Domanda:
Qual era la posizione della Finlandia nella seconda guerra mondiale?
please delete me
2011-10-24 06:17:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Qual era la posizione della Finlandia nella seconda guerra mondiale? Apparentemente, stavano combattendo contro l'Unione Sovietica, ma non come alleato della Germania nazista. Ci sono ragioni per questo, ed erano davvero dalla parte della Germania?

http://en.wikipedia.org/wiki/Participants_in_World_War_II#Finland
incredibilmente ampio, vota per chiudere
Si prega di controllare Google prima di chiedere.
Cinque risposte:
#1
+19
Dale
2011-10-24 07:50:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'URSS ha attaccato la Finlandia nel 1939, che si è conclusa con uno stallo (1940). Questo è stato un imbarazzo per l'URSS, ma il trattato ha dato all'URSS il 10% del territorio finlandese.

La Finlandia ha cercato di rafforzare la sua forza militare con trattati e alleanze. La Gran Bretagna e gli Stati Uniti erano alleati dell'URSS contro Hitler all'epoca e quindi non avrebbero aiutato. La Finlandia si rivolse alla Germania (il nemico del mio nemico è mio amico ...), che inviò truppe in Finlandia.

Nel giugno del 1941 l'URSS lanciò incursioni aeree contro la Finlandia, che a sua volta dichiarò guerra l'Unione Sovietica e ha permesso alle truppe tedesche di stanza in Finlandia di intraprendere un'azione offensiva. Nel sud finlandesi e tedeschi ripresero il loro territorio. Quando hanno iniziato ad andare oltre la rivendicazione di terre, il Regno Unito ha dimostrato il suo sostegno all'URSS con il suo Raid su Kirkenes e Petsamo. Nel dicembre 1941 la Finlandia ha assunto posizioni difensive, che hanno portato a una relativa calma per diversi anni.

Il 16 marzo 1944, il presidente degli Stati Uniti, Franklin D. Roosevelt, chiese alla Finlandia di dissociarsi dalla Germania nazista.

Il 9 giugno 1944, l'Armata Rossa lanciò un massiccio attacco contro la Finlandia.

L'URSS respinse i finlandesi dove era avvenuta la precedente tregua (-10% terra per la Finlandia).

La terribile situazione nel 1944 aveva portato il presidente finlandese Risto Ryti a dare alla Germania la sua garanzia personale che la Finlandia non avrebbe negoziato la pace con l'Unione Sovietica finché fosse stato presidente. In cambio la Germania ha consegnato armi ai finlandesi. Dopo che l'invasione sovietica fu fermata; tuttavia, Ryti si dimise.

L'URSS era allora in corsa per Berlino e non poteva essere disturbata dalla Finlandia. Nel settembre 1944 fu fatta la pace e firmato l'armistizio di Mosca, che vincolava la Finlandia a scacciare le forze tedesche dalla Finlandia. La Finlandia ha cercato di guidare i tedeschi in modo amichevole; accettare di lasciare che i tedeschi se ne vadano pacificamente. I sovietici si rifiutarono di accettarlo, e così le truppe finlandesi attaccarono i tedeschi, che iniziarono a bruciare la maggior parte delle case nella metà settentrionale della Finlandia (1-2k vittime su ciascun lato e 100.000 persone persero le loro case).

Nota: la Finlandia proteggeva i suoi ebrei dall'antisemitismo nazista.

- Wikipedia

È importante notare che la Finlandia era un paese democratico con un [governo di centro-sinistra] (http://en.wikipedia.org/wiki/Finnish_parparlamentary_election,_1939) a quel tempo. Certamente era più incline ad allearsi con l'Unione Sovietica che con la Germania - i sovietici non li avevano attaccati.
FWIW, mi è stato detto da un finlandese che i tedeschi sono stati quelli che si sono fermati con il "bel" ritiro. Non ho idea di cosa stesse usando come fonti, e potrebbe essere solo una di quelle idee che fluttuano in un paese.
Finn si scrive Finn, btw.
@Mahnax risolto =)
@DavidThornley Ho appena riassunto l'articolo di Wikipdedia. Non ho idea di quale sia corretto.
@JoeHobbit Grazie.
#2
+8
World Engineer
2011-10-24 06:42:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Finlandia in una certa misura ha giocato entrambe le parti. Questo articolo copre abbastanza bene le cose. La combinazione di terreno difficile e soldati ben addestrati e ben equipaggiati aiutò i finlandesi a garantire la loro indipendenza. Hanno perso una buona parte del territorio a causa dei sovietici, ma sono riusciti a rimanere padroni dei propri affari e alleanze.

Forse più giusto dire che i finlandesi furono presi nel mezzo. La Russia voleva il territorio e non c'era molto altro da fare.
#3
+6
Paul Hutton
2012-03-29 01:16:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Joe Hobbit riassume la maggior parte della guerra, ma è importante notare che durante la Guerra d'Inverno (1940), i sovietici stavano collaborando con la Germania e non ancora alleati con il Regno Unito o la Francia.

In effetti, Regno Unito e Francia hanno cercato di inviare supporto militare in Finlandia, e molti volontari hanno effettivamente combattuto a fianco dei finlandesi.

Fondamentalmente, la Finlandia è stata presa nel mezzo di eventi molto più grandi di loro. Volevano difendersi e si allearono con chiunque si fosse opposto ai sovietici in quel momento.

I sovietici non furono mai alleati con la Germania (e nemmeno la Finlandia si oppose alla Germania). Ma hai ragione che la Finlandia si è alleata con chiunque si sia opposto all'URSS. Questa era una delle maggiori preoccupazioni per la sicurezza dell'URSS vista la prevista guerra con la Germania.
Hmm, alleato potrebbe essere un po 'troppo forte. Come chiameresti la loro relazione, allora? Certamente si sono impegnati in un'operazione militare congiunta ...
E l'URSS era preoccupata per la loro sicurezza? Si aspettavano che la Finlandia iniziasse le ostilità? Mi sembra che tutto ciò che i sovietici dovevano fare fosse non essere percepiti come una minaccia per la Finlandia per tenerli fuori dalla guerra.
Sì, si aspettavano che la Finlandia potesse essere usata da una terza potenza per attaccare Leningrado e lo hanno affermato come giustificazione per un proposto scambio di territorio. La terza potenza qui potrebbe essere solo la Germania.
Wow, avrei pensato che i sovietici l'avrebbero amato: lascia che i tedeschi combattano la loro guerra invernale contro i finlandesi, poi i sovietici potrebbero intervenire per "salvarli".
@Anixx: Sebbene non esistesse un'alleanza militare formale tra la Germania nazista e l'URSS, la loro era a tutti gli effetti un'alleanza di lavoro. Hanno invaso la Polonia nel 1939 di concerto e l'hanno divisa tra loro. L'URSS ha fornito alla Germania generi alimentari e materiale bellico durante l'attacco a sorpresa del 22 giugno 1941. Questo è l'aspetto di un'alleanza di lavoro.
@Felix Goldberg in quel caso anche gli Stati Uniti e la Svezia erano alleati con la Germania. La Svezia ha fornito alla Germania più armamenti di qualsiasi altro paese. Penso che l'URSS non abbia spedito armamenti in Germania dopo il 1939.
In precedenza la Polonia invase la Cecoslovacchia e la divise di concerto con la Germania.
@Anixx - in che modo quest'ultimo invalida il primo? Il nome "Molotov-Ribbentrop" ti dice qualcosa?
@Anixx [Molotov (URSS) e Ribbentrop (Germania) hanno fatto un accordo] (https://en.wikipedia.org/wiki/Molotov%E2%80%93Ribbentrop_Pact) per dividere la Polonia e lasciare gli stati baltici e la Finlandia per l'URSS a allegato. Hanno polverizzato insieme la Polonia. I sovietici hanno conquistato gli stati baltici. Solo la Finlandia riesce a resistere. Ovviamente, l'URSS non aveva alcun reale bisogno / desiderio di annettere la Finlandia, ma la sicurezza di Leningrado era una preoccupazione, e Stalin non si fidava che la Finlandia fosse in grado di impedire alla Germania di bombardare Leningrado dal lato finlandese (solo poche dozzine di chilometri a quel punto Confine finlandese da Leningrado).
#4
+1
Tom Au
2013-02-21 06:04:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Finlandia aveva perso "l'11% del suo territorio e il 30% del suo potere economico" (ad esempio, le miniere di nichel di Petsamo a favore dell'Unione Sovietica nella "Guerra d'Inverno" del 1939-1940.

http://www.ask.com/wiki/Winter_War

L'invasione tedesca dell'Unione Sovietica offrì alla Finlandia la possibilità di riaverli. Le truppe finlandesi avanzarono fino al periodo pre (Inverno) confine di guerra, ma non oltre.

La Finlandia non era a favore della Germania nazista. Ma "il nemico del mio nemico è mio amico".

In realtà, l '[offensiva della Carelia orientale del 1941] (http://en.wikipedia.org/wiki/Finnish_reconquest_of_Ladoga_Karelia_ (1941)) si estendeva considerevolmente oltre i confini prima della Guerra d'Inverno.
Anche i finlandesi si unirono alle unità delle SS per combattere fuori da quel confine contro l'URSS.
@Oldcat: Questa è stata la decisione dei singoli finlandesi (e norvegesi, danesi, ecc.) E non del governo finlandese.
Le fonti che vedo dicono che questo non è vero, che questo ha avuto il sostegno del governo finlandese, taciuto per evitare provocazioni. I finlandesi non erano nazisti, ma erano alleati nazisti con tutte le misure ragionevoli.
#5
-1
Anixx
2011-12-26 16:17:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Finlandia aveva un trattato militare con la Germania e preparavano comunemente l'operazione Barbarossa (invasione in URSS). L'esercito tedesco preparò posizioni sul territorio finlandese e l'esercito finlandese iniziò la mobilitazione il 15 giugno, una settimana prima che iniziasse l'invasione in URSS.

10 luglio 1941 L'esercito finlandese, insieme alle truppe tedesche di stanza nel territorio finlandese, iniziò l'offensiva in l'URSS.

Sui territori occupati l'amministrazione finlandese creò campi di concentramento per la popolazione di lingua slava e fece pulizie etniche. D'altra parte i popoli di lingua permica e ugica erano rispettati.

Ebrei prigionieri di guerra e cittadini sovietici furono separati in campi speciali per ebrei con regime moderato. Era previsto che fossero trasferiti in Germania di cui erano stati informati, sebbene solo una minoranza di prigionieri di guerra fosse effettivamente trasferita alla Gestapo (per lo più comunisti indipendentemente dall'etnia).

Nel territorio sovietico parteciparono anche le truppe finlandesi assedio di Leningrado.

Nel 1944, dopo l'armistizio con l'URSS, la Finlandia dichiarò guerra alla Germania ed espulse le truppe tedesche.

-1: la risposta è fuorviante. Non c'è tentativo di oggettività. I fatti storici sono menzionati in modo molto selettivo, vago e senza riferimenti.
-1, cosa ha detto @kubanczyk. Per lo meno avrebbe dovuto essere menzionata la guerra invernale del 1939-1940 durante la quale l'Unione Sovietica (che all'epoca era il più stretto alleato della Germania nazista) tentò di conquistare la Finlandia. Altrimenti, si ha l'impressione che i finlandesi abbiano appena attaccato i russi dal cielo azzurro nel 1941.
Non sono sicuro di quanto sia storica questa risposta, ma è certamente un'affascinante intuizione di come un russo guarda la guerra.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...