Domanda:
Perché la Gran Bretagna e la Francia non dichiararono guerra all'Unione Sovietica quando invase la Polonia nella seconda guerra mondiale?
Louis Rhys
2012-09-03 13:37:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

All'inizio della seconda guerra mondiale, sebbene fossero lenti nell'attaccare effettivamente la Germania, Gran Bretagna e Francia dichiararono guerra contro di essa dopo che la Germania invase la Polonia. La ragione di ciò era il trattato in cui garantivano la Polonia contro l'invasione straniera. Tuttavia, l'Unione Sovietica invase anche la Polonia durante questo periodo, eppure non ci sono ultimatum (per quanto ne so) o dichiarazioni di guerra.

C'era una ragione legittima per questa incoerenza? Non credo che allora i sovietici fossero alleati di Francia e Gran Bretagna.

Perché sapevano di non poter sconfiggere contemporaneamente la Germania e la Russia. Non avrebbe giovato alla Polonia se Francia e Gran Bretagna fossero state soggiogate dai tedeschi, che è quello che sarebbe successo.
Bella domanda, non ci avevo mai pensato prima.
Dieci risposte:
#1
+46
kubanczyk
2012-09-07 14:40:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le ragioni politiche sia della Francia che della Gran Bretagna sono ben spiegate in altre risposte, quindi mi limito alla questione legale.

La Francia non era legalmente obbligata da alcun patto ad attaccare l'Unione Sovietica o a inviare truppe in Polonia per aiutare. Il trattato franco-polacco del 1921 specificava l'entità dell'aiuto, che equivaleva a mantenere libere le linee di comunicazione tra Francia e Polonia ( Francia e suoi alleati orientali, 1919-1925). Il patto del 1939, già ratificato il 4 settembre, era rigorosamente contro la Germania e non aveva disposizioni contro l'Unione Sovietica ( Gran Bretagna, Polonia e fronte orientale, 1939).

Gran Bretagna, d'altro canto, era legalmente obbligato ad attaccare l'Unione Sovietica, letteralmente " immediatamente " e a fornire " tutto il sostegno e l'assistenza in suo potere ", secondo il Patto del 1939. Non c'era trucco legale che permettesse alla Gran Bretagna di evitarlo. La Gran Bretagna ha riconosciuto la Polonia come un paese e il patto ovviamente non richiedeva che la Polonia fosse riconosciuta dagli invasori. Il patto non richiedeva alla Polonia di dichiarare guerra a un nemico. Inoltre, l'ambasciatore Raczyński ha richiesto tale aiuto dalla Gran Bretagna non appena l'Unione Sovietica ha attaccato e Halifax ha rifiutato senza alcuna ragione significativa ( Gran Bretagna e Polonia 1939-1943: The Betrayed Ally). Halifax ha detto: "Per quanto riguarda l'aggressione sovietica, eravamo liberi di prendere la nostra decisione e di decidere se dichiarare guerra all'URSS o meno". ( Gran Bretagna e Polonia 1939-1943: The Betrayed Ally)

Modifica: come Andy ha sottolineato nella sua risposta, gli obblighi della Gran Bretagna erano più sfumati di quanto il pubblico pensasse, a causa di il protocollo segreto britannico-polacco che accompagna il patto del 1939.

Grazie. Il patto britannico-polacco dice tra l'altro: "I metodi di applicazione degli impegni di mutua assistenza previsti dal presente Accordo sono stabiliti tra le autorità navali, militari e aeree competenti delle Parti contraenti.", Penso che significa che c'erano altri accordi ad esso.
Inoltre il patto non richiedeva la dichiarazione di guerra all'URSS, richiedeva solo che Brittain fornisse tutta l'assistenza possibile alla Polonia, e lo faceva già.
La mia opinione è che la Gran Bretagna non abbia fornito "tutto il supporto e l'assistenza in suo potere" in caso di invasione tedesca o in caso di invasione dell'URSS. La tua opinione potrebbe essere diversa.
dov'è il provvedimento che doveva attaccare "subito"? "tutta l'assistenza necessaria" non significa "attaccare subito".
Nel primo articolo del patto, ho fornito il link nella risposta (http://avalon.law.yale.edu/wwii/blbk19.asp).
l'articolo parla di "supporto e assistenza", non di "attacco subito".
@Anixx, sì, ma il supporto e l'assistenza devono arrivare immediatamente
#2
+14
Andy
2013-06-10 22:40:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il 25 agosto, due giorni dopo il Patto nazi-sovietico, fu firmato l'Accordo di mutua assistenza tra il Regno Unito e la Polonia. L'accordo conteneva promesse di mutua assistenza militare tra le nazioni nel caso in cui una delle due fosse stata attaccata da qualche "paese europeo". Il Regno Unito, avvertendo una pericolosa tendenza dell'espansionismo tedesco, ha cercato di impedire l'aggressione tedesca con questa dimostrazione di solidarietà. In un protocollo segreto del patto, il Regno Unito offriva assistenza nel caso di un attacco alla Polonia specificamente da parte della Germania, mentre in caso di attacco da parte di altri paesi le parti dovevano "consultarsi insieme su misure da adottare in comune ". Sia il Regno Unito che la Polonia erano tenuti a non stipulare accordi con altri paesi terzi che rappresentassero una minaccia per gli altri.

Detto questo, bisogna pensare in parole povere. Gli inglesi e i francesi vedevano la Germania come la "PRINCIPALE" minaccia al loro dominio dell'Europa. L'Unione Sovietica di quell'epoca era ancora considerata un paese "grande ma arretrato" che non rappresentava una minaccia imminente per i paesi europei. Soprattutto dopo le epurazioni di Stalin del partito comunista e dell'Armata Rossa.

Bisogna ricordare che due volte nel corso del ventesimo secolo Gran Bretagna E Francia hanno dichiarato guerra alla Germania e non il contrario. Si deve vedere la tendenza qui, di entrambe queste nazioni, a vedere la Germania come la potenza crescente e quindi la minaccia, nell'Europa centrale. Per quanto riguarda la miopia riguardo al potenziale dell'Unione Sovietica di dominare mezza Europa, tutto quello che posso dire è che "BISOGNO DI STRANI COMPAGNI DI LETTO".

Approccio interessante. Ma hai un link al testo del protocollo segreto?
Buona presa con quel protocollo segreto! Ma per favore fornisci un link (Wikisource?).
-1: nel 1914, la Germania dichiarò prima guerra alla Francia, anche se il Regno Unito dichiarò guerra alla Germania in un momento successivo.
#3
+12
Voitcus
2013-06-11 15:27:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il problema principale era che la Polonia e l'URSS non erano in stato di guerra.

Il governo polacco credeva che i sovietici fermeranno l'aggressione e proibiranno alle truppe polacche di combattere contro i russi. È stato a causa di un patto di non aggressione dal trattato di pace di Riga nel 1921. La Polonia non voleva rompere questo trattato. Ogni assistenza richiesta dal governo polacco era per far ritirare i russi dalla Polonia, non per fare la guerra contro di loro. La diplomazia britannica fallì (o non intraprese alcuna azione, non ricordo), ma non fu l'unico "successo" della diplomazia britannica dalla militarizzazione della Renania.

Successivamente, perché la diplomazia le relazioni tra la 2a Repubblica polacca e l'URSS non furono interrotte, l'accordo Sikorski-Mayski potrebbe essere fatto e prigionieri di guerra dalla parte russa della Polonia potrebbero passare attraverso l'Iran e l'Afghanistan all'India britannica e la Palestina all'Egitto per combattere i tedeschi.

Le relazioni diplomatiche si sono interrotte dopo la rivelazione del massacro di Katyń; permettendo così a Stalin di fare un governo fantoccio nella Repubblica popolare di Polonia. Per il governo britannico, quello polacco in esilio non era allora necessario perché l'URSS era ormai uno dei principali alleati, molto, molto più forte della Polonia occupata.

E nota personale ...

Come ricordo dalla scuola (comunista), l'azione sovietica fu chiamata "intervento per proteggere la classe operaia e i contadini dall'invasione tedesca". Non abbiamo foto di truppe sovietiche e tedesche che fraternizzano sul territorio polacco, in quanto "erano nemici". Ufficialmente, l'URSS ha salvato il popolo polacco ed è stata nemica della Germania sin dall'inizio (1939).

Quello che ti hanno detto alla scuola comunista era una grossolana distorsione dei fatti. Dai un'occhiata a questo: http://en.wikipedia.org/wiki/German%E2%80%93Soviet_military_parade_in_Brest-Litovsk Una domanda a margine interessante è se questo giro (cioè che l'URSS stava proteggendo la Polonia dalla Germania) fosse contemporaneo o inventato dopo.
@FelixGoldberg dannazione, amico, lo so che era falso !!!! Tutti sanno! Volevo solo mostrare agli occidentali come l'intervento sovietico avrebbe potuto essere scusato (so che non era una risposta, ma non ho potuto resistere).
@FelixGoldberg Lo spin era contemporaneo, ma non si trattava di proteggere la Polonia. Si trattava di proteggere le persone di nazionalità bielorussa occidentale e ucraina occidentale (a fini di propaganda la Polonia è stata dichiarata inesistente e sostituita da quei semi-paesi).
#4
+8
Tom Au
2012-09-04 00:11:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Gran Bretagna e la Francia consideravano la Germania (Hitler) come il più grande male, e avevano le mani impegnate con lui Dichiarare guerra all'Unione Sovietica e costringerla a un'alleanza permanente con Hitler sarebbe stato un grosso errore. Probabilmente speravano che la Germania e l'Unione Sovietica avrebbero litigato, e quest'ultima sarebbe diventata il loro alleato. Ed è proprio quello che è successo, che ha portato alla sconfitta della Germania.

È qualcosa che ogni ragazzo impara al parco giochi: "Non vuoi essere un uomo strano in una lotta a tre".

Potrebbe essere vero .. Ma data la loro insistenza sulla Germania, non c'era almeno una ragione ufficiale / legittima per non onorare il trattato nel caso dei sovietici?
@Louis Rhys, come ho già sottolineato, poiché la Polonia stessa non ha dichiarato guerra all'URSS, non avevano bisogno di alcuna scusa per non dichiarare guerra all'URSS a sua volta.
Potete fornire fonti?
@FelixGoldberg: Ecco la mia fonte principale. http://www.ibiblio.org/pha/timeline/410622dwp.html "Nessuno è stato un oppositore del comunismo più coerente di me [Churchill] negli ultimi venticinque anni. Non dirò parole che ho ne ho parlato. Ma tutto questo svanisce davanti allo spettacolo che si sta svolgendo.
Ma è del 22 giugno 1941 - circostanze completamente diverse.
#5
+3
Pieter Geerkens
2017-08-16 08:00:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel secondo libro, capitolo 3, di The Gathering Storm , Winston Churchill cita una nota di Gabinetto del 25 settembre, osservando che " ha colpito una nota interessante ".

.... Loro [i russi] ora sono limitrophe con la Germania, ed è del tutto impossibile per la Germania denudare il fronte orientale. Bisogna lasciare un grande esercito tedesco a guardarlo. Vedo che il generale Gamelin lo mette [come] almeno venti divisioni. Potrebbero essere venticinque o più. Un fronte orientale è, quindi, potenzialmente esistente.

In una trasmissione del 1 ° ottobre di quell'anno Churchill afferma ulteriormente:

La Russia ha perseguito una politica fredda dell'interesse personale. Avremmo potuto desiderare che gli eserciti russi rimanessero sulla loro linea attuale come amici e alleati della Polonia invece che come invasori. Ma che gli eserciti russi rimanessero su questa linea era chiaramente necessario per la sicurezza della Russia contro la minaccia nazista. In ogni caso, la linea c'è, ed è stato creato un fronte orientale che la Germania nazista non osa assalire. . . .

Il riferimento di Churchill alla linea sostenuta dai russi come " necessaria " è alle precedenti discussioni dell'estate precedente tra la Polonia e l'Unione Sovietica, alle condizioni di quale la Russia si sarebbe alleata con la Polonia. La richiesta sovietica doveva poter far avanzare le proprie truppe su questa linea come misura difensiva adeguata per aiutare la Polonia. La Polonia ha rifiutato questa richiesta, portando successivamente al patto Molotov-Ribbentrop. Churchill afferma di trovare sia la richiesta che il rifiuto posizioni ragionevoli per le rispettive parti, sebbene reciprocamente sfortunate.

È chiaro da queste dichiarazioni contemporanee che Churchill è ben consapevole del violento odio tra l'Unione Sovietica comunista e la Germania nazista, e intende far leva su ciò per i fini britannici e alleati attraverso la lotta contro le potenze dell'Asse.

Due osservazioni di Churchill. Nessuno di loro sembra essere affermato da lui come una ragione più importante della naturale e semplice necessità di impedire all'URSS di unirsi all'Asse. In realtà non vedo affatto queste osservazioni da lui poste come * ragioni * per qualsiasi decisione. A proposito, queste citazioni non menzionano nulla dell '"odio violento", solo un "fronte" che potrebbe essere comprensibilmente previsto da Churchill * meno * violento del fronte franco-tedesco contemporaneo, cioè totalmente statico.
#6
+2
Arani
2012-09-03 19:24:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo perché l'URSS ha affermato che il suo trattato di non aggressione con la Germania nazista era di natura strettamente difensiva e non era diretto a nessun paese. Fu solo dopo che l'Unione Sovietica terminò la sua guerra con il Giappone che l'Unione Sovietica invase la Polonia. Anche allora affermavano di proteggere le minoranze in Polonia dalle atrocità tedesche. Ciò ha spinto molti a credere che l'URSS sarebbe rimasta neutrale per tutta la guerra e gli alleati occidentali non volevano trascinarla inutilmente nella guerra.

Qualche motivo per i voti negativi?
Prima frase, di quale trattato parli? Terza frase, l'URSS non aveva esattamente la reputazione di difendere le minoranze, Stalin aveva decine di milioni di vite sulla sua coscienza a quel tempo. E l'ultima frase, "inutilmente" cosa? L'intero pretesto per la guerra è che l'Occidente difende la sovranità delle piccole nazioni. Poi, all'improvviso, quella difesa diventa "non necessaria" quando si tratta dell'URSS. La domanda è: perché esiste un tale doppio standard in merito.
@HermannIngjaldsson Mi riferivo al patto di non aggressione dell'URSS con la Germania firmato nell'agosto 1945. Penso di chiarire adeguatamente la risposta. Per quanto riguarda il ruolo delle minoranze, molte persone a quel tempo credevano che le minoranze in URSS fossero trattate bene (anzi, dopo la sua creazione, l'URSS dichiarò di supportare lingue diverse dal russo, cosa che lo zar non aveva mai permesso).
Il patto di non aggressione firmato da Germania e Russia risale al 1939 e non era decisamente difensivo nei confronti della Polonia.
@Hermann Ingjaldsson di quali "decine di milioni" stai parlando sulla coscienza di Stalin?
Negli anni '30 ci fu una massiccia fame in Russia a causa delle riforme economiche di Stalin. E ha anche orchestrato The Great Purge: http://en.wikipedia.org/wiki/Great_Purge. Probabilmente avrei dovuto dire milioni, non decine di milioni.
Dall'articolo di Wikipedia: "Sebbene i processi agli ex leader sovietici siano stati ampiamente pubblicizzati, le centinaia di migliaia di altri arresti ed esecuzioni non lo furono". Quindi, le informazioni sulla persecuzione sembrano essere arrivate molto più tardi. Sicuramente, la gente a quel tempo non ne aveva idea, e così tanti intellettuali e persone comuni credevano che l'URSS fosse una forza del bene.
Sì, ma quelli che stavano prendendo le decisioni sulla guerra o no devono essere stati meglio informati. I servizi segreti di Gran Bretagna, Francia e Stati devono aver avuto la capacità di capire approssimativamente cosa sta succedendo.
@HermannIngjaldsson Se gli alleati occidentali sapessero qualcosa o meno sembra essere ancora aperto a congetture. Le relazioni tra l'URSS e gli alleati occidentali non erano mai state così buone prima della seconda guerra mondiale. È difficile credere che gli alleati occidentali avrebbero perso una simile opportunità per mettere in imbarazzo i comunisti.
@user571376 La politica di Stalin nei confronti delle minoranze era a due facce. http://en.wikipedia.org/wiki/Population_transfer_in_the_Soviet_Union
@user571376 Inoltre, per quanto riguarda i polacchi in particolare, c'era un'alta probabilità che fossero presi di mira specificamente in base alla loro nazionalità http://en.wikipedia.org/wiki/Polish_Operation_of_the_NKVD_%281937%E2%80%931938%29
@JakeJ Sono completamente d'accordo sui fatti sul trasferimento della popolazione in URSS. Tutto ciò che sto dicendo è che a quel tempo molte persone ben intenzionate (ad esempio, Rolland Romain) credevano che l'URSS fosse una forza del bene per il mondo intero, e molti sembravano credere a ciò che dicevano.
@user571376, come sapete, fu Stalin a porre fine alle cosiddette repressioni "Yezhovshchina" del 1937. Era abbastanza noto in URSS, ma nel 1939 questo era visto come se fosse già finito.
@Hermann Ingjaldsson, contesti che l'occupazione sovietica abbia beneficiato gli ebrei e alcuni altri che vivevano in Polonia, specialmente nelle aree inizialmente occupate dalla Germania e successivamente trasferite sotto il controllo sovietico (come Brest)?
+1. Giusto per chiarire le cose: il patto nazista-sovietico del 1939 aveva due parti, una pubblica e una segreta. Quello pubblico era un trattato di non aggressione, mentre quello segreto era un programma assolutamente chiaro per la divisione della Polonia tra la Germania nazista e l'URSS. Quindi, le persone che conoscevano solo la parte pubblica potrebbero credere loro stesse che l'URSS non aveva progetti sulla Polonia. Tuttavia, coloro che conoscevano la parte segreta non potevano assolutamente nutrire tali illusioni.
Quindi - chi sapeva cosa e quando? Non tutto chiaro per me, vedi http://history.stackexchange.com/questions/6233/how-come-the-british-did-not-notify-the-poles-about-the-molotov-ribbentrop-secre per un cerca di capirlo.
#7
  0
Anixx
2012-09-03 19:12:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non lo so per ragioni concrete, forse altri risponderanno, ma se per parlare formalmente, non avevano pretesti legali per farlo perché la Polonia stessa non ha dichiarato guerra all'URSS.

Il giorno dell'invasione il ministero degli affari esteri sovietico ha dichiarato ufficialmente che lo stato polacco non esiste più. Considerando ciò, qualsiasi dichiarazione formale di guerra sarebbe inutile, o addirittura impossibile.
@Jake J dalla parte polacca sarebbe possibile.
Come sarebbe possibile se le autorità sovietiche non riconoscessero le autorità polacche da quel momento in poi? Ad ogni modo, la Polonia ha formalmente dichiarato guerra alla Germania?
L'URSS ha riconosciuto il governo polacco in esilio fino alla metà degli anni Quaranta, ma questo non ha importanza. Ciò che conta è che la Polonia abbia riconosciuto l'URSS. Per quanto riguarda la Germania, sono sicuro che la Germania abbia dichiarato guerra alla Polonia al momento dell'invasione.
No, i sovietici non hanno riconosciuto il governo polacco dal 17 settembre 1939 al 30 luglio 1941 (accordo Sikorski-Mayski). Non puoi incolpare la Polonia per il fatto che i sovietici non hanno dichiarato guerra alla Polonia ma hanno invece dichiarato che la Polonia non esiste (è così sovietico).
@Jake J Ciò non impedisce alla Polonia di dichiarare guerra all'URSS.
Scusa, voto negativo. Nulla nel testo del trattato (collegato alla risposta di kubanczyk) sembra indicare che una dichiarazione formale di guerra da parte di una delle parti fosse una condizione necessaria per invocare il trattato.
@Felix Goldberg La Gran Bretagna si troverebbe in una situazione molto sciocca se dichiarasse guerra all'URSS in difesa della Polonia senza che la Polonia facesse lo stesso. Il fatto che la Polonia non abbia dichiarato guerra indica che non volevano che gli inglesi facessero lo stesso.
#8
  0
Dave Yarish
2015-09-18 00:41:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì, in un senso più ampio e importante, l'economia si dimostra più controllante in combinazione con le personalità prevalenti di quel tempo. Legalmente gli alleati occidentali avrebbero dovuto dichiarare guerra il 18 settembre all'Unione Sovietica. Tuttavia, quelle "forze silenziose" razionalizzate in modo diverso. Forse, una comprensione più contemporanea della quantità di risorse umane a disposizione dei soviet ha rimosso qualsiasi delusione nell'onorare gli impegni con la Polonia.

#9
-3
somesh bhandarkar
2012-09-23 19:22:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non potevano combattere la Germania da soli perché erano nazioni in guerra. Sapevano che i territori della Polonia, della Germania e dell'URSS avrebbero avuto una guerra e si sarebbero distrutti a vicenda. Quindi, non ci sarebbe più competizione per loro in Europa.

Benvenuti in History SE. Ho modificato per migliorare la tua grammatica. Sentiti libero di modificarlo di nuovo se l'ho modificato dal tuo intento originale.
-1 per una non risposta
#10
-3
Don
2014-03-04 05:21:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come sempre era tutta una questione di soldi. La Germania era una minaccia economica per la Gran Bretagna, la Russia no. La Germania non aveva mai inteso una guerra con una nazione civilizzata come la Gran Bretagna. Volevano solo andare a est. La Russia a causa delle sue dimensioni era davvero la minaccia militare a lungo termine. Il gioco intelligente sarebbe stato che Gran Bretagna e Francia si unissero alla Germania contro la Russia. La Germania è sempre stata il loro nemico tradizionale, ovvero la mentalità di Churchill che viveva nel passato. Aveva passato la vita a combattere la Germania e non poteva vedere oltre. La Germania non avrebbe mai dovuto stipulare un patto con il Giappone. E non avremmo mai dovuto aiutare la Russia e combattere contro la Germania. Il vero Hitler era malvagio, ma se studi scoprirai che Stalin era anche peggio. La differenza è che Hitler ha filmato e documentato tutte le sue azioni malvagie e Stalin era molto più segreto e furbo. Aiutando l'Unione Sovietica abbiamo creato un mostro che avremmo dovuto combattere e contro cui continuare a combattere. Basta guardare l'Ucraina di oggi, la Russia non è diversa da quella di allora. L'ex KGB ora nella mafia russa gestisce le cose laggiù.

Molte opinioni, pochissime prove.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...