Domanda:
A che punto il declino dell'Impero bizantino fu irreversibile?
World Engineer
2011-10-13 05:26:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho sentito varie argomentazioni sul fatto che i bizantini abbiano subito la ferita mortale a Manzikert nel 1071 che ha permesso ai turchi di rivendicare la maggior parte dell'Anatolia e ha posto le basi per il successivo saccheggio di Costantinopoli da parte dei crociati latini. Ho anche sentito dire che è stato il licenziamento stesso che ha avviato l'Impero verso la sua fine definitiva. Con la caduta di Costantinopoli nel 1453 generalmente accettata come la fine dell'Impero bizantino vero e proprio; quando è iniziata la pendenza verso quella fine?

Ho cambiato il tag [tag: 1400s] in [tag: 15th-century]. [Vedi qui] (http://meta.history.stackexchange.com/questions/44/tag-synonyms-and-tagging-to-attract-experts-journalists-students-of-history)
Sette risposte:
#1
+41
Vanessa
2011-10-13 22:16:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non credo sia possibile identificare un singolo punto della storia come l'inizio della "salita verso la fine". Tale pensiero risulta dal modello semplicistico della storia di un impero costituito da due segmenti: "crescita" e "declino". In realtà, la storia dell'impero bizantino è una sequenza complessa di crescita e declino alternati.

Direi che il primo punto culminante dell'impero fu la fine di Giustiniano Era il governo, quando i confini dell'impero bizantino avevano una certa somiglianza con il vecchio impero romano. Un gran numero di eventi ha indebolito l'impero da questo punto più alto. Includono la perdita di gran parte dell'Italia a causa dei Longobardi nel VI secolo e la graduale perdita di Levante, Mesopotamia e Nord Africa a causa dei musulmani Arabi a partire dall'ascesa del Califfato omayyade nel VII secolo.

Il dominio dell'imperatore Basilio II segnò un rafforzamento dell'impero, quando il primo impero bulgaro fu distrutto nel 1014 e Kievan Rus " accettò il cristianesimo in stile bizantino.

Nel 1054 la Chiesa bizantina si separò formalmente dalla Chiesa di Roma, dopo un lungo periodo di crescenti tensioni. La causa delle tensioni era una combinazione di rivalità politica tra l'imperatore bizantino e il papa e divergenze religiose dovute a movimenti come monofisismo, monotelismo e iconoclastia all'interno dell'Impero bizantino. Questo alla fine ha contribuito alla fine dell'Impero a causa del suo isolamento religioso e quindi politico. Il declino territoriale continuò con la perdita dell'Italia rimanente a causa dei Normanni nell'XI e XII secolo e la graduale acquisizione da parte di Seljuk dell ' Anatolia a partire XI secolo.

Un altro punto culminante fu il restauro comneno nel XII secolo, durante il quale gran parte dell'Anatolia fu temporaneamente recuperata. Dopodiché, ci fu un ritorno a un grave conflitto dinastico che fu un altro fattore importante nel declino bizantino.

Durante la quarta crociata, Costantinopoli fu presa dai crociati (cattolici romani) nel 1203. Il ruolo chiave in questo evento apparteneva alla rivalità navale-commerciale tra l'impero bizantino e la Repubblica di Venezia. I crociati non potevano pagare per la flotta fornita da Venezia e accettarono di attaccare Costantinopoli come risarcimento. La caduta di Costantinopoli ha causato la divisione dell'Impero in tre parti: Impero di Nicea, Impero di Trebisonda e Despotato dell'Epiro. I crociati hanno creato il loro stato: l ' Impero latino.

L'Impero di Nicea sotto Michele VIII Paleologo riuscì a restaurare l'impero bizantino riprendendo Costantinopoli nel 1261. Ciò causò la fine dell'Impero latino, in quello che è probabilmente l'ultimo punto culminante della storia bizantina. L'ascesa dell ' Impero Ottomano nel 1299 ha causato la graduale eclissi del periodo bizantino, con Costantinopoli che cadde di nuovo nel 1453 e rimanendo territorio bizantino "principale" nella Morea ( Peloponneso penisola) cadendo nel 1460. L'impero di Trebisonda cadde nel 1461 e il Despotato dell'Epiro durò fino al 1479, quando fu conquistato anche dai turchi ottomani.

+1 Questa è una risposta esauriente e ponderata che merita il segno di spunta, soprattutto per il suo * Tale pensiero risulta dal modello semplicistico della storia di un impero costituito da due segmenti: "crescita" e "declino". *
#2
+31
Sardathrion - against SE abuse
2011-10-13 13:05:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La quarta crociata è stata il punto di svolta. La crociata fu lanciata da Venezia per vendicarsi dei bizantini per azioni passate: carcerazioni, rottura di contratto, ecc ... La crociata mirava originariamente a sbarcare in Egitto, poiché era vista come la principale minaccia alla ripresa di Gerusalemme . Tuttavia, poiché i crociati non potevano pagare per i grandi piedi veneziani, fu stabilito che avrebbero fatto prima alcune missioni per Venezia. Non tutti i crociati erano d'accordo, ma la maggioranza non vedeva scelta. Anche il Papa era scontento di questo stato di cose.

Quindi, una volta che Venezia prese il controllo di Costantinopoli, avvenne una serie di guerre civili e colpi di stato. Questo ha indebolito Bisanzio al punto che non ha potuto riprendersi. Da lì in poi, era solo questione di tempo prima che un altro potere prendesse il controllo.

Come nota a margine, la flotta bizantina era in gran parte responsabile della potenza dell'impero. Una volta che l'Impero lo diede a Venezia per costruirlo e usarlo, era solo una questione di tempo prima che la flotta degradasse oltre la capacità locale di ricostruirla. Un esempio del perché l'outsourcing è negativo.

Fonte: John Julius Norwich: History of Venice, History of Byzantine Empire.

Questo è un argomento molto comune (forse il più comune). Personalmente ho dei problemi perché la città non è caduta in mano ai turchi per altri 250 anni. È un periodo piuttosto lungo. Più a lungo degli Stati Uniti sono esistiti. Ma ancora una volta questo è l'argomento che molti studiosi sostengono.
@T.E.D. Questo è un commento corretto. La giustificazione è che dopo la quarta crociata, l'impero bizantino era (più o meno) in costante declino. Non si è mai ripreso da esso nonostante ci sia voluto molto tempo per crollare finalmente.
Beh ... si è ripreso un po '. Solo non abbastanza. Ma i turchi non potevano ancora prendere le mura della città fino a quando non portarono il canone nuovo, quindi forse la polvere da sparo merita invece il merito? Entro 2 generazioni questi stessi turchi hanno tenuto tutta l'Europa sudorientale fino alle porte di Vienna. Quindi forse anche i turchi che sono tosti hanno qualcosa a che fare con questo? Di nuovo, personalmente non penso che sia così semplice, ma questa è la posizione comune, e tu la metti bene, quindi non rimprovero neanche il segno di spunta.
#3
+9
Thomas Kerr
2011-12-30 00:21:10 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un articolo precedente menziona l'impero di Giustiniano (e Leone, per estensione), ma direi che si tratta di imperi "romani" che sono terminati dall'eruzione dell'Islam su gran parte dell'Impero Romano d'Oriente.

Questo è stato un evento piuttosto traumatico che ha portato a risultati seri. Tra questi, l'abbandono del latino, l'abbandono (con alcune eccezioni) delle pretese universali nel Mediterraneo occidentale, l'accettazione della difesa contro i musulmani e il recupero dei Luoghi Santi.

E poi c'era l'iconoclastia sulla cultura davanti. Se guardi attentamente, c'è un cambiamento evidente nella Weltanschauing nell'VIII secolo nelle terre governate da Bisanzio che può essere chiamata la nascita dell'Impero bizantino e la civiltà e gli sforzi di civilizzazione attraverso i Balcani e oltre Ora, sono consapevole che i miei commenti imitano quelli di Arnold Toynbee, ma questo è un caso in cui la sua vecchia tesi sembra vera.

Naturalmente, lo stato bizantino ebbe un notevole successo sotto generali come Niceforo Foca e Johm Tzimisces e altri molto prima del tempo di Basilio II (Bulgaroctes) Ma stava già diventando uno stato feudale? I registri sopravvissuti dei temi marittimi mostrano il controllo centrale, ma cosa stava succedendo nel "selvaggio west"? Il poema epico Digines Akrites non descrive una società feudale alla frontiera?

Comunque, credo che un esercito feudale andò a Manzikert nel 1079 e il marciume iniziò. I Commneni avevano una possibilità molto debole di cento anni dopo. Bisanzio era ancora la potenza regionale più forte al tempo della prima crociata. Ma il feudalesimo, sia bizantino che occidentale, ha impedito qualsiasi sforzo combinato. Quindi la battaglia di Myriokephalon (varie grafie) distrusse per sempre ogni pretesa bizantina di potere per sempre.

L'impero zoppicò per qualche altro secolo e la civiltà potrebbe avere qualche scintilla di vita rimasta, ma nomino Myriokefalum come campana a morto di Bisanzio

Non sono sicuro dell'angolo di feudalesimo (troppo deterministico per me) ma pollice su (e un voto positivo) per la menzione di Myriokephalon - un momento importante ma spesso trascurato.
#4
+4
canadiancreed
2011-10-13 05:36:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Da quello che ricordo dai testi storici che ho letto nei miei viaggi, l'evento che sembra aver dato inizio al declino irreversibile fu la Quarta Crociata, quando invece di dirigersi verso la libertà di Gerusalemme, gli eserciti crociati attaccarono e saccheggiarono Costantinopoli. Con gran parte dell'Impero frammentato in stati latini dagli eserciti che li avevano attaccati, aiutò i turchi selgiuchidi (e più tardi gli ottomani) a mantenere l'area dell'Anatolia dell'Asia Minore e rafforzò la loro posizione per le conquiste furthur mentre quegli stati cadevano.

Riferimenti: articolo di Wikipedia sulla quarta crociata

#5
+3
aea2o5
2013-05-09 00:40:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Personalmente, per me, il punto di svolta è stato Manzikert. Ha spazzato via una buona parte dei combattenti dell'impero e ha fatto sì che i Selgiuchidi prendessero la parte orientale dell'Asia Minore, che era una grande fonte di manodopera per gli imperatori sotto il sistema tematico. Quindi, con la minaccia di un'invasione dei selgiuchidi, l'Impero ha risposto con una richiesta di aiuto all'Occidente, lanciando le Crociate. Il colpo finale al dominio bizantino fu il sacco di Costantinopoli dalla Quarta Crociata, da cui l'Impero non si riprese mai veramente.

Manzikert è il solito vincitore in questo concorso, ma suggerirei piuttosto Myriokephalon - poiché in realtà nel 12 ° secolo i bizantini, giocavano piuttosto abilmente gli stati crociati contro i musulmani e l'un l'altro riuscirono a recuperare gran parte delle loro perdite e acquisire anche una breve signoria sui molto diminuiti Selgiuchidi di Rum. Poi è arrivata la sordida sconfitta a Myriokephalon e ha sciolto tutto; si può anche sostenere che abbia aperto la strada all'iniquità della quarta crociata.
è piuttosto divertente: i miei antenati erano sudditi bizantini, e so molte cose su questo genere di cose, ma non ho mai sentito parlare di quella battaglia prima.
Sulla tua altra domanda, avresti dovuto dire qualcosa del tipo "sotto il [cosiddetto] sistema tematico, l'Asia Minore era una grande fonte di manodopera per gli imperatori". SAPEVI qualcosa su questo argomento, quindi dovresti mostrare ciò che sai, in modo che chi risponde sappia cosa NON spiegare.
Questo è un buon esempio di risposta soggettiva a una domanda. Se includesse fonti / citazioni, sarebbe un ottimo esempio. C'è una risposta, una giustificazione e dettagli sufficienti per essere valutati da un osservatore esterno.
#6
+1
T.E.D.
2012-04-26 19:00:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La cosa che ha davvero dato il via al fatale slittamento verso il basso per l'impero bizantino è stato l'arrivo dei turchi dall'Asia centrale. Erano i migliori guerrieri della zona e, cosa altrettanto importante, erano devoti pastori. La terra migliore della zona per i loro scopi era l'Anatolia centrale, che si trovava proprio nel bel mezzo dell'Impero bizantino.

Per i bizantini le ricche zone costiere erano più importanti, ma chiunque avesse tenuto quella pianura anatolica centrale poteva attaccare qualsiasi punto della costa a suo piacimento. Una volta che i turchi si presentarono, quasi tutti i loro sforzi militari (che non furono spesi per la guerra interna) furono spesi per cercare di ottenere quel buon pascolo nel cuore dell'impero. I bizantini potevano rallentarli, a volte persino fermarli, ma non potevano ribaltare la situazione.

Le crociate sono iniziate come un disperato tentativo dei bizantini di ottenere aiuto per cacciare i turchi dall'anatolia . Alcuni di questi hanno funzionato meglio di altri. Come menzionato da altri, la Quarta Crociata fallì completamente. Ma ci vollero ancora un paio di centinaia di anni (e l'invenzione del cannone) prima che i turchi conquistassero finalmente Costantinopoli e estinguessero definitivamente l'impero.

-1 Hai qualche prova che le "* Crociate iniziarono come disperato tentativo dei bizantini di ottenere aiuto per cacciare i turchi dall'Anatolia *"? Non ne ho mai sentito parlare in nessuno dei miei libri sulle Crociate o Bisanzio. La quarta crociata non si è ritorta contro Bisanzio: non avevano alcun controllo su di essa. Il Doge di Venezia manipolò la crociata per attaccare Bisanzio invece del suo obiettivo previsto come rimborso per la flotta che Venezia fornì ai crociati. Vedi [la mia risposta] (http://history.stackexchange.com/a/228/103) ...
@Sardathrion - http://en.wikipedia.org/wiki/Byzantine_Empire#Alexios_I_and_the_First_Crusade, http://en.wikipedia.org/wiki/Council_of_Piacenza, o praticamente qualsiasi storia del tempo. Mi dispiace, ma pensavo che fosse così noto che non necessitava di attribuzione. Bascamente al Concilio di Piacenza il popolo dell'imperatore bizantino Alessio chiese aiuto all'Occidente. Molto probabilmente sperava solo in mercenari, certo non quello che aveva.
Ok, capisco cosa intendi ora ... Hai ragione che la situazione con Bisanzio e i turchi ha aiutato a iniziare la prima Crociata. Quanto al fatto che fosse l'unica causa (che ho letto dal tuo post che ci fosse o meno ^ _ ~) è discutibile e certamente non era una causa diretta delle crociate che seguirono. Bene, modifica un po 'il tuo post e lo correggerò -1 ...
@Sardathrion - Sì, sto cercando di trovare un buon modo per modificare quella riga. Il tuo commento mi ha fatto rileggere, e ora vedo che potrebbe anche essere interpretato come un sottinteso che la Prima Crociata fosse gestita da Bisanzio, il che è decisamente sbagliato.
Che ne dici: "* I bizantini hanno cercato di ottenere aiuto dalle parti occidentali dell'Europa contro i turchi. Questo è stato un fattore che ha contribuito all'inizio delle crociate che alla fine hanno fallito male per Bisanzio - vedi la quarta crociata. Ma ci sono voluti ancora [ ...] * ".
Ma nota che qui stiamo parlando di due diversi gruppi di turchi: selgiuchidi e successivamente ottomani!
La mia risposta sta parlando del popolo turco, non dei suoi governanti.
Ironia della sorte, la sconfitta dei turchi ottomani da parte di Tamurlano diede all'Impero una generazione di respiro poco prima della fine.
#7
  0
Tom Au
2017-09-17 04:32:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

daterei l '"irreversibilità" del potere turco al Sacco di Costantinopoli nel 1204. Ciò ha portato alla divisione dell'ex impero bizantino nell'impero latino, nel regno di Nicea e in diversi gruppi "scheggia" (es. Epiro e Trebisonda), con Costantinopoli un "pallone" tra i primi due. Senza accesso ai mercentari "latini", il "vincitore" finale, Nicea, poteva schierare eserciti solo una frazione delle dimensioni degli eserciti bizantini un secolo prima.

È vero, come T.E.D. ha sottolineato che i turchi divennero una minaccia per l'impero bizantino verso la metà dell'XI secolo. Tuttavia, l'ascesa della dinastia Comneno, 1081-1185, comportò un "ritiro" (o "inversione") del potere turco da gran parte della Turchia occidentale durante questo periodo.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...