Domanda:
Perché la dittatura fascista spagnola è rimasta al potere dopo la seconda guerra mondiale?
fedorqui
2016-10-03 14:26:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Durante la seconda guerra mondiale, molte persone in Spagna erano speranzose che la vittoria degli alleati avrebbe innescato un'invasione della Spagna per sconfiggere la dittatura di Franco, un fascista che vinse la guerra civile nel 1939 grazie all'aiuto dell'Italia di Mussolini e della Germania di Hitler.

È noto che la Gran Bretagna ha corrotto la Spagna per evitare la seconda guerra mondiale. Ci sono altri motivi che sono molto dettagliati in Perché la Spagna e il Portogallo sono stati neutrali / non sono stati invasi nella seconda guerra mondiale?.

Nonostante tutto questo, c'erano parecchi volontari, molti anche inviati in Russia dal governo stesso (la División Azul in Russia).

Durante la guerra, il governo spagnolo ha smesso di sostenere le potenze dell'Asse a definirsi neutrali. Mentre si temeva la sconfitta delle potenze dell'Asse, le cose cambiarono:

  • nel 1942-1943, le esecuzioni di ex repubblicani diminuirono
  • quando Mussolini fu catturato nel luglio 1943, Franco spostato la sua posizione verso la neutralità.
  • il generale Franco è stato costretto a smettere di vendere tungsteno in Germania (riferimenti in questa pagina da Wikipedia in spagnolo)

Nel febbraio 1945, la Conferenza di Yalta ottenne un accordo che sarebbe stato importante per la Spagna:

I Tre Grandi concordarono inoltre che le democrazie sarebbero state stabilite, tutte europee liberate e gli ex paesi satellite dell'Asse terrebbero libere elezioni e quell'ordine sarebbe stato ripristinato

Tuttavia, l'unica cosa che è realmente accaduta è stata una riunione di volontari per una guerriglia simile invasione:

Dopo la guerra civile spagnola, molti sostenitori dell'ex governo repubblicano decisero di avviare un movimento per rovesciare Franco; questi membri erano chiamati la macchia spagnola. Diverse incursioni di guerriglia si sono verificate durante la linea temporale della seconda guerra mondiale, la maggior parte di esse avvenne nel 1944. Uno scontro importante si è verificato nella valle della Vale de Arán, dove un folto gruppo di ribelli ha attaccato e occupato brevemente il confine nord-occidentale dei Pirenei. Il governo della Francia, insieme all'Unione Sovietica, organizzò, addestrò e armò un folto gruppo di spagnoli precedentemente liberati dai campi di concentramento dove i repubblicani spagnoli erano stati tenuti dal Front Populaire da quando avevano attraversato il confine franco-spagnolo alla fine della guerra civile spagnola guerra nel 1939. La battaglia durò quattro giorni. L'esercito spagnolo meglio addestrato e motivato al comando dell'esperto generale Moscardó manovrò immediatamente per controllare i principali punti strategici della valle e ingaggiò gli invasori, respingendoli oltre il confine. I comunisti avevano sottovalutato il sostegno popolare al regime franchista e nessuna rivoluzione iniziò come supponevano.

Fonte: Spagna durante la seconda guerra mondiale

Tutto sommato, la Spagna si è isolata, molti criminali di guerra si sono rifugiati nel paese e la dittatura è riuscita a sopravvivere per molti anni, fino alla morte di Franco nel 1975. Questo è accaduto con sorpresa dei repubblicani, che avevano già affrontato il freddo durante il Guerra civile, quando subirono il non intervento delle democrazie.

Quindi, fu solo a metà degli anni '50 quando la Spagna fu nuovamente al centro dell'attenzione, quando fu richiesto di ospitare alcuni Il quartier generale dell'ONU durante la Guerra Fredda.

Perché? Cosa ha causato questa freddezza nei confronti della Spagna nonostante fosse un regime fascista? C'erano piani per forzare la caduta del regime?

Perché non erano in guerra con nessuno degli alleati.
La Spagna era effettivamente coinvolta a Yalta, quando era ufficialmente neutrale?
@pjc50 tecnicamente parlando, la Spagna era uno stato satellite. Tuttavia, il trattato era principalmente destinato ai paesi all'interno dei grandi blocchi, quindi presumo che sia stato semplicemente ignorato.
Dovrei tornare ad alcuni vecchi appunti, ma non credo che la Spagna fosse vista come un "problema" a Yalta ... ma il ricordo è confuso.
Questa domanda non tiene conto di chi dovrebbe invadere la Spagna. "The Allies of WW2" non è una risposta; La Spagna non era nemmeno nella seconda guerra mondiale, figuriamoci dalla parte dell'Asse. La Spagna non è un vicino di Stati Uniti, Regno Unito o Unione Sovietica, quindi non avevano interessi regionali. La Francia non era davvero in grado di invadere il suo vicino, mentre il Portogallo era anche fascista. (Salazar).
Re "metà degli anni '50": Sorprendentemente, nel febbraio 1956 furono i primi negoziati riguardanti l'ingresso della Spagna nella NATO (ma completati solo anni dopo la morte di Franco)
Si potrebbe sostenere che la Gran Bretagna ha anche corrotto la Germania per restare fuori dalla guerra ... con i Sudeti, a Monaco. La differenza è solo che la Spagna è rimasta fuori dalla guerra.
Sei risposte:
#1
+51
KorvinStarmast
2016-10-03 18:41:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La seconda guerra mondiale è stata principalmente una lotta per il potere e, in misura minore, una lotta ideologica.

Ciò significa che le tue supposizioni sulle motivazioni della seconda guerra mondiale non sono corrette. Se se fosse stata una lotta ideologica , gli Stati Uniti non si sarebbero alleati con l'Unione Sovietica comunista. (Leggi su Red Scare negli Stati Uniti: il sentimento anticomunista negli Stati Uniti era significativo).

Il governo spagnolo non rappresentava una minaccia per i suoi vicini

L'altro punto è che, anche se fascista, la Spagna non era fascista espansionista , a differenza dei tedeschi e Governi fascisti italiani durante la seconda guerra mondiale. ( La conquista italiana dell'Etiopia ha preceduto la seconda guerra mondiale). La Spagna non era l'unico regime fascista / autocratico che non fu invaso dopo la seconda guerra mondiale. Tutto quello che devi fare è dare un'occhiata alle varie repubbliche del Sud e Centro America che all'epoca erano anche governate dai fascisti. Non furono nemmeno invase.

Le guerre sono costose e devono valere lo sforzo

Dato quanto erano esauste tutte le parti alla fine della seconda guerra mondiale e data la grande tensione il mondo del dopoguerra essendo l'Europa centrale (e subito dopo in Asia) la penisola iberica non era una priorità strategica abbastanza alta per le potenze mondiali da rischiare di invadere e continuare la guerra poiché la Spagna non rappresentava una minaccia per nessuno. Anche tra i vincitori, le popolazioni erano stanche della guerra . ( Lo scarso sostegno alla guerra di Corea negli Stati Uniti all'inizio degli anni '50 è una prova ampia che la stanchezza della guerra ha un impatto politico. Il libro di TR Fehrenbach al link è uno dei migliori trattamenti di quella guerra che ho leggere).

Dalla prospettiva occidentale, il fatto che la Spagna non fosse nel campo comunista significava che avrebbero potuto convivere con quell'imperfezione e lavorare con altri mezzi . La guerra non è l'unico modo per trattare con nazioni il cui governo non ti interessa.

Lo scopo dello sforzo alleato contro la Germania non era principalmente "sbarazzarsi del fascismo". (Anche se molta retorica politica durante e dopo è stata usata come giustificazione per continuare lo sforzo bellico). La guerra era una lotta per il potere. Il fascismo era il governo eletto dell'Italia e della Germania nazista, i cui scopi erano espansionistici. Il problema principale era che la Germania era una potenza maggiore ed espansionista, mentre l'Italia era una potenza minore ed espansionista. Il terzo membro dell'Asse, il Giappone, non era fascista (sebbene ci fosse un'influenza del militarismo nella loro struttura governativa che portò alla guerra, il fascismo non era ideologia). La loro natura espansionistica era stata un problema sin dal 1931, e in modo più critico dal 1937, quando la Cina fu invasa.

Conclusione

Per dirla senza mezzi termini: la Spagna non rappresentava una minaccia per i suoi vicini e certamente non valeva la pena di iniziare un'altra guerra. Si potrebbe lavorare con la Spagna nonostante quell'imperfezione dovuta alle altre questioni politiche più urgenti inerenti alla Guerra Fredda.

Grazie mille per la tua risposta. Tuttavia, non credo che la Spagna e le repubbliche dell'America centrale e meridionale siano paragonabili qui, poiché la Spagna era un vicino di tutti quei paesi coinvolti nella seconda guerra mondiale. Ma sì, sono d'accordo sul fatto che la Spagna fosse vista come una minaccia per chiunque, dal momento che ha scatenato le guerre nella zona, ma nel 1945 non era pericolosa. Ero curioso, però, della risoluzione della Conferenza di Yalta. Sembra che sia successo quello che normalmente accade con i trattati: vengono seguiti ... o no :)
È vero: i trattati vengono seguiti ... oppure no.
In realtà, non solo la seconda guerra mondiale, ma la maggior parte o forse tutte le guerre erano in realtà lotte di potere, e gli aspetti ideologici / religiosi / etici sono molto spesso lì solo per raccogliere il sostegno popolare, invece delle cause principali della guerra.
@vsz Rimasi nell'ambito e sono d'accordo con te.
Tutto sommato, mi chiedo cosa sarebbe successo se lo Stretto di Gibilterra non fosse stato britannico e avessero dovuto usarlo durante la Guerra Fredda ...
La tua è un'ottima risposta. [Schwern's] (http://history.stackexchange.com/a/33171/19545) è semplicemente fantastico, quindi non l'ho accettato per accettare l'altro. Grazie ancora, il mio amore per questo post rimane intatto :)
@fedorqui Nessun problema, Schwern ha il gioco.
Questa è la risposta più succinta. Copre i punti critici senza entrare in molti altri dettagli (certamente affascinanti).
#2
+29
Schwern
2016-10-05 01:19:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il OP ha detto questo in un commento:

tecnicamente parlando, la Spagna era uno stato satellite. Tuttavia, il trattato era principalmente inteso per i paesi all'interno dei grandi blocchi, quindi presumo che sia stato semplicemente ignorato.

La seconda affermazione, che la Spagna è stata trascurata, è categoricamente non vera come sarà dimostrato una volta che esamineremo il testo degli accordi e la discussione storica su cosa fare con la Spagna.

La questione se la Spagna fosse considerata uno stato satellite dell'Asse è stata oggetto di accesi dibattiti nel 1944 e 1945. Questo è il nocciolo della questione.

Cosa diceva l'accordo di Yalta

"Stato satellite dell'Asse" è menzionato nel "Protocollo degli atti della Conferenza della Crimea", noto anche come Accordo di Yalta, ma non è mai definito.

Dichiarano congiuntamente il loro mutuo accordo di concordare durante il periodo temporaneo di instabilità nell'Europa liberata le politiche dei loro tre governi in assistenza i popoli liberati dal dominio della Germania nazista e i popoli degli ex stati satelliti dell'Asse d'Europa per risolvere con mezzi democratici i loro pressanti problemi politici ed economici.

Tuttavia, la sezione II "Dichiarazione dell'Europa liberata" chiarisce quali fossero i loro obiettivi. Vale la pena leggerlo nella sua interezza. Il corsivo è mio per evidenziare le sezioni pertinenti.

Il Premier dell'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, il Primo Ministro del Regno Unito e il Presidente degli Stati Uniti d'America si sono consultati nell'interesse comune dei cittadini dei loro paesi e di quelli dell'Europa liberata. Dichiarano congiuntamente il loro mutuo accordo di concordare durante il periodo temporaneo di instabilità nell'Europa liberata le politiche dei loro tre governi nell'aiutare i popoli liberati dal dominio della Germania nazista e i popoli degli ex stati satelliti dell'Asse dell'Europa per risolvere con mezzi democratici i loro pressanti problemi politici ed economici .

L'instaurazione dell'ordine in Europa e la ricostruzione della vita economica nazionale devono essere raggiunte mediante processi che consentano ai popoli liberati di distruggere le ultime vestigia del nazismo e del fascismo e per creare istituzioni democratiche di propria scelta . Questo è un principio della Carta Atlantica - il diritto di tutte le persone di scegliere la forma di governo sotto la quale vivranno - il ripristino dei diritti sovrani e dell'autogoverno a quei popoli che sono stati loro privati ​​con la forza dalle nazioni aggressori.

Per promuovere le condizioni in cui le persone liberate possono esercitare questi diritti, i tre governi assisteranno congiuntamente le persone in qualsiasi stato liberato europeo o ex stato dell'Asse in Europa dove, a loro giudizio, le condizioni richiedono ,

(a) per stabilire condizioni di pace interna;

(b) per attuare misure di soccorso di emergenza per il soccorso di persone in difficoltà;

(c) formare autorità governative ad interim ampiamente rappresentative di tutti gli elementi democratici della popolazione e impegnate a raggiungere la prima istituzione possibile attraverso libere elezioni di governi rispondenti alla volontà del popolo; e

d) facilitare, ove necessario, lo svolgimento di tali elezioni.

I tre Governi consulteranno le altre Nazioni Unite e le autorità provvisorie o altri Governi in Europa quando verranno prese in considerazione questioni di loro diretto interesse.

Quando, secondo l'opinione dei tre Governi, le condizioni in qualsiasi stato europeo liberato o ex satellite dell'Asse in Europa renderà necessaria tale azione, si consulteranno immediatamente insieme sulla misura necessaria per adempiere alle responsabilità congiunte stabilite in questa dichiarazione.

Con questa dichiarazione riaffermiamo la nostra fede in i principi della Carta Atlantica, il nostro impegno nella Dichiarazione delle Nazioni Unite e la nostra determinazione a costruire, in collaborazione con altre nazioni amanti della pace, un ordine mondiale, secondo la legge, dedicato alla pace, alla sicurezza, alla libertà e al benessere generale di tutta l'umanità .

Questa non è una denuncia del fascismo. Non è una chiamata alle armi per rovesciare le dittature in tutto il mondo. Sta definendo come saranno trattate le nazioni liberate e le potenze minori dell'Asse dopo la seconda guerra mondiale.

L'obiettivo è " risolvere con mezzi democratici i loro pressanti problemi politici ed economici ". In un posto come Romania, Ungheria o Bulgaria, belligeranti dell'Asse che furono devastati dalla guerra. O Norvegia e Paesi Bassi che avevano installato governi fantoccio. Questi paesi avevano bisogno della sostituzione dei loro governi, della ricostruzione delle economie e del ripristino dell'ordine sociale.

La Spagna, al contrario, non fu né conquistata dall'Asse né alleata con loro. Non hanno mai dichiarato guerra e non hanno mai permesso a nessuna delle due potenze di spostare truppe attraverso il loro paese (con grande sollievo della Gran Bretagna e di Gibilterra). La Spagna aveva un governo funzionante, indipendente, anche se fascista. Non sono stati toccati dalla guerra. Per le dimensioni del resto d'Europa non avevano " problemi politici ed economici urgenti ".


La Spagna era un satellite dell'Asse?

Questo non vuol dire che le persone non abbiano cercato di far trattare la Spagna come uno stato satellite dell'Asse. La Spagna era tecnicamente "non belligerante" ma l'hanno davvero spinta. La guerra civile spagnola, una battaglia per procura tra comunismo e fascismo e il loro sostegno ai nazisti hanno reso la Spagna un tema caldo per comunisti e socialisti dopo la guerra. In particolare francesi e sovietici.

Anche se la Spagna non ha mai inviato ufficialmente truppe spagnole a combattere, ha permesso a un'intera divisione di volontari di combattere i sovietici. La 250. Infanterie-Division aka División Española de Voluntarios aka División Azul (curiosamente, il loro emblema è rosso e giallo) era una divisione tutta di volontari, alcuni soldati professionisti, alcuni anticomunisti, addestrati e forniti da i tedeschi, e inviati a combattere sul fronte orientale nel 1941. Combatterono nell'assedio di Leningrado e si guadagnarono l'ira dei sovietici fermando un grande tentativo di rompere l'assedio nel 1943. Alla fine quasi 50.000 spagnoli avrebbero combattuto i sovietici.

Spinto dagli alleati, Franco ordinò a tutti i volontari di tornare in Spagna alla fine del 1943. Questo è un punto importante, nel 1944 Franco poteva vedere la scritta sul muro e collaborava sempre di più con gli alleati.

Ma molti volevano vedere la Spagna esclusa dalla crescita delle Nazioni Unite. Alla Conferenza delle Nazioni Unite sull'organizzazione internazionale...

il delegato messicano alla conferenza, un antifascista spagnolo esiliato di nome Luis Quintanilla, ha fatto appello per l'esclusione della Spagna dalle Nazioni Unite sulla base del fatto che la Carta Unita escludeva tutti quei paesi governati da regimi istituiti con l'aiuto della Germania o dell'Italia.

Alla successiva Conferenza di Potsdam a 1945 ...

i sovietici volevano fare un passo avanti e il 19 luglio 1945 proposero che tutte le relazioni con Franco, compresi i legami diplomatici ed economici, fossero interrotte.

L'affermazione finale è stata un po 'più morbida.

In una dichiarazione congiunta, rilasciata durante la Conferenza di Potsdam, le tre grandi potenze, Stati Uniti, Gran Bretagna e Unione Sovietica, hanno espresso il desiderio che la Spagna non dovrebbe presentare domanda di adesione alle Nazioni Unite dato che il suo attuale regime è stato fondato con l'aiuto delle potenze dell'Asse, era strettamente associato all'Asse e non possedeva le qualifiche necessarie per giustificare l'adesione

La dichiarazione più forte fatta è stata la Dichiarazione tripartita sulla Spagna del 4 marzo, 1946...

I GOVERNI di Francia, Regno Unito e Stati Uniti d'America hanno scambiato opinioni riguardo all'attuale governo spagnolo e alle loro relazioni con quel regime. Si conviene che fintanto che il generale Franco continua a controllare la Spagna, il popolo spagnolo non può prevedere un'associazione piena e cordiale con quelle nazioni del mondo che, con uno sforzo comune, hanno portato alla sconfitta del nazismo tedesco e del fascismo italiano, che hanno aiutato il presente Il regime spagnolo nella sua ascesa al potere e dopo il quale il regime è stato modellato.

Tuttavia questa dichiarazione non aveva denti perché era considerata un problema interno spagnolo.

Non c'è intenzione di interferire negli affari interni della Spagna. Gli stessi spagnoli devono a lungo termine elaborare il proprio destino. Nonostante le misure repressive dell'attuale regime contro gli sforzi ordinati del popolo spagnolo di organizzare e dare espressione alle proprie aspirazioni politiche, i tre governi sperano che il popolo spagnolo non sarà più soggetto agli orrori e all'amarezza della guerra civile.

Ma l'idea di sanzioni diplomatiche ed economiche è stata lanciata.

Tale riconoscimento includerebbe piene relazioni diplomatiche e l'adozione di misure pratiche per aiutare nella soluzione dei problemi economici della Spagna, come potrebbe essere praticabile nelle circostanze prevalenti. Tali misure non sono ora possibili. La questione del mantenimento o della cessazione da parte dei governi di Francia, Regno Unito e Stati Uniti delle relazioni diplomatiche con l'attuale regime spagnolo è una questione da decidere alla luce degli eventi e dopo aver tenuto conto degli sforzi del popolo spagnolo per raggiungere la propria libertà.


Capitolo VI delle Nazioni Unite: nessuna invasione consentita

Nel 1946, la Spagna stava attraversando un periodo difficile diplomaticamente.

L'opinione pubblica mondiale si stava muovendo contro Franco. Il Canada ha pubblicamente respinto il tentativo della Spagna di stabilire relazioni diplomatiche. Nella primavera del 1946, sei stati comunisti, quattro latinoamericani, tre del Commonwealth e altri quattro stati interruppero le relazioni diplomatiche con la Spagna. C'era anche la speculazione che l'Italia potesse fare lo stesso.

L'articolo 33, che inizia il Capitolo VI della Carta delle Nazioni Unite, dice:

Le parti di qualsiasi controversia, la cui continuazione rischia di mettere in pericolo il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale, devono, prima di tutto, cercare una soluzione mediante negoziazione, inchiesta, mediazione, conciliazione, arbitrato, composizione giudiziaria, ricorrere a agenzie o accordi, o altri mezzi pacifici di loro scelta.

L'ONU ha scoperto che la questione di cosa fare con la Spagna rientrava nel Capitolo VI e quindi doveva essere risolta con mezzi pacifici, non importava che la Spagna allora non fosse un membro delle Nazioni Unite. Non poteva esserci invasione della Spagna da parte degli Stati delle Nazioni Unite per rovesciare Franco.

Ciò culminò nel dicembre 1946 con la Risoluzione 39 dell'ONU "Relazioni dei membri delle Nazioni Unite con la Spagna" che chiamava per la fine del regime franchista e del suo isolamento diplomatico.

La Spagna potrebbe non essere ammessa alle Nazioni Unite ...

Raccomanda che il governo franco spagnolo venga escluso dall'appartenenza ad agenzie internazionali stabilite da o messe in relazione con le Nazioni Unite ...

Raccomanda a tutti i membri delle Nazioni Unite di richiamare immediatamente da Madrid i loro ambasciatori e ministri plenipotenziario accreditati.


L'influenza della guerra fredda

Altre fonti parlano del desiderio degli Stati Uniti di adottare un approccio gentile con la Spagna per portarla nell'ovile di un'alleanza occidentale per difendersi dal comunismo . Le forze armate statunitensi hanno ritenuto dubbia la prospettiva di una guerra e di una rivolta nazionale in Spagna dicendo:

non vi è alcuna prospettiva di alcuna forma di rivolta popolare in corso in Spagna ... una rivolta, causata da stranieri l'intervento, se abbastanza forte da evitare l'immediata repressione da parte della polizia con il sostegno dell'esercito, porterebbe quasi inevitabilmente allo scoppio di un'altra guerra civile ... una guerra civile in Spagna con l'intervento francese e russo potrebbe anche far precipitare una crisi in Francia.

Le forze armate statunitensi guardavano sempre più alla Spagna e all'Italia come posizioni di riserva contro la possibile invasione sovietica dell'Europa. Il Piano Pincher vedeva la possibilità di utilizzare i Pirenei come una linea difensiva naturale per guadagnare tempo contro un travolgente attacco sovietico per un rafforzamento degli Stati Uniti.

Anche il ritiro delle forze statunitensi attraverso la Francia in Spagna potrebbe rivelarsi fattibile. Anche questo dipenderà in gran parte da considerazioni politiche. È probabile che un governo anticomunista rimarrà al potere almeno per il prossimo anno o due, e se la Spagna è disposta a disertare la sua posizione di neutrale, il ritiro delle forze statunitensi in Spagna darebbe un contributo materiale a qualsiasi necessaria difesa dei Pirenei. D'altra parte, gli Alleati sarebbero probabilmente impegnati nella difesa della Spagna, il che potrebbe comportare una sostanziale diversione di risorse. Il mantenimento di un governo anticomunista in Spagna aiuterebbe materialmente a mantenere la sicurezza del Mediterraneo occidentale.

Qui vediamo l'inizio dell'idea della Guerra Fredda che se sei anticomunista , sei un potenziale alleato degli Stati Uniti. Che è meglio sostenere una dittatura fascista che rischiare un governo di sinistra democraticamente eletto. Sir Victor Mallet, ambasciatore britannico in Spagna, scrisse

Un governo debole in Spagna, sia di destra che di sinistra, spianerebbe la strada a una maggiore influenza e pressione sovietica attraverso i comunisti spagnoli. L'unico vero merito dell'attuale governo è che almeno mantiene l'ordine.


Fonti

Mi vergogno un po 'del mio commento che citi, visto che era semplicistico. Tuttavia, sono anche felice di averlo scritto, in modo che abbia attivato questa fantastica risposta. Wow, questo è un grande pezzo di storia, con molte risorse che cercherò di digerire nei prossimi giorni.
@fedorqui :) Ti svelerò un segreto. Non sapevo la maggior parte di questo fino a quando non ho fatto la ricerca oggi. Sapevo solo che la Spagna non era un satellite dell'Asse e ho iniziato a scavare.
Non avevo mai visto l'accordo di Yalta come qualcosa che avrebbe incluso anche la Spagna, ma durante la ricerca per la domanda ho notato che avrebbe potuto essere. Tuttavia, non ci ho scavato molto, quindi sono molto felice che tu l'abbia fatto. Quindi il "TL; DR" per tutto questo sarebbe _Sì, la Spagna era una dittatura fascista, ma soprattutto era un paese anticomunista_. Il [Piano Marshall] (https://en.wikipedia.org/wiki/Marshall_Plan#Areas_without_the_Plan) ha iniziato ad includere la Spagna dal 1951, ad esempio.
Devono essere inclusi anche i punti di @fedorqui Korvin. Crepe nella visione alleata per l'Europa, stanchezza della guerra e che la Spagna non era espansionista.
Non c'erano "alleati" di Potsdam solo interessi. Gli USA volevano le Isole Canarie per l'accesso al Mediterraneo e la Gran Bretagna avrebbe mantenuto Gibaltrar per lo stesso motivo. Stalin era un dittatore e maestro d'Oriente. La sua "URSS" era concentrata solo sul Bosforo poiché la Germania era allora divisa in due, quindi non rappresentava una minaccia per nessuno. Solo gli Stati Uniti hanno sostenuto Ankara dopo la seconda guerra mondiale quando tutti gli imperi d'Europa sono crollati.
La División Azul era così chiamata perché i falangisti erano * camicie blu * come un cenno alla loro ideologia sindacale nazionale dei colletti blu. Il simbolo della divisione era rosso e giallo per riflettere la bandiera spagnola.
#3
+1
Ne Mo
2016-10-03 20:36:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Perché gli alleati non li consideravano una minaccia. L'ideologia era importante, ma era secondaria rispetto alla sicurezza. Se definiamo fascista come dittatura di destra, questo potrebbe essere applicato ad alcuni dei paesi annessi da Hitler e persino ad alcuni alleati. L'Austria era una dittatura di destra, così come la Polonia. Così era la Grecia, la Jugoslavia ... se questi paesi fossero fascisti è un punto controverso, ma è incoerente chiamare Franco fascista e non chiamare fascista Metaxa.

I commenti non sono per discussioni estese; questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/46347/discussion-on-answer-by-ne-mo-why-was-spanish-fascist-dictatorship-left-in- energia).
La Polonia non era una dittatura quando iniziò la seconda guerra mondiale: non c'era nessuno a decidere, il parlamento era eletto democraticamente dai cittadini. Anche le minoranze erano rappresentate abbastanza fortemente in parlamento con il loro partito che aveva circa il 12% dei voti (25 su 208): https://en.wikipedia.org/wiki/Polish_legislative_election,_1935. Józef Piłsudski era considerato da molti un dittatore, ma morì 4 anni prima dell'inizio della guerra.
#4
+1
Vivek Iyer
2018-08-24 04:24:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il governo spagnolo in esilio, guidato da Juan Negrín, era - secondo i diplomatici britannici - profondamente impopolare in Spagna. Si credeva che Negrín si fosse ritirato con un sacco di soldi della Repubblica e avesse vissuto molto comodamente.

Negrín non piaceva al nuovo governo laburista di Londra, uomini come Atlee & Bevin. Bevin era un convinto anticomunista e detestava gli intellettuali "rossi" che (a suo avviso) avevano tentato di dividere il movimento laburista britannico. Erano loro a chiedere a gran voce la testa di Franco.

Dopo che José Giral divenne capo del governo in esilio, gli inglesi si ammorbidirono un po '. Nel frattempo, c'era una sorta di vuoto di potere nel Dipartimento di Stato americano, il che significava che un elemento più liberale poteva placare la rabbia messicana e di altro tipo contro Franco. Tuttavia, va notato che il cardinale Spellman aveva stabilito relazioni amichevoli con Franco nel 1943 e la sua vicinanza sia al nuovo Papa che a influenti leader irlandesi e di altri cattolici, incluso Joseph Kennedy, significava che la politica degli Stati Uniti si sarebbe direzione amichevole.

Tuttavia, la stessa Chiesa cattolica aveva alcune riserve sul tipo più ideologico di falangisti che, a dire il vero, stavano distruggendo l'economia spagnola e facendo rumori minacciosi contro il Portogallo e Gibilterra. Questo giovò a Franco che desiderava eliminare le persone legate ai poteri dell'Asse, a favore di adulatori come José Ibáñez Martín (che promuoveva l'Opus Dei), o tecnocrati senza volto, in modo che la sua ascesa potesse essere indiscussa.

Un altro fattore che può avere una certa rilevanza è che la monarchia spagnola era vista come "liberale" e gentiluomo e sembrava che Franco potesse essere come l'ammiraglio Horthy, cioè un reazionario al contrario di un fascista purosangue. A quel tempo, la monarchia britannica era ancora in grado di esercitare una piccola influenza dietro le quinte.

Tuttavia, è stato il cardinale Spellman, uno dei primi sostenitori del senatore McCarthy, probabilmente la più grande risorsa diplomatica di Franco in futuro.

Questa è una visione incredibilmente buona sulla questione! Dove posso leggere qualcosa di più su questo?
La "Gran Bretagna e l'opposizione antifranchista spagnola" di D. Dunthorn fornisce un punto di vista. Le fonti cattoliche americane sul cardinale Spellman non sono scritte secondo gli stessi rigorosi standard accademici. Tuttavia, alla luce degli sviluppi successivi, sembra che il sostegno cattolico a Franco fosse importante.
#5
  0
Alex
2016-10-05 02:24:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non c'erano motivi per attaccare la Spagna. Il regime di Franco non era realmente un alleato della Germania. Hitler ha speso enormi sforzi per convincere Franco ad attaccare Gibilterra, e senza alcun risultato. Si può dire che la straordinaria abilità politica di Franco abbia salvato l'Inghilterra nel periodo più pericoloso.

@KorvinStatmast: Non esattamente: sto dicendo che NON C'erano MOTIVI per attaccare la Spagna.
Su questo siamo d'accordo.
#6
  0
Tom Au
2016-10-07 19:13:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Spagna non è stata "punita" perché non è mai entrata dalla parte sbagliata degli alleati occidentali, anche se il regime franchista era tecnicamente "fascista".

Era altamente offensivo per l'Unione Sovietica a causa di la partecipazione della divisione "Blu" sul fronte orientale. I sovietici ottennero sanzioni diplomatiche (ma non militari) contro la Spagna a Yalta dall'Inghilterra e dall'America. Ma l'Unione Sovietica era troppo lontana dalla Spagna per punirla unilateralmente.

L'America non ha avuto litigi con la Spagna. A differenza del Giappone, che ha attaccato i possedimenti americani nei futuri stati dell'Alaska e delle Hawaii, e della Germania, che ha affondato le navi americane al largo della costa orientale, la Spagna non aveva fatto nulla per minacciare direttamente il (Nord) America. Alcuni paesi dell'America Latina avevano problemi con la Spagna, ma questo contava poco.

La Gran Bretagna era l'unico paese che aveva storicamente invaso e "punito" la Spagna, almeno quando era governata da leader che non piacevano alla Gran Bretagna, come Re Filippo V o Giuseppe Bonapatre (entrambi originari della Francia). Ma la Spagna si è astenuta dal "peccato" imperdonabile di consentire alle unità aeree e terrestri tedesche di utilizzare il territorio spagnolo per attaccare Gibilterra. E la Spagna aveva agito come "tirapiedi" della Gran Bretagna in altri modi, consentendo a quel paese di corromperla per rimanere neutrale, come ha sottolineato il PO.

Quando mai è successo? "* La Gran Bretagna era l'unico paese che aveva storicamente invaso e" punito "la Spagna. *"
Pieter Geerkins: Peninsular War, per essersi schierato con Napoleone, Queen Anne's War (1707) contro Luigi XV e suo nipote Filippo, re di Spagna. Lascerò fuori il raid di Drake su Cadice, dato che non era un'invasione.
Guerra di successione spagnola Accetto - Le campagne di Wellington e Moore in Spagna sono discutibili, dato che la popolazione spagnola le ha sostenute.
La lite di @Pieter Geerkens: Wellington non era con la "Spagna", ma con Joseph Bonaparte. Ma Franco non è "salito" a quel livello. E se il Regno Unito avesse scelto di attaccare Franco, circa la metà della popolazione spagnola (la metà repubblicana) li avrebbe sostenuti.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...