di forza che l'Unione Sovietica potrebbe mettere insieme e una sottovalutazione del freddo inverno. Il piano è stato ritardato anche a causa delle battute d'arresto nei Balcani e dell'aiuto agli italiani dove avevano fallito.

È difficile trovare una prova strategica reale di ciò che stava accadendo nella mente di Hitler e dei suoi consiglieri per intraprendere questa operazione rischiosa. Sappiamo tuttavia che questi erano stati parte dei piani di Hitler per anni. A mio parere, probabilmente all'epoca si pensava che le probabilità fossero a favore della Germania nazista. In tutta la realtà, i tedeschi avevano buone possibilità di vincere la guerra entro sei mesi, forse se solo poche variabili fossero cambiate avrebbero potuto davvero farcela. Se fossero potuti arrivare lì un mese prima, probabilmente avrebbero vinto.

Anche la Gran Bretagna non era assolutamente in grado di opporre alcun tipo di resistenza, tranne che per i bombardamenti occasionali, che producevano molto più perdite di quanto potessero tenere il passo con l'equipaggiamento.

Anche Stalin e Hitler non erano veri alleati, avevano solo un patto di non aggressione ed entrambi non erano esattamente noti per essere affidabili. Stalin fu anche molte volte credulone e Hitler ne approfittò diplomaticamente. Anche quando avvertì che la Germania stava per invadere, Stalin congedò i suoi consiglieri.

Tenendo conto di tutti questi fattori, Hitler e i suoi ufficiali probabilmente non hanno mai pensato che l'Unione Sovietica sarebbe mai stata in grado di lanciare qualsiasi tipo di contrattacco. Ci è voluto un po 'di tempo e gli Stati Uniti sono intervenuti affinché l'Unione Sovietica iniziasse davvero la sua controffensiva di successo.

Modifica : solo oggi ho trovato alcune registrazioni eccezionali e rare di Hitler in realtà parlava dei suoi pensieri esatti sull'invasione dell'Unione Sovietica. Non riesco a pensare a una fonte di informazione migliore per rispondere a questa domanda soggettiva se non le parole dell'uomo stesso. Questa registrazione è un pezzo storico davvero incredibile.

Hitler Speaking Normally (YouTube): La conversazione Hitler-Mannerheim

Modifica 2

Ecco un collegamento alla trascrizione della traduzione in inglese di quella conversazione registrata tra Adolf Hitler e il presidente finlandese Carl Gustaf Emil Mannerheim.

Trascrizione della conversazione Hitler - Mannerheim

In questa traduzione Hitler descrive la sua assoluta incredulità su quanto bene fosse armata l'Unione Sovietica all'inizio della guerra. Hitler descrive come i carri armati tedeschi non fossero ben equipaggiati per i combattimenti invernali. Descrive anche quella che chiama la debolezza dell'Italia, dove i tedeschi li aiutarono in Nord Africa, in Grecia e in Albania.

Citando direttamente Hitler sulla sua paura di una guerra precoce con la Russia e la perdita di prezioso petrolio pozzi in Romania.

Tutto questo era naturalmente inevitabile, vedete. Ho avuto una conversazione con Molotov [il ministro sovietico] in quel momento, ed era assolutamente certo che Molotov fosse partito con la decisione di iniziare una guerra, e ho respinto la decisione di iniziare una guerra, e l'ho licenziato con la decisione di - impossibile , per prevenirlo. C'era - questo era l'unico - perché le richieste sollevate dall'uomo erano chiaramente mirate a governare, l'Europa alla fine. (Praticamente sussurrando qui.) Poi ce l'ho - non pubblicamente ... (svanisce).

Già nell'autunno del 1940 ci siamo continuamente posti la domanda, uh: dovremmo considerare una rottura [ nei rapporti con l'URSS]? A quel tempo, ho consigliato al governo finlandese, di - negoziare e, per guadagnare tempo e, agire in modo dilatorio in questa materia - perché ho sempre temuto - che la Russia avrebbe improvvisamente attaccato la Romania nel tardo autunno - e occupare i pozzi petroliferi, e non saremmo stati pronti nel tardo autunno del 1940. Se la Russia avesse davvero preso i pozzi petroliferi rumeni, la Germania sarebbe andata perduta. Ci sarebbero voluti solo 60 divisioni russe per gestire la questione.

In Romania, ovviamente, a quel tempo non c'erano unità principali. Il governo rumeno si era rivolto a noi solo di recente - e quello che abbiamo fatto c'è stato ridicolo. Dovevano solo occupare i pozzi petroliferi. Certo, con le nostre armi non ho potuto iniziare una guerra a settembre o ottobre. Era fuori questione. Naturalmente, il trasferimento a est non era ancora così avanzato. Ovviamente, le unità dovettero prima riconsolidarsi a ovest. Prima di tutto bisognava occuparsi degli armamenti perché anche noi avevamo - sì, abbiamo anche avuto perdite nella nostra campagna in occidente. Sarebbe stato impossibile attaccare - prima della primavera del 19, 41. E se i russi in quel momento - nell'autunno del 1940 - avessero occupato la Romania - avessero preso i pozzi petroliferi, allora saremmo stati impotenti nel 1941.

-Adolf Hitler

Un'altra voce in sottofondo: senza petrolio ...

Cosa le fa pensare che Mosca fosse importante? Napoleone invase Mosca e non gli fece bene. L'Unione Sovietica trasferì le fabbriche negli Urali e alla fine riportò la produzione ai livelli precedenti, trasferire il governo sarebbe stato ancora più facile. Quindi non sono davvero convinto che il piano avesse un senso strategico, penso piuttosto che l'intera operazione sia stata condannata dall'inizio nonostante il successo iniziale. Quindi mi aspetto ragioni più serie da parte di Hitler che "solo perché poteva".
Questa non era l'era napoleonica, prendere Mosca avrebbe significato condannare quella poca centralizzazione che l'Unione Sovietica aveva nell'organizzare qualsiasi tipo di resistenza formale. Quello che bisogna capire è che la guerra era inevitabile tra le due parti. Hitler ha scelto l'opzione offensiva. Si può sostenere che sarebbe stato meglio difendere ciò che aveva già guadagnato, e probabilmente avresti ragione. Se era ego o una sparatoria strategica, la guerra era inevitabile. Possiamo solo immaginare perché Hitler sia andato all'offensiva. La mia ipotesi è che pensasse di poter paralizzare l'Unione Sovietica con un lampo.
Hitler doveva assolutamente decidere se difendersi o attaccare l'Unione Sovietica. Hitler sapeva che la guerra sia con gli Stati Uniti che con l'Unione Sovietica era inevitabile. Così ha deciso di attaccare l'Unione Sovietica, quindi quando è arrivato il momento di combattere gli Stati Uniti avrebbe dovuto occuparsi principalmente di un fronte.
Spero che tu possa trovare fonti per supportare le tue affermazioni. In particolare l'idea che Hitler sapesse che gli Stati Uniti sarebbero intervenuti, dato che a questo punto gli isolazionisti negli Stati Uniti erano ancora molto forti.
Hitler sapeva che il Giappone alla fine avrebbe attaccato gli Stati Uniti e Hitler voleva sostenere il Giappone. Hitler quindi sapeva che gli Stati Uniti alla fine sarebbero stati coinvolti, molto prima che gli Stati Uniti lo sapessero.
Wow, stiamo entrando in speculazioni davvero selvagge ora. Come lo sapeva Hitler? Pensi che il Giappone abbia affidato al suo alleato piani così delicati anche se non c'era motivo per cui la Germania avesse bisogno di saperlo? Ma anche se lo avessero fatto, l'entrata in guerra degli Stati Uniti con il Giappone non significava che anche gli Stati Uniti sarebbero stati abbastanza sciocchi da dichiarare guerra alla Germania. Mentre gli Stati Uniti avrebbero potuto avere una marina forte nel 1941, le loro forze di terra non potevano competere con l'esercito tedesco: ci vollero tre anni per arrivare al punto in cui erano pronti ad attaccare una Germania gravemente indebolita.
L'intera domanda è basata sulla speculazione. Non possiamo sapere con certezza cosa stesse passando per la mente di Hitler durante questo periodo. Ma dire che Hitler era completamente all'oscuro dell'imminente scontro tra Stati Uniti e Giappone, è praticamente ridicolo secondo me. Il Giappone e gli Stati Uniti erano in rotta di collisione da decenni. Dire che Hitler non era a conoscenza della situazione politica in Asia e in Occidente, penso, significherebbe sottovalutare enormemente la sua intelligenza e il suo pensiero strategico. http://en.wikipedia.org/wiki/Events_leading_to_the_attack_on_Pearl_Harbor#Background_to_conflict
Risposta giusta, ma penso che dire che ciò che i tedeschi hanno ottenuto in Russia sia stato "inaspettato" è altamente fuorviante. Ha un'impressionante somiglianza con l'invasione di Napoleone circa centotrent'anni prima! Solo i mongoli hanno avuto un grande successo nell'invasione della Russia, davvero.
Gli obiettivi tedeschi originali nell'Unione Sovietica erano di distruggere gli eserciti sovietici vicino al confine, prima che i tedeschi dovessero fare i conti con linee di rifornimento molto lunghe. Personalmente, penso che, se i tedeschi si fossero concentrati su Mosca, discuteremmo che i tedeschi avrebbero potuto vincere se avessero colpito più duramente gli eserciti in Ucraina.
Correggi la tua risposta. L'Inghilterra di per sé non ha nulla a che fare con la seconda guerra mondiale; non esisteva come singolo paese dall'inizio del XVIII secolo. * (Il Regno Unito di) Gran Bretagna * è ciò che intendi.
@Noldorin risolto.
@Caimen: Grazie. +1 ora. Anche l'Impero Britannico dovrebbe ottenere credito, dal momento che molti australiani e canadesi hanno combattuto per l'Impero britannico nella seconda guerra mondiale ... anche se non sarò così pedante :-)
Per una questione di chiarimento, Stalin non solo è stato avvertito che ci sarà una guerra, ma è stato anche messo in guardia contro di essa. I sovietici stavano osservando se i tedeschi si sarebbero preparati per il freddo e poiché non lo fecero, questa era un'indicazione che non ci sarebbe stata guerra. Stalin non sapeva che era dovuto al blitzkrieg pianificato.
La tua cronologia è sbagliata: Barbarossa iniziò il 1941-06-22, Stalingrado il 1942-08-23. Hai tralasciato completamente il 1942.
Sono d'accordo con la maggior parte della tua risposta, tranne per il fatto che è stato Hitler a dirottare l'Esercito Groupe Center da Mosca a Kiev. Hitler pensava di avere tutto il tempo del mondo perché altrimenti non avrebbe dovuto prepararsi per l'inverno. Guderian si rese conto che questa deviazione sarebbe costata loro tempo prezioso prima dell'inverno. Sono anche d'accordo sul fatto che se i tedeschi avessero avuto un altro mese prima dell'inverno del 1941, il risultato avrebbe potuto essere molto diverso.
Fu Hitler a ordinare la deviazione jugoslava e fu Hitler a ordinare ai panzer di Kleist di allontanarsi da Smolensk per Kiev. Sebbene la seconda fosse una mossa strategicamente valida, la prima ha comportato un ritardo nell'operazione Barbarossa di altri 2 preziosi mesi. Se l'invasione fosse iniziata non appena le strade si fossero scongelate, diciamo il 5 maggio, potremmo guardare un mondo molto diverso!
Non c'è "sarebbe" nella storia
Riguardo: "L'esercito dell'Unione Sovietica è stato in rovina per tutta la guerra. Era mal equipaggiato ...". No, non era male attrezzato. Ad esempio, aveva il serbatoio [T-34] (https://en.wikipedia.org/wiki/T-34). A quel tempo era di gran lunga superiore a qualsiasi cosa i tedeschi avessero, con armatura inclinata, enorme potenza di fuoco, un motore diesel affidabile e più adatto alle condizioni sul fronte orientale. L'Unione Sovietica aveva anche il [lanciarazzi Katyusha] (https://en.wikipedia.org/wiki/Katyusha_rocket_launcher). I carri armati tedeschi migliori apparvero solo più tardi e non in numero abbastanza alto da fare la differenza.
Questa domanda ha molti riscontri a questo punto e comprensibilmente è una domanda comune per chiunque si diletti nella storia. La mia risposta è la mia risposta soggettiva a una domanda estremamente soggettiva. Faccio alcune generalizzazioni selvagge nella mia risposta per fare una lettura veloce. Le generalizzazioni che faccio non devono essere considerate un fatto e imploro chiunque sia veramente interessato a questo argomento di leggere non solo la mia risposta, ma tutte le altre grandi risposte e critiche qui. Sfortunatamente non ho tempo da dedicare a ricerche molto ulteriori, ma accolgo con favore tutte le modifiche e le discussioni continue.
La cosa importante che manca qui è PERCHÉ i sovietici potrebbero ammassare quelle forze a ovest quando lo fecero. L'attenzione dei giapponesi a sud, invadendo l'Indonesia, minacciando l'Australia e la Nuova Zelanda, attraversando la Birmania per minacciare l'India, fece sì che l'Alto Comando sovietico fosse finalmente a suo agio nel rimuovere alcuni milioni di truppe di guarnigione dall'estremo oriente e servizio nell'ovest. È stata una sorpresa maleducata (e per un po 'non riconosciuta) per i tedeschi, che avevano programmato di prendere Mosca prima che ciò potesse accadere.
Voto positivo. Grazie per aver menzionato i Balcani. Tutti sottovalutano il fatto che, a causa dell'impossibilità degli italiani di portare a termine la guerra con i Balcani e la Grecia, la Germania ha dovuto ridurre le truppe sul fronte orientale di quasi il 30%
Puoi aggiungere un breve riepilogo delle registrazioni, nel caso in cui il video a cui ti colleghi venga rimosso?
Se qualcuno riesce a trovare una trascrizione effettiva della registrazione, mi collegherò ad essa e cercherò di riassumerla.
Non ero sicuro di dover copiare e incollare l'intera trascrizione qui perché è moderatamente lunga, ma l'ho riassunta e ho incluso alcune parti della conversazione che ritenevo importanti. Se la gente pensa che dovrei semplicemente pubblicare l'intera trascrizione qui per custodia, lo farò.
Rilevante per qualsiasi discussione sul perché la decisione di attaccare la Russia è ["teoria del cuore"] (https://en.wikipedia.org/wiki/The_Geographical_Pivot_of_History).
La marcia verso Mosca fu interrotta su ordine esplicito di Hitler, non su raccomandazione dell'OKW o dei comandanti in prima linea. La colpa è di lui. Ordinò di reindirizzare i Panzer (del 2 ° Panzergruppe credo) da inviare a Kiev e fermare l'offensiva su Mosca. Kiev cadde con successo, ma il maltempo e la tregua dall'assalto tedesco permisero ai russi di rafforzare la loro posizione a Moskva e respingere i tedeschi.
Non c'è motivo di fidarsi del discorso di Hitler con Mannerheim. Gli disse che cosa pensava lo avrebbe aiutato a convincerlo a fare ciò che Hitler voleva che facesse.
Molti dei fatti non sono corretti in questa risposta. La Wehrmacht era pronta per la guerra in inverno. Ma la logistica era così pessima, che dovevi scegliere tra munizioni e altro. Il fango (soprattutto per i veicoli) era più un problema per l'offensiva che per il freddo.
Per molti storici ora, è chiaro che semplicemente la Germania non avrebbe potuto vincere. Il ritardo in Grecia non è cambiato molto. Quello che avrebbe potuto essere un fattore, era Sorge una spia sovietica in Giappone. Quindi le truppe russe orientali furono riportate indietro. Ma anche questo potrebbe essere un dubbio.
Il Giappone avrebbe attaccato se Stalingrado fosse caduta, mentre l'URSS si sarebbe trovata in una situazione disastrosa, perché avrebbe tagliato alcune forniture fornite dagli alleati. L'URSS produceva molto di più della Germania, che non è nemmeno certo.
Hitler ha effettivamente salvato l'esercito tedesco nel primo inverno, poi per fortuna ha commesso gravi errori. La Germania era troppo piccola e non aveva risorse sufficienti per vincere la seconda guerra mondiale.
@xrorox Perché pensi che il Giappone avrebbe attaccato se la campagna di Stalingrado fosse andata meglio per la Germania? La Marina giapponese era completamente estesa nel Pacifico e la logistica per un'importante offensiva dell'esercito era, nella migliore delle ipotesi, incerta.
@DavidThornley https://en.wikipedia.org/wiki/Richard_Sorge Cerca Volga. Era un agente / anello sovietico davvero fidato
#2
+69
Harley Holcombe
2011-10-12 03:50:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A questo punto, la Germania controllava l ' intera penisola europea ed era molto difficile vedere le forze alleate tornare da lì.

Hitler disse a uno di i suoi generali nel giugno 1940 che le vittorie in Europa occidentale "finalmente liberarono le mani per il suo importante compito reale: la resa dei conti con il bolscevismo" [da qui].

I motivi per attaccare l'Unione Sovietica includono:

  • Perché avere un'enorme potenza militare proprio accanto quando stai combattendo una guerra a mille chilometri di distanza ha innervosito la Germania.
  • sterminare il comunismo
  • Cattura giacimenti petroliferi e altre risorse strategiche.
  • Lebensraum, o "spazio vitale", un'ideologia centrale dei nazisti.
Tutte queste erano ottime ragioni per la Germania per attaccare la SU. Ma la mia domanda riguarda il motivo per cui l'hanno attaccata * mentre combattevano ancora l'Inghilterra *, invece di concentrarsi sull'Inghilterra, abbattendola e * poi * puntando verso est.
Aggiunte ulteriori informazioni. Fondamentalmente, l'Inghilterra era finita.
Sembra che in realtà non fosse così finito ...
@Massimo Molto vero, ovviamente. Ma se si guarda a ciò che la Germania ha ottenuto all'inizio della guerra, è quasi inconcepibile che possa perdere da una posizione così forte. All'epoca sarebbe stato un giusto presupposto.
@HarleyHolcombe Hitler non aveva una Marina abbastanza grande da riuscire a invadere l'Inghilterra con successo.
Comprendere la cronologia degli eventi è molto importante. Gli Stati Uniti non erano coinvolti, anche se Hitler capì che alla fine lo sarebbe stato. La Gran Bretagna da sola non potrebbe fare nulla contro la Germania. Hitler probabilmente attaccò l'Unione Sovietica a est, quindi quando gli Stati Uniti arrivarono da ovest i tedeschi potevano concentrarsi su un fronte. Hitler aveva a lungo in programma di attaccare il Soviet, e probabilmente aveva paura che i sovietici avrebbero approfittato degli attacchi statunitensi sul fronte occidentale.
Penso che @quant_dev abbia la metà del punto. Hitler non aveva una Marina abbastanza grande da invadere l'Inghilterra, ma anche all'Inghilterra mancava l'elemento anfibio della sua marina per contrattaccare in Europa. Sarebbero passati diversi anni e solo con l'aiuto delle Americhe sarebbe diventato possibile un simile attraversamento della Manica. Ricorda la supplica di Stalin a Churchill di aiutare aprendo un secondo fronte nell'Europa occidentale. Nel 1940 Hitler non era ancora impegnato a combattere la Gran Bretagna.
La Germania controllava lontano dalla * intera * penisola europea. Svizzera, Spagna, Irlanda e gran parte della Scandinavia, per non parlare di tutta la Russia europea, erano libere dal controllo tedesco (anche se debole). Così era l'Italia, tecnicamente, poiché era un alleato della Germania, anche se militarmente molto inferiore.
@Noldorin Vero, non avevano la Spagna (non belligerante) o la Svizzera (neutrale), ma l'Irlanda e la Russia non sono sulla penisola. Probabilmente è più esatto dire che non avevano più nessuno da combattere nella penisola.
@HarleyHolcombe, sì, l'Irlanda non è sicuramente sulla penisola, oops. :-) Penso che sia un po 'vago quando la "penisola" finisce però. Credo sia sempre stato un termine vagamente definito. In ogni caso, sembrerebbe che la Germania nazista e la Spagna condividessero ideologie fasciste (la prima aiutò anche durante la guerra civile della seconda, anche se Franco non sopportava Hitler). La Svizzera ha sempre tenuto troppi soldi nazisti nelle sue banche per rendere utile un'invasione, ho sentito!
@Noldorin: la Spagna era un alleato ideologico e la Svizzera aveva giurato neutralità. quindi sì, non avevano nemici sulla penisola
@Matthaeus: Solo in parte. La Spagna, però, non aderiva veramente alle politiche razziali dei nazisti (né l'Italia lo fece veramente, sebbene fossero un "alleato" per qualche tempo). E la Spagna non ha inviato truppe o assistenza militare per quanto ne so. Probabilmente perché non erano molto potenti, in tutta onestà, ma comunque. La Svizzera è un caso complesso ... spesso hanno una parvenza di neutralità, ma ciò che fanno subdolamente può essere visto come molto partigiano in molti casi.
@Noldorin: Hai per lo più ragione riguardo alla Spagna. In Spagna l'ala sinistra era l'unica con un po 'di razzismo (e vedo da dove viene), perché le truppe di Franco erano per lo più chiamate "moros" che significa brughiere, cioè truppe nordafricane. E no, non hanno mandato truppe, anzi hanno ricevuto aiuto dalla Germania e dall'Italia. D'altra parte, vengo dall'italia e posso dirvi che non solo la politica e l'educazione del tempo erano molto razziste, ma anche una certa letteratura approvata dal regime. Le deportazioni di ebrei in Germania erano comuni (c'è un campo di deportazione anche vicino alla mia città natale)
Sì, sono sicuro che lo fosse, @Matthaeus. Ma sono anche abbastanza fiducioso che il tipo di visione comune dei tedeschi su ebrei, slavi e altri "untermenschen" non fosse così diffuso in Italia a quel tempo. In effetti, sono citazioni affidabili di Mussolini che trova la politica razziale nazista / hitleriana molto sgradevole. Ho la sensazione che l'Italia fascista abbia collaborato con i nazisti e sponsorizzato la loro politica razziale in quanto alleati, ma in realtà non aveva la stessa convinzione di fede (per non parlare di zelo) dietro di essa.
#3
+44
Rincewind42
2011-10-12 09:52:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Germania ha sempre voluto attaccare e sconfiggere la Russia sovietica. C'è una battaglia ideologica tra fascismo e comunismo. La Germania pensava davvero che la Russia fosse il nemico del mondo. Alcuni tedeschi credevano che tale fosse il male del comunismo, che quando avessero iniziato il fronte orientale, gli inglesi sarebbero venuti al loro fianco per combattere il comunismo piuttosto che continuare a combattere.

Il fronte occidentale era sicuro. L'invasione dell'Inghilterra era fuori gioco, ma allo stesso modo una contro-invasione da parte dell'Inghilterra era ritenuta improbabile, e in quel momento non era possibile per l'Inghilterra contrattaccare in Europa. C'era una certa aspettativa che gli inglesi avrebbero fatto un accordo per lo status quo in Occidente e non avrebbero continuato a combattere.

La Russia si stava rafforzando. Ogni mese in ritardo ha visto la Russia prepararsi meglio, costruendo più carri armati, più aeroplani e accumulando armi. Qualsiasi ritardo avrebbe reso la guerra a est più difficile. La Russia sapeva che stava arrivando una grande guerra, con la Germania o con il Giappone, e aveva lavorato il più velocemente possibile per ricostruire i suoi eserciti.

La Germania si aspettava che la guerra in Oriente fosse rapida e decisiva, solo come lo erano state le guerre nell'Europa centrale e in Occidente. Non si aspettavano di essere trascinati in profondità nella Russia e nell'inverno della Russia. Hanno anche commesso errori di strategia durante l'avanzata che significava che non potevano raggiungere gli obiettivi che avrebbero assicurato una rapida vittoria, ma sono stati sviati.

La Russia conteneva risorse significative di petrolio, carbone, gas, acciaio , ecc. La Germania ne aveva bisogno per continuare i suoi sforzi bellici. Senza garantire le risorse russe, la Germania avrebbe potuto morire di fame.

Buffo come il fascismo e il comunismo si siano sterminati.
La Germania voleva espandersi. Non ha niente a che fare con il fascismo contro il comunismo. Prima di affrontare la Russia, la Germania ha attaccato e occupato numerosi paesi europei con i quali la Germania non ha avuto battaglie ideologiche. Erano semplicemente ossessionati dall'occupazione dei territori e per compensare la perdita nella prima guerra mondiale.
@Andrei Non abbiamo bisogno di un martello per ogni vite. Le ragioni per attaccare i vicini europei non devono necessariamente coincidere con le ragioni per attaccare la Russia. Dire che erano semplicemente ossessionati dall'occupare più territorio è troppo semplice e generalizzato.
@Rincewind42 I tedeschi erano grandi sul territorio. Volevano sterminare la popolazione slava della Russia e colonizzarla con i coloni tedeschi. Naturalmente, anche il desiderio di spazzare via gli ebrei in Russia è stato un fattore importante.
@JoeHobbit: La seconda guerra mondiale in Europa non ha sterminato il comunismo, ma piuttosto lo ha esteso e legittimato. I tedeschi fecero sembrare buono il dominio stalinista e nella parte finale della guerra l'Armata Rossa avanzò in profondità nell'Europa centrale. Inoltre, le azioni dei comunisti nei movimenti di resistenza in vari paesi occupati li facevano sembrare eroici.
@DavidThornley Sfortunatamente ci è voluto un po 'più di tempo per il collasso del comunismo.
@Andrei Assolutamente aveva qualcosa a che fare con "Fascismo contro comunismo". Il Patto Anti-Comintern del 1936 tra Germania e Giappone riguardava esattamente questo. Il Giappone all'epoca era controllato da imperialisti militaristi anticomunisti che repressero con la violenza l'opposizione. La Cina era controllata da nazionalisti militaristi anticomunisti che hanno anche represso violentemente l'opposizione e cacciato l'influenza di Stalin, ma l'influenza del PCC e di Stalin e il suo aiuto persistettero comunque in Cina. http://avalon.law.yale.edu/wwii/tri1.asphttp://spartacus-educational.com/GERanti.htm
I commenti non sono per discussioni estese; questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/55817/discussion-on-answer-by-rincewind42-why-did-hitler-attack-the-soviet-union-when) .
#4
+30
David Thornley
2011-10-18 06:29:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I due grandi obiettivi nazisti erano lo sterminio degli ebrei e la conquista della terra in Oriente, che doveva essere risolta dagli ariani, con le popolazioni native drasticamente ridotte di numero ed esistenti come servitori ignoranti. Hitler ha dovuto invadere l'Unione Sovietica. Inoltre, non credo che nessuno pensasse che la pace tra la Germania e l'Unione Sovietica sarebbe durata: i sovietici consideravano quel periodo come "strisciante verso la guerra".

L'Unione Sovietica sembrava vulnerabile. L'impero russo era crollato nel 1917, nonostante non fosse l'obiettivo principale degli imperi centrali nel 1914 e 1916. Hitler pensava che il regime comunista sarebbe stato più debole e l'attacco tedesco più forte (avevano conquistato la Francia in sei settimane, dopotutto) , e che l'Unione Sovietica sarebbe quindi crollata a causa di un grave attacco. La loro prestazione nella Guerra d'Inverno contro la Finlandia non prometteva una resistenza effettiva, né l'epurazione del corpo degli ufficiali sovietici. Entrambi erano vantaggi potenzialmente fugaci. (In effetti, se i tedeschi avessero attaccato nel 1942, avrebbero affrontato 40 divisioni di carri armati, molte delle quali ben equipaggiate e abbastanza ben addestrate.)

Anche la conquista dei sovietici sarebbe stata molto utile a medio termine. I tedeschi soffrivano per il blocco alleato e l'Unione Sovietica disponeva di moltissime risorse utili.

Inoltre, non c'era un buon modo per attaccare la Gran Bretagna. I piani discussi sembravano ruotare prima di conquistare il Mediterraneo, e poi di portare la potenza sottomarina e aerea in un lungo e lento processo. Una volta padroni di tutta l'Europa, i tedeschi potrebbero iniziare a costruire una marina imbattibile, ma ciò richiederebbe molto tempo. Meglio avere prima le risorse economiche sovietiche. Nel frattempo, gli inglesi non avrebbero fatto molto male ai tedeschi.

Hitler sapeva che Churchill stava cercando alleati e pensava che la conquista dell'Unione Sovietica sarebbe stata almeno un colpo di morale, lasciando gli inglesi affrontano una lunga e dura lotta con poche speranze di vittoria.

Quindi, il piano era di attaccare duramente di sorpresa, distruggere le forze di confine sovietiche e assistere al collasso del regime stalinista. Una volta che i duri combattimenti fossero terminati e l'esercito tedesco avesse occupato vaste estensioni di terra, le truppe potevano essere smobilitate per aiutare l'economia, mentre la produzione bellica passava a sostenere la Marina e l'Aeronautica. (Alcuni di questi passaggi sono effettivamente accaduti, quando l'attacco sembrava avere un enorme successo.) La Gran Bretagna potrebbe quindi essere affrontata, se non chiedevano ancora i termini di pace.

#5
+23
Tim Kane
2015-01-10 13:26:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Consiglio a chiunque sia interessato a questo numero di leggere "Wages of Destruction" di Adam Tooze. Questo libro tratta degli aspetti economici del 3 ° Riech, dalla storia economica prima del 3 ° Reich, a come condusse la guerra. Ma il libro si occupa anche di altri aspetti della condotta tedesca della guerra, comprese ragioni tattiche e strategiche per questo e quello.

Il libro di Tooze è la migliore spiegazione dell'intera guerra, ed è anche storia scritta abbastanza di recente.

Tooze 'inizia con com'era la vita per i giovani tedeschi cresciuti nell'ultimo quarto del XX secolo, inclusa una popolare serie di libri che incantava i giovani tedeschi sui racconti dell'Ovest americano, il conflitto tra cowboy e indiani e il conquista dell'Occidente. Hitler avrebbe avuto difficoltà a crescere e non avere familiarità con questo. Il periodo dal 1870 al 1914 fu un periodo di crescita e trasformazione economica senza precedenti della Germania, al punto da eclissare il Regno Unito in termini di produzione economica totale, (ma non produzione pro capite) soprattutto nell'acciaio, nell'elettronica e nei prodotti chimici. Questo ha generato orgoglio per la gioventù tedesca del tempo di Hitler. La Germania ha costituito un ottimo esempio della civiltà occidentale in molti ambiti della vita, tranne la politica. Ma quando Hitler e persone di menti simili pensarono al futuro e guardarono le mappe del globo, divenne chiaro che per continuare a essere una potenza mondiale, la Germania avrebbe dovuto assumere proporzioni continentali come Cina, Russia, forse Canada, India. o l'Australia, e decisamente quella degli Stati Uniti, che come illustrato dai libri Cowboy an Indian, fu presa con la forza dai popoli primitivi degli indiani nativi americani da una civiltà avanzata, sempre più popolata da tedeschi etnici immigrati dalla Germania - a un tasso di oltre 200.000 all'anno nell'ultimo terzo del XIX secolo. Per Hitler, perché la Germania fosse una potenza mondiale, avrebbe bisogno di proporzioni continentali, come quella che l'America ha avuto dall'Occidente. A questo Hitler propose che la Germania facesse nell'area a est delle sue frontiere, ciò che l'America fece a ovest delle sue frontiere, prendendo quella terra da ciò che Hitler e ciò che molti altri nazionalisti uber-tedeschi vedevano come popoli inferiori, i popoli slavi della Polonia e Unione Sovietica.

Ciò che ha guidato tutto ciò erano gli interessi economici strategici a lungo termine e le esigenze di risorse economiche. La Russia aveva questi.

Il calcolo delle risorse economiche ha guidato eventi e decisioni come dimostra anche la discussione che Hitler ha avuto con Mannerhiem, anche se non sono sicuro che quella discussione non sia stata apertamente onesta, ma adattata alle orecchie finlandesi.

La situazione strategica della Germania era leggermente diversa da quella del Regno Unito. Era una nazione sovraffollata, che aveva una dieta ricca di grassi animali, che era troppo piccola per produrre abbastanza cibo del tipo che gli piaceva mangiare. Prima della prima guerra mondiale, la Germania aveva del minerale di ferro per alimentare la sua industria in Alsazia Lorriane. Dopo la prima guerra mondiale, quei territori furono persi e quindi tutto il minerale di ferro consumato dall'industria Geman richiedeva riserve di valuta estera acquisite attraverso l'esportazione manifatturiera, solo ora, gravate da pesanti pagamenti di riparazioni, tali riserve di valuta estera erano care, ostacolando le considerazioni strategiche la mente di Hitler era già sintonizzata per. Così come l'Inghilterra, la Germania aveva una terra sovraffollata, che doveva esportare manufatti per pagare le importazioni di materie prime. A differenza dell'Inghilterra, ora alla Germania mancava una marina di livello mondiale per garantire il flusso costante di materie prime e generi alimentari, il che significa che la Germania era soggetta a interruzioni della loro economia, tra le altre, da parte di una marina britannica.

Si parla molto delle concessioni di Chamberlains a Hitler a Monaco. Tooze affronta anche alcune di queste cose. Prima della prima guerra mondiale, l'Europa era il centro del mondo e il centro del potere mondiale e dell'economia globale. Dopo la prima guerra mondiale, gli inglesi e i francesi avevano un enorme debito con gli Stati Uniti, mentre l'economia tedesca era fortemente dipendente dai prestiti americani. Era temuto sia dagli inglesi, in particolare Chamberlain, sia dai francesi che un altro scoppio di una guerra generale in Europa non avrebbe avuto altro effetto se non quello di rendere le potenze europee più completamente spinte nelle potenze di secondo rango dipendenti dalle potenze fiancheggianti: gli Stati Uniti Stati o Unione Sovietica / Russia. Chamberlain pensava che anche Hitler se ne rendesse conto, e quindi in fondo non era realmente interessato a una nuova guerra generale. Inoltre, Chamberlain credeva pienamente che i tedeschi potessero ancora una volta essere sconfitti da una solida difesa a terra e da un blocco economico che avrebbe messo la Germania in ginocchio come era successo nella prima guerra mondiale. Quindi, per evitare una guerra che avrebbe reso la Gran Bretagna una potenza di 2a classe e un satellite per gli Stati Uniti, Chamberlain era pronto a sacrificare il Sudentenland come un modo per gettare un osso a Hitler e salvare la faccia. È stato un errore cruciale. Se Monaco non fosse successo e Hitler fosse andato a una guerra generale per il Sudentenland, i generali tedeschi erano pronti a rovesciarlo. L'esito di Monaco lo ha reso impossibile. Poco dopo Monaco, Hitler convinse lo stato ceco a chiedere aiuto per reprimere una rivolta interna, il che diede a Hitler il pretesto legale per inviare truppe, in effetti conquistando la Repubblica Ceca senza sparare un colpo. Stalin e il russo vedevano la svendita della Repubblica Ceca come una prova evidente che non ci si poteva fidare delle potenze occidentali, così invece scelse di concludere un accordo con Hitler, il patto nazista-sovietico. Questo patto era per lo più economico, ma divideva anche la Polonia che entrambe le potenze consideravano ripugnante. Il patto nazista-sovietico eliminò in un colpo solo la minaccia che un qualsiasi blocco avrebbe avuto sull'economia tedesca. La diplomazia di Chamberlain è stata un disastro totale.

La Germania di Hitler, nel gergo di Napoleone, occupava il terreno centrale e procedette ad assumere tutti i poteri circostanti in serie, proprio come fece Napoleone in Italia e in Germania ai suoi tempi. Ha fatto questo in senso antiorario: prima Polonia, poi Norvegia e Denmakr, poi Francia e Paesi Bassi, amicizia ideologica con Franco in Spagna nel sud-ovest, alleanza con l'Italia a sud, poi invasione e attacco dei Balcani nel suo sud-est. Questo lo ha riportato alla questione della Russia.

Diverse cose vengono aggiunte al calcolo di Hitler. Un puro odio per il comunismo e la convinzione che fosse decadente. La recente, massiccia epurazione del corpo degli ufficiali sovietici. La dimostrata mancanza di efficacia nell'attacco sovietico alla Finlandia. Le scarse prestazioni della Russia durante la prima guerra mondiale, quando aveva quello che avrebbe pensato come un sistema politico superiore. Il rischio più alto di Hitler era stato la mossa diplomatica nel Sudentenland e nella Repubblica Ceca, in Polonia (perché potenze occidentali più aggressive potevano facilmente entrare nella Renania mentre la maggior parte delle forze tedesche era in Polonia), e poi l'attacco a ovest dove i tedeschi si trovavano di fronte superiori numeri in uomini e materiale, anche nei carri armati. Ciò che i tedeschi avevano per loro, tuttavia, era una dottrina di battaglia superiore, un eccellente piano di battaglia nel piano Manhiem, per gentile concessione dello stato maggiore tedesco (e grazie al piano originale esposto da un aereo tedesco che atterrò accidentalmente in Belgio). Tutte queste altre invasioni, entrando in esse, sembravano e probabilmente erano in superficie, rischi maggiori. Quando la Russia è arrivata a invadere la Russia, sembrava proporzionalmente un rischio molto, molto, molto inferiore. Hitler non aveva idea che il popolo sovietico avrebbe reagito quasi all'unisono per lottare contro di lui, questo si è manifestato nel miracolo nella massiccia rimozione dell'industria sovietica negli Urali, né nessuno poteva sapere che i russi avevano un nuovo carro armato, che stava per essere prodotto. in gran numero che era superiore a qualsiasi che avevano i tedeschi. La reazione dei russi è stata quella di combattere e morire in condizioni spaventose.

Una nota a margine è che, una possibile ragione per cui Stalin si rifiutava di credere che i tedeschi lo avrebbero attaccato nella corsa al barbarossa, era che non c'erano state flessioni nel prezzo della lana nei mercati internazionali delle materie prime. Non invadi la Russia senza uscire sui mercati mondiali e acquistare enormi quantità di lana per equipaggiare i tuoi soldati per gli inverni russi.

La ragione addotta da Tooze per la dichiarazione di guerra tedesca agli Stati Uniti dopo Pearl Harbor, era perché Hitler aveva sempre creduto che gli Stati Uniti sarebbero entrati dalla parte della Gran Bretagna prima o poi. Hitler non aveva antidoto alle marine combinate di Gran Bretagna e Stati Uniti, ma il Giappone aveva una marina considerevole che poteva vincolarne una o anche entrambe. Quindi Hitler incoraggiò continuamente il Giappone ad attaccare gli Stati Uniti e promise che la Germania avrebbe dichiarato guerra, come un dolce, subito dopo se il Giappone l'avesse fatto. Il Giappone ha fatto a Pearl Harbor, e la Germania ha seguito l'esempio, come Hitler aveva promesso.

Un'altra nota a margine è che, nel breve periodo, invece di attaccare la Russia nel 1941, un terzo delle risorse utilizzate lì, avrebbe potuto essere applicato per attaccare l'Egitto, e una rottura lì avrebbe aperto alla Germania tutte le risorse del Medio Oriente, in particolare al petrolio. Sarebbe stato necessario un po 'di accomodamento con la Turchia per portare meglio il petrolio in Germania, ma avrebbe ceduto l'intero Mediterraneo orientale alle potenze dell'Asse. Questa non sarebbe stata altro che una continuazione della guerra con la Bretagna. Questo è uno dei grandi "se" della seconda guerra mondiale.

La conquista tedesca del Medio Oriente sarebbe stata comunque uno spettacolo collaterale. Il principale piano strategico a lungo termine di Hitler era quello di sottrarre ai sovietici la Russia europea e forse la Siberia occidentale e germanizzarla. E la Russia era percepita come molto debole al tempo dell'invasione tedesca.

Quanto alla possibilità di conquista: la Russia fu conquistata con successo dai Mongoli che controllavano la Russia per più di 200 anni. I polacchi avevano recentemente vinto una guerra contro i sovietici all'inizio degli anni '20, estraendo il territorio, motivo per cui Stalin accettò la divisione della Polonia, per recuperare la terra persa negli anni '20. Alla fine, durante la prima guerra mondiale, la Germania ebbe un successo significativo sul fronte orientale, ma senza successo sul fronte occidentale. Nella seconda guerra mondiale, era esattamente il contrario. Ancora una volta, tutto ciò ha fatto sembrare la Russia un piccolo rischio. Troppo affidamento al senno di poi? Forse.

Infine discuto che Hitler abbia insistito per la presa di Mosca. Quello era l'obiettivo di Guderian e dei generali tedeschi, ma Hitler bloccò l'assalto a Mosca e reindirizzò Guderian a sud per formare una mossa a tenaglia dietro le gigantesche armate di riserva sovietiche nell'Ucraina nord-orientale, in coordinamento con le armate tedesche del sud (Ucraina) in movimento. nord. Ciò ha avuto successo, ma ha ritardato l'assalto a Mosca, che si è rivelato essere solo un pizzico di troppo per loro.

I numeri di produzione di Tooze assemblano mostrano che la Russia ha semplicemente prodotto la Germania sulla maggior parte delle armi strategiche, e molto spesso in numero enorme. Ciò, unito alla volontà dei soldati sovietici di combattere e morire in condizioni impossibili, condizioni a cui anche i tedeschi si sono rifiutati, hanno segnato il destino della Germania in Russia.

Tieni presente che alcuni dei punti qui non erano tratti dal libro di Tooze, ma di gran lunga la maggior parte di essi lo sono. È una buona lettura, esci e prendila. L'economia spiega gran parte del corso della guerra meglio della maggior parte delle altre spiegazioni.

Questa è una delle risposte migliori e più complete che ho letto qui. Vorrei poterlo votare più volte. La mia unica domanda riguarda il petrolio. Se la Germania deteneva il Nord Africa, quella include la Libia, giusto? Sicuramente c'è / c'era petrolio in abbondanza in Libia per una lunga guerra.
"Ultimo quarto del XX secolo" sembra poco plausibile, dato che i libri sono stati scritti quasi un secolo prima di quel momento.
Tim ringrazia molto per la raccomandazione di Wages of Destruction. È eccellente
DrZ: Il petrolio in Libia si trovava nell'estremo, nell'estremo sud, molto lontano e molto in profondità nel deserto del Sahara. Non è stato trovato fino a dopo la seconda guerra mondiale. Quindi non era disponibile al momento. Anche il petrolio nel Golfo Persico era un'entità abbastanza nuova negli anni '40. Se leggi il libro sulla storia del petrolio chiamato "The Prize" (un'altra tomba epica sulla storia economica), scoprirai che fu durante la seconda metà della seconda guerra mondiale che sia Roosevelt che Churchill intrattennero il re dell'Arabia Saudita su navi militari nel Mar Rosso.
Pieter Geerkens - questo è un errore di battitura - il risultato della mia digitazione così veloce, intendevo l'ultimo quarto del 19 ° secolo.
#6
+19
runequester
2011-10-12 10:52:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dopo l'esibizione sovietica nella Guerra d'Inverno in Finlandia, si credeva che l'esercito sovietico potesse essere sconfitto rapidamente e facilmente. L'Armata Rossa aveva iniziato a subire riforme significative sulla base delle sue esperienze, oltre a modernizzare gran parte delle sue attrezzature, in particolare i carri armati. Mentre era improbabile che la Germania diventasse significativamente più forte nel tempo, l'Armata Rossa si sarebbe preparata meglio, più a lungo i tedeschi avrebbero aspettato

#7
+19
Wladimir Palant
2011-10-12 14:33:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sfortunatamente, non possiamo chiederlo a Hitler e non ha lasciato alcun avviso scritto sulle sue ragioni. Quindi ogni risposta a questa domanda è una speculazione e ho visto un certo numero di tali speculazioni.

  • La versione ufficiale sovietica afferma una guerra ideologica tra fascismo e comunismo che ha spinto Hitler ad attaccare l'Unione Sovietica senza considerare la logica. Una "prova" comune sono i riferimenti al "Mein Kampf" dove Hitler discute la possibilità di espandere il Lebensraum tedesco a est. Questa versione è in realtà un puro non senso: non c'è mai stata una simile guerra ideologica, con le ideologie fascista e comunista che sono molto simili Germania e URSS hanno collaborato strettamente, specialmente dopo il Patto Molotov-Ribbentrop. I conflitti locali tra fascisti e comunisti in Spagna e Germania erano piuttosto dovuti al fatto che entrambi i partiti si rivolgevano principalmente allo stesso elettorato. Inoltre, nel 1941 i tedeschi occupavano già più territori di quelli che avrebbero potuto processare nei prossimi decenni.
  • Poi c'è la versione secondo cui Hitler ei suoi generali diventarono megalomani dopo tutte le vittorie. Sapevano perfettamente dall'esperienza della prima guerra mondiale (non esattamente la storia antica a quel punto, erano tutti lì) che una guerra su due fronti è mortale. Ma si aspettavano semplicemente che la guerra contro l'URSS sarebbe finita altrettanto velocemente della guerra contro la Francia. Questo è un presupposto piuttosto ridicolo: anche l'occupazione di Mosca non significa che la guerra sia finita (come già scoprì Napoleone), l'URSS offre ampio spazio per la ritirata delle truppe mentre i canali di rifornimento dell'esercito tedesco si allungano troppo. In effetti, la conquista dell'URSS era ovviamente strategicamente impossibile e Hitler avrebbe potuto essere guidato solo dal presupposto che il regime sovietico fosse troppo instabile e sarebbe crollato immediatamente (un'ipotesi che presumibilmente espresse ma che si rivelò sbagliata come sappiamo). / li>
  • Oltre ai punti precedenti, Daniil Proektor solleva un ulteriore punto nel suo libro "Aggression and Disaster": una sconfitta dell'Unione Sovietica avrebbe demoralizzato la Gran Bretagna che presumibilmente avrebbe continuato a combattere solo perché sperava di ottenere aiuto dall'Unione Sovietica e dagli Stati Uniti. Penso di aver visto anche altri storici menzionare questa possibilità.
  • Non sono sicuro che qualcuno lo consideri una ragione per l'attacco tedesco all'URSS, ma una volta che la Germania entrò in guerra nel 1939 doveva continuare a combattere e vincere. Qualsiasi lungo periodo di pace avrebbe reso evidenti i problemi economici tedeschi e avrebbe potuto portare al crollo del regime. Il debito estero tedesco era già astronomico nel 1939 e la guerra non era a buon mercato. Con la Battaglia d'Inghilterra persa, la vittoria nella guerra contro la Gran Bretagna non sarebbe avvenuta presto, quindi la Germania doveva trovare qualcun altro da invadere. Tuttavia, l'URSS era una scelta molto illogica: a quel punto era un alleato della Germania e c'erano pochi motivi per aspettarsi una vittoria facile.
  • Un'altra spiegazione è attivamente propagata da Victor Suvorov in molti dei suoi libri. Descrive i fatti parlando per la sua teoria secondo cui l'Unione Sovietica intendeva attaccare la Germania e l'attacco tedesco era davvero preventivo. Questa non è una nuova teoria, i tedeschi in realtà l'hanno già utilizzata nella loro dichiarazione di guerra all'Unione Sovietica. Non sono a conoscenza di storici seri che siano favorevoli a questa teoria, e Suvorov sfortunatamente non lo è: sembra omettere o addirittura falsificare i fatti nei suoi libri citando erroneamente e citando fuori contesto.
Fascismo e comunismo non erano simili. Sì, sembrano simili dal lato democratico, ma i comunisti vedevano gli altri come paesi capitalisti imperialisti e fascisti, ei nazisti vedevano sia il comunismo che il capitalismo democratico come ideologie materialiste.
@DavidThornley: Ciò non ha impedito loro di firmare un patto di non aggressione e di cooperare durante l'invasione della Polonia. Devi distinguere la propaganda (che può andare in entrambi i modi a seconda di ciò che la situazione attuale richiede) e ciò che è stato effettivamente fatto. La politica estera non era dettata dall'ideologia e pragmaticamente l'Unione Sovietica e la Germania avevano molto in comune, il che rendeva facile la cooperazione.
Che il nazismo e il commonismo fossero simili è un presupposto liberale comune che è per lo più sbagliato. In realtà il nazismo, a differenza di qualsiasi altro regime prima e dopo, aveva due facce: esternamente fingeva di essere una forza di centro sinistra, un socialista di sinistra a favore dei lavoratori, progressista, antimonarchico, antireligioso, a favore dei diritti delle donne, partito per i diritti degli animali, anti-capitalista, anti-monarchico. Ma in realtà si è scoperto che il nazismo era in realtà molto più giusto di quanto lo fossero prima i monarchici, i "centinaia neri" russi e i conservatori. Per un po 'ha nascosto la sua faccia ultra destra per ottenere il sostegno popolare.
@Anixx: Con "liberale" presumo tu intenda "liberale economico", o ciò che sarebbe chiamato "conservatore" nei liberali statunitensi nel senso di sinistra, generalmente inteso che il fascismo era l'opposto del comunismo, e progettato per fermarlo di fronte di pressione da parte delle classi inferiori per la massiccia ingerenza dello stato nell'economia.
Ron, per "liberali" intendo persone che si definiscono liberali, chiamati attivisti per i diritti umani, libertari, liberali economici, dissidenti in paesi non alleati degli Stati Uniti, ecc. Questo include la maggior parte dei politici statunitensi. Nota che entrambi i principali partiti statunitensi sono liberali secondo Wikipedia. So che questi partiti in modo confuso molto probabilmente non si definirebbero "liberali" negli Stati Uniti, però.
Le persone tendono a dimenticare che la cultura politica europea e americana è molto più diversa di quanto si potrebbe pensare, e parole come sinistra, destra, liberale e conservatrice non hanno affatto lo stesso significato.
#8
+18
Safa Alai
2011-12-02 01:15:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Hitler rivolse la sua attenzione dalla Gran Bretagna all'Unione Sovietica perché perse la battaglia d'Inghilterra e perché l'ideologia nazista non gli lasciava altra scelta.

Nell'estate del 1940, Hitler lanciò una massiccia campagna aerea per distruggere la RAF e aprire la strada all'operazione Sea Lion, l'invasione della Gran Bretagna. Hitler credeva che per superare la Royal Navy avesse bisogno della superiorità aerea e così ordinò una campagna di bombardamenti concentrati per distruggere la RAF. Ci è quasi riuscito, ma Churchill ha calcolato che se avesse bombardato Berlino Hitler sarebbe stato costretto a rispondere in natura per preservare la sua reputazione e credibilità. Così Hitler, non sapendo quanto fosse vicino a distruggere la RAF e sotto la pressione dei suoi stessi militari per vendicarsi, fu finalmente costretto a cambiare obiettivo a Londra, ponendo effettivamente fine alla campagna contro la RAF.

Il cambio di obiettivi è stato dannoso per la Luftwaffe in due modi. In primo luogo, la pressione è stata sollevata dalla RAF, che le ha permesso di riprendersi, e in secondo luogo, con la maggiore portata richiesta per bombardare Londra, i bombardieri della Luftwaffe sono stati spesso lasciati senza copertura da caccia e quindi sono diventati facili obiettivi per la RAF. Il 15 settembre 1940, due massicci attacchi della Luftwaffe furono completamente sconfitti dalla RAF con 60 aerei tedeschi abbattuti. Dopo questa sconfitta, Hitler non ebbe altra scelta che posticipare all'infinito l'invasione della Gran Bretagna.

Questa, la prima sconfitta di Hitler, fece cambiare opinione negli Stati Uniti. Fino a questo punto molti americani avevano pensato che la Gran Bretagna fosse destinata a cadere, ma dopo che Hitler perse la battaglia d'Inghilterra, gli americani iniziarono a credere che la Gran Bretagna sarebbe sopravvissuta e gli Stati Uniti iniziarono a sostenere la Gran Bretagna in modo molto più aggressivo. L'aiuto dall'America, la rapida ricostruzione della RAF e la forza della Royal Navy hanno reso l'invasione della Gran Bretagna quasi impossibile.

Poiché l'invasione della Gran Bretagna non era più possibile, Hitler rivolse la sua attenzione all'unico altro luogo ovvio per l'espansione: l'Unione Sovietica. Va notato che Hitler aveva promesso nel Mein Kampf (1925) di invadere l'Unione Sovietica, affermando che il popolo tedesco aveva bisogno di uno spazio vitale (Lebensraum) e che questo spazio si trovava a est. Anche l'ideologia razziale nazista considerava i sovietici subumani (Untermenschen) governati da ebrei che disprezzavano. Secondo il pensiero nazista, i semplici subumani non avrebbero potuto competere con le qualità superiori della razza tedesca e gli ebrei dovevano essere sradicati ovunque. Quindi, c'era quasi una missione religiosa per liberare la terra da ebrei e subumani e prepararla per la razza tedesca apparentemente superiore. Hitler dovette invadere la Russia perché questo era l'unico modo per raggiungere l'obiettivo finale dell'ideologia nazista: stabilire i tedeschi al loro posto legittimo come padroni del mondo.

Questo è stato accoppiato, secondo Liddell-Hart, con una grave sottovalutazione dell'esercito sovietico, sia della sua leadership che della sua forza numerica.
#9
+17
davidjwest
2012-03-17 20:57:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Germania non era "ancora impegnata" a combattere la Gran Bretagna in quel momento.

Il conflitto contro la Gran Bretagna non era mai molto probabile che si sviluppasse in una battaglia su vasta scala poiché la Germania non disponeva delle risorse di base per attaccare terraferma GB.

Hitler non aveva mezzi da sbarco, le "chiatte del Reno" che sono state spesso menzionate come un essere probabilmente usate come mezzi da sbarco sarebbero state senza speranza in una situazione del genere in quanto si sarebbero capovolte in qualsiasi cosa tranne che nel acque calme.

La Royal Navy era anche troppo forte perché la Kriegsmarine potesse offrire una protezione duratura a tali forze di sbarco, mentre potevano essere riuscite ad atterrare sulle spiagge dell'Inghilterra meridionale che non avrebbero avuto sono stati in grado di mantenere la supremazia navale per consentire l'arrivo di rinforzi o rifornimenti nei prossimi giorni.

Anche se la Luftwaffe fosse riuscita a sottomettere la Royal Air Force, un'impresa che sono arrivati ​​abbastanza vicini a raggiungere, questo avrebbe ha avuto scarso effetto sulle azioni del mare. È stato ben documentato quanto fosse pessima la Luftwaffe nell'ingegnare navi da guerra, guarda quanto poco danno hanno fatto alle forze britanniche che evacuavano a Dunkerque, per esempio. Dunkerque è stata una buona corsa di prova per la Luftwaffe per vedere come si sarebbero comportati correttamente contro la Royal Navy e tuttavia hanno avuto risultati estremamente scarsi contro navi che erano spesso sedute anatre, non in movimento ma legate al muro del porto mentre le truppe si imbarcano. p>

L'ultima scommessa disperata di Hitler nel cambiare il fulcro dell'attacco dalla Royal Air Force alle città è stato un vano tentativo di convincere la Gran Bretagna ad arrendersi o almeno di chiedere la pace.

Quindi Hitler sapeva di dover attaccare la Russia, prima che la Russia attaccasse la Germania. La Gran Bretagna in questo momento non era un grosso problema per la Germania, Hitler sapeva che non potevano montare alcuna seria opposizione oltre a pochi raid aerei e anche quelli erano limitati agli attacchi notturni poiché la Luftwaffe poteva montare una buona difesa dell'Europa continentale in quelli giorni.

L'esercito russo era in uno stato terribile all'inizio della guerra a causa delle purghe di Stalin, dove molti dei suoi migliori comandanti furono giustiziati o inviati nei Gulag in Siberia per non essere abbastanza comunisti, per parafrasare.

Anche le loro forze armate erano generalmente male addestrate ed equipaggiate, mentre il T34 era disponibile solo in numero relativamente piccolo e avevano solo pochi aerei moderni e quelli che avevano generalmente non avevano piloti addestrati per pilotarli p>

Probabilmente Hitler avrebbe dovuto attaccare anche prima, ma si è impantanato per aiutare gli italiani nei conflitti balcanici e così Barbarossa non iniziò fino a giugno 1941, circa un mese prima avrebbe potuto fare una grande differenza per il risultato.

Quindi, la realtà è che i tedeschi non stavano effettivamente combattendo su due fronti poiché la guerra con la Gran Bretagna era limitata alla Luftwaffe che forniva la difesa aerea del Reich. La maggior parte delle truppe schierate per difendere la costa erano coscritti di scarsa qualità e persino prigionieri.

+1 interamente per la prima frase. Dopo di che ti allontani in un territorio discutibile.
"Anche se la Luftwaffe fosse riuscita a sottomettere la Royal Air Force, un'impresa che sono arrivati ​​abbastanza vicini a raggiungere, questo avrebbe avuto scarso effetto sulle azioni in mare". Downvote perché la seconda guerra mondiale ha effettivamente dimostrato come un singolo caccia equipaggiato con una singola grande bomba può distruggere una corazzata, una portaerei, qualunque cosa. E l'unico modo per contrastarlo fino al 1955, quando arrivò il SAM, era un altro aereo da caccia.
@HermannIngjaldsson - D'accordo con te qui. Si confronta con Dunkerque, ma era un'azione che utilizzava enormi quantità di piccole imbarcazioni. Un confronto migliore per la capacità della Luftwaffe contro le navi militari adeguate sarebbe le azioni intorno a [Creta] (http://en.wikipedia.org/wiki/Battle_of_Crete#23.E2.80.9327_May)
-1 "mentre il T34 era disponibile era solo in piccoli numeri" per favore controlla la ricerca in corso su questo!
L'ho modificato per indicare numeri "relativamente" piccoli, le prove che ho visto indicano circa 200 T34 in funzione.
@HermannIngjaldsson - gli inglesi usarono molte navi più grandi anche a Dunkerque, certamente cacciatorpediniere e generalmente rimasero illesi.
#10
+15
bob know all
2014-04-03 07:18:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

OK, ecco la vera risposta. L'intero scopo della guerra era combattere la Russia. La Russia era il principale nemico di Hitler e l'obiettivo finale fin dall'inizio. Non voleva distruggere il Regno Unito o gli Stati Uniti di per sé, voleva costruire un'Europa centrata sulla Germania e commerciare con loro (ironicamente un po 'come è oggi). Fondamentalmente voleva che la Germania diventasse ciò che era l'impero inglese. Doveva prendersi cura delle altre potenze europee (Francia, Polonia e Regno Unito) prima attraverso la conquista o il trattato specificamente in modo da non combattere una guerra su due fronti con la Russia. Qualcosa che ha praticamente realizzato.

Così conclude un accordo con italiani, pinne, giapponesi e sovietici (subdolo subdolo) e prende Polonia, Francia, Norvegia e una grossa fetta del Nord Africa. Ha problemi con l'Inghilterra e deve andare avanti nel suo piano. Nota che dopo la Battaglia d'Inghilterra, il Regno Unito e la Germania erano allo scontro . Nessuno dei due potrebbe invadere l'altro a causa dei problemi logistici di attraversare il canale con una forza di invasione. La Germania pensò che il Regno Unito non fosse più una minaccia costruendo il Vallo Atlantico e spostò le sue risorse a est. È importante notare che Hitler non pensava molto agli Stati Uniti in quel momento. Non prevedeva la capacità di produzione del paese quando dichiarò guerra.

La Germania si rivolse quindi alla Russia (il suo "grande" nemico) e lanciò la guerra che Hitler sognava. La guerra per distruggere l'Unione Sovietica per Lebensraum.

L'esercito dell'Unione Sovietica era appena stato epurato da Stalin e si è comportato molto male nella Guerra d'Inverno. La Germania non aveva motivo di credere che sarebbero stati un problema. Una combinazione di popolazione più numerosa, inverno rigido e massicci contratti di prestito dagli Stati Uniti ha permesso all'Unione Sovietica di vincere quattro battaglie principali. Battaglia di Mosca, Battaglia di Leningrado, Battaglia di Stalingrado e Battaglia di Kursk. Dopo queste battaglie la maggior parte della macchina militare tedesca fu esaurita.

La maggior parte degli storici ritiene che la guerra su due fronti non sia iniziata fino a quando gli Stati Uniti e il Regno Unito non hanno rotto il Vallo atlantico in Francia il D-day. Hitler sapeva che alla fine l'invasione sarebbe arrivata dall'Occidente, ma pensava che avrebbe sconfitto i sovietici molto tempo prima e sarebbe stato in grado di concentrarsi sulla difesa occidentale. Ovviamente non è stato così, è caduto nel suo peggior incubo e ha dovuto dividere le sue risorse come nella prima guerra mondiale.

Fatto divertente: Hitler pensava che il suo più grande pericolo sarebbe stata la Francia (come lo era nel primo mondo Guerra) e che l'Unione Sovietica sarebbe caduta come un "castello di carte". Ironia della sorte, è stato l'esatto contrario.

Ma perché? Dici: "Non voleva distruggere il Regno Unito o gli Stati Uniti per dire ..." Perché il suo obiettivo principale era la Russia? Posso capire la teoria dei due fronti, ma cosa c'era della Russia che lo ha reso così sfacciato nel suo attacco. Era solo un tentativo di presa di potere o c'era qualcosa di più?
@gerdi Dipende da quale "perché" intendi. Perché Hitler voleva invadere la Russia? Nessuno sa. Come l'ha razionalizzata? Bene, questo è in gran parte ciò di cui parla Mein Kampf. Fondamentalmente si riduce a Hitler che pensa che i tedeschi sono superiori, e quindi ha il diritto di terra, e in effetti deve accaparrarsi la terra ed espandersi per proteggersi. E la Germania dovrebbe ovviamente farlo principalmente a est, perché gli slavi erano meno degni degli "ariani". Quindi Hitler ha delineato tutto questo già nel 1923-1924 o giù di lì.
@bob-know-all Questa è davvero la risposta corretta.
#11
+12
Pieter Geerkens
2014-02-09 23:22:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come sottolinea questo studio del Naval War College su Barbarossa , Hitler stava avviando piani per un'invasione della Russia già il 21 luglio 1940:

Qualunque fosse il processo di pensiero, il 21 luglio 1940 Hitler ordinò al feldmaresciallo Walter von Brauchitsch (Comandante in capo dell'esercito) di sviluppare un piano per l'invasione della Russia sovietica che avrebbe avuto inizio nell'autunno di quell'anno . Lo staff fu in grado di dissuadere (sic) Hitler riguardo a quel lasso di tempo, e poi iniziò a pianificare un'invasione che avrebbe avuto luogo nel 1941.

Questi studi avvennero simultaneamente ai giorni inebrianti di gli attacchi di grande successo della Luftwaffe agli aeroporti britannici (durante la Battaglia d'Inghilterra) e il primo U-boat Kriegsmarine > Happy Time , prima del cracking iniziale dei codici Enigma degli U-Boot.

Questo è stato il periodo più duro della guerra per l'Inghilterra, con perdite insopportabili di aerei, piloti, commercianti marine e scorte che si verificano quotidianamente. Stati Uniti l'isolazionismo era ancora forte e Lend-Lease (marzo 1941) ancora lontano nel futuro. Se Dolphin (cifrario ENIGMA per sommergibili di Kriegsmarine) non fosse stato violato all'inizio del 1941 usando i codici tedeschi catturati, consentendo ai convogli di essere indirizzati intorno ai zaini dei lupi sottomarini, un la capitolazione del Regno Unito è abbastanza concepibile:

Niente mi ha spaventato durante la seconda guerra mondiale tranne il pericolo degli U-Boot. - Winston S. Churchill

In questo contesto, la decisione di invadere l'URSS prima del suo recupero dalle purghe del 1938 potrebbe essere completata e attendere semplicemente un inevitabile del Regno Unito sembra quasi sensata. Fortunatamente i decifratori di codice di Bletchley Park hanno ricevuto i pizzichi di cui avevano bisogno e dopotutto il Regno Unito è sopravvissuto.

E dal capitolo 2 di Strategy and Tactics on the Eastern Front, 1941 di Bryan Fugate:

Sebbene le informazioni raccolte da questi voli non fossero conclusive, divenne ovvio che in caso di guerra la minaccia sovietica alla Romania e la fornitura di petrolio della Wehrmacht sarebbe diventata molto grande. La decisione, quindi, di sferrare un duro colpo all'URSS prima che la sua potenziale minaccia potesse crescere molto oltre il livello esistente fu una decisione che trovò facile accettazione tra i leader militari tedeschi. Certamente non erano motivati ​​da idee astratte di "spazio vitale" a est, né erano dedicati al più grande concetto di "Grande Reich tedesco" che si estendeva dalla Francia occidentale al Mar Nero {61}. Ciò non significa negare che i generali non nazisti favorissero l'espansione territoriale per la Germania, ma nessuno di loro ha dichiarato di aver appoggiato le proposte più estreme di Hitler a questo riguardo. Credevano, tuttavia, che dopo il 1941 la forza relativa dell'URSS, economicamente, diplomaticamente e militarmente, potesse solo aumentare, mentre quella della Germania poteva solo declinare fintanto che la guerra si trascinava in Occidente, una guerra che alla fine potrebbe significare il coinvolgimento degli Stati Uniti {62}. Lo stesso Halder ha detto dopo la guerra che a nessuna nazione dovrebbe essere negato il diritto ultimo di lanciare una guerra preventiva se questa è l'unica alternativa rimasta aperta {63}. Anche i russi non sono restii ad ammettere che il loro paese, già sotto un imponente programma economico orientato alla guerra [92] inaugurato da Stalin nel 1929, sarebbe stato in una posizione molto più forte nel 1943 che nel 1941 {64}. La migliore possibilità del Terzo Reich era nel 1941, anche se debole.

#12
+10
Paweł Dyda
2011-10-12 11:27:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Fondamentalmente, non aveva scelta. Sapeva che Stalin si stava preparando per la guerra. Il patto Ribentrop-Molotov aveva lo scopo di dare più tempo alla Russia sovietica.

Puoi leggere di più su questo nei libri di Victor Suvorov (ad esempio "Icebreaker "). Tuttavia, non è uno storico e molte persone lo considerano una controversia.

Sfortunatamente, non solo non è uno storico, le "prove" che presenta principalmente non sono nessuna. Ha l'abitudine di omettere fatti che sono in conflitto con la sua teoria, citando fuori contesto e persino cambiando virgolette per supportare meglio le sue affermazioni. Raccomando [la risposta di Alexey Isaev ai suoi libri] (http://militera.lib.ru/research/isaev_av1/).
@Wladimir: Grazie, darò sicuramente un'occhiata. Per ora ho letto solo i libri di [Mark Solonin] (http://www.solonin.org/), che presentavano punti di vista abbastanza diversi, ma sono sempre desideroso di saperne di più ... Sfortunatamente, sembra che la storia sarà sempre essere soggettivi poiché noi persone tendiamo ad essere di parte ...
Solonin è l'uomo, abbastanza detto. Peccato che a quanto pare non ci siano traduzioni corrette in inglese.
#13
+10
Tom Au
2011-10-12 18:15:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Fondamentalmente, la Germania aveva una pura preponderanza di forza contro la Gran Bretagna. Ha cercato di aumentare quella preponderanza conquistando prima l'Unione Sovietica, poi trattando con la Gran Bretagna (e gli Stati Uniti). L'idea era che la Gran Bretagna potesse essere "contenuta" mentre la Germania conquistava l'Unione Sovietica, e poi sconfitta in seguito da una Germania "rinforzata" con i proventi di una conquista sovietica.

L'Unione Sovietica aveva risorse chiave , Grano ucraino, minerali nel bacino del Donets e petrolio del Caucaso che potrebbero essere usati in una lotta contro la Gran Bretagna e, se necessario, gli Stati Uniti. A differenza della stessa Gran Bretagna, tutte queste risorse erano a portata di mano delle forze terrestri di gran lunga superiori di Hitler. E i tedeschi avevano l'idea del tutto sbagliata che l'Unione Sovietica potesse essere sconfitta in pochi mesi (a meno che non arrivassero a una soluzione "politica" che avrebbe risparmiato la Russia, mentre la Germania ottenne i suddetti territori non russi).

In altre parole, l'idea era di "riciclare" le risorse sovietiche conquistate contro la Gran Bretagna (e gli Stati Uniti). Il contrario era fondamentalmente irrealizzabile; mentre le isole britanniche avevano una notevole capacità manifatturiera, le colonie, il Commonwealth e gli stessi Stati Uniti avrebbero smesso di inviare materie prime in Gran Bretagna se cadesse nelle mani dei nazisti, lasciando il guscio di una potenza manifatturiera.

Questa strategia è stata supportata dal cosiddetto "Heartland Theary" del britannico HJ Mackinder (e del tedesco Karl Haushofer). Cioè, se la Germania conquistasse l'Europa orientale (compresa la Polonia, i Paesi Baltici, la Bielorussia, l'Ucraina ecc.) Dominerebbe il cuore dell'Eurasia (che includerebbe anche la Russia), dandole un vantaggio sul controllo dell '"isola del mondo" ( massa terrestre).

Hitler voleva gli inglesi (dopotutto di discendenza germanica) come * alleati *, anche dopo l'invasione della Polonia e la dichiarazione di guerra. Non voleva "dominare il mondo"; era alla ricerca di una Germania che avesse "Lebensraum" (a est) e una posizione in cui non fosse minacciata da più lati (e blocco sui mari). Non dico che alla fine non si sarebbe rivolto alla Gran Bretagna, * dopo * aver conquistato la Russia, ma il suo obiettivo dal primo giorno in poi era la Russia, non la Gran Bretagna. Anche durante la battaglia d'Inghilterra, le sue forze principali si stavano radunando a est e il Barbarossa non poteva essere ritardato di un altro anno.
La Germania non si sarebbe mai aspettata di conquistare gli Stati Uniti.
@Bobb: ho detto, "in una lotta contro la Gran Bretagna e, se necessario, gli Stati Uniti". Non ho detto che Hitler si aspettava di conquistare gli Stati Uniti, ma solo che era pronto a combattere gli Stati Uniti per conquistare la Gran Bretagna.
#14
+9
davidfurber
2014-04-10 07:23:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

"Tutti sanno che dover combattere su due fronti opposti contemporaneamente è un male ..." Può essere, di sicuro. Tutti guardano indietro al 1812 e Napoleone piuttosto che al 1918. La Germania ha combattuto una guerra su due fronti e ha effettivamente vinto in Oriente con il Trattato di Brest-Litovsk. I tedeschi credevano anche (in qualche modo correttamente) che le risorse ottenute dai loro territori occupati a est avessero consentito loro di continuare a combattere in occidente. Hitler intendeva applicare ed espandere quella "lezione" della prima guerra.

Ora, pensare di invadere la Russia come "aprire un secondo fronte" significa sopravvalutare lo status del Regno Unito come "fronte". Era un "fronte" nella misura in cui la Germania scelse di farne un fronte. Quando decisero di non invadere nel 1941, non tornò ad essere un "fronte" fino al 6 giugno 1944. Sì, bombardieri e tutto il resto, ma non furono realmente un fattore fino al 1943, almeno un anno dopo il quale la guerra contro la Russia avrebbe dovuto essere vinto.

#15
+9
user202
2011-12-02 14:38:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink
  1. All'epoca c'era poca azione tra Gran Bretagna e Germania e la Germania decise da sola di essere in pace con la Gran Bretagna e gli Stati Uniti.
  2. poco petrolio da trovare in tutto il continente europeo, il che significa che la Germania aveva un disperato bisogno di catturare un giacimento petrolifero da qualche parte.La scelta era tra andare in Medio Oriente o andare in Russia.La Russia era stata a lungo nemica e Hitler lo aveva già dichiarato un nemico nel suo libro "mein kampf". Quindi invadendo la Russia la Germania potrebbe potenzialmente risolvere due problemi allo stesso tempo, la Russia e l'accesso al petrolio.
  3. L'Unione Sovietica era stata appena umiliata nella sua invasione della Finlandia facendola apparire molto debole. E inoltre Stalin aveva già ucciso milioni di cittadini sovietici, facendoli apparire di nuovo deboli.
  4. La Germania era molto preoccupata per una guerra su due fronti e pensava che sarebbe stato meglio aver già affrontato i sovietici nel momento in cui gli alleati attaccano.

    E finalmente, questa cosa del petrolio non può essere sottovalutata. Senza petrolio tutte le guerre sono automaticamente perse ed è stata la ragione principale per cui la Germania ha perso. Ancora nell'aprile 1945 Germania per esempio, avevano ancora enormi quantità di imbarcazioni U. Ma semplicemente non avevano petrolio per farle funzionare, quindi erano completamente inutili.
    Quando persero in Russia il resto della guerra fu solo una formalità. Ecco perché Hitler era così insistente nel non ritirarsi dalla Russia, rinunciando ai giacimenti petroliferi russi, poiché gli aerei da combattimento, i bombardieri, i carri armati, le navi e le navi avrebbero presto smesso di funzionare.
    La guerra era persa.

Quell'olio non era utilizzabile e nemmeno conosciuto nel 1940. e per quanto riguarda lo stalin è qui: http://en.wikipedia.org/wiki/Joseph_Stalin#Calculating_the_number_of_victims.
Wikipedia non è una fonte affidabile. Sembra che le persone lì non amino Stalin. Ad esempio citano Solzhenitsin che non è uno storico ma uno scrittore.
C'era del petrolio in Romania ma non era abbastanza e quei campi si sono esauriti velocemente. fonte: http://karbuz.blogspot.com/2006/10/fuel-logistics-lesson-from-wwii.html In quell'articolo è praticamente il petrolio che è successo, i serbatoi e tutto è appena finito il gas. Gioco finito.
#16
+9
Stephen W. Richey
2014-07-01 02:28:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In uno degli esempi più sbalorditivi di eccessivo ottimismo fuori luogo della storia, Hitler pensava allegramente che gli inglesi fossero una forza distrutta, incapace di fargli alcun danno significativo da dove li aveva rinchiusi nella loro piccola isola. Ricordate, forse il singolare pilastro più importante dell'ideologia di Hitler era la "spinta verso est" per ottenere "spazio vitale" (lebensraum) per la razza padrona tedesca. E questo significava conquistare prima la Polonia e poi la Russia. Come è stato affermato altrove da storici rispettati, le uniche due guerre che Hitler voleva veramente erano le guerre contro la Polonia e la Russia. Quando la Francia e la Gran Bretagna entrarono in guerra in nome della risposta all'aggressione di Hitler contro la Polonia, Hitler considerava una distrazione irritante dalla sua vera passione preponderante conquistare tutti quei buoni terreni agricoli e ricchi di risorse naturali a est . Hitler non avrebbe mai invaso i Paesi Bassi e la Francia, non si sarebbe mai scontrato con l'Impero Britannico, se avesse potuto evitarlo. Ma entrando in guerra per la Polonia, la Francia e il Regno Unito costrinsero Hitler a invadere l'Europa occidentale anche se non voleva. Hitler si sentì enormemente sollevato dal fatto che la Francia fosse stata invasa così rapidamente e la Gran Bretagna ridotta a una tale apparente impotenza perché gli aveva permesso di concentrarsi nuovamente sul suo reale obiettivo, la Russia. Quando Hitler invase la Russia mentre la Gran Bretagna era ancora viva dietro di lui, fu un supremo esempio di ideologia che aveva la precedenza sul buon senso strategico. (Viene da chiedersi come sarebbe andata la storia se i francesi e gli inglesi avessero acconsentito a lasciare che Hitler prendesse quello che voleva purché fosse diretto a est. )

È pratica standard in SO non usare saluti, saluti, ringraziamenti o altre trappole di applauso autocoscienti. Pubblica semplicemente la tua domanda / risposta.
#17
+9
Null
2014-08-21 20:44:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Germania non è riuscita a raggiungere la superiorità aerea e navale sul Canale della Manica, il che significava che non poteva lanciare un'invasione terrestre (operazione Sea Lion ). Ciò ha lasciato entrambe le parti in una situazione di stallo. Hitler aveva comunque pianificato di invadere l'Unione Sovietica, quindi con gli inglesi apparentemente contenuti la Wehrmacht era libera di lanciare la sua invasione dell'Unione Sovietica. Hitler pensava anche che l'Unione Sovietica potesse essere sconfitta rapidamente e quindi non si preoccupava di una guerra su due fronti.

#18
+9
user3182445
2015-01-04 11:33:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se guardiamo alla Seconda Guerra Mondiale dal punto di vista delle risorse, possiamo in qualche modo giustificare la mossa di Hitler di invadere l'Unione Sovietica anche mentre era impegnato in una guerra con il Regno Unito.

Invadere l'Unione Sovietica faceva parte del Piano della fame. Hitler ha sempre chiesto "lesenbraum" o spazio vitale. In questo contesto, maggiore spazio vitale significava portare più terra sotto agricoltura. L'economia tedesca stava già vacillando dal Trattato di Versailles e c'era una grave carenza di cereali nel paese. Ciò significava che era difficile nutrire sia i civili che i soldati. Inoltre, Hitler voleva rendere la Germania autosufficiente in termini di produzione agricola. La Germania aveva già assistito a quale disastro poteva essere quando faceva affidamento sul commercio di cibo dal blocco navale della prima guerra mondiale.

Potrebbe sorgere la domanda sul perché la Germania si sia rivolta alla Russia anche mentre combatteva con la Gran Bretagna allo stesso tempo. Ebbene, gli architetti del Piano Hunger, ovvero Herbert Backe, prevedevano che:

La guerra può essere continuata solo se l'intera Wehrmacht è alimentata dalla Russia nel terzo anno di guerra.

Questo può fornire la risposta al motivo per cui la Germania era così disperata per eseguire l'operazione Barbarossa (nel 1941, 3 anni dopo l'inizio della guerra, proprio come previsto dal piano). Semplicemente non potrebbero sostenere lo sforzo bellico altrimenti.

#19
+8
user5004
2014-06-19 10:50:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Germania e la Russia non sono mai state veramente amiche e si sono semplicemente scambiate "accordi" di tanto in tanto. Hanno una storia di sfiducia. Ma ancora più importante è un mito che fosse una "cattiva idea" invadere la Russia quando lo fecero. In realtà era un'idea molto brillante per l'epoca. Non dimenticare che Stalin era totalmente sotto l'incantesimo di Hitler e non credeva nemmeno che i suoi stessi consiglieri Germania stesse progettando di attaccare. Sono d'accordo con altri che affermano che non è stato eseguito abbastanza velocemente. E si è trattato di alcuni piccoli dettagli minori che hanno cambiato il risultato. Sarebbe potuto andare altrettanto facilmente a favore della Germania. Penso che se la Germania potesse rifarlo, lo rifarebbero anche loro, ma forse solo prima :)

Tesi interessante. Le buone risposte su H: SE sono supportate da prove e riferimenti. Hai delle prove?
A mio parere tutte le prove ei riferimenti sono usati da ogni argomento e totalmente oggettivi o supponenti, proprio come lo è il mio. Attiro molto il fatto che il tempismo sia un elemento cruciale per la Germania per invadere la Russia, poiché la Russia era percepita in uno stato debole e vulnerabile all'epoca. Non c'è mai stata una forte alleanza lì e Stalin è stato totalmente ingannato o forse ha voluto evitare una battaglia diretta con la Germania e ha negato? Se la Germania avesse potuto migliorare il proprio piano, avrebbe dovuto farlo prima e più rapidamente.
#20
+7
Raucher
2012-07-17 08:06:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Prima di tutto, non credo che il motivo fosse principalmente politico. Penso che sia stata una decisione da un punto di vista strategico-militare.

Nel 1940-41 la Germania e l'Inghilterra non erano in grado / abbastanza forti per darsi il colpo finale. Entrambe le parti si trovavano in una situazione stranamente militare (a causa della potenza della "Royal Navy" e dei numerosi / tecnicamente vantaggi del tedesco continentale "Heer").

Per marciare verso Berlino, il Regno Unito aveva bisogno di un forte potere continentale / economico al suo fianco (ad esempio, l'Unione Sovietica o gli USA). Per atterrare o assediare con successo il Regno Unito, la Germania aveva bisogno di costruire molte navi militari / aeree (bombardieri e sottomarini) e per questo abbastanza risorse.

Con l'eliminazione dell'Unione Sovietica, la Germania avrebbe impedito una potenziale minaccia continentale (alleanza tra Regno Unito e Unione Sovietica) e avrebbe ottenuto risorse sufficienti per combattere persino le potenze marittime UK / USA.

#21
+6
worldwarcrazzy
2012-05-01 23:21:10 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Poiché la Finlandia non è mai stata uno stato fantoccio, è stata uno dei paesi dell'Asse. L'Armata Rossa invase la Finlandia nel 1941. In secondo luogo, nel 1941 ci furono alti e bassi tra la Germania nazista e la Russia sovietica. In terzo luogo, l'Armata Rossa è arrivata vicino al confine con la Polonia orientale. In quarto luogo, quando la Grecia e la Jugoslovia furono invase dal Terzo Reich, i sovietici sostenevano la Grecia e la Jugoslovia e le aiutavano.

#22
+6
setobot5000
2014-05-02 07:17:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Si riduce alla Sea Power, o meglio, alla mancanza di Germania e Russia.

Germania e Russia sono entrambe potenze terrestri. Hanno cercato di stabilire il potere marittimo, ma le loro marine sono state distrutte. (La Germania nella prima guerra mondiale, la Russia nella guerra russo-giapponese).

Finché gli inglesi hanno avuto il libero regno nel Mediterraneo, Hitler deve andare a est per cercare fonti di materiali (petrolio, gas, metallo).

Hitler sapeva anche che la Russia stava andando per lui, dal momento che hanno perso gravemente a est e non c'è potere in Asia centrale che avrebbero bisogno di combattere comunque.

Quindi ha attaccato mentre l'Unione Sovietica non era pronta. È stata una scommessa che alla fine ha perso, ma non aveva altra scelta.

#23
+5
user2597
2013-07-16 18:55:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che sia dipeso principalmente dalla diminuzione dell'offerta di petrolio della Germania. Stavano per lo più in esecuzione su una grande pila di scorte che si stava esaurendo. Invadere l'Unione Sovietica significava accedere a grandi giacimenti petroliferi che avrebbero alimentato i nazisti per molto tempo.

Penso che se fossero arrivati ​​al petrolio, il mondo sarebbe stato in una prova di forza infernale anche con gli americani che hanno la bomba atomica. Non dimentichiamo che i nazisti conoscevano la fissione, avevano alcuni dei più grandi scienziati dell'epoca e controllavano un impianto che trattava l'acqua pesante.

L'URSS ha ** spedito ** petrolio in Germania fino al 22 giugno 1941.
#24
+5
Doctor Zhivago
2016-05-15 07:02:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Secondo Van Manstein e l'ammiraglio Raeder, che consigliarono entrambi a Hitler di attaccare la Gran Bretagna subito dopo aver schiacciato la Francia in 6 settimane, "furono sorpresi di osservare che Hitler pensava che la Gran Bretagna fosse il suo alleato". Quindi questo pose fine a qualsiasi tentativo di invadere formalmente la Gran Bretagna ... probabilmente l'unica volta in cui lo staff della Germania nazista aveva fretta di attaccare e Hitler non lo era.

Per quanto riguarda Babarossa, Hitler affermò chiaramente che come si riferiva a un'invasione della Russia "stavamo raggiungendo un picco miltare nel 1941, ma la Russia non sarebbe stata per almeno un altro anno". Quindi dimmi cosa significa perché di sicuro non lo capisco.

Chiunque David Glantz abbia scritto la migliore storia di chiunque riguardi Generalplan Ost mentre accedeva agli archivi russi dopo la caduta dell'URSS ... ha mostrato sulla carta almeno l'Armata Rossa di essere in modo schiacciante superiore alla Wehrmacht tedesca nel giugno 1941. Persino Hitler ha detto a Goebels "il mondo tratterrà il respiro" quando ha dato il via all'intera faccenda ... quindi penso che sia sbagliato diciamo che era deluso ... almeno inizialmente.

Una delle principali ragioni economiche per invadere la Russia era comunque il lavoro schiavo. Il 3 ° Reich ha avuto una massiccia carenza di manodopera sia durante il riarmo che nel combattere la Gran Bretagna. Dal momento che Stalin aveva incongruamente spostato la totalità della sua forza lavoro fino al confine polacco, Barbarossa in teoria e di fatto risolse immediatamente la carenza di manodopera della Wehrmacht.

In altre parole mentre l'esercito avrebbe subito enormi carenze di manodopera a partire dal 1942 l'economia tedesca no.

Ciò ebbe conseguenze devastanti per Francia, Gran Bretagna e Russia una volta che iniziarono la lotta operativa per lanciare vere e proprie offensive contro il "Terzo Reich".

Nessuno di loro avrebbe potuto avere successo senza gli americani ... e gli USA lo sapevano.

Da quando il Giappone attaccò gli Stati Uniti il ​​7 dicembre 1941, penso che la domanda più interessante sia perché gli USA pensassero di poter vincere una guerra su due fronti in realtà ... cosa che di fatto hanno fatto gli Stati Uniti.

Questo potrebbe spiegare il pensiero di Hitler quando si trattava di una "Guerra su due fronti".

In breve Hitler aveva un'opinione molto bassa del "potere combattivo" americano ... come spesso faceva dei suoi nemici .

#25
+4
Michael
2013-10-01 04:21:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una possibile causa, avanzata da Viktor Suvorov, era che la Germania si rese conto che l'Unione Sovietica stava pianificando l'invasione della Germania non appena la Germania avrebbe esaurito la maggior parte delle sue risorse in Occidente. Nei suoi libri "Rompighiaccio" e "Mobilitazione" ha fornito alcune prove di ciò, come la concentrazione di truppe sovietiche al confine, la rimozione dei campi minati lungo il confine, la produzione di armi principalmente offensive, slogan di propaganda volti a "liberare il lavoratori in tutto il mondo ", ecc.

Suvorov può essere una lettura interessante, ma non dovrebbe essere considerata una fonte affidabile per le intenzioni tedesche di attaccare l'Unione Sovietica.
@davidfurber: lo stesso è stato affermato dal generale Jodl.
Nel processo di Norimberga del dopoguerra, quando aveva tutte le ragioni per presentare il Barbarossa come una guerra preventiva?
@davidfurber: sì. :) Quindi l'ho menzionato come "** possibile ** causa".
Capisco. Ma è anche lo stesso motivo per cui la propaganda nazista ha usato per giustificare l'invasione dei tedeschi e della loro Europa occupata. Vedi http://bytwerk.com/gpa/signal-1aug1941.htm per esempio. Ma dal punto di vista di Hitler, il tempismo era più uno di "tutti vestiti e nessun posto dove andare", "l'obiettivo principale di questa guerra è il Lebensraum in Russia", e "non possiamo prendere l'Inghilterra ma loro non possono nemmeno ". Non "se non vado adesso, Stalin mi prenderà".
#26
+4
Jerry C
2014-06-30 07:20:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La ragione diretta per cui la Germania attaccò l'Unione Sovietica erano i preparativi avanzati sovietici per invadere ("liberare") l'Europa centrale e occidentale. L'Unione Sovietica aveva l'esercito più potente del mondo a quel tempo e iniziò a concentrare le truppe lungo il nuovo confine sovietico-tedesco.

In effetti, i tedeschi fermarono il piano di Stalin di stabilire il dominio comunista in Europa. non è popolare tra gli storici, perché la Germania nazista ha commesso crimini orrendi contro l'umanità e l'Unione Sovietica è stata per qualche tempo un alleato occidentale.

Ascolta il discorso di Hitler del 3 ottobre 1941.

+1 sebbene l'argomento sia stato a lungo considerato "non valido" perché lo usavano i nazisti, e poi ancora di più "non valido" perché alcuni pseudo-storici lo usavano, è stato dimostrato da Mark Solonin che è abbastanza ben supportato dalle fonti sovietiche. Non c'è più domanda "se Stalin avesse piani offensivi", l'unica domanda rimasta è "1941 o 1942?"
#27
+3
Stumbler
2017-03-06 17:52:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Da aggiungere ad alcune già buone risposte.

Non importava molto.

L'aspetto più importante di avere una guerra su due fronti era dover proteggere la costa atlantica . Per la maggior parte questo significava ridurre il numero necessario di forze armate per garantire che le invasioni o le incursioni non potessero essere condotte (o almeno senza enormi rischi).

Winston Churchill aveva chiarito che sconfiggere il Regno Unito (un compito piuttosto scoraggiante così com'era) non avrebbe significato la fine del conflitto in occidente. Il suo famoso discorso nel 1940 chiarì che il governo del Regno Unito avrebbe continuato a combattere sull'isola, anche dopo aver perso la superiorità terrestre, e anche se completamente espulso dalle isole britanniche, avrebbe continuato la resistenza all'interno dell'Impero. Si potrebbe ipotizzare un'azione partigiana anche nei territori occupati. In quanto tale, un gran numero di soldati tedeschi sarebbe rimasto a lungo legato a ovest, anche se la guerra su quel fronte fosse stata "ufficialmente" conclusa.

L'altro aspetto da notare è che lo era considerata una cattiva idea per la Germania combattere una guerra su due fronti. Stalin non credeva che Hitler avrebbe mai invaso l'Unione Sovietica mentre la Gran Bretagna sarebbe rimasta una minaccia. Per dare forse credito a questa idea, il più grande raid aereo contro la Gran Bretagna è stato condotto nel periodo precedente al Barbarossa (10-11 maggio). Nonostante l'intelligence del contrario, l'URSS (e Stalin in particolare) è stata sorpresa a sonnecchiare quando la Germania ha lanciato un'invasione il 22 giugno. Ciò ha avuto l'effetto di una completa devastazione delle forze sovietiche a ovest. Tuttavia, poiché la guerra con la Germania era stata considerata in definitiva uno scenario abbastanza probabile, gran parte dell'industria sovietica era già stata riposizionata dietro gli Urali, il che significa che sarebbe rimasta praticamente intatta per tutta la guerra.

Mentre combatteva una guerra su due fronti permise definitivamente agli Alleati di sbarcare in Francia durante Overlord, a quel punto la guerra era già decisa.

Questo argomento sembra controindicato dal fatto che, anche mentre combatteva una sanguinosa e prolungata guerra su due fronti, la Germania aveva sconfitto la Russia nel 1917 solo 24 anni prima.
@PieterGeerkens * Apparentemente * contraddetto. In realtà la Germania non ha conquistato la Russia nella prima guerra mondiale. Potrebbe aver sconfitto militarmente la Russia, ma ciò che l'ha costretta a uscire dalla prima guerra mondiale è stata la guerra civile russa. Inoltre, la natura della guerra era cambiata. Il fronte occidentale era in gran parte statico dal 1915 al 1917. La successiva filosofia militare sarebbe stata in gran parte contraria all'idea che si potesse avere un fronte prevalentemente statico e stabile contro un nemico che avesse qualsiasi tipo di parità di armi.
#28
+3
Anixx
2011-12-26 17:15:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che la migliore approssimazione a una risposta vera sia che voleva uccidere tutti gli ebrei il più rapidamente possibile. La Gran Bretagna aveva piccoli ebrei, mentre la parte occidentale dell'URSS e la Polonia avevano la più alta popolazione di ebrei al mondo a causa del pallido insediamento dell'ex impero russo che imponeva agli ebrei di vivere solo nelle parti occidentali del paese.

Nel 1939 la Gestapo fece una ricerca e concluse che le parti occidentali dell'URSS erano una base biologica degli ebrei.

Hai una citazione per l'ultima frase? Non ne ho mai sentito parlare prima
Pensava anche che la Gran Bretagna fosse schiava della cospirazione ebraica capitalista mondiale, perché credeva che la Gran Bretagna fosse disonesta nei confronti dei propri interessi geopolitici combattendo la loro "guerra di scelta" con la Germania. Preferiva che l'Inghilterra avesse il mare e la Germania il continente, ovviamente in termini tedeschi.
#29
+2
D J Sims
2016-09-24 20:59:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Era probabile che Stalin attaccasse lo stesso e fece dichiarazioni in questa direzione.

Fonte: controversia sui piani offensivi sovietici

Danilov e Heinz Magenheimer hanno esaminato questo piano e altri documenti all'inizio degli anni '90, che potrebbero indicare preparativi sovietici per un attacco, nel giornale militare austriaco (Österreichische Militärische Zeitschrift, nn. 5 e 6, 1991; n. 1, 1993; e n. 1, 1994). Entrambi i ricercatori giunsero alla conclusione che il piano di Zhukov del 15 maggio 1941 rifletteva il discorso di Stalin del 5 maggio 1941 che annunciava la nascita della nuova Armata Rossa offensiva.

Le ragioni fornite nelle altre risposte, sebbene ben citate, non sono necessariamente le ragioni effettive per cui la Germania ha attaccato. La leadership nazista probabilmente voleva inquadrare la guerra come una conquista aggressiva che avrebbe avuto successo, non come un disperato attacco preventivo per rallentare un avversario molto più forte.

In ogni caso, entrambe le parti si aspettavano che la guerra accadesse. Stalin credeva che la guerra tra le nazioni capitaliste avrebbe creato le condizioni ideali per un attacco sovietico. Hitler si aspettava anche di combattere la Russia, come affermato nel Mein Kampf. Dati questi presupposti sostenuti da entrambe le parti, l'unico risultato logico è che la Germania avrebbe attaccato per prima, nel 1941, quando aveva appena conquistato l'Europa occidentale ed era al suo massimo.

#30
+2
Konstantin
2018-01-05 12:44:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Germania ha già combattuto su due fronti. Questa è la prima guerra mondiale e Hitler ha combattuto in questa guerra. Non era un idiota.

La Germania degli anni '20 è un paese emarginato. Lo stesso oltraggio dell'URSS. La Germania e l'URSS si sono aiutate a vicenda. Ma ... L'URSS è l'unico paese socialista al mondo. Ma il "problema" era che questo singolo paese socialista si stava sviluppando rapidamente. Industrializzazione, medicina gratuita, istruzione gratuita, terra libera, autarchia: questa è una minaccia per l'intero mondo capitalista. È una bandiera, un simbolo per tutti i comunisti nel mondo. Stalin ha detto che "o diventeremo una potenza industriale o verremo distrutti". Tutti i bolscevichi capirono che l'URSS era l'obiettivo numero uno. La domanda era: chi, dove e quando ucciderà il primo paese della democrazia popolare. La scelta è stata perfetta: la Germania. In un momento un amico si è trasformato in un nemico. Hitler - enorme assassino Hitler ha ricevuto la Cecoslovacchia. Hitler ha ricevuto la Polonia. La Francia non ha voluto combattere e si è arresa. Anche i polacchi hanno difeso la capitale. I francesi applaudirono le truppe tedesche e quando Hitler divenne forte attaccò l'URSS. Perché Hitler è un killer assunto. L'URSS è vittima di un killer a pagamento. È tutto molto semplice.

A proposito, c'è un altro momento "strano". Hitler "idiota" non ha mobilitato l'economia. Se sei in guerra, devi mobilitare l'intera economia. Suppongo che il padrone tenga il suo cane al guinzaglio. Il proprietario aveva paura che Hitler potesse sfuggire al controllo. Il proprietario ha messo la museruola: ha proibito la mobilitazione dell'economia.

Quando l'assassino assunto mancava, il cliente ha organizzato la sua distruzione.

p.s. Nel 1941 Hitler controllava più fabbriche e ingegneri di Stalin. Mobilitazione + tecnologia = migliaia di Panzes, Stug, Ganomag, aerei, artiglieria, divisioni, corpi, eserciti. L'URSS poteva perdere, ma il pastore tedesco aveva un guinzaglio corto.

"Hitler è un killer assunto" (e altre dichiarazioni)? Le fonti migliorerebbero questa risposta.
#31
+1
Tyler Durden
2014-04-06 06:06:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il problema era che l'attacco all'Inghilterra era fallito. Ciò significava che non c'era modo di alleviare il blocco sulla Germania. Hitler era in bancarotta senza altra scelta che attaccare la Russia. Stavano letteralmente strappando le ringhiere a Berlino per ottenere rottami metallici. Tutti ricevevano razioni che aumentavano di mese in mese. L'Unione Sovietica era l'unico posto attaccabile con le risorse necessarie per influenzare la situazione economica del Reich.

L'ideale sarebbe stato conquistare la Gran Bretagna e prendere il controllo dell'Atlantico. Ciò avrebbe aperto il commercio e migliorato la situazione, ma con gli inglesi in stretto controllo del canale e la marina tedesca troppo debole per sfidare l'Inghilterra, l'unica opzione rimasta era una guerra di terra contro l'Unione Sovietica. Non riporre fede negli aneddoti e nelle parole delle persone sulle loro motivazioni. Quando arriva il momento critico, il tuo portafoglio detta le tue azioni e il portafoglio di Hitler era vuoto.

#32
  0
user27618
2018-01-13 13:01:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Risposta breve: il patto Molotov-Ribbentrop sarebbe sempre finito male. Staling odiava Hitler e Hitler odiava Stalin come nessun altro leader in Europa. Che Hitler abbia colpito per primo non è probabilmente un errore così grande come sembra. La Germania e l'Unione Sovietica avrebbero sempre mescolato le cose. Il grande errore di Hitler nell'attaccare l'Unione Sovietica è stato non avanzare su Mosca in modo tempestivo e distrarsi. La maggior parte degli storici si è divisa sul fatto che lo Stato Maggiore tedesco avrebbe avuto successo in Russia senza l'ingerenza di Hitler. I ritardi di Hitler nell'attacco a Mosca significarono che l'esercito tedesco, scarsamente equipaggiato, doveva combattere uno degli inverni russi più freddi della storia e l'esercito tedesco non si riprese mai.

Risposta più lunga: Hitler era capace di grandi idee innovative, ma era anche capace di errori enormi. La maggior parte dei generali hitleriani credevano che invadere la Polonia fosse un errore perché all'epoca la Germania non aveva molto a disposizione a guardia del confine con la Francia. Quindi la maggior parte dei suoi generali pensava che invadere la Francia fosse un errore, data l'esperienza della prima guerra mondiale e la saggezza convenzionale che l'esercito francese era il più forte del continente, per non parlare delle forze della Gran Bretagna. In ciascuno di questi casi Hitler si era dimostrato corretto nonostante le obiezioni dei suoi generali. Uno dei grandi dibattiti nella seconda guerra mondiale è se lasciato a se stesso, senza che gli hitler si intromettessero, lo stato maggiore tedesco avesse avuto successo in Russia. Non è chiaro, ma ciò che è chiaro è che senza Hitler probabilmente non avrebbero attaccato l'Unione Sovietica nel giugno del 1941, e con Hitler non avrebbero potuto avere successo.

Hitler aveva guadagnato popolarità negli anni '20 in poi quattro punti fondamentali.

(1) attaccare il Trattato di Versailles (2) promuovere il pangermanismo, (3) antisemitismo (4) anticomunismo

Hitler che in realtà era incredibilmente scarsamente informato su molti argomenti di cui gli piaceva parlare come un esperto, come la politica interna americana .. e come i cittadini ebrei influenti fossero in ogni paese che voleva invadere. Hitler spesso equiparava l'anticomunismo e l'antisemitismo perché credeva che il comunismo fosse un complotto ebraico per controllare il mondo. (**) Che Hitler odiasse i comunisti più degli inglesi non fece notizia a nessuno. Hitler e i nazisti avevano combattuto lotte di strada contro i comunisti in Germania prima di salire al potere. Odiava il comunismo con passione e lo ha affermato in 1000 discorsi e in modo prominente nella sua biografia Mein Kamf (la mia lotta). Hitler sognava di epurare la Russia da ebrei e comunisti e di catturare tutta quella terra per uso tedesco, probabile anche in quest'ordine.

Allora perché Stalin si è schierato con la Germania. perché l'Unione Sovietica accettò il Patto Molotov-Ribbentrop nell'agosto 1939. Perché l'Unione Sovietica era totalmente impreparata alla guerra e guadagnava tempo. Stalin stava cercando di prepararsi il più velocemente possibile, mentre tutta l'Europa si stava preparando. Il patto Molotov-Ribbentrop ha acquistato la Russia due anni, il che probabilmente valeva la pena per Stalin. Hitler tradì Stalin attaccando nel giugno del 1941, perché vide un'opportunità che probabilmente non esisteva per portare fuori l'Unione Sovietica rapidamente prima che potessero prepararsi completamente. Il che ci riporta agli errori colossali di cui Hitler era capace. Sì, è stato un errore invadere l'Unione Sovietica perché ha fatto sì che la Germania fosse di nuovo intrappolata in una guerra su due fronti. Il vero errore di calcolo fatale fu quando Hitler si fermò e dirottò le forze dal Centro del gruppo dell'esercito a sud verso Kiev Ucraina. Il ritardo ha bloccato l'attacco a Mosca e ha costretto le truppe tedesche mal equipaggiate (abbigliamento invernale) a combattere in uno dei peggiori inverni russi mai registrati. La Germania non si è mai ripresa. La Wehrmacht non è stata in grado di sostenere la sua pressione su Mosca, invece combattendo, e alla fine ritirandosi, in tutto il territorio russo.

(*) Perché Mosca era così importante? Ho visto un precedente commento su Napoleone che ha preso Mosca e non lo ha aiutato a evitare una catastrofe nell'inverno russo. La risposta è Trains. Mosca era l'hub ferroviario centrale di tutta l'Unione Sovietica. Se Hitler avesse controllato Mosca, avrebbe controllato tutti i sistemi ferroviari che la Russia ha usato per trasportare non solo le truppe ma tutta la loro logistica militare e civile. Se Hitler avesse preso Mosca, il gioco sarebbe finito.

(**) Hitler credeva anche che il capitalismo fosse un complotto ebraico per controllare il mondo, quindi vai a capire.

#33
-1
user2277550
2018-05-14 14:52:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per aggiungere le risposte che già esistono, nel tradizionale ordine strategico che esisteva prima delle armi nucleari.

terra sotto controllo = K * uomini per la guerra = k2 * risorse per la guerra

Questa era la base per l'ordine militare tradizionale.

La conquista di Francia e Polonia da parte di Hitler fu esattamente rispecchiata in un certo senso dalle azioni di Stalins in Romania, Finlandia e nel Baltico. Questo era naturale e l'obiettivo era quello di non concedere alcun vantaggio strategico.

Ma la Germania era ancora molto dipendente dal commercio sovietico del greggio e di altre risorse vitali. Qui stava la necessità di inseguire la Russia. L'elemento ideologico non avrebbe avuto molta importanza se Hitler non avesse ritenuto che la Russia avesse un efficace "kill switch" sull'industria tedesca, cosa che sapeva fare.

Ma uno dei primi piani tedeschi, penso, voleva La Russia verrà spinta oltre gli Urali e creerà un nuovo status quo intorno a tutto a ovest degli Urali. Ciò avrebbe reso la Germania prevalentemente autosufficiente ed era ovviamente una sana dottrina. Il capovolgimento della bilancia, a mio avviso, è stato l'ingresso degli Stati Uniti e il fatto che ci fosse una guerra di logoramento vincente che gli alleati potevano perseguire, cosa che alla fine fecero.

#34
-3
Andrei
2011-10-13 01:57:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Perché Hitler era pazzo. Non era normale per nessuno standard.

Se avesse previsto che gli Stati Uniti si uniranno alla Gran Bretagna e alla Russia contro la Germania e che gli Stati Uniti invieranno aiuti militari praticamente illimitati alla Russia, anche allora avrebbe invaso la Russia, era condannato il giorno in cui ha invaso. Anche se ci sono voluti 4 lunghi anni perché Hitler cadesse.

Nel frattempo è stato Hitler a dichiarare guerra agli Stati Uniti, non il contrario. Allo stesso modo ci si può chiedere perché sia ​​entrato in guerra con gli Stati Uniti prima di sconfiggere l'URSS e la Gran Bretagna.
Gli Stati Uniti stavano dichiarando guerra alla Germania da molto tempo nel dicembre 1941. Le nazioni erano già in guerra comunque.
Preferisco "diversamente logico". :-)
La risposta è sbagliata. Hitler ha seri problemi per ottenere il quadro reale del mondo solo negli ultimi giorni di guerra. Nei primi anni di guerra era sano di mente ed era pienamente in grado di prendere decisioni strategiche.
Ah, eccolo qui. La risposta che dice * perché era un idiota *.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...