Domanda:
Gli USA hanno vinto la guerra contro l'insurrezione nella guerra del Vietnam?
Sardathrion - against SE abuse
2011-10-13 13:12:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Che cosa è successo all'indomani dell'offensiva del Tet ai vietcong? Era davvero rotto o è stato semplicemente incorporato nell'esercito del Vietnam del Nord?

Modifica: sono pienamente consapevole che gli Stati Uniti hanno perso la guerra del Vietnam. Non mi interessa ribadire questo fatto. Quello che mi interessa sono le operazioni contro i vietcong. Il fatto che il Nord abbia invaso il Sud e abbia preso il sopravvento non è discutibile. Ma quanto hanno contribuito i vietcong a quella vittoria? Quanto vi ha contribuito o è stato sradicato / assimilato nell'esercito del Vietnam del Nord?

Questa domanda si concentra sulla parte contro l'insurrezione della guerra che potrebbe essere vinta ma la guerra complessiva persa - ancora una volta, so che gli Stati Uniti hanno perso la guerra del Vietnam.

Quattro risposte:
#1
+14
David Thornley
2011-10-22 22:14:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La caduta del Vietnam del Sud fu dovuta a un'invasione dal Vietnam del Nord nel 1975, con scarso o nessun sostegno da parte degli insorti sudvietnamiti. Poiché gli Stati Uniti erano sostanzialmente andati dal Vietnam del Sud, è discutibile che gli Stati Uniti non abbiano perso la guerra (anche se i vietnamiti del sud lo hanno fatto certamente).

Nel 1972, ci fu un attacco simile dal nord, ma c'erano ancora forze statunitensi nel Vietnam del Sud e il supporto aereo degli Stati Uniti era molto importante.

L'ultima grande azione vietcong di cui sono a conoscenza risale al 1968, inclusa la battaglia di Hue, e nel complesso fu una sconfitta per i vietcong, anche se gli Stati Uniti non sono usciti bene sui media.

Quindi, è una questione di definizioni. Il Vietnam del Sud era indipendente quando gli Stati Uniti si ritirarono. Gli Stati Uniti e gli alleati hanno sconfitto l'ultima grande insurrezione. Tuttavia, la volontà nazionale degli Stati Uniti è stata indebolita dallo sforzo (avere oltre 50.000 soldati uccisi per difendere una dittatura lontana non era la vendita più facile per qualsiasi amministrazione) e gli Stati Uniti se ne andarono, consentendo in seguito una vittoria del Vietnam del Nord. Chiamalo come vuoi; potresti sicuramente definire la vittoria degli Stati Uniti contro gli insorti, anche se vuota.

IMHO, una [vittoria di Pirro] (https://en.wikipedia.org/wiki/Pyrrhic_victory) è una vittoria solo di nome. Gli Stati Uniti hanno avuto alcuni successi tattici, ma hanno fallito miseramente, completamente e completamente con i loro obiettivi, politici e militari. Pertanto, dire "è discutibile che gli Stati Uniti non abbiano perso la guerra" e "potresti sicuramente chiamare USA contro ribelli una vittoria degli Stati Uniti" non è altro che girare la verità in modo che sembri meno umiliante. 50.000 americani, non una piccola quantità di cui draftee, sono morti nel mezzo della giungla per un motivo politico, e non è servito a nulla. Non è una vittoria.
#2
+8
user44
2011-10-19 00:21:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Odio essere ribelle qui, soprattutto perché gli echi del Vietnam continuano a risuonare e la nostra politica interna soffre ancora di quella guerra. La natura della guerra del Vietnam era una guerra di logoramento. Il nome ufficiale di Saigon ora è Ho Chi Minh City. Nuff ha detto.

Caso in questione; ben detto. Gli Stati Uniti hanno perso e hanno fatto grandi progressi. Forse hanno vinto le grandi battaglie; ma la guerriglia non gli andò mai bene e non ottennero mai alcun controllo reale.
@Noldorin: qualche prova o fonte per la guerriglia non adatta agli Stati Uniti in Vietnam?
@Sardathrion: No, ma penso che sia vista comune. :-) L'esercito americano non era affatto addestrato alla guerriglia; in effetti non era stato davvero coinvolto in nessuno da quando aveva combattuto i nativi americani! Penso che il risultato della guerra e le testimonianze dei soldati siano una prova sufficiente, si spera.
@Sardathrion alla tua domanda sulle fonti, dei libri che ho letto sulla guerra del Vietnam, "A Bright Shining Lie" di Neil Sheehan illustra in modo più potente l'incapacità dell'America di adattarsi alla guerriglia. È un racconto ben costruito e descrive in termini pratici come la via della guerra americana all'epoca fosse inadeguata al compito di combattere determinati ribelli indigeni.
Scusa, voto negativo. Questo è un forum di storia: non puoi semplicemente ignorare una domanda del genere, non importa quanto sia doloroso l'argomento.
#3
+6
Erik Schmidt
2012-02-11 00:33:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La formulazione della tua domanda sembra suggerire che stai cercando una risposta inquadrata esclusivamente in termini di scontri armati. Risposte in questi termini, i vietcong erano gravemente indeboliti quando gli Stati Uniti si ritirarono completamente. Ma alla fine non importa. Il VC ha avuto la volontà e i mezzi per continuare. Gli Stati Uniti e l'ARVN non l'hanno fatto.

Uno dei principi chiave della dottrina della controinsurrezione è che le battaglie sono solo una parte dell'equazione. Sebbene indeboliti, i vietcong erano ancora in grado di impedire al governo del Vietnam del sud di affermare il controllo sulle campagne. La loro infrastruttura politica e logistica era completa ed efficiente. Anche se maltrattati, erano l'ultimo uomo in piedi e sono stati in grado di fornire un supporto non insignificante allo sforzo della NVA. I comunisti hanno costruito una strategia in cui gli sforzi di VC e NVA si completavano a vicenda, e questo ha dato i suoi frutti.

Rivalutare il ruolo dei vietcong dopo il tet di Peter Brush

I vietcong erano per lo più inefficaci dopo il 1968 e il fatto che avessero rinunciato o meno non avrebbe influenzato il risultato. L'offensiva del 1975 era fondamentalmente la NVA.
@DavidThornley - Potresti affrontare l'articolo di Peter Brush direttamente?
"Hmmmm ... non riusciamo a trovare quella pagina."
La Vanderbilt University ha cambiato la propria collezione online e l'articolo di Brush è ora dietro un muro, anche se l'abstract è qui: http://discoverlibrary.vanderbilt.edu/VANDERBILT:TN_gale_ofa120734339
#4
+4
MichaelF
2011-10-19 01:34:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Considerando che alcune persone considerano il Vietnam una perdita, o quella da cui siamo tornati senza aver raggiunto i nostri obiettivi, allora suggerirei che qui non ci fosse "vittoria". Come giustamente nota l'utente44, il governo e le città del Vietnam sono passati di mano negli anni '70, quindi questo dice praticamente tutto. Anche se a guardarla l'offensiva del Tet fu più una vittoria nelle pubbliche relazioni in quanto andò contro ciò che molti americani erano stati indotti a credere sull'NLF e sui loro punti di forza. Sicuramente gli Stati Uniti respinsero l'offensiva e inflissero perdite orribili, ma negli anni successivi l'opinione pubblica in patria si voltò contro la guerra.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...