Domanda:
Perché i fenici lasciarono che gli ebrei (ebrei) si stabilissero a Canaan?
XWorm
2015-10-09 15:06:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

So che gli ebrei (ebrei) iniziarono a viaggiare da shumor e Mesopotamia prima di entrare in Canaan (oggi è Israele).

I fenici si trovavano all'epoca in Libano e nell'area di Israele.

I fenici vivevano a Canaan, erano una civiltà perduta scomparsa da Alessandro Magno e dalle sue conquiste.

Perché i fenici lasciarono che gli ebrei entrassero in Canaan e vi rimanessero?

Per chiarimenti:

  1. Quando mi riferisco agli ebrei, intendo gli ebrei e non altri popoli antichi che vivevano a Canaan.

  2. Non mi riferisco a nessun Exodus; la migrazione degli antichi israeliti dall'Egitto in Canaan.

La ricerca preliminare migliorerebbe questa domanda. Penso che ci siano alcuni presupposti che non condivido e sospetto che una ricerca preliminare renderebbe molto più facile rispondere alla domanda.
La premessa è falsa, gli ebrei provenivano da Canaan ed erano lo stesso popolo semitico dei Fenici e dei Cananei.
Sono l'unico qui a pensare che l'OP stia parlando del viaggio di Abramo da Ur (Mesopotamia) alla Palestina (parte della Genesi IIRC) e non dell'Esodo (come sembra presumere la maggior parte delle risposte)? Ad ogni modo, sono d'accordo che il PO dovrebbe essere esplicito su quale sia la fonte della sua "conoscenza".
Gli ebrei non erano originari di Canaan. Vi entrarono dalla Mesopotamia e dalla Doccia. I cananei furono i primi
Altro su [Historicity of the Exodus] (http://history.stackexchange.com/questions/19012/what-is-the-historical-basis-for-the-exodus)
È scritto nel libro "The human story" di James C. Davis. Ha le sue fonti alla fine del libro. Anche secondo il Tohara .. ebrei e canaan e fenici non erano la stessa cosa.
Quello che ho specificato. Gli ebrei erano nomadi provenienti dalla mesopotamia e dalla zona di shomur. Entrarono in Canaan e vi rimasero. Poi ci furono periodi di siccità (siccità) in Israele che li costrinsero a cercare lavoro / cibo .. che portarono alcuni di loro o la maggior parte di loro a migrare in Egitto .. Non so perché i Cananiti acconsentirono ad ospitare gli ebrei .. ecco perché Sto facendo la domanda
Intendevo citazioni di ciò che ha effettivamente detto.
@Xworm - Sarebbe di grande aiuto se potessi aggiornare la tua ** domanda ** con alcune delle informazioni dal libro di J. C. Davis. Ciò aiuterebbe a chiarire la nostra ricerca ed escludere risposte che contraddicono i presupposti che stanno alla base della tua domanda. I commenti possono essere eliminati in qualsiasi momento e vengono spesso eliminati in stringhe di commenti lunghe e complesse come questa. Le domande dovrebbero stare da sole senza fare riferimento ai commenti. Grazie!
Otto risposte:
#1
+26
T.E.D.
2015-10-09 16:56:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono stati molti dibattiti sull'Esodo negli ultimi decenni. È ovviamente un argomento delicato per ragioni religiose, ma il bilancio dell'attuale opinione attualmente degli studiosi sembra essere che non ci sono prove valide che un tale evento si sia effettivamente verificato.

The Book of Sembra che l'Esodo sia stato scritto e modellato in un periodo di 200 anni a partire dal 600 aC circa. Tuttavia, l'impostazione è compresa tra 600 e 1000 anni prima. Durante tutto quel tempo avrebbe dovuto essere una tradizione orale. Ci sono anche degli errori evidenti (ad esempio: menzione di città che non esistevano ancora, una data popolazione per gli ebrei quasi maggiore di quella di tutto l'Egitto, ecc.) Niente che non ti aspetteresti ovviamente da un orale tradizione che era stata tramandata per almeno 30+ generazioni.

Si noti che la data di paternità del 600 aC è in realtà molto significativa nella storia ebraica, poiché è l'inizio dell ' esilio babilonese. Per quanto vero possa o non possa essere, avere una storia su come la tua gente è riuscita a sfuggire alla prigionia e tornare alla loro terra sembra che sarebbe una cosa molto utile per tenere insieme un popolo che ora era in cattività lontano dalla loro patria. Gli egiziani sarebbero stati anche dei cattivi molto convenienti di cui i loro oppressori babilonesi non potevano lamentarsi.

Se guardiamo alle prove linguistiche, otteniamo una storia leggermente diversa. Fenicio, cananeo ed ebraico sono lingue strettamente correlate. Non solo sono tutti semitici, ma sono tutti semitici centrali. Non solo sono tutti semitici centrali, ma sono tutti semitici nordoccidentali. Non solo sono tutti semitici nordoccidentali, ma sono tutti cananei.

Ciò significa che c'è stato un momento in cui fenici, ebrei e altri cananei erano un unico popolo. I linguisti ritengono che il tempo di questo "proto-cananeo" sia dal 1500 al 1100 aC. Data la geografia di queste lingue (vedi sotto), i Fenici, gli Ebrei e gli altri Cananei si differenziarono probabilmente l'uno dall'altro in situ.

Quindi vicino come possiamo dire storicamente , intorno alla fine del terzo millennio aC, i semitici centrali vivevano nell'area dalla Siria alla penisola arabica. Verso la fine del secondo i proto-cananei avevano sviluppato la loro identità separata nella loro area storica. All'inizio del primo millennio i Fenici ei loro vari parenti nell'entroterra avevano sviluppato lingue separate. Non ci sono prove reali che gli ebrei specificamente abbiano mai lasciato quest'area e poi siano tornati.

In sostanza, gli ebrei erano solo i cugini di campagna dei fenici al largo della costa.

enter image description here

Una nota importante: ** non ** sto affermando che il Libro dell'Esodo non è importante. Al contrario, è senza dubbio l'opera letteraria storicamente più importante del mondo occidentale. Ha ispirato rivolte di schiavi e movimenti sociali in tutto il mondo. Anche se (nel peggiore dei casi) inizialmente era solo un'opera di propaganda, è probabilmente la più importante e di maggior successo in assoluto. La cultura attuale del mio paese è inimmaginabile senza di essa.
iow, gli Ebrei ERANO Fenici, quindi non c'è motivo per i Fenici di negare agli Ebrei l'ingresso nella loro terra ... Il che smentisce l'ovvio accenno nella domanda che gli ebrei non sono i "legittimi abitanti di Israele" come rivendicato dai musulmani usando qualsiasi argomento frivolo che riescano a trovare negli ultimi 70 anni o più.
@T.E.D. * "La cultura attuale del mio paese è inimmaginabile senza di essa." * Il tuo paese è .. cosa?
@jwenting Ingenuo da parte mia, lo so, ma non l'ho letto nella domanda, perché l'hai fatto?
@jwenting - Più precisamente, avvertirei chiunque di imputare motivi alle domande in tutti i casi tranne che nei casi più ovvi. Non solo colora le tue risposte in modo non basato sui fatti, ma storicamente qui le ipotesi sono state spesso del tutto sbagliate (spesso sbagliate di 180 gradi). Ciò può portare a molto lavoro per i tuoi poveri moderatori. È più sicuro attenersi ai fatti.
Ecco un'altra interpretazione accademica di interesse: http://www.newenglishreview.org/Robert_Wolfe/From_Habiru_to_Hebrews%3A_The_Roots_of_the_Jewish_Tradition/
@PieterGeerkens I riferimenti ad "Apiru" non sono così poco conosciuti come sostiene. Fanno un'apparizione piuttosto prominente nell'Atlante della storia antica dei pinguini di McEvedy (completo della sua cronologia per quando si è verificato l'Esodo), che è un'opera popolare. L'articolo a cui si fa riferimento afferma abbastanza apertamente che "Apiru" essendo un riferimento agli ebrei non è più l'opinione storica dominante. Tuttavia, sembra possibile (anche probabile) che ci sia un qualche tipo di relazione.
@T.E.D .: Essere un'opera pubblicata non lo rende un'opinione mainstream. Considera * Velikovsky * come contro esempio.
Le somiglianze linguistiche non indicano necessariamente il lignaggio etnico.
#2
+8
Tyler Durden
2015-10-09 21:40:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non l'hanno fatto. La tua geografia è un po 'fuori posto. Come puoi (più o meno) vedere nella mappa di TED, la Fenicia è in realtà considerevolmente a nord della Giudea. Inoltre, al tempo dell'Esodo, l'impero di Tiro non esisteva ei Fenici erano un popolo molto più piccolo e meno consequenziale di quanto diventarono in seguito.

Di gran lunga maggiore preoccupazione per gli ebrei furono i Filistei e altri popoli cananei. Nel capitolo 34 di Esodo, si legge:

Fai quello che ti comando e io scaccerò davanti a te l'Amorreo, il Cananeo, l'Hittita, il Perizzita e l'Hivita e il gebuseo.

Da questo puoi vedere che si schierava contro gli ebrei in migrazione un'intera schiera di nemici che già occupavano Canaan e si opposero a loro.

Un altro fatto in questo senso: la Fenicia era una città commerciale marittima, sulla falsariga della Venezia medievale. Hanno preso il controllo della costa utile lungo le loro rotte, ma in generale non potrebbe importare di meno di quello che è successo nell'entroterra in luoghi come Gerico.
Gli ebrei erano feonici e altri cananei ?? Quindi gli stessi ebrei che hanno viaggiato dalla mesopotamia e dallo shomur ... sono diventati feonici e cananei ... <- non ha alcun senso! A proposito, la civiltà dei feonici è terminata da Alessandro Magno e gli ebrei hanno continuato a vivere ..
@XWorm Stai interpretando male l'inglese.
Se la memoria serve, i Filistei sono entrati in scena molto più tardi, dopo che i Fenici avevano già perso la maggior parte del loro potere nell'area.
#3
+6
John Perry
2015-10-09 20:43:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non c'è motivo di pensare che i Fenici potrebbero impedire alle persone di viaggiare sulla loro terra, o addirittura vorrebbero farlo. Il racconto biblico suggerisce che gli antenati degli ebrei fossero nomadi che immigrarono in Canaan, apprezzarono quello che trovarono e si stabilirono lì. Anche al tempo del passaggio in Egitto, sembra che siano rimasti relativamente piccoli; nella migliore delle ipotesi una tribù che si prendeva cura dei greggi e forse si dedicava al commercio. La gente del posto potrebbe persino averli accolti se avessero avuto qualche abilità speciale, e fintanto che i nuovi arrivati ​​pagavano le tasse e non li minacciavano, i governanti locali probabilmente non se ne sarebbero preoccupati.

Per inciso , Il collegamento di TED per sostenere che non ci fu esodo in realtà afferma che un esodo è avvenuto (In Search of Pre-Exilic Israel, p.36). Recentemente ho avuto una conversazione con qualcuno che ha studiato questo (nessun letteralista biblico in alcun modo, e nemmeno io lo sono) che allo stesso modo ha detto che il consenso è che qualche gruppo chiamato Habiru sembra essere uscito d'Egitto, ma non sulla scala indicata da Esodo. & questo concorda con quello che ho letto altrove.

Credo che ciò che la maggior parte degli studiosi intende quando dice che non c'è stato alcun esodo è che non c'è stato nessun esodo * ebraico *. I gruppi che sono usciti dall'Egitto non possono essere collegati agli israeliti che si sono sviluppati, come T.E.D. menzionato, * in situ * in Canaan.
call2voyage, ci sono due diversi problemi qui. La mia risposta principale si riferisce alla domanda originale (i Fenici). La mia osservazione sull'Habiru, tuttavia, si applica; diventa ebraico nelle cose che ho letto. e lo vedete nella fonte citata da T.E.D. (p. 31, ad esempio). L'unica cosa che la fonte di T.E.D. indica è che c'è stata qualche controversia; in nessun modo implica un consenso.
John, ha l'unica risposta che mi piace. Quindi, quando gli ebrei / ebrei sono entrati in Israele dalla Mesopotamia, il re di Canaan, lasciateli rimanere lì finché hanno portato un valore economico?
Non lo so del tutto. Tuttavia, non credo che a quel tempo ci fosse un re di Canaan; c'erano molte città diverse, ognuna forse con il proprio re o oligarchia. La Bibbia parla di diverse nazioni / tribù che dimorano nella zona, non di un re cananeo; suggerisce anche che Abramo incontrò almeno due diversi re nella zona (quelli di Sodoma e Salem) dopo aver combattuto per loro conto.
Il nome di Abrahamo era Abram prima di entrare in Israele. Lo cambiò in Abrahamo, dopo che Dio gli parlò. Dio ha detto che Israele apparterrà agli ebrei. Non credo alla Torah ... peccato che non abbiano tenuto un registro delle loro relazioni con i Cananei. Non so neanche quanti ebrei siano emigrati dalla Palestina all'Egitto dopo aver vissuto la siccità. Sono stati tutti loro a trasferirsi in Egitto .. o alcuni di loro e la maggior parte degli ebrei sono rimasti a Canaan. La Bibbia suggerisce che tutti loro stavano prima di entrare in Israele dopo aver lasciato l'Egitto
La Torah certamente non soddisfa gli standard che gli accademici intendono con "storico", ma capisco che non sia * del tutto * inaffidabile, e gli studiosi giungono spesso a un consenso prematuro usando conclusioni discutibili da documenti la cui affidabilità non è meno sospetta, se non di più. Due decenni fa, ad esempio, è stato trovato un manufatto con il timbro "House of David"; questo ha causato un enorme scalpore perché (da quello che ho letto) "la maggior parte degli studiosi" aveva deciso che David fosse una figura meramente mitica. (Alcune ricerche suggeriscono che sto pensando alla stele di Tel Dan.)
@XWorm re "_Non so anche quanti ebrei siano migrati dalla ** Palestina ** all'Egitto dopo aver sperimentato la siccità_" Notate che la terra che i palestinesi conquistarono (molto più tardi) era una stretta striscia di terra sul mare, che si sovrapponeva all'incirca al Striscia di Gaza e nord verso l'odierna Ashdod. Usare il termine palestina per descrivere eventi geopolitici che hanno preceduto l'esistenza del termine almeno di qualche decina di anni è problematico nel migliore dei casi.
@Dani_l: vuoi dire che la domanda dovrebbe evitare anche di usare il termine "Ebrei"?
@Evargalo Secondo wikipedia il termine "Ebrei" è corretto, storicamente parlando. https://en.wikipedia.org/wiki/Hebrews. Per favore, non troll la politica qui. Quanto agli "ebrei", anche se non l'avete chiesto, anche questo sarebbe sbagliato. Gli "ebrei" erano solo un singolo "clan" all'interno della tribù ebraica - i discendenti di Giuda.
@Dani_l Nessuna intenzione di troll da parte mia e nessun collegamento con la politica moderna. AFAIK, il termine "ebraico" (ibri) compare per primo nella Bibbia, scritta nel VI secolo aC. Possiamo solo speculare su come si chiamavano secoli prima, o anche se avessero un nome generico per la loro etnia oltre ai nomi delle tribù. Ad ogni modo, per parlare di questo periodo usiamo nomi apparsi solo molto più tardi (Medio Oriente, Grecia, Asia Minore, Libano, Antichità, Età del Bronzo, Giordania ...) e per me va bene così. Compresi l'ebraico e la Palestina.
#4
+4
Carl Jacobson
2016-05-22 22:18:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'area levante (Siria, Libano, Israele / Palestina) dell'epoca era dominata da una cultura cannanita globale. I fenici erano il ramo costiero della cultura canaanita, che vivevano in singole città-stato che facevano la loro ricchezza dall'oceano

I principali antenati degli ebrei erano probabilmente tribù pastorali imparentate con gli aramei, che è anche affermato nella Bibbia - cioè "mio padre era un arameo errante". La lingua cananea era probabilmente la lingua franca della regione ( lingua commerciale) simile a come l'arameo e successivamente l'arabo divennero lingue commerciali / religiose ampiamente parlate.

Se ci fu un esodo dall'Egitto di schiavi semitici fuggitivi, probabilmente era molto piccolo ma divenne un evento significativo dal punto di vista religioso Un po 'di tempo, tra il 1500 e il 1200 a.C., ci fu un collasso della civiltà nelle varie culture del Mediterraneo orientale tra le civiltà cananee e antiche esistenti.

Alcuni studiosi ritengono che i nomadi pastorali semitici si siano trasferiti nelle aree precedentemente cananee durante questa "età oscura". Queste tribù nomadi proto-ebraiche assorbirono la civiltà, la cultura e le idee religiose canaanite, ma mantennero comunque il loro senso di separazione che si è evoluto nell'identità israelita.

Penso che le tribù proto-ebraiche fossero probabilmente una minoranza , meno del 10% della popolazione, ma simili agli eserciti invasori successivi di arabi e turchi, hanno cambiato la cultura più ampia dei loro territori - questo può essere dedotto dal testo della Torah che illustra gli ebrei come una confederazione tribale, che si sposarono con le popolazioni canaanite esistenti dell'epoca.

Quindi gli ebrei / israeliti originali erano nomadi pastorali, che conquistarono alcune città canaanite - solo alcune, non tutte come elencato nella Bibbia, e si sposarono e incorporarono questi cananei e la loro cultura nell'Israelita

#5
  0
Doctor Zhivago
2016-05-23 01:27:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che sia difficile facilitare una risposta poiché così poche fonti primarie risalgono a quel periodo di cui siamo a conoscenza e che possiamo effettivamente "leggere" (capire)

Quindi forse in astratto possiamo dedurre ma Penso che non lo sapremo mai. Le nostre "tradizioni" occidentali (di comunicare il passato su qualcosa di diverso dalla pietra) non iniziano veramente fino ai Greci ... e pochissimi dei testi originali di quel tempo sopravvivono. Ironicamente, il comico aristofone è una delle risorse più grandi. Gli è stato attribuito il merito di aver causato la morte di Socrate ... e anche di questo si è preso gioco di questo.

Lontano da un racconto biblico, ovviamente.

Amico, questa è la terza delle tue "risposte" di bassa qualità se le chiami così. Stai solo facendo commenti e anche quelli senza alcuna fonte o riferimento. Non hai mai tentato di rispondere a nessuna domanda su cui pubblichi queste "risposte". Per favore non farlo.
Beh, immagino che leggeremo direttamente dal papiro e non faremo inferenze di sorta ...
#6
  0
Miles Smiles
2016-11-14 19:42:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink
  1. Come tutti gli entroterra geopolitici con un valore colturale marginale, il Levante è stata un'utile zona cuscinetto controllata dal potere presidenziale del suo tempo. La scrittura della Torah sotto la tutela babilonese la rende inaffidabile a meno che non sia vista in modo appropriato sotto questa luce. Il mito egiziano dell'esodo spiegherebbe l'usurpazione della zona cuscinetto da parte dell'Egitto e dei suoi alleati; Inoltre, un'incursione israelita per un periodo di quarant'anni per spostare altri cananei è supportata dalla loro frequente richiesta di sostegno militare all'Egitto. La parola Messia potrebbe essere stata ugualmente una distorsione simile per mascherare la lingua nilitica che i popoli ora venerati tanto per la loro impavidità quanto per il loro nome - I Massai - che indossano un loro caratteristico panno rosso.
  2. Erodoto ha registrato l'opinione espressa dagli ex signori persiani dell'Egitto che i Fenici provenissero dalle rive del Mar Arabico. Il loro prodotto di marchio per il commercio dipendeva dai molluschi di allevamento che da soli producevano il prezioso colorante Tyrian Purple supporta l'ipotesi che la proprietà non costiera fosse di scarso valore per loro, proprio come la terra costiera era di scarso valore per le città regione. Potrebbero aver attraversato le coste arabe e indiane prima di cercare riparo dalla sua turbolenta natura tsunami nel Mediterraneo.
  3. Il viaggio del nome come Brahma, Abram, Abraham e Ibrahim può anche rappresentare l'utilità di un travestimento culturale esoterico, registrato in questo modo etimologicamente, che si traduceva bene pur mantenendo franchigie commerciali consolidate nel modo familiare. Non dovrebbe essere così sorprendente scoprire che anche il primo record scritto bramanico (Brahmi Script) appartiene al gruppo linguistico semitico.
Questa risposta sarebbe migliorata con le fonti.
Erodoto ricorda che i Persiani sostenevano che i Fenici provenissero originariamente dal Mar Arabico.
https://en.wikipedia.org/wiki/Brahmi_script#Semitic_model_hypothesis suggerisce che il Brahmi Script potrebbe essersi sviluppato da un precursore semitico ma dice che non è generalmente accettato come provato, ancor meno che il Brahma indù ha qualcosa a che fare con l'ebraico Abraham.
Una persona che vuole credere è capace di credere a qualsiasi cosa, anche se generalmente è ciò che è stato presentato a detta persona prima dei sette anni. Le persone che vogliono capire l'utilità della "fede" per un imperatore devono essere in grado di andare oltre la credenza. È ragionevole affermare che gli imperatori non si occupano solo di creare la storia, ma anche di ricrearla: il cambiamento della memoria collettiva è la naturale conseguenza della volontà dell'imperatore, soprattutto quando i popoli disperati cadono sotto il suo comando. Sarebbe un esercizio inutile scrivere una storia dimenticata da un imperatore.
#7
  0
Miles Smiles
2016-11-17 16:55:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In una regione geologica instabile come il Medio Oriente non è sorprendente sentire di sfollati che cercano rifugio altrove. È indiscutibilmente il fatto che molte città-stato hanno fallito solo per questo motivo: terremoti, frane, fiumi temporaneamente dannati, inondazioni, tsunami, fame, hanno portato a cambiamenti di fortuna senza l'intervento della conquista.

Tuttavia, Conquerors della specie Homo sapiens sapiens sono tutte inclini allo stesso modo in quanto denigrano tutte le conquiste dei popoli che hanno conquistato mentre si immergono nella vana gloria adorante. Le storie che sono il prodotto di conquiste sono quindi raramente affidabili come professano di essere; specialmente quando sotto la supervisione di un signore conquistatore, come la logica impone era il caso della scrittura della Torah in Babilonia, e, in misura ancora maggiore, l'imposizione biblica dei leader germanici che sostituivano o usurpavano il potere di Roma nel suo precedente imperiale europeo terre. Il Corano è che mi aspetto il prodotto di un processo simile. In effetti, a mio avviso, tutto il materiale religioso allineato allo "Stato", esistenziale o meno, è di quel genere.

I conquistatori hanno regolarmente cancellato con successo l'intera memoria di una regione di popoli dispersi rimuovendo o sostituendo i loro processi educativi, ad esempio. La dispersione assira dei "popoli eletti" di Dio, gli israeliti (un processo reso più interessante perché istigato dagli ebrei che rivendicano lo stesso mantello in un libro che sono stati costretti a scrivere). Inoltre, l'Europa è stata privata della sua maggiore memoria dalla conquista romana. È ancora senza.

Altri conquistatori come i babilonesi erano soddisfatti di una sostituzione scritta di una tradizione orale che non poteva essere successivamente contraddetta. Ciò chiaramente li ha graditi, ha favorito la loro visione, ha sostituito o sostituito un rivale (memoria) come quello dell'Egitto: la profanazione dei geroglifici egiziani del I secolo da parte dei fanatici cristiani probabilmente si adatta bene a questo quadro politico.

In risposta a la domanda: perché i Fenici permisero ad Abramo di stabilirsi? Risposta: Perché il passaggio degli sfollati non ha interferito con i loro accordi commerciali in Canaan, vale a dire la spedizione di legno di cedro e la produzione di tinture, soprattutto perché senza dubbio occupava solo le frange più fertili di Canaan e che sapevano avrebbe inevitabilmente mancato di sostenerle per molto tempo e li avrebbe indotti a trasferirsi in Egitto nella ricerca di Abraham / Abram / Brama'n per tornare in India dopo che il suo passaggio scelto attraverso il territorio ittita era stato bloccato. E forse Abraham e The Phoenician hanno condiviso un ricordo del Mar Arabico - che i venti dominanti soffiano per sei mesi all'anno verso l'India e sei mesi all'anno dall'India, ovvero l'indizio vitale che potrebbe spiegare come Abram / Brahmaan sia rimasto intrappolato in Ur per cominciare. Potrebbe anche spiegare perché in India oggi ci sono solo due templi dedicati a Brahma in tutto il sub-continente, a parte il fatto che l'induismo contemporaneo è una religione reinventata risorgente nella sua forma più recente il prodotto della sua ricreazione tra il VII e il XII secolo dell'era attuale.

Non riesco a trovare la risposta alla domanda in questo muro di testo; Inoltre, non riesco a trovare alcuna prova di ricerca.
Ho affidato al resto dei nostri utenti il ​​servizio di inserire interruzioni di paragrafo dove sembrava che l'autore stesse cercando di inserirle (suggerimento: devi premere Invio due volte). Non posso fare nulla per la sua mancanza di approvvigionamento, né per il fatto che questo utente abbia già pubblicato un'altra risposta quasi una settimana fa.
La risposta si trova nell'ultimo paragrafo che inizia: "In risposta alla domanda ..." - che ho dimenticato di inserire nella mia prima risposta ... La seconda risposta suggerisce la possibilità che Abramo potrebbe non essere stato necessariamente un semita ma avrebbe potuto essere di estrazione indiana che tentava di tornare a casa agendo come leader di semiti scontenti con poca idea di dove andare o come arrivarci. È risaputo in India che un primo esperimento commerciale attraverso il Mar Arabico si è concluso con un fallimento che ha portato all'editto brahmanico che vietava ai brahmani di viaggiare a ovest del fiume Indo.
La logica non richiede ricerca. È semplicemente netto e ovvio. Se un conquistatore richiede che venga scritta una storia è perché vuole che sia scritta a suo favore e, in ultima analisi, per alterare la memoria delle persone che ora devono recitarla. Sotto questa premessa l'alterazione più evidente è la storia dell'Esodo dall'Egitto. Ciò che diventa chiaro è che un principe d'Egitto organizzò con successo un'incursione di Canaan, forse per un periodo di quarant'anni, per creare uno stato cuscinetto a difesa dell'Egitto. La logica deduce che una migrazione forzata da Ur fu responsabile di trasformare i semiti contro i semiti ora uniti sotto Babilonia.
Il motto dei gesuiti, che si presume sia attribuito a Francis Xavier, il co-fondatore dell'Ordine dei Gesuiti, recita "Dammi un bambino fino ai sette anni e io ti darò l'uomo". esemplifica lo scopo di tutte le lezioni religiose e statali. Quanto è grande la delusione di trovarsi soli al momento della morte senza che una sola promessa venga adempiuta? L'angoscia che nasce dalla fede è sicuramente una farsa. Scoprire che la storia dell'indottrinamento è stata creata a tal fine e solo a quella fine è sicuramente un pensiero liberatorio per tutti, e quindi vale la pena esplorarla?
#8
-2
user16052
2016-01-17 05:19:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il popolo ebraico è composto dalle due restanti tribù di Giuda / Beniamino. Le tribù 12/13 sono le stesse geneticamente dei Fenici. I Fenici erano molto vicini alla tribù di Dan che era nota per vivere sulle navi.

L'unica differenza è che le 12 tribù sono diventate monoteiste. Yahweh faceva originariamente parte del pantheon cananeo. Era il figlio di El e portatore di coppe di Baal. El era originariamente la manifestazione del sole che sorgeva al tempo del Toro. Con la processione dell'equinozio, il sole è sorto in 12 diverse case. Quindi, abbiamo la canzone "House of the Rising Sun". Di questo parla quella canzone, la processione dell'equinozio.

La parola El può essere scomposta in proto-ebraico / fenicio come aleph e lamed. L'Alef è il simbolo di un toro (Toro) e il Lamed è il pittogramma di una gamba. Quindi, la parola è una rappresentazione pittorica del toro che cammina (nel cielo).

Quindi, possiamo dedurre che l'alfabeto dei pittogrammi è stato creato al tempo del Toro. Il Toro rappresentava il dio / il sole in quel momento. Adamo ed Eva erano i gemelli o Gemelli, Vergine è la vergine, Pesci è Cristo, ecc.

Nel nuovo testamento, uno chiede a Gesù "Chi seguiamo quando te ne sei andato?" Risponde "Quando entri in città, un uomo che porta una brocca d'acqua ti verrà incontro. Seguilo nella casa in cui entra," Gesù / Pesci sta dicendo loro di seguire l'Acquario mentre il sole sorgerà nella casa dell'Acquario .

La parola Baal è la stessa parola di El / Al. L'unica differenza è che c'è una lettera Beit davanti. Questo è il simbolo originale di una casa. Quindi è la casa del toro che cammina. Il sole sorge nella casa del Toro. Le parole ebraico, Eberu, Iberu, Abreu sono tutte linguisticamente correlate alla parola fenicia / cananea per il dio dell'estate Hiribi.

È dedotto che i fenici erano le stesse persone degli ebrei e del successivo Giuda / Beniamino. I fenici e la tribù di Dan erano estremamente amichevoli con gli egiziani. Ad un certo punto si sono frammentati a causa di differenze religiose, ma sono rimasti alleati. Il re di Tiro fu chiamato per costruire il tempio. Akhenaton potrebbe essere stato Mosè, l'Arca potrebbe essere stata presa dall'Egitto (ricorda molte arche in Egitto, che originariamente erano barche) e potrebbero averlo riportato a casa.

Questo non significa che Abramo non fosse di Ur. Credo che prima di UR, una parte dei proto-semiti provenisse dalla più alta casta dell'India. I Brahma. Ab-Brahma significherebbe letteralmente "Padre Brahma", questo sarebbe come il rabbino supremo. Le persone tendono ad assimilarsi alle culture, linguisticamente, culturalmente e attraverso il sangue. I fenici sono ora conosciuti come libanesi. Tuttavia, questo non significa che ogni libanese sia fenicio.

Questa risposta è incompleta a meno che non si inserisca nel modo in cui i Fenici fondarono le città in Iberia. (Meglio ancora, fornisci alcune fonti per supportare i tuoi vari riferimenti e allusioni).


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...