Domanda:
Perché c'erano più musulmani nel Bengala orientale che nel Bengala occidentale
Arani
2013-08-10 17:49:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando l'India e il Pakistan furono divise, i musulmani erano la maggioranza nel Bengala orientale, mentre gli indù erano la maggioranza nel Bengala occidentale. Qual è il motivo storico alla base di questa statistica demografica?

Tre risposte:
#1
+4
Rajib
2013-11-14 23:59:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'assunto potrebbe non essere corretto matematicamente.

Questo è discusso in vividi dettagli nel libro "The Spoils of Partition: Bengal and India".

Non era che l'Occidente fosse prevalentemente indù con un ampio margine o l'est al contrario musulmano. Ma i politici che volevano avere uno stato più omogeneo e quindi più controllabile hanno fatto il loro calcolo per determinare quali distretti avevano più del 51% di indù. Questi hanno proposto come parte dell'India. L'errore grossolano è stato che non rappresentava il 49% altro gruppo religioso.

Dopo la partizione, questo gruppo minoritario rimasto su entrambi i lati del confine ha dovuto affrontare l'urto della violenza collettiva e quindi hanno avuto luogo migrazioni di massa. Ciò ha aumentato la polarizzazione.

Tuttavia, il Bengala occidentale ha ancora un'enorme popolazione musulmana.

Finalmente una risposta che posso votare.
Questo risponde solo al motivo per cui il confine tra Pakistan e India è stato messo dov'era. Non perché ci fosse una differenza nella maggioranza religiosa nei diversi distretti.
@Lennart Regebro Non c'era una grande differenza. La base della divisione spesso si basava su differenze marginali. L'ipotesi che ci fossero più di un gruppo religioso in una qualsiasi parte è un errore in tal senso. L'India è ancora un miscuglio, ovviamente ci sono ancora differenze tra i distretti. Ma prevalentemente un gruppo religioso? Forse no.
@Rajib: Non credo che qualcuno abbia detto che c'era prevalentemente un solo gruppo, quindi sembra che tu stia discutendo contro qualcosa che nessuno ha effettivamente detto.
Perché c'erano più musulmani nel Bengala orientale che nel Bengala occidentale? Questa era la domanda. Sto solo dicendo che il termine "di più" potrebbe essere una differenza molto marginale. Ho detto * matematicamente * che potrebbe essere un presupposto sbagliato per cominciare. È tutto.
Inoltre, la domanda non riguardava i distretti. Se questo viene preso in considerazione, il Bengala occidentale ha ancora distretti a maggioranza musulmana come Murshidabad. Quindi presumere che in quanto tale il Bengala occidentale avesse più indù e il Bengala orientale più musulmani, anche dal punto di vista del distretto, è sbagliato. Era un mix molto più complesso. La domanda originale ha una visione molto semplicistica.
#2
+3
Supriyo
2013-08-17 19:04:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nella parte occidentale del Bengala Shri Chaitanaya Mahaprabhu iniziò un movimento religioso all'inizio dell'era musulmana, che non influenzò molto le parti orientali. Di conseguenza, un numero inferiore di indù nella parte occidentale si è convertito all'Islam o si è nuovamente convertito all'induismo. Non è successo nel Bengala orientale, dove la maggioranza della popolazione indù si era convertita all'Islam. Quindi nel Bengala occidentale la maggior parte delle persone era indù e nel Bengala orientale la maggior parte di loro era musulmana.

La divisione del Bengala non dipendeva propriamente dalla religione. Prima della divisione, gran parte del Bengala orientale era a maggioranza indù. Quindi si commette un errore se si pensa che c'erano pochi indù nelle regioni orientali e pochi musulmani che vivevano nelle regioni occidentali.

Sembra uno scenario plausibile. Potete fornire alcune referenze come supporto? Google non ha risultati per "Shri Chaitanayadave".
Non ho studiato storia in inglese e quindi a volte ho problemi a scrivere l'ortografia corretta. L'ho incluso nella risposta.
Benvenuto nel sito. Non preoccuparti per l'ortografia; sono lì per correggerli nel caso sia necessario :)
Potresti nominare la fonte da cui hai ottenuto queste informazioni?
Ho fornito il link di Wikipedia.
Il collegamento a Wikipedia non supporta la maggior parte delle tue affermazioni.
#3
+1
Lennart Regebro
2013-08-11 09:39:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non deve esserci affatto una ragione identificabile per queste cose. Ma è possibile che il Bengala orientale fosse più musulmano del Bengala occidentale perché il sultanato mamelucco e la dinastia Khilji governavano entrambe le parti più orientali del Bengala. La dinastia Khilji è stata anche efficace nel convertire le persone all'Islam.

Sebbene queste dinastie probabilmente non abbiano creato la maggioranza dei musulmani nell'area, una percentuale leggermente più alta insieme ad altri eventi, o solo il caso, può avere è stata una delle ragioni per cui il Bengala orientale ha avuto una chiara maestà musulmana.

Potrebbe essere che gli agricoltori avessero maggiori possibilità di prosperare nel ricco delta orientale rispetto alle regioni semi-aride occidentali? E potrebbe essere stato che a quel tempo la maggior parte degli agricoltori erano musulmani (uno dei motivi citati per la divisione di Curzon)?
@MonsterTruck: Questo è sicuramente mettere il carro davanti ai buoi.
@MonsterTruck: Avrebbe senso se l'agricoltura fosse stata introdotta con l'Islam, ma temo che tu abbia sbagliato almeno 4000 anni.
LennartRegebro, @PieterGeerkens Certo che no. Sto dicendo che all'epoca la maggior parte degli agricoltori erano musulmani. Questa affermazione di per sé non implica che abbiano inventato l'agricoltura. Solo che al momento della spartizione c'erano più agricoltori musulmani che agricoltori non musulmani. Anche ora nell'India rurale molte occupazioni sono ancora fortemente segregate in base alla religione (per non parlare della casta).
@MonsterTruck Ottieni ancora causa ed effetto all'indietro. Se c'è più agricoltura a est e più musulmani a est, certo, ci saranno più "agricoltori" musulmani. Ma questo è un * effetto * del fatto che ci siano più musulmani a est e più agricoltura a est, non una * causa *.
No Lennart. Ho paura che tu mi fraintenda. Sto dicendo che più musulmani erano agricoltori a causa delle condizioni sociali prevalenti nelle regioni intorno al XVI secolo (quando iniziò il dominio Nawab) e gradualmente iniziarono a concentrarsi nella parte orientale perché le condizioni erano fertili lì. Non possiamo dire se si siano trasferiti lì o siano stati costretti a trasferirsi lì. Quello che sappiamo è che almeno durante un momento della storia i musulmani bengalesi furono effettivamente trasferiti in un'altra regione dell'India: Assam. E proprio per la stessa ragione: agricoltura (questa volta tè).
@MonsterTruck: Ciò presumerebbe che in primo luogo più musulmani facessero agricoltura e, in secondo luogo, che siano avvenute grandi migrazioni. Sono due ipotesi completamente non supportate. In quanto tale, la tua spiegazione crea più domande di quante ne spieghi e non è affatto una spiegazione. Inoltre, questo non è un forum di discussione. Discuti qui: http://chat.stackexchange.com/rooms/1560/the-time-machine


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...