Domanda:
In origine c'erano posti a sedere negli ascensori della Torre Eiffel?
Rincewind42
2011-10-12 12:48:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'erano posti disegnati sulla stampa blu per la torre. Oggi non ci sono posti a sedere. Sono stati montati e poi tolti o non sono mai stati installati?

Sketch of lifts showing seats.

Interessante....
Una risposta:
#1
+18
Wladimir Palant
2011-10-18 22:05:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È purtroppo molto più facile dimostrare la presenza di posti che la loro assenza. I giornali di tutto il mondo hanno trattato la Torre Eiffel in modo molto dettagliato e ho deciso di controllare cosa hanno scritto sugli ascensori (che ovviamente erano un particolare punto di interesse). La Biblioteca Nazionale della Nuova Zelanda mette online i giornali storici e li rende ricercabili, ecco cosa ho guardato. Una descrizione tipica viene dal Otago Daily Times, 14 dicembre 1889:

L'ascensore è una stanza ben arredata di circa 10 x 10 [ piedi? ], sollevata dalla forza del vapore, senza alcuno stridio o movimento percettibile. I visitatori possono essere fermati in una delle tre tappe, ma per godersi questo viaggio in serie l'ultima è senza dubbio l'altitudine a cui tutti dovrebbero andare. Da questa spaziosa piattaforma, su cui sono stati previsti posti a sedere, si vede un panorama incantevole.

Nota come si menziona i posti sulla piattaforma ma non nell'ascensore. Da Te Aroha News, 28 settembre 1889:

C'è solo un ascensore dalla seconda alla terza piattaforma, e questo funziona in due fasi e 170 persone possono essere presi in una sola volta.

I numeri in questi articoli devono essere presi con le pinze, naturalmente, ho visto articoli pubblicati prima che la torre fosse aperta che parlavano di numeri stimati di 5000 persone trasportate all'ora che è chiaramente molto lontana. Ma 170 posti a sedere farebbero un ascensore terribilmente grande. E infine Otago Witness, 24 ottobre 1889:

Ogni pezzo di ferro o di legno a portata di mano sulla Torre Eiffel è completamente ricoperto di nomi e date. Gli interni degli ascensori sono coperti e le protezioni antivento in vetro degli ascensori ai vari piani vengono rapidamente riempite.

Ancora una volta, i posti sarebbero un buon candidato per essere menzionati, non solo le protezioni antivento. Ma questo articolo non ne parla.

Avendo deciso da questa prova indiretta che i posti sugli ascensori originali erano improbabili, ho trovato il libro del 2010 Elevator Systems of the Eiffel Tower, 1889 (a quanto pare è il libro da cui proviene la tua illustrazione). E a giudicare da questo libro, la tua grafica si riferisce all'ascensore con la capacità più piccola (in termini di persone trasportate), di Otis:

La macchina doppia, viaggiando a 400 piedi al minuto, ne ha trasportati 40 persone, tutte sedute a causa del cambio di inclinazione.

Ops! Riguardo agli ascensori francesi di Roux, il libro dice:

La capacità era equivalente a quella del sistema Otis. Nella cabina a due piani potevano essere trasportate circa 100 persone, alcune in piedi.

E l'ascensore a due stadi menzionato in Te Aroha News fu costruito da Edoux e aveva una capacità di 60 persone. Il libro non dice se le persone fossero sedute in questo ascensore e l'illustrazione purtroppo non aiuta perché mostra i passeggeri mentre stanno cambiando l'ascensore a metà strada.

Tuttavia, la guida ufficiale del La Torre Eiffel (stampata nel 1893) dice quanto segue su questo ascensore:

Les cabines, fort élégantes, pourvues de sièges articulés et de banquettes, ont 14 mètres carrés

Traduzione automatizzata:

Le cabine, molto eleganti, dotate di sedile e panche ribaltabili hanno 14 mq

E infatti , in questa foto di questo ascensore puoi vedere chiaramente che le donne a destra sono sedute. Quindi, per rispondere alla tua domanda: sì, in origine la maggior parte delle persone si sedeva davvero negli ascensori della Torre Eiffel.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...