Domanda:
Perché la Russia non ha mantenuto un numero significativo di portaerei?
user806
2012-07-21 12:54:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gli Stati Uniti hanno in totale 11 portaerei. La Russia ne ha solo uno. Ciò riflette il passato, in cui abbiamo visto che anche l'URSS non attribuiva molta importanza alla costruzione di portaerei e alla loro messa in funzione.

Perché la Russia non si è preoccupata di mantenere un inventario più ampio di portaerei? Perché non ha voluto proiettare il suo potere attraverso i vettori? Perché gli Stati Uniti hanno voluto proiettare il proprio potere attraverso i vettori?

Qual è il principale punto di differenza in queste due strategie?

Domande come queste sono considerate in argomento per questo sito?
Beh, penso che non sia storico (quindi OT) visto che hai a che fare con la composizione navale del tempo presente; ma sono nuovo sul sito da qui la domanda.
Questa domanda sembra essere fuori tema perché si tratta di un contro-fattuale incapace di valutazione storica. Chiedete invece quale fosse la strategia navale sovietica.
La strategia navale russa era la negazione del mare. La strategia navale degli Stati Uniti era il controllo del mare. Le portaerei sono costose, tecnologicamente difficili e molto meno utili per il rifiuto del mare che per il controllo del mare.
Ho reso la domanda "storica" ​​(e quindi "più" in tema), mettendola al passato.
La marina sovietica era in fondo una forza di difesa costiera, con capacità limitate a lungo raggio principalmente per difendere le rotte di uscita dei loro sottomarini con missili balistici. Nessun vettore necessario quando sei sempre nel raggio di un aereo terrestre.
Sei risposte:
#1
+36
DVK
2012-07-21 13:55:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink
  • Prima di tutto, le portaerei sono costose . La Russia (rispetto agli Stati Uniti) non è mai stata abbastanza ricca di risorse da potersi permettere la spesa; né l'URSS.

  • Secondo, la Russia (o meglio l'URSS) non aveva alcuna motivazione. Il principale obiettivo geopolitico degli USA è salvaguardare le rotte commerciali marittime; e impedire che forti concorrenti sorgano e comandino grandi quantità di risorse come l'obiettivo del Giappone nella seconda guerra mondiale.

    Confrontalo con Russia / URSS, che dipende economicamente dal commercio marittimo in misura enormemente minore; e le cui principali preoccupazioni geopolitiche sono proprio lì su una massa continentale: proteggere il centro della Russia costruendo una barriera periferica e mantenendo la popolazione sotto controllo. Un vettore non è praticamente di alcun aiuto in questo obiettivo.

(come discusso nei commenti - sebbene la Russia abbia molti confini marittimi, non sono importanti per la maggior parte parte. Nessuno invaderà - o commercerà - attraverso l'Artico. E dalla seconda guerra mondiale, il Giappone non è stato una minaccia geopolitica credibile sulla costa del Pacifico).

Voterei se avessi delle fonti.
-1
1. Non l'hai detto esplicitamente nella tua risposta. 2. Gli Stati Uniti hanno * meno * coste della Russia. Guarda questa [pagina del CIA World Factbook] (https://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/fields/2060.html)
Luke - È un po 'fuorviante. La stragrande maggioranza di quella linea costiera si trova sulla sponda settentrionale del continente asiatico. Quest'area è geopoliticamente una non entità e non è navigabile per gran parte dell'anno a causa del ghiaccio. Sebbene quest'ultimo problema sia cambiato ultimamente ...
@Luke - come T.E.D. detto, la linea costiera totale è irrilevante - il ** commercio marittimo totale ** è ciò che è importante. Non ci sono molti scambi commerciali attraverso Taymyr :) Non solo la Russia manca geograficamente di grandi porti commerciali, ma manca anche un sistema fluviale navigabile per il trasporto a basso costo verso quei porti (si pensi al sistema fluviale Missisippi + New Orleans). Non hai bisogno di porta per la difesa delle coste, ne hai bisogno per la difesa delle rotte commerciali e dei partner commerciali
@DVK Capisco. Bella risposta. +1
Ho pensato che il primo commento di Luke punti alla prima parte di una risposta. +1 per il commercio marittimo, ma il fattore delle spese sembra essere irrilevante.
Inoltre, la Russia ha solo pochi porti della marina per le grandi navi
Non sto votando negativamente, tuttavia la prima affermazione: "La Russia (rispetto agli Stati Uniti) non è mai stata abbastanza ricca di risorse da potersi permettere la spesa; nemmeno l'URSS." _ È decisamente sbagliato. La Russia è il più grande paese del pianeta Terra, contenente una vasta offerta di risorse variabili: petrolio, gas, minerali, ecc.
#2
+18
Anixx
2012-07-22 04:45:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La portaerei è un'arma offensiva; non è molto utile proteggere il proprio territorio e l'URSS non ha mai pianificato una guerra aggressiva. I principali preparativi militari dell'URSS erano per una guerra difensiva in Europa simile alla Grande Guerra Patriottica durante la seconda guerra mondiale e per la deterrenza nucleare in modo da evitare un attacco nucleare dagli Stati Uniti.

Anche in caso di guerra con il Gli Stati Uniti, l'Unione Sovietica hanno pianificato un attacco di terra contro i membri europei della NATO con una massiccia corsa ai carri armati.

Gli Stati Uniti, d'altra parte, conducono permanentemente guerre aggressive per le risorse contro paesi di piccole e medie dimensioni all'estero. L'attuale dottrina militare richiede persino la capacità di condurre due guerre in due paesi diversi contemporaneamente.

Oltre a ciò, il mezzo migliore per sconfiggere rapidamente un piccolo paese è mettere una portaerei vicino ai suoi confini e per fare un massiccio attacco bomba. Il trasporto di armi terrestri come i carri armati d'altra parte è costoso e richiede molto tempo.

"conduce permanentemente guerre aggressive per le risorse" - -1 per la BS politica senza alcuna prova. L'ultima volta che ho controllato gli Stati Uniti hanno ottenuto zero petrolio gratis dall'Iraq, non importa che solo un idiota presumerebbe che intendessero ottenere risorse dal Vietnam o dall'Afghanistan. Non importa che l'ultima guerra in cui un paese ha ampliato il proprio territorio tramite l'invasione è stata ... ** rullo di tamburi ** piccola avventura che la Russia ha avuto con la Georgia, dove tutti hanno annesso l'Ossezia del Sud. Le ultime N volte gli USA hanno annesso un territorio, lo hanno dato ad altri (il Kosovo agli albanesi; l'Iraq agli iracheni in teoria e gli iraniani in pratica; ecc ...)
La Russia non ha annesso l'Ossezia meridionale, ti sbagli. In realtà la Russia ha cercato di rispecchiare il comportamento degli Stati Uniti in Kosovo.
L'Ossezia del Sud è completamente sotto il controllo politico russo e lì ci sono basi militari russe. Nessun accordo gas / energia (ricorda, hai detto che è tutto sulle risorse) può essere pagato senza il consenso di Gazprom ea vantaggio di Gazprom. Per quanto riguarda Korovo, gli Stati Uniti hanno agito nell'interesse dell'Albania musulmana. Non ci sono vantaggi materiali per gli Stati Uniti nel fatto che il Kosovo faccia parte SIA dell'Albania o della Serbia, in termini di risorse o strategie. Per la cronaca, sono uno di quei rari americani che consideravano il Kosovo il più stupido errore geopolitico degli Stati Uniti negli ultimi 50 anni, da quando è iniziato il giorno 0.
Tui hai torto. Dovresti imparare come le aziende statunitensi e tedesche hanno afferrato l'industria del Kosovo, frettolosamente privatizzata dal governo ribelle. In particolare, l'industria del rame.
@DVK Non è vero che gli Stati Uniti non abbiano almeno cercato di estrarre risorse dall'Afghanistan. Le società americane (JP Morgan, sostenuta dal Pentagono) stavano cercando l'oro lì, ad esempio: http://management.fortune.cnn.com/2011/05/11/jp-morgan-hunt-afghan-gold/
@dvk - * Sono uno di quei rari americani che consideravano il Kosovo il più stupido errore geopolitico degli Stati Uniti negli ultimi 50 anni, dal giorno 0 è iniziato. * - Vietnam, Iraq, pasticcio della rivoluzione iraniana, pasticcio dell'Afghanistan, tutte noccioline rispetto a l'enormità del nostro intervento in Kosovo!
In realtà mi piace piuttosto questa risposta, nonostante lo schiaffo gratuito agli Stati Uniti. Vorrei sottolineare però che le armi non sono intrinsecamente offensive o difensive. I vettori sono praticamente necessari per una guerra efficace nelle isole del Pacifico. Un USA senza di loro non potrebbe realisticamente avere Hawai'i come stato integrato, in quanto non potrebbe plausibilmente difenderlo da un attacco basato su portaerei.
@RISwampYankee - non c'è bisogno di agire così sorpreso. Il risultato finale del Kosovo è stata una totale e totale pazzia della stragrande maggioranza della popolazione russa negli Stati Uniti e una convinzione profondamente radicata sia nelle loro élite che nel loro popolo che gli Stati Uniti sono fuori a fotterli senza motivo (dal momento che non c'era motivo per gli Stati Uniti per essere coinvolti ei Serbi sono visti come parenti slavi stretti). Vedo che la Russia nel suo insieme si sta trasformando da possibile neutrale / nemica in un avversario attivo molto peggio di tutto ciò che è emerso dal Vietnam o dall'Iraq per quanto riguarda la geopolitica a lungo termine.
@RISwampYankee - In effetti, se non fosse per il Kosovo, sia l'Afghanistan 2 che l'Iraq potrebbero essere andati un po 'più tranquilli, perché i russi sarebbero meno inclini a rovinare le cose solo per merda e risatine
@quant_dev - c'è una differenza tra "iniziare una guerra per le risorse" e "una volta che sei presente in un paese, e c'è un'opportunità di investire, migliorando la vita del locale costruendo una miniera in modo che possano trarre profitto dove prima avevano un mucchio di rocce "
@DVK Hai scritto: "non importa che solo un idiota presumerebbe che intendessero ottenere risorse dal Vietnam o dall'Afghanistan". Ebbene, lo hanno fatto.
Ebbene gente, la mia frase che gli Stati Uniti conducono guerre per le risorse è solo un modo di dire, non prenderla alla lettera. So che in realtà gli Stati Uniti hanno condotto guerre per le risorse, i mercati e la presenza geopolitica. Ma le risorse sono forse la ragione più ovvia in alcune guerre.
@quant_dev - ** intendeva ** essere la parola chiave. Vuoi provare che l'intenzione di invadere l'Afghanistan è stata causata da una possibile miniera d'oro? Nota che non hanno rubato una miniera funzionante a poveri indigeni. Hanno investito in modo che la miniera possa essere costruita.
@DVK, la presenza degli Stati Uniti in Afghanistan è forse rivolta all'Iran e all'Asia centrale, entrambi ricchi di risorse. Gli Stati Uniti hanno basi in Kirghizistan e in altri luoghi che giustificano con la necessità di sostenere le loro forze in Afghanistan e così via. Se non ci fosse un'operazione in Afghanistan, il governo kirghiso e la Russia non permetterebbero di stabilire la base di Manas.
Si noti inoltre che la produzione di oppio è aumentata notevolmente quando gli Stati Uniti hanno istituito il loro governo lì e ci sono più accuse secondo cui il reddito dal commercio di oppio è utilizzato per pagare le aziende americane.
@DVK "Nota che non hanno rubato una miniera funzionante a poveri indigeni." Ovviamente non si tratta della miniera in sé, ma dell'oro che vi si estrae. Assumendo le risorse, impediscono alla nazione afgana di estrarlo in modo indipendente in futuro. (Ovviamente la tua supposizione razzista è che gli afgani non sarebbero mai in grado di farlo da soli, giusto?)
@DVK Quello che è certo è che il commercio di oppio è aumentato dopo l'arrivo degli americani: http://online.wsj.com/article/SB10001424052970204450804576625003263984480.html
@DVK Tornando all'argomento: perché pensi che gli afgani abbiano bisogno dell'aiuto degli Stati Uniti per sviluppare le loro risorse d'oro? L'oro non scomparirà dall'Aghanistan se verrà scavato in seguito, dalle loro stesse compagnie minerarie una volta sviluppate.
Hai ragione in quanto l'URSS era una potenza terrestre e come tale massimizzava i suoi vantaggi sfruttando i suoi punti di forza e investendo in divisioni corazzate invece che in portaerei. Molto sensato. (Si può dire abbastanza tranquillamente che gli investimenti tedeschi nelle loro marine di superficie furono uno spreco sia nella prima che nella seconda guerra mondiale, l'URSS potrebbe aver imparato da quell'errore). Tuttavia, temo di non poter votare a favore di una risposta che inizia con "l'URSS non ha mai pianificato una guerra aggressiva", sarebbe una parodia della verità storica ...
@Felix Goldberg quali guerre aggressive pianificate dall'URSS? A proposito, gli Stati Uniti sono anche una potenza terrestre, ma investono nella flotta perché non hanno bisogno di difesa (i loro vicini sono amichevoli e deboli), piuttosto hanno bisogno di armi per attaccare paesi lontani.
@Anixx: Tanto per cominciare, dai un'occhiata qui: http://www.solonin.org/en/article_comrade-stalins-three-plans o http://www.solonin.org/article_tri-plana-tovarischa-stalina per il russo versione.
@Felix Goldberg spiega una teoria di Viktor Suvorov secondo cui l'URSS stava preparando un attacco alla Germania nazista, molto tempo fa screditata. Nessuno storico serio ora lo prende sul serio. Anche secondo Suvorov, l'attacco dovrebbe essere quello di liberare i paesi occupati dalla Germania, in accordo con gli inglesi.
@Anixx: È tutt'altro che screditato. Ma ovviamente se per "storico serio" definisci "storico che ricava il suo stipendio dal Ministero della Difesa russo", allora hai una frase tecnicamente vera. :) Comunque, una semplice domanda: la Guerra d'Inverno contro la Finlandia è stata una guerra di aggressione iniziata dall'URSS?
@Felix Goldberg, niente storico. Non sono storici. Per quanto riguarda la guerra con la Finlandia, sì, si può considerarla una guerra aggressiva, ma si noti che è stata dettata dalla necessità di protezione di Leningrado dall'invasione di terra nella prevista guerra con la Germania. Poiché stiamo discutendo di portaerei, questo supporta solo l'idea che l'URSS si occupasse della difesa contro l'invasione terrestre dall'Europa piuttosto che attaccare qualcosa di lontano dall'estero.
I commenti non sono per discussioni estese; questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/44491/discussion-on-answer-by-anixx-why-hasnt-russia-maintained-significant-numbers-o).
#3
+13
Tom Au
2012-07-22 19:21:20 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Russia non è una vera potenza navale. Ha solo una manciata di porti: San Pietroburgo, Vladlivostok, Archangelsk e Sevastopol (e tutti tranne gli ultimi sono ghiacciati per diversi mesi dell'anno). Le sue esigenze navali sono principalmente difensive, il che significa che può utilizzare aerei terrestri, piuttosto che portaerei per questo scopo. Ovviamente ha bisogno di una flotta di superficie e di sottomarini per difendere questi approcci.

Per aggiungere un punto, pochi dei porti russi sono acqua calda.
#4
+8
Tyler Durden
2015-01-17 04:11:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le altre risposte sono tutte corrette e meritano un voto positivo. Il denaro, la terra ferma, la mentalità difensiva erano fattori.

Tuttavia, aggiungerò un elemento chiave che gli altri non hanno menzionato, ovvero che era una parte deliberata della loro strategia. I pianificatori militari sovietici consideravano gli Stati Uniti una minaccia per il loro sistema politico e deliberatamente elaborarono una strategia "anti-USA", che imponeva la progettazione di armi e metodi specificamente per contrastare la tecnologia statunitense.

Nella guerra navale , questo significava che decisero deliberatamente di investire tutti i loro soldi nei sottomarini. La speranza era che in una guerra "sottomarino contro portaerei" i sottomarini vincessero. Concentrandosi completamente sui sottotitoli, speravano di poterci superare in questa tecnologia chiave che avrebbe superato i nostri altri vantaggi.

Non penso che questo sia molto accurato. Mettono "tutti i loro soldi" in sottomarini perché il sottomarino è la nave più anti-marittima conosciuta dall'umanità. L'URSS e la Russia hanno la dottrina del Sea Denial. Gli USA hanno scelto Sea Control. La Russia non ha bisogno di sottomarini per affondare i vettori. Un vettore moderno ha 90 jet e negli Stati Uniti l'ultima volta che ho controllato ha 11 vettori, quindi 990 jet. Questo non invaderà un grande pezzo di terra come la Russia. Land supporta molte basi aeree, molti più di 990 jet e tutti i tipi di armi contraeree. I vettori possono essere usati solo in modo offensivo contro nazioni insulari e nazioni deboli vicino all'acqua come in Medio Oriente.
#5
+4
Dale
2012-07-29 04:13:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

L'Unione Sovietica credeva nella diffusione del comunismo (un'ideologia) fornendo armi rivoluzionarie comuniste come pistole, carri armati e aerei.

Gli Stati Uniti credevano nella proiezione del potere militare per proteggere i propri interessi economici, compreso il contenimento della diffusione del comunismo ( teoria del domino). A volte gli Stati Uniti hanno persino fornito armi a persone cattive (Saddam Hussein, i talebani dell'Afghanistan, ecc.) Per contrastare la diffusione del comunismo o difendere i suoi interessi economici. Gli Stati Uniti hanno buone ragioni per credere di non poter fare affidamento su molti dei suoi volubili "alleati". Pertanto gli Stati Uniti hanno bisogno di un altro metodo per proiettare la potenza militare. È qui che entrano in gioco i vettori. Sono molto più affidabili dei dittatori, ecc. Tuttavia, i vettori sono anche molto più vulnerabili.

I rompighiaccio a propulsione nucleare erano più importanti per l'Unione Sovietica (e ora la Russia) perché nessun'altra nave (né portaerei né petroliere) può sopravvivere al ghiaccio dell'Oceano Artico, che è dove si trovano gran parte delle risorse petrolifere della Russia.

L'Unione Sovietica ha costruito portaerei, ma su scala molto più limitata rispetto agli Stati Uniti. Il comunismo ha impedito all'Unione Sovietica di commerciare tanto quanto gli Stati Uniti, poiché credeva nelle economie centralizzate. La pianificazione centralizzata consentiva anche ai convogli di navi di avere scorte militari come quelle per Cuba. Con la fine della Guerra Fredda, la Russia ha poco bisogno di potenza navale e l'Ucraina (ex URSS) ha recentemente venduto una portaerei sovietica parzialmente completata alla Cina.

Va ​​anche notato che la sconfitta più umiliante nella storia recente dell'America è stata l'attacco a Pearl Harbor, condotto da portaerei giapponesi.

#6
+2
edn13
2014-06-10 01:46:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questa è una domanda molto interessante. Per rispondere ho dovuto vedere se hai ragione, che effettivamente la Russia / URSS non aveva un numero maggiore di portaerei.

Sulla base di questo articolo, Diario venduto delle portaerei russe: mercato dei metalli americano, Data: 16/11/1994, Vol: 102 (222): 11-11 hai ragione . La Russia non aveva un gran numero di portaerei. Una società sudcoreana ha acquistato dieci anni fa due portaerei russe per rottami metallici: la Minsk e la Novorossiisk .

Sulla base dello stesso articolo devo concludere che il numero limitato di portaerei è dovuto al fatto che la Russia crede che la guerra fredda sia finita:

Le due 37.000 -ton portaerei, costruite nel 1979 e nel 1984, erano il pilastro della flotta navale dell'Estremo Oriente dell'Unione Sovietica, ma con la fine della Guerra Fredda, la Russia decise di disattivarle.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...