Domanda:
Quando è cessata la pratica di "dichiarare guerra" formalmente e perché?
Tea Drinker
2011-10-14 00:44:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ecco una descrizione dettagliata dell'ambasciatore Neville Henderson ricevuto dal ministero degli Esteri a Berlino nel 1939. Forse l'esempio più famoso.

È arrivato molto serio, mi strinse la mano, ma declinò il mio invito a sedersi, rimanendo solennemente in piedi al centro della sala.

"Mi rammarico di doverti consegnare un ultimatum per il tedesco su istruzione del mio governo Governo ", ha detto con profonda emozione

Questo sito ha una descrizione di Ciano che distribuisce le dichiarazioni di guerra dell'Italia il 10 giugno 1940:

Il 10 giugno, vestito da maggiore della Regia Aeronautica, ha consegnato agli ambasciatori alleati la dichiarazione di guerra in Italia

Quando è nata questa pratica formale (un po 'imbarazzante) di rendere ufficiale "dichiarazione di guerra" tramite un ambasciatore o un ministro degli esteri cessare?

Sembra che si sia fermata nel 1945, ma ho ragione? Pensando ai maggiori conflitti iniziati dai singoli stati sovrani dalla Seconda Guerra Mondiale, come Iran-Iraq negli anni '80, Cina & India, India & Pakistan, Guerra dei sei giorni, Falkland, in quegli esempi sono quasi certo che non ci fossero dichiarazioni formali della guerra del genere consegnata da Neville Henderson o Galeazzo Ciano.

Stai parlando specificamente degli Stati Uniti o di qualsiasi altro paese? Sembra che ti stia riferendo agli Stati Uniti, ma vuoi solo essere sicuro.
Non credo che sia andato via, forse c'è più cooperazione internazionale per condividere il fardello, la guerra è costosa.
Dichiarare guerra ** non ** è cessata.
Non sono sicuro del motivo per cui ai downvoters non piace la domanda, quindi cercherò di migliorarla e chiarire
Ho votato negativamente perché la domanda è / era errata. Dichiarazioni di guerra formali continuano ad esistere ancora oggi. Ricordo che gli Stati Uniti hanno dichiarato guerra all'Iraq nel 2003 tramite i loro ambasciatori alle Nazioni Unite. Tuttavia, non riesco a trovare una fonte primaria per questo.
@Sardathrion: Ho anche cercato la conferma che ci fosse una dichiarazione di guerra formale ma non ho trovato nulla. Secondo Wikipedia non ce n'era nessuno (vedi link nella mia risposta sotto).
Bene, sembra che (dopo le modifiche) la domanda sia ora più accurata. Una "dichiarazione formale di guerra" sembra davvero essersi fermata. Tuttavia, dichiarare guerra non l'ha fatto. Penso che sia una domanda che rischia di trasformarsi in un argomento semantico o / e parlare di avvocato. Credo che la domanda debba essere modificata per avere una portata più specifica poiché così com'è, non riesco davvero a vedere cosa viene chiesto, forse sono ottuso. Vuoi sapere perché si è fermato? Indagare sulle ramificazioni legali di diverse dichiarazioni di guerra? Guarda diverse dichiarazioni legali di guerre? Nostalgia? ...
Non sto cercando di essere difficile qui. Sto solo cercando di assicurarci di poter migliorare la domanda. Senza offesa di sorta, se leggi qualcosa che ho detto come offensivo, mi manchi capito.
@Sardathrion chiedi "voglio sapere perché si è fermato"? sì, voglio sapere perché si è fermato. non come una questione di diritto, ma come una questione di storia
@ChrisBunch no, non parliamo degli Stati Uniti. l'elenco delle guerre che fornisco nella mia modifica (USA non coinvolti) sono i tipi di guerre a cui sono interessato per questa domanda.
@Sardathrion - No, gli USA non hanno mai dichiarato guerra all'Iraq. La nostra costituzione specifica che solo il Congresso ha il potere di dichiarare guerra, e non lo hanno mai fatto con l'Iraq. Credo che gli Stati Uniti non abbiano dichiarato guerra a nessuno dal 1941.
@T.E.D .: Chiudi. Gli Stati Uniti dichiararono guerra a Bulgaria, Ungheria e Romania il 5 giugno 1942. [Riferimenti] (http://en.wikipedia.org/wiki/Declaration_of_war_by_the_United_States)
-1: La dichiarazione di guerra non è mai "cessata" e non hai portato alcuna documentazione a conferma che lo sia. Stai confondendo ** guerra ** con ** Guerra **: il primo è un conflitto militare di scala relativamente ampia, il secondo è uno ** stato di guerra legale **. In effetti, negli USA ci sono politici e storici che ritengono che molti degli scontri armati che gli USA hanno intrapreso dalla Seconda Guerra Mondiale (esempio recente: il coinvolgimento degli USA in Libia) fossero / siano di fatto ** illegali ** secondo la Costituzione degli Stati Uniti , che richiede un atto del Congresso per dichiarare guerra.
Vedi: Congressional Research Service Report: http://www.fas.org/sgp/crs/natsec/RL31133.pdf - CRS Report for Congress Prepared for Members and Committees of Congress Dichiarations of War and Authorizations for the Use of Military Force: Background storico e implicazioni legali.
FDR una volta osservò a Churchill: "Senza il Congresso non posso dichiarare una guerra, ma posso fare la guerra".
[Ecco un elenco di dichiarazioni di guerra (o stato di guerra) dalla Seconda Guerra Mondiale] (https://en.wikipedia.org/wiki/Declaration_of_war#Declared_wars_since_1945), non ce ne sono molte.
Si prega di presentare le prove che questa pratica è cessata; altrimenti questa è una domanda "quando hai smesso di picchiare tua moglie".
Sette risposte:
#1
+51
Wladimir Palant
2011-10-14 14:39:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In teoria, le guerre dovrebbero ancora essere dichiarate. Per citare la Convenzione dell'Aja III del 1907:

Le potenze contraenti riconoscono che le ostilità tra di loro non devono iniziare senza previo ed esplicito avvertimento, sotto forma di una dichiarazione di guerra motivata o di un ultimatum con una dichiarazione di guerra condizionale.

Tuttavia, dopo aver cercato in alcune fonti, devo essere d'accordo con te: non riesco a trovare alcuna guerra post-seconda guerra mondiale che sia stata formalmente dichiarata. L'ultima dichiarazione di guerra che riuscii a trovare fu l ' Unione Sovietica al Giappone nel 1945.

Ogni guerra a cui gli Stati Uniti parteciparono successivamente fu dichiarata "impegno militare" o "azione di polizia". Il Regno Unito si è comportato in modo simile, così come l'Unione Sovietica (non ho un collegamento ma l'Unione Sovietica ha sempre "ripristinato l'ordine" o sostenuto un partito su sua richiesta). Do la colpa alla guerra fredda, nessuna delle parti voleva ammettere che stavano conducendo guerre di aggressione. La stessa tendenza continua tuttavia, vedi ad esempio la guerra dell'Ossezia meridionale del 2008 dichiarata come "intervento umanitario".

Ho sempre capito che da quando è stata costituita l'ONU, a nessuno Stato membro è permesso dichiarare guerra. Sembra piuttosto strano, dato che ci sono stati molti combattimenti.
L'ONU vieta sia la minaccia che l'uso della forza nei conflitti internazionali. Mi chiedo come sta funzionando in pratica?
Apparentemente gli Stati Uniti hanno dichiarato guerra solo 11 volte http://www.senate.gov/pagelayout/history/h_multi_sections_and_teasers/WarDeclarationsbyCongress.htm
Le democrazie cercano di entrare in guerra senza dichiarare una guerra, perché sarebbe politicamente molto difficile.
@quant_dev - esattamente. Negli Stati Uniti, una dichiarazione formale di guerra richiede un atto del Congresso, spesso molto difficile da attuare politicamente.
Secondo wiki https://en.wikipedia.org/wiki/Declaration_of_war#Declared_wars_since_1945 l'ultima dichiarazione formale di guerra è stata fatta dal Ciad al Sudan nel 2005. Ce ne sarebbero 4 dal 1945, più 6 "dichiarazioni di stato di guerra "e 1" dichiarazione di una zona di guerra "(Falkland). Sebbene la fonte wiki su Ciad / Sudan sia un articolo di http://news.bbc.co.uk/2/hi/africa/4559254.stm che sembra riferirsi a una "dichiarazione di stato di guerra", un pozzo. ..
Questo elenco wiki deve essere impreciso. Tutte le altre fonti che trovo dicono: * "Il 23 dicembre 2005, il Ciad ha dichiarato uno" stato di belligeranza "con il Sudan." * Http://www1.american.edu/faculty/singerman/enoughsilence/Sudan%20101/Chad% 20 e% 20Darfur / chad.html https://en.wikipedia.org/wiki/Chad%E2%80%93Sudan_relations Indagherò sugli altri tre casi.
Dopo la ricerca (probabilmente solo ripercorrendo i tuoi passi), non ho trovato alcuna prova di una dichiarazione di guerra formale in nessuno dei quattro casi menzionati nell'elenco wiki. Ad esempio, la Lega araba non poteva dichiarare guerra a Israele nel 1948 per il semplice motivo che non riconosceva Israele come stato. https://en.wikisource.org/wiki/Cablegram_from_the_Secretary-General_of_the_League_of_Arab_States_to_the_Secretary-General_of_the_United_Nations. Ottieni il mio +1!
#2
+12
Anixx
2012-03-05 18:32:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In effetti la dichiarazione formale di guerra in molti paesi porta molte conseguenze legali pratiche, che possono includere:

  • imposizione della legge marziale

  • poteri straordinari per il capo di stato

  • divieto di partiti politici e attività politiche, nonché scioperi

  • limitazione dei diritti degli stranieri, in particolare quelli dello Stato nemico

Queste conseguenze non sono spesso desiderabili se una guerra non colpisce la popolazione generale della parte coinvolta. Non è necessario investire il presidente di poteri speciali a livello nazionale, i cittadini nemici che vivono nello stato attaccante di solito sono neutrali o favorevoli all'invasione (altrimenti perché non vivono a casa?), Le fabbriche non hanno bisogno di perseguire penalmente i lavoratori che mancare giorni feriali per operare normalmente ecc.

La parte attaccata di solito non dichiara guerra perché rende più difficile la possibilità di evitare il conflitto su vasta scala. Non avere una dichiarazione di guerra rende più facile per la parte attaccante ritirarsi dal conflitto.

Inoltre la dichiarazione dà l'impressione che la guerra sia condotta da una certa potenza piuttosto che dalla "comunità internazionale", il che è spesso desiderabile ragioni politiche.

#3
+12
Arani
2012-08-04 21:17:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nella sua sentenza presso il tribunale per i crimini di guerra di Tokyo, il giudice Radhabinod Pal ha affermato che mentre a ovest c'era una convenzione per dichiarare guerra prima della ripresa delle ostilità, a est non c'era nulla di simile. Ha anche fornito una serie di esempi di guerre che erano state combattute senza mai dichiarare guerra, che è disponibile nel rapporto. Quindi si può dire che anche prima del 1945 la regola non era seguita molto rigorosamente.

Vedi Pearl Harbor. La dichiarazione di guerra giapponese è stata deliberatamente programmata per non raggiungere la Casa Bianca prima che l'attacco fosse in corso, in modo che nessuna difesa potesse essere montata.
#4
+11
Voitcus
2013-06-10 19:27:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che le ragioni principali siano:

  • attaccare a sorpresa, anche se l'aggressore coordina i primi colpi con il ministro,
  • per togliere la colpa all'aggressore . Ad esempio, la Germania nazista nel settembre 1939 stava contrastando l ' incidente di Gleiwitz, come autodifesa ovviamente, e la Polonia divenne l'aggressore,
  • per ingannare il popolo democratico che questa non è la guerra ma "un'azione militare", quindi sono meno contrari,
  • soprattutto quando ora saremmo attaccati dal paese contro cui eseguiamo un '"azione militare", questo sarebbe allora l'atto di guerra (non siamo in guerra adesso),
  • per aggirare i regolamenti interni. Ad esempio negli USA la guerra è dichiarata dal Congresso, ma il Presidente può intraprendere "misure militari necessarie" es. contro la Serbia o la Libia,
  • per proteggere le nostre spie dalla pena di morte, che in molti paesi viene commessa solo durante una guerra,
  • per impedire che i mass media riportino i nostri funzionari che lo fanno "vecchio - roba di moda "e" giochi diplomatici "per i soldi dei contribuenti, mentre" molte persone stanno per morire ",
  • per impedire l'opposizione contro" il partito di governo che guida il nostro paese alla guerra ",
  • per garantire a tutti gli altri che anche noi vogliamo la pace e la guerra è brutta,
  • la Russia non internerà le nostre navi quando saremo in azione militare con la Serbia. Questo è un bene anche per la Russia, perché non devono pensare a tutte le navi statunitensi, A / C ecc., Quanto tempo è in Russia e 48 ore. sono già passati o no,
  • non diamo fastidio alle altre potenze,
  • è più facile trovare alleati per "l'azione militare" che per la guerra (per tutte le ragioni sopra),
  • è più facile avere un altro paese con "neutralità amica": non guardi cosa facciamo contro la Ruritania, e non guardiamo cosa fai con Curaguay,
  • è difficile per mantenere la guerra in tutto il mondo. Questa "azione militare" dovrebbe essere mantenuta a livello locale, quindi non disturbiamo le navi e l'aria condizionata del nostro avversario, ma dovremmo se questa fosse una guerra,
  • durante l'azione militare possiamo ancora commerciare con il paese attaccato,
  • dopo la guerra di solito vogliamo un contributo, alcuni territori ecc. Quindi facciamo la pace con i leader che abbiamo presentato dichiarazione di guerra. Nell'azione militare non vogliamo nulla (sarebbe brutto e imperialistico se uccidessimo persone per ottenere denaro e territori), ma vogliamo cambiare i funzionari alle nostre spie o fan (che poi abbassano la dogana, danno concessioni minerarie, buyl 10000 navi dai nostri cantieri navali ecc.). Durante la guerra gli ufficiali possono diventare eroi. Quindi è più facile per il paese in difesa cambiare il proprio governo che arrendersi alla guerra,
  • (ultimo non meno importante) perché in realtà nel mondo moderno non è necessario.
"per attaccare in modo sorprendente", puoi attaccare in modo sorprendente e poi dichiarare guerra, come fece la Germania durante l'invasione dell'URSS.
Ma se qualcosa va storto puoi sempre dire "oops scusaci, è stato un errore".
D'accordo con @Anixx, abbastanza spesso la guerra è dichiarata dopo l'attacco militare a sorpresa. Le truppe furono sbarcate in Iraq prima che la guerra fosse ufficialmente dichiarata. Il Giappone dichiarò guerra agli USA * subito dopo * Pearl Harbor. Penso che la maggior parte di questo possa essere riassunta dicendo che la maggior parte delle persone vuole un conflitto militare limitato tra i governi, ma non una guerra completa. Con la guerra di precisione odierna, cerchiamo di eliminare i leader di un governo, di non far saltare in aria tutto lungo la strada.
Direi che il primo colpo sparato è una dichiarazione di guerra molto efficace :)
@Muz: Direi che il Giappone ha dichiarato guerra agli Stati Uniti contemporaneamente a Pearl Harbor. All'ambasciatore giapponese è stato detto di "fare un salto" al Segretario di Stato pochi minuti dopo l'inizio degli attacchi programmati e annunciare il bombardamento.
#5
+1
Colin Pickard
2012-02-29 20:48:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono alcune eccezioni, come la dichiarazione del Ciad del 2005 sullo stato di guerra con il Sudan.

Downvote: il link che hai fornito non menziona una dichiarazione di guerra effettiva, come strumento legale. Solo il governo del Ciad ha detto alla sua popolazione che è in "stato di guerra". Non proprio la stessa cosa.
#6
+1
clem steredenn
2015-07-06 15:46:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il motivo per cui sembra che ci siano molte meno dichiarazioni di guerra nella seconda parte del XX secolo, è che la maggior parte delle guerre che hanno coinvolto i paesi sviluppati non erano formalmente una guerra tra due paesi. In effetti, la maggior parte erano formalmente

Se nessun altro stato fosse ufficialmente presente, o no riconosciuto. Nelle guerre civili, a volte altre potenze sostenevano una delle parti, ma non ufficialmente in guerra.

Tuttavia, ci sono ancora dichiarazioni ufficiali di guerra , come il Ciad contro il Sudan nel 2005 (e fino al 2010).

A causa della complessità della regolamentazione delle Nazioni Unite, la dichiarazione formale di guerra non è così banale. Le guerre contro il terrorismo non sono ufficialmente contro gli Stati, e quindi nessuna dichiarazione del genere può essere fatta. E generalmente i tipi di guerre combattute sono notevolmente cambiati.

Un'eccezione degna di nota è che gli Stati Uniti avrebbero dovuto dichiarare guerra all'Irak nel 2003. Ma il mio ricordo di quel tempo è che non fu fatto per trarre profitto da un attacco a sorpresa, simile ai giapponesi in 1941.

Ho elencato alcune guerre tra stato e stato per dimostrare che sono del tipo che mi interessa. Ovviamente le guerre civili e coloniali sono una cosa separata.
@TeaDrinker davvero. Ma hai guardato il link? Che ne dici del Ciad contro il Sudan? Il fatto è che, sin dalla seconda guerra mondiale, il modo per farlo è farlo alle Nazioni Unite. Non sono sicuro di aver capito il tuo commento ...?
#7
  0
Jos
2017-10-01 07:12:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Pearl Harbor probabilmente ha qualche influenza qui. I giapponesi volevano presentare una dichiarazione ufficiale di guerra, ma hanno sbagliato i tempi. Erano in ritardo di mezz'ora; hanno dichiarato guerra dopo l'attacco.

Che in realtà era peggio. Ora non era solo un attacco furtivo, ma un attacco furtivo pianificato che avrebbe dato ai difensori esattamente le stesse possibilità: niente.

Dopo la seconda guerra mondiale furono dichiarate alcune guerre, ma in generale non molto spesso. La sorpresa è molto più preziosa delle buone maniere. Oggi, se viene effettivamente dichiarata una guerra, la sorpresa non ha importanza. Ad esempio, le Falkland furono invase senza una dichiarazione di guerra dall'Argentina, ma l'Inghilterra aveva tutto il tempo del mondo per qualsiasi gentilezza diplomatica a cui si possa pensare.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...