Domanda:
Cosa è successo al generale Eugen Müller dopo la seconda guerra mondiale?
Felix Goldberg
2017-06-12 12:38:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il generale Eugen Müller ha scritto la prima bozza del famigerato Commissar Order. Se ho capito bene, era qualcosa come il massimo ufficiale legale della Wehrmacht durante la seconda guerra mondiale (ho trovato diversi titoli di lavoro per lui, probabilmente una questione di traduzione).

Ci si sarebbe aspettati che il generale Müller avesse è stato un ottimo candidato per i processi per crimini di guerra che hanno avuto luogo dopo la seconda guerra mondiale, ma l'articolo wiki su di lui non dice niente sul suo destino del dopoguerra. Ma poiché la data di morte è il 1951, deve aver fatto qualcosa per 6 anni.

È stato processato? Era nascosto? Cosa stava facendo dopo la fine della guerra?

Neanche dopo la guerra sono riuscito a trovare nulla su di lui. Ma vorrei sottolineare che sei anni (1945-51) non sono un periodo di tempo irragionevole per non fare nulla (di nota), tranne essere prigionieri di guerra, ammalarsi e morire.
Bella domanda, pensavo che sarebbe stato più facile google in tedesco, ma non ho trovato nulla che non fosse menzionato nella sua voce wiki :(
Müller ha scritto la prima bozza dell'ordine del commissario, ma non sembra aver originato l'idea. Ciò accadde in un discorso di Hitler a un folto gruppo (200-250) di alti ufficiali il 30 marzo 1941, presso la Cancelleria del Nuovo Reich. È durato più di due ore e molti di loro non sembrano aver notato l'istruzione di commettere crimini di guerra, secondo Walter Warlimont, i cui membri.
(memorie, non membri) sono la mia fonte per questo. La bozza di Müller fu modificata da varie persone e infine approvata da Hitler e diffusa da OKW. Müller non sembra essere stata una priorità per i crimini di guerra.
@JohnDallman Bene, cos'altro ti aspetteresti che Warlimont dicesse? Manstein affermò persino nelle * sue * memorie di aver soppresso l'ordine quando lo raggiunse, il che era una palese bugia. Ma grazie, è molto utile!
Due risposte:
#1
+6
John Dallman
2018-01-09 23:21:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Müller era un "generale con compiti speciali" nello staff di OKH. Questo lo rese il massimo ufficiale legale per l'Heer, l'esercito tedesco, ma significava che non aveva giurisdizione sulla Luftwaffe, sulla Marina o sulle SS.

Ha scritto la prima bozza dell'ordine del commissario, ma non sembra aver originato l'idea. Ciò accadde in un discorso di Hitler a un folto gruppo (200-250) di alti ufficiali il 30 marzo 1941, presso la Cancelleria del Nuovo Reich. È durato più di due ore e molti di loro non sembrano aver notato l'istruzione di commettere crimini di guerra, secondo le memorie di Walter Warlimont, anche se spesso sono egoistiche.

Müller ricevette l'ordine di produrre un progetto di ordinanza il 31 marzo 1941, a quanto pare Halder, e anche il suo consulente legale, il dottor Lattmann, ne produsse uno. Questi furono fusi, modificati da varie persone, finalmente approvati da Hitler e diffusi da OKW.

È stato riconosciuto in OKH e OKW che l'ordine del commissario era contrario al diritto internazionale e Warlimont all'OKW voleva considerare se un tale ordine scritto fosse effettivamente necessario. Tuttavia, è andato tutto avanti.

Müller non sembra essere stata una priorità per il perseguimento di singoli crimini di guerra, essendo trattato come un funzionario. È stato presumibilmente considerato parte dello "Stato Maggiore e Alto Comando" durante il primo processo di Norimberga.

Fonti: memorie di Warlimont e volume IV "L'attacco all'Unione Sovietica", della Germania e la seconda guerra mondiale .

#2
+6
tohuwawohu
2018-01-10 01:39:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Almeno, il luogo in cui si trovava era noto alle autorità di perseguimento penale alleate per i crimini di guerra: il generale Müller fu interrogato durante la preparazione dei processi di Norimberga dalla "Divisione Militare" dell'OCCC (Ufficio, Capo del Consiglio dei Crimini di Guerra) nel 1947 e 1948; l ' Institut für Zeitgeschichte München (Istituto di storia contemporanea, Monaco) fornisce una trascrizione di quegli interrogatori insieme ad alcune dichiarazioni giurate (n. ZS [Zeugenschrifttum] 1244, PDF). Sembra che sia stato chiamato come testimone dalla difesa nel " Processo dell'alto comando" (" Prozess Oberkommando der Wehrmacht / OKW-Prozess"), uno dei " Successivi processi di Norimberga "(" Nachfolgeprozesse "): vedere" Elenco dei testimoni nel caso 12 "," Serie verde "vol XI p. 705.

Vedi anche: Helmut Krausnick, Kommissarbefehl und "Gerichtsbarkeitserlass Barbarossa" in neuerer Sicht , in: Vierteljahreshefte für Zeitgeschichte 1977, Heft 4, p . 682-738.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...