Domanda:
Perché Hitler non ha invaso la Svezia?
philip
2014-10-23 00:07:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Stavo guardando una mappa di dove i nazisti invasero e non hanno mai attaccato la Svezia.

Mi chiedevo perché visto che sembra una mossa strategica molto migliore dell'invasione della Russia. Perché potrebbero aver scelto di non farlo?

Potresti dettagliare di più… "dal momento che sembra una mossa strategica molto migliore dell'invasione della Russia." E aggiungerlo alla tua domanda?
Che cosa? Non pensi che Hitler abbia invaso abbastanza paesi? Hitler viene solitamente criticato per aver invaso più paesi di quanti potesse controllare. Sii solo grato che a volte abbia visto un paese che non ha invaso.
La vita reale non è come giocare a Civ 3. Guardare semplicemente la mappa non ti dirà nulla. Devi capire le persone in tutti quei quadrati ed esagoni della griglia ...
La Russia invase la Finlandia e solo il 3 ° Reich difese la Finlandia, mentre la Gran Bretagna e la Francia no. Questo pose fine alla Società delle Nazioni, così la Svezia intrappolata tra due enormi potenze in guerra l'una con l'altra rimase elegantemente neutrale.
Nove risposte:
#1
+55
Semaphore
2014-10-23 00:32:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Svezia era una fonte vitale di minerali di ferro per la Germania, un'importante risorsa strategica per il suo sforzo bellico. Poiché gli alleati controllavano i mari, la Scandinavia era la principale fonte di ferro di buona qualità della Germania. Attaccare la Svezia avrebbe interrotto la fornitura senza alcun guadagno reale.

La produzione di acciaio di alta qualità adatto per corazze e canne da fuoco dipendeva in gran parte dal processo di Bessemer che, a sua volta, richiedeva minerali di alta contenuto di fosforo. Questo ferro svedese ne aveva in abbondanza e le fonderie tedesche facevano affidamento soprattutto sui rifornimenti estratti dalla ... Svezia settentrionale.

Il minerale svedese era così essenziale per l'industria tedesca degli armamenti, infatti, che fino al 1944, quando la rete di trasporto terrestre del Reich era sotto notevole tensione, la Germania fece di tutto per sostenere le sue esportazioni di carbone in Svezia al fine di completare lo scambio del minerale.

- Greenhous, Brereton, et al. Il crogiolo della guerra, 1939-1945. The Official History of the Royal Canadian Air Force, Volume III. Toronto: Toronto University Press, 1994.

Politicamente, questo significava anche che La Svezia, una potenza minore, era allineata con la Germania nazista. Hitler poteva ottenere ciò di cui aveva bisogno dalla Svezia con la diplomazia o la coercizione. La Russia sovietica, al contrario, era un nemico ideologico e una grande potenza in competizione o potenzialmente in competizione. Anche se finì male, ciò diede a Hitler una reale motivazione per invadere (oltre ai suoi problemi personali).

Ora, se la Svezia si fosse rifiutata di soddisfare il fabbisogno di risorse della Germania, allora probabilmente avrebbe aumentato la probabilità di un invasione; ma i leader svedesi hanno collaborato con Hitler.

I commenti non sono per discussioni estese; questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/48637/discussion-on-answer-by-semaphore-why-did-hitler-not-invade-sweden).
A conferma di ciò, si veda anche la storia economica di Adam Tooze, "The Wages of Destruction" (Penguin Books (USA), New York, 2008, p. 381): "Nel 1940 più della metà del fabbisogno di minerale di ferro della Germania era fornito dalle importazioni e 83 per cento di queste importazioni proveniva dalla Svezia ". "Non che il regime di Hitler avesse nulla da temere dagli svedesi. La Germania teneva la frusta sulla Svezia, come sulla Svizzera, poiché entrambi dipendevano dalla Germania per le loro forniture di carbone". Continua menzionando che il governo svedese aveva dichiarato le proprie intenzioni di cooperazione a Hitler, quindi l'invasione non avrebbe avuto senso.
#2
+25
Tyler Durden
2014-10-23 00:22:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per lo stesso motivo per cui non ha invaso la Svizzera, il rapporto costi-benefici non era buono.

Inoltre, dovresti capire che i tedeschi non erano solo un gruppo di pazzi frenetici che attaccavano tutti. Erano felici di coesistere con altri paesi che erano amichevoli, come la Svezia. Dopo l'inizio della guerra, molti paesi, inclusi gli Stati Uniti (1941), la Gran Bretagna (1939) e la Francia (1939), interruppero i rapporti commerciali con la Germania, il che significava che la Germania non poteva commerciare o fare operazioni bancarie in quei paesi. Svezia, Svizzera, Spagna e Portogallo non hanno interrotto il commercio e hanno fatto affari normalmente con la Germania. Per quanto riguardava la Germania, perché avrebbero voluto attaccarli? Erano amici. È un po 'come dire, ehi, gli Stati Uniti potrebbero facilmente conquistare Messico e Canada, perché non lo stiamo facendo? La Germania ha attaccato principalmente paesi che erano o che erano nemici diretti o che si prevedeva diventassero nemici nel prossimo futuro.

Commento sulle relazioni commerciali con gli Stati Uniti e le Americhe

Alcune persone nei commenti sembrano aver fatto eccezione al mio commento sulla perdita di affari della Germania con gli Stati Uniti e altri paesi. So che esiste una sorta di culto di propaganda su come le grandi imprese americane "cospirarono" con la Germania nazista, ma la realtà è che il commercio della Germania e dell'Italia con il mondo intero diverso dall'Europa è stato ridotto dal blocco britannico che includeva grano e caffè " contrabbando". In effetti, anche una nave postale degli Stati Uniti diretta in Italia è stata sottoposta a embargo dagli inglesi con qualche pretesto. Gli inglesi non solo impedirono alle navi di andare in Germania, ma spesso rubarono anche il loro carico. In tutto il mondo le navi mercantili tedesche hanno cercato di nascondersi in porti neutrali senza alcun risultato, poiché Gran Bretagna e Stati Uniti hanno trovato tutti i mezzi per costringere il paese coinvolto a consegnare loro la nave.

Se il blocco britannico non è stato sufficiente, le modifiche al Neutrality Act nel 1939 hanno dato a Roosevelt il potere di dichiarare zone di guerra e rendere illegale per i cittadini e le navi americane entrare in quelle zone. Dichiarando "zone di guerra" tutti i luoghi controllati dall'Asse, Roosevelt realizzò un blocco de facto della Germania anche se gli Stati Uniti erano tecnicamente "neutrali".

Forse ancora più dannoso per la Germania dal punto di vista commerciale, non fu il blocco economico, ma il blocco finanziario. Gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Francia rendevano la loro valuta inconvertibile per i marchi tedeschi già nel 1936. Dal momento che i tedeschi non potevano acquistare dollari dal Tesoro degli Stati Uniti, per esempio, ed era illegale, in base agli atti di neutralità, che le banche americane emettessero credito a qualsiasi tedesco società, questo ha reso praticamente impossibile per la Germania acquistare merci statunitensi. Un produttore statunitense non accetterà in pagamento marchi tedeschi, ma solo dollari, quindi tagliando la fornitura di dollari alla Germania, il commercio è diventato non solo estremamente difficile non solo con gli Stati Uniti, ma anche con i loro alleati. Ad esempio, il solo commercio con la Turchia era molto imbarazzante e richiedeva tutti i tipi di strani accordi di baratto, anche se la Turchia era completamente fuori dalla sfera di influenza alleata.

Nel 1941, quando fu dichiarata la guerra, tutti gli affari rudimentali che gli Stati Uniti stavano facendo con la Germania tramite terzi furono terminati.

Ma sicuramente la Svezia aveva una popolazione ebraica che Hitler avrebbe voluto sterminare
Le priorità della Germania all'inizio della guerra erano unificare il popolo tedesco e neutralizzare i vicini ostili come la Francia, non sterminare le persone.
Questo è palesemente falso: "Negli anni '30 molti paesi, inclusi Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia, interruppero i rapporti commerciali con la Germania, il che significava che la Germania non poteva commerciare o fare operazioni bancarie in quei paesi". Molte società statunitensi non hanno nemmeno interrotto le relazioni con la Germania nazista dopo Pearl Harbor.
@PieterGeerkens per lo più vero, tranne che la dichiarazione di guerra alla Germania da parte degli Stati Uniti ha posto fine a quelle relazioni commerciali.
@jwenting: Verificate i vostri fatti: durante la guerra sono continuati scambi significativi attraverso la Spagna e il Portogallo con la Germania nazista da parte di molte compagnie statunitensi. Roosevelt è stato in grado di minimizzare l'effetto di ciò sullo sforzo bellico ottenendo il consenso pubblico da parte degli uomini * dollaro-un-anno * e limitando l'accesso a materiali bellici critici alle fabbriche che producono per lo sforzo bellico alleato, anche se quegli individui ha continuato a raccogliere profitti dal commercio con la Germania nazista.
@PieterGeerkens Ho modificato la mia risposta per limitare l'interruzione dei legami commerciali al periodo di guerra, piuttosto che agli anni '30.
re: trade, http://www.11points.com/News-Politics/11_Competies_That_Surprisingly_Collaborated_With_the_Nazis (anche se non lo vedo come sorprendente).
@TylerDurden ** Errato ** La tua risposta continua a essere errata e fuorviante. Gli Stati Uniti * non * interruppero i rapporti commerciali con la Germania nazista all'inizio della guerra. Nel 1939 gli Stati Uniti dichiararono la loro neutralità dopo che i nazisti avevano preso la Cecoslovacchia e invaso la Polonia, e dopo che Gran Bretagna, Francia, Australia e Nuova Zelanda avevano dichiarato guerra. Gli Stati Uniti stavano facendo affari con i nazisti prima e durante la guerra.
Conosci https://en.wikipedia.org/wiki/Operation_Tannenbaum?
@BasilBourque Hitler ha annesso i Sudeti nel 1938.
#3
+13
liftarn
2014-10-23 17:42:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Svezia come la Svizzera era un paese neutrale e non coinvolto nel conflitto. Attaccare la Svezia avrebbe bloccato le risorse militari e non era davvero necessario poiché le risorse di cui la Germania aveva bisogno dalla Svezia potevano essere ottenute con il commercio o la diplomazia. Vedi l'articolo di Wikipedia sulla Svezia durante la seconda guerra mondiale per ulteriori informazioni.

C'era anche una base ideologica per questo. Hitler pensava che gli svedesi fossero buoni ariani, quindi i nazisti si aspettavano che la Svezia diventasse un alleato dopo la guerra.

Se cambiamo la questione. Quali benefici darebbe un'invasione? La Norvegia fu occupata per impedire agli alleati di farlo (Piano R 4). I piani alleati per occupare la Svezia furono annullati e la ragione scomparve.

La Germania aveva bisogno di miniere funzionanti e ben funzionanti, quindi se avessero tentato di invadere la Svezia, quanto facilmente sarebbe stato rendere inoperative le miniere di ferro di Bergslagen e Kiruna / Malmberget per un periodo di diciamo due anni? Molto facile direi.
#4
+10
DevSolar
2014-10-24 17:25:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È in qualche modo importante rendersi conto che persino Hitler non era così pazzo da considerare effettivamente di invadere tutta l'Europa e farla franca. Doveva considerare il rapporto tra costi e benefici .


L'obiettivo di Hitler - "il piano", già nel 1925 - era la Russia. Ecco dov'era il suo nemico ideologico: il bolscevismo. È qui che si è svolta tutta la sua fottuta visione del " Lebensraum": terra, schiavi e risorse.

In quanto tali, le invasioni e le occupazioni prebelliche - Austria, Sudeti, Cecoslovacchia - e l'attacco alla Polonia stava semplicemente preparando il terreno per l'attacco alla Russia.

Ma quando Inghilterra e Francia dichiararono guerra dopo l'invasione della Polonia, dovette considerare di stabilizzare la sua posizione anche a ovest . È qui che entra in gioco la seconda serie di invasioni e occupazioni.

Danimarca e Norvegia (paralizzando la marina tedesca), per negare il fianco settentrionale all'Inghilterra, assicurano il minerale di ferro svedese rifornimenti e dare alla marina tedesca un certo margine di manovra nel Mare del Nord. Francia (attraverso Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo), la minaccia più diretta per la Germania e il suo cuore industriale, l'area della Ruhr.

Quest'ultima in realtà è riuscita così tanto oltre le aspettative che un'invasione della stessa Gran Bretagna è stata considerato. Ma allo stesso tempo Hitler era ancora abbastanza illuso da fare offerte di pace alla Gran Bretagna ... il che gli avrebbe permesso di concentrare tutti i suoi poteri sulla Russia.

Invece, dovette fortificare la Francia, combattendo la battaglia della Gran Bretagna (paralizzando la Luftwaffe) nella speranza di far uscire la Gran Bretagna dalla guerra, e ha dovuto aiutare la sua alleata Italia in Nord Africa, e a gestire la situazione in Jugoslavia, e aiutare di nuovo l'Italia in Grecia ( e Creta, paralizzando la forza dei paracadutisti tedeschi) - per negare all'Inghilterra i Balcani e garantire l'approvvigionamento di petrolio rumeno.

Tutto ciò costituiva un grave sforzo per le forze disponibili e ritardava in modo decisivo l'attacco alla Russia. Se gli fosse stata data la scelta, avrebbe preferito fare a meno di tutto questo.


Nota che la prima serie di invasioni era per lo più di natura offensiva : arrivare in Russia . Il secondo set era per lo più di natura difensiva ("difensivo" in una definizione molto persa della parola): proteggere la schiena, i fianchi e l'accesso a risorse cruciali.

Il secondo il set non era originariamente parte del "piano". Lo storico che è in me si chiede cosa sarebbe successo se la Francia e la Gran Bretagna non avessero dichiarato guerra, o se la Gran Bretagna avesse ceduto dopo la caduta della Francia ...


Con la Norvegia tenuta dalla Germania, e La Finlandia era ancora libera, la Svezia non era minacciata. Era molto più facile consegnare carbone alla Svezia in cambio di minerale grezzo che estendere ancora la macchina da guerra tedesca e invaderla (probabilmente interrompendo la fornitura di minerale per diversi mesi).


Non c'era nulla da guadagnare dall'invasione della Svezia e le forze tedesche non avevano comunque le risorse da spendere.

Non sono sicuro del motivo per cui questa risposta non ha ottenuto più voti positivi. In realtà ha affrontato la questione direttamente da una prospettiva geopolitica e geostrategica.
@KorvinStarmast: Nel corso degli anni in cui ho approfondito la storia della Seconda Guerra Mondiale, ho scoperto che c'è una significativa riluttanza a dare ai nazisti il ​​merito di avere effettivamente * obiettivi * e un * piano *. Perché questo li rende ancora più spaventosi che immaginarli come pazzi assassini di massa.
Penso che sia dovuto alle persone che si attaccano ai "nazisti" e non ai "tedeschi" come stanno discutendo. Più facile ignorare e spersonalizzare in questo modo.
#5
+4
Dronz
2014-10-24 01:06:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Perché sembrerebbe una mossa strategica molto migliore dell'invasione della Russia? Sono proposizioni estremamente diverse, mi sembra.

Si è dimostrato vero che la Svezia non aveva bisogno di essere invasa. Ha continuato a fornire il commercio e le risorse necessarie (principalmente ferro), e non invaderlo ha avuto vantaggi come avere un paese neutrale nelle vicinanze, che è utile per altri tipi di commercio e politica. Inoltre, invadere e occupare un paese richiede tempo e molte risorse e può avere vari risultati negativi, sia immediatamente che indirettamente.

Da una prospettiva puramente militare, poiché Francia e Inghilterra hanno dichiarato guerra alla Germania quando hanno attaccato la Polonia , La Germania ha deciso di affrontare quella minaccia il più rapidamente possibile, che sentivano necessaria per proteggere prima Danimarca e Norvegia, per evitare di essere aggirata da un'invasione navale mentre si muovevano contro la Francia. (Hitler aveva sperato che Francia e Inghilterra restassero neutrali anche mentre attaccava la Russia; la Russia era l'avversario di cui era sempre più preoccupato.)

Il programma per attaccare Danimarca e Norvegia era qualcosa che doveva essere fatto rapidamente per avere il tempo di ridistribuirsi per un attacco schiacciante alla Francia e ai Paesi Bassi (e Gran Bretagna) il prima possibile nel 1940. Attaccare la Svezia dopo la Norvegia sarebbe stato ancora più faticoso della Norvegia, e probabilmente avrebbe ritardato e ha indebolito l'attacco alla Francia, per poco o nessun guadagno immediato o addirittura motivo. Il motivo per attaccare Danimarca e Norvegia era quello di poter difendere la costa dall'invasione, mentre la Svezia non offre coste invadibili se Danimarca e Norvegia si tengono.

Una volta caduta la Francia, ancora una volta c'erano poche ragioni per attaccare la Svezia, ma c'era una corsa simile a consolidare i paesi dell'Europa orientale prima di trasferirsi in Russia nel 1941. Una critica comune a ciò che ha fatto la Germania è stata il loro sforzo per aiutare l'Italia in Africa , che ha ritardato l'invasione della Russia. Invadere la Svezia avrebbe analogamente bloccato le forze e ritardato ulteriormente l'invasione della Russia, ma ancora una volta avrebbe avuto poche o nessuna ragione e anche risultati negativi.

Anche se ci fosse un motivo per attaccare Svezia, sarebbe stata ampiamente controbilanciata dalla necessità militare in competizione di colpire Francia e Russia il più presto e con la massima forza possibile, per impedire loro di costruire posizioni difensive o di intraprendere da soli l'offensiva.

Questa situazione è stato chiaro in tutte le rappresentazioni di wargame strategiche della Seconda Guerra Mondiale a cui ho giocato, come Terzo Reich , Guerra di Hitler o persino il semplicistico Comando strategico , tutto ciò ti consente di invadere la Svezia per un vantaggio per la produzione, ma anche in tutti è quasi certo che così facendo rovinerai la tua capacità di schierarti rapidamente in forza contro la Francia e / o la Russia, il che è chiaramente più importante.

In alcuni giochi, invadere la Svezia tende anche a rendere più probabile che gli Stati Uniti dichiarino guerra alla Germania (e avviino la mobilitazione di guerra) prima, il che ovviamente è anche una cosa molto negativa.

Per quanto riguarda il motivo per cui Svezia contro Russia, Hitler e Stalin avevano entrambi previsto un'eventuale guerra tra loro, e la Svezia non aveva alcun piano per combattere la Germania e aveva un numero enormemente inferiore di risorse con cui farlo. L'unico modo in cui la scelta ha senso per me è che tu possa trovare un modo per essere sicuro di non dover mai combattere la Russia, il che sarebbe stato meglio, ma probabilmente non comporterebbe attaccare la Svezia per ottenerlo (anche se potrebbe comportare il lasciare Stalin invade la Finlandia). Ciò richiederebbe una mentalità molto diversa da quella effettivamente esistente, in particolare mentre Hitler e Stalin continuavano a governare.

Quasi, ma non è all'altezza. Danimarca, Norvegia, Paesi Bassi e Francia non erano nemmeno * considerati * come obiettivi prima della dichiarazione di guerra di Inghilterra e Francia. Il * programma * era Polonia - Russia ...
@DevSolar Prima di invadere la Polonia (cosa che ha immediatamente indotto Inghilterra e Francia a dichiarare guerra), ok. Ho detto che Hitler anticipava la guerra con la Russia. Mi sembra che non sia proprio la domanda dell'OP, che riguardava il contesto in cui guardare la mappa completa dei luoghi effettivamente invasi dai tedeschi, che era il risultato della situazione reale che si era sviluppata.
A rischio di ulteriori downvote da parte di persone che non pensano che i wargame storici siano ben studiati, dirò che di una dozzina o più giochi di strategia storici della seconda guerra mondiale che ho visto, quasi tutti presumono che la guerra inizi con la Germania che invade la Polonia, guidando automaticamente alla guerra con l'Inghilterra e la Francia.
@DevSolar Inoltre sono curioso di sapere se hai una fonte per la Germania senza nemmeno considerare l'Inghilterra e la Francia come potenziali bersagli. Mi sembra che, il pensiero militare tedesco che tende ad essere approfondito, e il piano attuale è molto simile a quello che è stato fatto nella prima guerra mondiale, l'esistenza della linea Maginot mostra che era molto considerata dalla Francia, che sono sicuro che alcuni tedeschi lo erano almeno considerando la possibilità.
Mi spiace, non posso indicare una fonte specifica senza la ricerca in letteratura, su cui non vorrei dedicare il mio tempo a questo punto. Ribbentrop è stato effettivamente incaricato prima della guerra di negoziare un'alleanza tedesco-inglese (ma fortunatamente era completamente incompetente nel raggiungere questo obiettivo). "Mein Kampf" e altri giornali danno la netta sensazione della mentalità di Hitler. Le nazioni germaniche (inclusa l'Inghilterra) erano amiche, le nazioni slave dovevano essere sottomesse. Sì, * alla fine * avrebbe potuto lottare con Francia e Inghilterra per la supremazia, ma voleva evitare a tutti i costi una guerra su due fronti.
Ok grazie. Ho modificato la mia formulazione per riflettere meglio questi punti, in particolare intorno alla pianificazione intorno al programma per invadere la Francia.
"che hanno ritenuto necessario assicurare prima Danimarca e Norvegia, per evitare di essere aggirati da un'invasione navale mentre si muovevano contro la Francia": L'invasione tedesca di Danimarca e Norvegia fu una reazione ai piani britannici e francesi, che a loro volta avevano come principale l'obiettivo di fermare l'esportazione di minerale dalla Svezia.
È stata una reazione, non una mossa preventiva.
@TomasBy Hai maggiori dettagli a riguardo? Non è come descriverei i racconti che ho letto e non vedo davvero quale distinzione stai cercando di fare.
Da Lunde, _La battaglia per la Norvegia_: "Quando iniziò la seconda guerra mondiale, la Germania non aveva intenzione di invadere la Norvegia", "Raeder e l'SKL credevano che Weserübung si fosse sviluppato in una razza con piani britannici simili e sollecitarono che le operazioni di sbarco venissero intraprese come il più rapidamente possibile. Ciò ha influenzato la selezione del 7 aprile come giorno dell'attacco, successivamente cambiato in 9 aprile ".
Anche Lunde: "L'operazione [...] R4 (l'occupazione delle città designate) [era] originariamente programmata per iniziare il 5 aprile ma [è stata] rinviata all'8 aprile", "L'Ammiragliato ordinò anche che il 1 ° squadrone di incrociatori a Rosyth , composto da quattro incrociatori pesanti e scorte, doveva sbarcare le truppe destinate alla Norvegia e unirsi rapidamente alla flotta. L'ordine raggiunse lo squadrone di incrociatori la mattina presto dell'8 aprile e le truppe furono sbarcate in fretta. Nel processo, furono separate da gran parte della loro attrezzatura. "
L'esercito francese era (teoricamente) il più grande d'Europa e quindi doveva essere affrontato o neutralizzato.
#6
+3
Crème Caramelita
2014-10-25 11:16:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Era perché non c'erano ragioni STRATEGICHE per Hitler per attaccare la Svezia. L'obiettivo di Hitler è colonizzare le terre slave nell'Europa orientale, in particolare Polonia e Russia. Ha attaccato la Norvegia per impedire agli Alleati di aprire una seconda fonte nel nord. Ha attaccato il Belgio perché era in viaggio per la Francia. Ha attaccato la Francia perché la Francia non voleva lasciargli attaccare l'est, che era sempre l'obiettivo di Hitler. La Svezia era già circondata dagli amici della Germania e non rappresentava alcuna minaccia, quindi non c'era motivo di attaccare. Sì, Hitler era un maniaco genocida, ma anche allora non stava cercando di conquistare tutta l'Europa. Non ha nemmeno annesso ufficialmente la maggior parte della Francia, principalmente solo l'Alsazia-Lorena e penso che alcune altre parti vicino al confine.

#7
+2
Tom Au
2014-10-24 20:37:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Svezia ha collaborato con la Germania nella seconda guerra mondiale. (Sebbene gli alleati siano riusciti a "lanciare" Eric Ericcson, una spia svedese-americana, dalla Svezia, in gran parte perché i tedeschi ritenevano che la Svezia fosse un potenziale "rifugio sicuro" per la "capitale del volo" tedesca da parte dei nazisti di alto rango.) I miei amici svedesi mi dicono che la Svezia ha permesso alla Germania di sorvolare la Norvegia durante l'invasione norvegese. E hanno detto: "I norvegesi non ci hanno mai perdonato per questo". Come accennato da altri sopra, la Svezia era una fonte di minerale di ferro per la Germania.

Nel giugno 1940, la Svezia era circondata a nord e ad ovest dalla Norvegia e dalla Danimarca occupate, a sud dalla stessa Germania e ad est dalla Finlandia filotedesca. Data la cooperazione della Svezia, non c'era bisogno di invaderla per neutralizzarla. Come nel caso della Spagna, la Germania preferirebbe di gran lunga un amichevole neutrale piuttosto che un nemico assoluto.

Non ho mai sentito parlare di sorvoli autorizzati. Alcuni aerei tedeschi furono abbattuti in Svezia e un soldato svedese fu ucciso dal fuoco di risposta (nel 1940 credo). C'erano trasporti tedeschi sulle ferrovie svedesi.
@TomasBy: Andavo in una chiesa svedese dove l'età media dei parrocchiani è di circa 65-70 anni, cioè delle persone nate prima, durante o subito dopo la seconda guerra mondiale, ed è quello che mi hanno detto. "Trasporti tedeschi sulle ferrovie svedesi" suggerisce che erano consentiti anche i voli in eccesso.
No, sono cose diverse ... C'erano una serie di accordi specifici. Forniture mediche alle forze (credo) che combattono a Narvik, una divisione (con armi in carrozze sigillate credo) dalla Norvegia alla Finlandia prima del Barbarossa. Qualche altro forse. Si è fermato nel 1943 o giù di lì.
https://en.wikipedia.org/wiki/Transit_of_German_troops_through_Finland_and_Sweden
[Qui] (https://translate.google.com/translate?sl=sv&tl=en&js=y&prev=_t&hl=en&ie=UTF-8&u=http%3A%2F%2Fwww.tornsvala.se%2Fcategory%2Fluftforsvaret-under- beredskapsaren% 2F & edit-text =) è una pagina sulla difesa aerea svedese nella seconda guerra mondiale. Apparentemente un certo numero di aerei tedeschi fece atterraggi di emergenza in Svezia e alcuni furono abbattuti (come alcuni britannici e americani).
E [qui] (http://varabygden.com/krig-i-bygden/flygplan-over-sverige-1939-1945/) è un'altra pagina. Numero di piloti uccisi in Svezia durante la seconda guerra mondiale: 27 tedeschi, 113 britannici, 80 americani. La maggior parte è capitata per caso in Svezia, credo, invece di essere stata abbattuta dalla difesa aerea svedese.
#8
+1
Stefany
2015-03-05 18:35:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Svezia commerciava già con la Germania nazista. Non c'è bisogno che Hitler lo vinca.

Potrebbe esserci un motivo per invadere la Svezia per fermare le esportazioni svedesi nel Regno Unito (soprattutto cuscinetti a sfera).
#9
  0
Jack Smith
2014-10-26 12:31:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Svezia era neutrale mentre faceva affari con la Germania, esattamente come la Svizzera. La Svezia e la Svizzera erano fondamentalmente alleate della Germania con il buon senso di non partecipare a una battaglia persa. Nelle tante "grandi guerre" precedenti in Europa, la Svezia si è sempre allineata con la Germania.

La Gran Bretagna, invece, ha iniziato 2 guerre mondiali che non ha potuto vincere con la speranza che l'America le avrebbe salvate.

In che modo esattamente la Gran Bretagna ha iniziato la seconda o la prima guerra mondiale. Sono abbastanza sicuro che Hitler fosse la colpa della seconda guerra mondiale e l'Austria la colpa della prima guerra mondiale
La risposta ha affermazioni infondate. Si prega di rettificare.
Penso che indicare un singolo paese come "colpevole" di una guerra sia di solito piuttosto miope. Ci vuole sempre un certo "stadio" per scoppiare una guerra, e la colpa per aver lasciato che ciò accada è di solito più simile a un 60-40 o 80-20 che a un 100-0. Ma dire che "la Gran Bretagna ha iniziato due guerre mondiali" è ridicolo. Potrebbero aver avuto la loro parte nell'allestimento del palco, ma erano decisamente dalla parte dei 20/40. Per quanto riguarda la seconda guerra mondiale, anche la Francia (con le sue richieste di Versailles del dopoguerra) era più colpevole della Gran Bretagna ...
Affermazioni incredibili e infondate.
"La Svezia si è sempre allineata con la Germania": la Germania come unità non esisteva prima del 1871, quindi quelle precedenti grandi guerre sono esattamente una: la prima guerra mondiale. In questo senso hai ragione, immagino, ma più in generale la Svezia è stata sostenuta dalla Francia per un bel po 'nel XVII secolo o giù di lì. Uno dei principali nemici della Svezia nella Grande Guerra Nordica era la Sassonia, cioè la Germania.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...