Domanda:
Cosa hanno detto le altre potenze europee quando il Portogallo e la Spagna hanno firmato il Trattato di Tordesillas?
curiouser
2015-07-25 08:00:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel 1494, il Portogallo e la Castiglia (succeduta dalla Spagna) divisero tutte le terre al di fuori dell'Europa, comprese le Americhe di recente "scoperta", firmando tra loro il Trattato di Tordesillas.

Quali erano le più grandi e potenze europee ben organizzate in quel momento? Ora sappiamo che questo Trattato non è stato seguito da Inghilterra (e Gran Bretagna), Paesi Bassi, Francia, tra gli altri.

Vorrei sapere cosa dissero questi o altri poteri al momento di questo accordo. Hanno mandato lettere di rimprovero? I loro cittadini, politici / militari / hanno fatto osservazioni sarcastiche poiché Portogallo e Spagna erano troppo avidi?

Seguono due interessanti articoli accademici sul trattato: http://www.thehistoryreader.com/medieval-history/treaty-tordesillas-1494-decision-still-influencing-todays-world/ e http://opil.ouplaw.com/ visualizza / 10.1093 / law: epil / 9780199231690 / law-9780199231690-e2088
Fondamentalmente la reazione è stata la prima a ignorare; secondo a ostentare violazioni di (cioè Drake e Hawkins e Raleigh); e terzo a negoziare un documento più completo che ha avviato il processo di definizione delle dottrine della "libertà dei mari" e delle "acque internazionali".
IIRC Gli inglesi dissero agli spagnoli qualcosa sul fatto che "il Papa non aveva l'autorità di dare o togliere regni". Né l'Inghilterra né la Francia erano disposte ad accettare il trattato; La Spagna ha anche tentato di corrompere la Francia con il Milan, senza alcun risultato.
@PieterGeerkens Buon materiale, grazie :-) Dato che è abbastanza grande, lo sto ancora recensendo. Comunque, ora possiamo sapere che altri poteri alla fine lo hanno mancato di rispetto. Vorrei sapere se all'inizio è stato ** silenziosamente ** ignorato. La diplomazia si è evoluta molto da allora, ma un silenzio completo significherebbe che era abbastanza inesistente a quel tempo, giusto?
@Semaphore sai ** quando ** l'inglese (e BTW ** quale inglese ** precisamente) lo ha detto? Se è stato detto diciamo prima del 1500, il tuo commento rientra come una delle risposte a questa domanda :-)
Cinque risposte:
#1
+9
Gil Oliveira
2015-07-27 19:43:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le reazioni al Trattato da parte delle altre potenze sono state tutt'altro che rapide. Da un lato, la comunicazione era lenta e inaffidabile, dall'altro il Nuovo Mondo era molto più piccolo (come menzionato in un'altra risposta).

L'Inghilterra (ancora cattolica) ha sofferto delle conseguenze delle Guerre delle rose (1455-1485) e non disponeva ancora delle risorse.

La Francia stava soffrendo per la Guerra dei cent'anni e contro la Borgogna.

Aragona concentrato nel Mediterraneo (Sicilia, Napoli) e Venezia aveva occhi solo per il turco.

Quindi le reazioni sono arrivate dopo. Ad esempio, la citazione di Francesco I non è assolutamente contemporanea poiché è nato nel 1494. È una citazione molto popolare ma una parte che sembra essere una reazione a un ambasciatore di Carlo V nel 1520 o 1530, non sono riuscita a trovare la fonte, anche se ho cercato nel sito della Biblioteca nazionale francese e altrove.

Le reazioni successive arrivarono dall'Inghilterra con Cabot e dalla Francia con Cartier, ma questo è fuori questione.

Informazioni su i paesi, da: Bennassar, Bartolomé. «Tordesillas: el primer reparto del mundo. »Política Exterior, nᵒ 25 (1992). http://www.politicaexterior.com/articulos/politica-exterior/tordesillas-el-primer-reparto-del-mundo/.

Cosa intendi per comunicazione "affidabile"?
Diciamo che la comunicazione diplomatica formale tra gli Stati sarebbe lenta ma affidabile. Altre fonti di informazione sarebbero voci e passaparola. Non c'erano mass media, nessuna comunicazione sociale. Le informazioni erano scarse e viaggiavano attraverso molti individui senza distorsioni multiple e diverse (e probabilmente le informazioni erano già sbagliate o incomplete alla fonte). Spero di essere stato chiaro.
Non sono sicuro di essere d'accordo con l'affermazione relativa all'Inghilterra: nel 1497 [John Cabot] (https://en.wikipedia.org/wiki/John_Cabot) aveva già scoperto i [Grand Banks] (https://en.wikipedia.org / wiki / Grand_Banks_of_Newfoundland) e rivendicò quello che in seguito sarebbe diventato Terranova per Enrico VII. Sembra molto più probabile che l'Inghilterra, almeno, abbia semplicemente ignorato il Trattato.
Non è che il trattato fosse applicabile. Anche se aveva rivendicazioni molto ampie, era più un affare portoghese-spagnolo.
#2
+3
Alex
2015-07-25 12:16:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel 1494 non c'erano giornali, Internet e Paesi Bassi. Il "nuovo mondo" a quel tempo significava solo un paio di isole di cui la popolazione dell'Inghilterra e della Francia non sapeva nulla. Né sapevano né si preoccupavano del trattato. Quindi probabilmente non hanno reagito in alcun modo a questo trattato. In seguito, man mano che si scoprì di più e alcuni paesi ampliarono la loro attività all'estero e iniziarono a competere con Spagna e Portogallo, non riconobbero il trattato. Probabilmente la conseguenza più importante di questo trattato fu che il Brasile (scoperto solo nel 1500) divenne portoghese.

Se non sbaglio c'erano i Paesi Bassi ma appartenevano alla Spagna (e quindi erano * parte * della Spagna)
Rettifica, furono acquisiti dalla Spagna nel 1549, quindi sì, prima appartenevano agli Asburgo, quindi ** c'erano ** Paesi Bassi nel 1494.
Indipendentemente dallo status dei Paesi Bassi al 1494, vorrei sapere cosa dicevano loro o altre potenze in quel momento sul Trattato. Possiamo dire molte altre cose al di là della domanda (come "Non c'era l'ONU ..") .. ma non vedo quasi come aiuti a rispondere a questa domanda.
I Paesi Bassi non facevano parte della Spagna, ma governati in unione personale dallo stesso monarca.
#3
+3
Pieter Geerkens
2015-07-26 00:42:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel 1497 John Cabot (alias Giovanni Caboto) rivendicò i Grand Banks al largo di Terranova per l'Inghilterra in nome di Enrico VII.

Nel 1524 I di Francia commissionò Giovanni da Verrazzano per esplorare la costa del Nord America dalla Florida al St. Lawrence. Dieci anni dopo, nel 1534, Francesco incaricò Jacques Cartier di esplorare ulteriormente la costa di Terranova e il fiume San Lorenzo.

John Cabot (o Enrico VII, o Francesco I, o chiunque altro ...) faceva riferimento al Trattato di Tordesillas? Ovviamente queste spedizioni e queste affermazioni implicano una mancanza di rispetto per il Trattato. Mi interessa sapere come si è evoluta la diplomazia o diciamo le pubbliche relazioni internazionali in quel momento :-)
@curiouser: Per gran parte degli ultimi 1000 anni le monarchie europee hanno trattato il mondo come un gigantesco parco giochi "per soli ragazzi". Quando uno o due dei ragazzi più grandi giocano a un'estremità e rivendicano l'intero campo per se stessi come "territorio privato", il punto del gioco per tutti gli altri non deve essere effettivamente detto - è semplicemente vedere chi può ostentare il reclamo più chiassosamente senza essere picchiato.
Interessante. Se è vero solleva un'altra domanda: qual era il punto di un trattato pubblico come questo in primo luogo? Se spostiamo il tempo diciamo 460 anni avanti (1954), se USA e URSS (o forse i big 5 della Sicurezza delle Nazioni Unite Consiglio) ha diviso tra loro l'Antartide e il resto dell'Universo non ancora dominato dall'uomo, si sarebbero ascoltate molte lamentele (e osservazioni sarcastiche). Non solo di potenze emergenti, ma anche di piccoli paesi, immagino. Il mio punto di dubbio: se il diritto internazionale o le pubbliche relazioni internazionali erano così deboli in quel momento, perché preoccuparsi di tentare di legittimarlo con un Trattato?
@curiouser: Al centro del trattato c'era un accordo tra Spagna e Portogallo, mediato dal Papa. Sia la Spagna che il Portogallo l'hanno rispettato per molto tempo, perché la buona volontà di farlo era maggiore di quello che si poteva guadagnare dalle violazioni. Tuttavia l'assurdità di bloccare tutti gli altri per fiat era proprio questo. Inoltre, 5oo anni fa non esistevano * mass media *.
Se stai dividendo il mondo per fiat, si suppone che potresti sopravvivere ad alcune osservazioni sarcastiche sui mass media.
#4
+2
Tim Lymington
2015-07-25 18:15:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è una famosa citazione attribuita a Francesco I di Francia: "Il sole splende su di me proprio come sull'altro: e vorrei vedere la clausola nel testamento di Adamo che mi esclude dalla mia partecipazione al Nuovo Mondo. " Vedi, ad esempio, Arciniega, Mar dei Caraibi del Nuovo Mondo .

Precisamente quando l'ho detto Francis?
Francesco I è nato nel 1494, lo stesso anno in cui viene firmato il trattato. Sono sicuro che se lo avesse detto, sarebbe stato molto più tardi, quando sarebbe diventato adulto.
Si dice che l'abbia detto negli anni Venti del Cinquecento, nel periodo in cui inviò Verrazzano nelle Americhe.
#5
  0
Tom Au
2015-11-04 22:10:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A quel tempo, il mondo "conosciuto" era più piccolo di quanto non lo sia oggi (Colombo pensava che Cuba facesse parte dell '"India", motivo per cui chiamò erroneamente i nativi americani "Indiani").

Nessuno aveva un'idea reale delle "Americhe" nel 1494. Pensavano che il mondo "sconosciuto" fosse solo poche isole, e il Trattato di Tordeseilles tracciò una linea che dava al Portogallo le "isole" (Brasile!) a est della linea e la Spagna le isole ad ovest di essa. Pensavano che tutto il resto fosse "detto", motivo per cui le persone non si sono lamentate fino a quando non hanno scoperto "in modo diverso", decenni dopo.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...