Domanda:
C'è mai stato qualcosa di simile al boom del petrolio che vediamo oggi?
user31652
2018-03-15 08:46:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dalla scoperta del petrolio, ci sono state intere nazioni che sono state letteralmente costruite da zero quasi completamente con i soldi del petrolio. Ciò è stato fatto, e viene ancora fatto, in tempi relativamente brevi. È mai accaduto nella storia a una tale portata (rispetto a quei tempi)? In caso affermativo, quali sono state le conseguenze? Quali paralleli possiamo tracciare con il boom petrolifero di oggi e la sua inevitabile fine?

Conosco la corsa all'oro del 1800, ma non sembrano paragonabili a quella del boom petrolifero di oggi.

Per chiarire, stai chiedendo se esiste una singola industria che è stata una delle ragioni principali per cui uno stato ha guadagnato una ricchezza significativa rispetto ai suoi pari senza detta industria?
@FiringSquadWitness Sì, ma preferibilmente un settore legato a una risorsa naturale.
Ci sono mai state nazioni costruite su materie prime estrattive? Argento, oro, guano, olio di balena. Isola di Pasqua del Nord Africa (Guns Germs & Steel). C'è anche un nome per i fenomeni - [Dutch Disease] (https://en.wikipedia.org/wiki/Dutch_disease) Qualcuno di questi esempi corrisponde a quello che stai cercando? in caso contrario, puoi spiegare più precisamente cosa vuoi sapere?
@MarkC.Wallace Sì, quelli sono buoni. Sono particolarmente interessato ai luoghi che hanno costruito grandi infrastrutture ed edifici (come Dubai oggi). Voglio anche capire cosa è successo loro quando la loro fonte di ricchezza si è esaurita.
Lo sviluppo dell'agricoltura in varie regioni mi sembra in qualche modo analogo. Entrambi sono esempi di aumento dell'intensificazione energetica.
Mi stavo solo chiedendo se stai cercando ricchezza o infrastrutture; ma se pensi che siano equivalenti, immagino che non abbia importanza.
Faccio fatica a pensare a un'altra merce che la mancanza di potrebbe fermare il mondo intero. Non c'è niente di parallelo all'oro nero. Stai chiedendo in termini di profitto o effetto?
L'industria e la ricchezza norvegesi intorno al 1900 sono state costruite sull'energia idroelettrica e quelle centrali continuano a produrre.
Sette risposte:
#1
+42
Lars Bosteen
2018-03-15 14:44:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

RISPOSTE BREVE

In termini di impatto, l'afflusso di metalli preziosi in Spagna (e poi nel resto dell'Europa) dal Sud America dalla fine del 15 al XVI secolo è difficile da eguagliare. Per un po ', questo rese la Spagna enormemente ricca e le consentì di finanziare eserciti e conquiste su una scala che non si vedeva almeno dai tempi dell'Impero Romano. Ha trasformato la Spagna in una potenza globale e ha portato a enormi cambiamenti nelle economie del Sud America.

Vale anche la pena notare l'impatto che il Le miniere d'argento di Laurion avevano ad Atene . Questi permisero la costruzione della marina ateniese che svolse un ruolo chiave nella sconfitta della seconda invasione persiana della Grecia nel 480 a.C. e successivamente aiutò Atene a costruire il suo impero.


SPAGNA E SUD AMERICA

La quantità di argento portata dalla Spagna in Europa è stata enorme (vedi statistiche qui), più di quanto l'Europa avesse mai visto prima. La ricchezza del Sud America significava che

All'inizio del XVI secolo la Spagna era, rispetto alle altre nazioni d'Europa, economicamente più alta di quanto non fosse mai stata prima, o è mai esistito da allora.

Inoltre, queste conquiste e spesso sfruttamenti spietati

hanno gettato le basi di un vero il commercio globale aprendo le grandi rotte commerciali transoceaniche e l'esplorazione di territori e oceani sconosciuti per la conoscenza occidentale.

Lo sfruttamento del Nuovo Mondo ha cambiato completamente anche le economie delle Americhe : l ' insediamento di migliaia di europei impegnati in attività economiche ha trasformato il continente.

C'erano anche alcuni enormi svantaggi per molte persone, più ovviamente per coloro a cui era stato sottratto l'oro e per coloro che erano stati costretti a estrarre (in condizioni spesso spaventose) l'argento dalle miniere. Inoltre, la Rivoluzione dei prezzi (ritenuta dalla maggior parte degli accademici essere stata principalmente il risultato delle enormi quantità di argento versato in Europa) ha causato un'enorme inflazione in gran parte dell'Europa (almeno in Spagna, questo ha colpito i poveri più difficile). Ha anche mandato in bancarotta la monarchia spagnola a causa dell'incapacità dei re successivi di esercitare un controllo adeguato sul flusso e sull'uso dell'argento e dell'oro.

D'altra parte la rivoluzione dei prezzi ( riconoscimento: Pieter Geerkens per il suo commento sotto ) è stato un importante stimolo economico:

Questo importante periodo di crescita economica in Europa ha favorito un nuovo sistema economico che avrebbe cambiato il mondo. Questo nuovo sistema si basava su domanda e offerta e prezzi fluttuanti. Questi nuovi ideali e pratiche sono ciò che si è evoluto nel nostro moderno sistema economico chiamato capitalismo ....

... L'impatto del commercio, il cambiamento di prezzo, la lotta per ottenere terra e potere, e in particolare un un nuovo sistema di economia ha portato alla luce una nuova era e ha cambiato per sempre il modo in cui il mondo è gestito.


ATENE NEL PERIODO CLASSICO

L'importanza delle miniere di Laurion per Atene è ben affermata da Robin Osborne nella Grecia classica 500 - 323 aC . Sull'importanza di ciò nel resistere all'invasione persiana:

Alla fine degli anni '80, ci viene detto che un grande sciopero d'argento risultò in un guadagno inaspettato per il tesoro di cento talenti ... gli Ateniesi usarono il denaro per costruire cento triremi, che presto sarebbero state fondamentali per sconfiggere i Persiani a Salamina e stabilire Atene come la principale potenza navale dell'Egeo

Questa potenza navale,

ha sostenuto l'acquisizione dell'impero, che a sua volta ha finanziato, attraverso tributi e altre entrate, il costoso marchio di democrazia ateniese ... senza le risorse dell'impero, gli ateniesi non avrebbero potuto finanziare la paga per le cariche pubbliche (anche i poveri potevano parteciparvi) e una flotta onnipotente (un talento nei rematori 'paga solo per tenere in mare solo una trireme per un mese) e ha sostenuto opere pubbliche (il Partenone, esclusa la statua del culto, costava circa 470 talenti) e ha costruito una riserva di cassa di quasi 10.000 talenti sull'Acropoli

L'argento era usato per fare monete

L'argento estratto dalle miniere fu formato nella moneta Tetrhadrachmon ateniese, che divenne la pubblicità dominante valuta del Mediterraneo orientale durante l'era classica. Queste monete, insieme al tributo pagato dai loro alleati nella lega di Delo, conferivano ancora più ricchezza ai cittadini ateniesi che le usavano per mantenere il loro impero e per finanziare grandi progetti culturali.

La produzione è diminuita durante la Guerra del Peloponneso (431-404 a.C.) e la cattura di Sparta del forte di Dekelia nel 413 a.C. rese difficile ad Atene l'accesso alle miniere.

Altre fonti / ulteriori letture:

https://www.jstor.org/stable/1819513

http://www.newworldencyclopedia.org/entry/Spanish_Empire

https://faculty.history.wisc.edu/sommerville/351/351-06.htm

https://www.jstor.org/stable/2122742

Batti anche me. Questo è l'ovvio e il più vicino parallelo a me. Tuttavia, l'inflazione era disperatamente necessaria, non indesiderata, poiché l'offerta monetaria dell'Europa era grossolanamente inadeguata fino all'arrivo dell'argento del Nuovo Mondo.
"La Spagna aveva la mucca ma altri bevevano il latte" (la Spagna aveva la mucca ma altri bevevano il latte)
Il PO sembrava essere particolarmente interessato a tracciare paralleli storici con i moderni boom del petrolio. Tuttavia, sembra esserci (almeno a livello superficiale) un'importante differenza: l'Africa è stata in gran parte conquistata e saccheggiata (almeno secondo questa risposta), mentre i moderni stati petroliferi sono almeno nominalmente autorizzati a governare da soli, con le superpotenze di oggi * acquisto * da loro. Quanto questo limita la nostra capacità di apprendere lezioni applicabili alla nostra situazione moderna?
Seguendo il mio commento sopra: [Come misuriamo l'adeguatezza dell'offerta monetaria premoderna?] (Https://history.stackexchange.com/questions/44150/how-do-we-measure-the-adequacy-of -pre-moderna-offerta-monetaria / 45883 # 45883)
#2
+25
Denis de Bernardy
2018-03-15 13:42:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi viene in mente la canna da zucchero nei Caraibi. Le isole erano economie a scopo unico per tutti gli intenti pratici, proprio come fanno un certo numero di paesi dell'OPEC.

Era anche estremamente prezioso. All'indomani della guerra dei 7 anni, la Francia preferì cedere i suoi possedimenti canadesi per mantenere la Guadalupa e la Martinica.

Il parallelo si estende in qualche modo in quanto l'importanza della canna da zucchero è diminuita dopo la barbabietola da zucchero si diffuse, lasciando molte isole prive di una grande economia.

#3
+16
pokep
2018-03-15 22:22:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Direi che tali boom e questi sbalzi non sono l'eccezione ma la norma, e che c'è di più da imparare dallo studio di questi che dalla semplice guerra e politica. Gli effetti di questi ultimi sono relativamente facilmente (e spesso, rapidamente) invertiti, mentre gli effetti di boom e sbalzi di solito si riverberano per generazioni.

Alcuni esempi:

  • Banane. Oggi diamo per scontata la disponibilità di frutta fresca sul mercato, quindi è difficile immaginare cosa significasse l'introduzione della banana nella dieta degli USA in rapida urbanizzazione. Ma gli effetti del rapido sviluppo dell'industria nelle economie tropicali si fanno sentire ancora oggi, sia politicamente che economicamente.

  • Carne. L'Argentina è passata dall'oscurità a uno dei paesi più ricchi del mondo, mentre Chicago è diventata una delle grandi città del mondo in poco più di una generazione, tutto grazie alla scoperta che era possibile spedire carne in Europa con navi raffreddate dal ghiaccio. / p>

  • Schiavi. Certamente.

  • Pellicce. Se Pechino non fosse stata così fredda, sembra improbabile che i russi sarebbero riusciti ad attraversare l'Alaska fino alla California, ma questo era il mercato delle pellicce.

  • Oppio. Il dominio britannico in India non può essere compreso senza riferimento al boom delle esportazioni di oppio in Cina. Si può affermare che nessun'altra merce nella storia ha avuto un effetto maggiore, politicamente ed economicamente, su più persone di questo oggetto, che ha impiegato meno di 20 anni per svilupparsi ma secoli per rimediare al suo danno.

  • Argento. Come notato da altri.

  • Grain. Fornire grano a Roma fu prima la fonte di grande ricchezza per la Sardegna, la Corsica e altre province, e in seguito la loro rovina a causa del degrado del suolo, della diminuzione del mercato e della loro concorrenza.

  • Elettronica di consumo. Se il Pearl River Delta fosse un paese indipendente, parleremmo sicuramente del boom lì negli stessi termini del boom petrolifero nel Golfo Persico. E le ramificazioni geopolitiche sono di entità simile.

L'elenco potrebbe continuare all'infinito ed è un'area di studio molto utile. Una delle domande fondamentali dell'economia è la misura in cui la crescita economica globale è guidata da questo tipo di sfruttamento esogeno, in opposizione alla crescita interna e all'invenzione. Ovviamente questa domanda è intrecciata con gravi questioni morali e politiche.

Potresti aggiungere sale a questa lista; come il petrolio, la domanda di questo era piuttosto anelastica nei tempi di pre-refrigerazione, e sebbene fosse possibile produrre in piccole quantità per nazioni senza grandi depositi naturali (olio sintetico contro evaporazione dell'acqua di mare) questi metodi non si adattavano bene, quindi faceva spesso parte di una rete commerciale globale.
@jkf Ma c'è stato un boom del sale da qualche parte? Immagino che ci fosse, ma non posso indicarne uno sopra la mia testa.
Avevo in mente per qualche motivo l'era romana, ma non sono riuscito a trovare nulla di ben documentato. Tuttavia la miniera di sale [(wikipedia)] (https://en.wikipedia.org/wiki/Wieliczka_Salt_Mine) a Wieliczka, in Polonia, sembra aver guidato l'economia polacca per tutto il Medioevo, portando a qualcosa chiamato ["The Polish Golden Age "] (https://en.wikipedia.org/wiki/Polish_Golden_Age), di cui non avevo mai sentito parlare, ma che sembra significativo per la storia polacca ed europea e abbastanza paragonabile a un posto come gli Emirati Arabi Uniti. Quindi c'è un esempio, ho sicuramente imparato qualcosa di nuovo dalla mia oziosa speculazione! :-)
#4
+7
MSalters
2018-03-15 17:38:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mi viene in mente l ' Era Guano del Perù. Entro circa 2 decenni, l'economia è esplosa. Tuttavia, quando il guano si è esaurito, una diversificazione in salnitro non ha funzionato così bene e la guerra persa con il Cile ha riportato il Perù alla sua situazione economica pre-Guano.

Questo è un buon esempio di qualcosa con un valore intrinseco, invece di un lusso. E un presagio piuttosto inquietante: * Per 2 millenni la nostra economia è esplosa, ma quando il petrolio si è esaurito, una diversificazione in Re-E è fallita e TUTTI abbiamo perso la terza guerra mondiale. *
#5
+2
Aaron Brick
2018-03-15 11:58:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un esempio di una regione che è diventata ricca e potente dopo un singolo evento è stata la California, la cui corsa all'oro ha aumentato direttamente e indirettamente la popolazione dello stato di un ordine di grandezza.

Ovviamente il boom demografico di immigranti per lo più bianchi è stato in qualche modo bilanciato da un forte declino della popolazione degli indiani nativi in ​​quello che a volte viene chiamato il genocidio della California. https://en.wikipedia.org/wiki/California_Genocide
Sì, equilibrato in natura se non in numero. La crescita della popolazione anglo sembra aver superato di gran lunga le morti indiane nette in questo periodo.
#6
+1
Gangnus
2018-03-15 11:50:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per più di mille anni l'Asia centrale e alcune regioni limitrofe hanno ottenuto profitti dalla Via della Seta dalla Cina all'Europa. Ha funzionato praticamente fino a Vasco Da Gama. Per quanto riguarda la longevità della fonte di denaro gratuito, persone e idee interessanti, penso che fosse il record.

Per quanto riguarda la corsa all'oro / argento, hanno portato anche l'inflazione e non sono state così utili. L'industria che appariva intorno a loro era scarsa.

La corsa al cauchuc di Manaus è stato, credo, il caso più triste: quando un'industria è apparsa ... ed è scomparsa davanti agli occhi di una generazione.

L'esempio più radicale, con la maggiore differenza con e senza la risorsa, penso, è stato Nauru, dove l'intera isola / stato è stato scavato.

La California è stato un esempio interessante, dove una corsa (oro) passato a un altro, più morbido (balene).

#7
+1
Brian Drummond
2018-03-17 16:04:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'unione di carbone, ferro / acciaio e l'invenzione del motore a vapore nella Gran Bretagna pre-vittoriana hanno prodotto la prima ondata di energia a basso costo.

Sebbene non sia molto avanti rispetto agli altri paesi europei, guidare l'onda sembra essere determinante nel trasformare solo un'altra potenza coloniale europea nel primo impero globale (certamente di breve durata).

L'energia a basso costo forniva i mezzi per processare le merci nelle fabbriche, nonché per razionalizzare il trasporto e il commercio di tali merci (anche se gran parte del trasporto alla rinfusa rimaneva a vela), nonché per dominare e controllare le rotte commerciali con la potenza navale.

Dato che altri paesi potevano recuperare abbastanza rapidamente e il vapore era superato da altre tecnologie, non durò molto a lungo.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...