Domanda:
Quali esperienze personali uniche hanno contribuito alla formazione del marchio di comunismo di Mao?
Seth Rogers
2011-10-12 18:40:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gli scienziati politici citano i suoi attributi personali e l'esposizione al proletariato come sinergici nella formazione della sua dottrina. Quali particolari esperienze negli anni formativi di Mao Zedong hanno influenzato il suo marchio di comunismo? Chiedo eventi specifici a cui ha assistito da giovane e persone che hanno plasmato la sua ideologia.

Cosa intendi con "assistito da giovane" in questa domanda?
Si prega di citare i politologi; il contesto aiuterebbe in modo significativo.
Due risposte:
#1
+11
Tom Au
2011-10-12 19:00:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando Mao era giovane nel 1927, il governo nazionalista represse i comunisti, che fino a quel momento erano stati considerati "compagni di viaggio". La repressione ha avuto particolare successo nelle città, dove le persone erano concentrate, e potevano essere facilmente raccolte e arrestate. Ha catturato Mao in campagna, ma è riuscito a scappare dai suoi rapitori, correre sulle colline e radunare i contadini sopravvissuti. Questa esperienza lo ha aiutato a convincerlo che la strada per una rivoluzione di successo in Cina era tra i contadini e non gli abitanti delle città.

È interessante notare che in Russia è stato esattamente il processo opposto: i comunisti hanno prima cercato di fare appello ai contadini gravemente repressi e di organizzare rivolte. I contadini ignoranti non volevano seguirli e spesso li tradivano al governo. Alla fine il comunista decise che il cambiamento è possibile solo con la popolazione alfabetizzata e si rivolse invece alla (relativamente piccola) classe lavoratrice.
Questo è più o meno lo stesso di quello che ho imparato in un corso di Storia della Cina moderna, per lo più Mao ha evitato le città ed è rimasto in campagna a radunare i contadini con lui per combattere il governo. Sebbene alcune delle sue politiche all'epoca sembrassero un po 'approssimative, non è mai sembrato un quadro comunista affidabile, ma per molti versi era più un opportunista.
Fondamentalmente, Mao non "ha seguito il libro", ma piuttosto ha creato il suo marchio di comunismo.
Sì, d'accordo. Questa sembra essere stata la sua strada verso il Culto di Mao e il suo continuo grido di "Lo porterò alla gente" quando non ottenne la sua strada.
@MichaelF: Hai fatto il corso di Storia della Cina moderna a Yale? Il tuo professore Spence? Quelle erano mie.
No, alla Boston University sotto il professor Corrin. Ottimo corso e ha avuto delle ottime intuizioni.
#2
+8
George Chen
2017-05-06 20:35:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Bella domanda anche se penso che un antropologo potrebbe sollevarne di migliori.

Mao è stato esposto alla propaganda nazionalista, ha imparato l'umiliazione della Cina nelle mani delle potenze straniere quando era un adolescente ed è diventato un nazionalista ( non la festa) da allora. Il suo desiderio travolgente era quello di rendere di nuovo la Cina forte e rispettabile. Questo desiderio ha risuonato con quasi tutti i rivoluzionari cinesi. Il comunismo per Mao e per gli altri comunisti cinesi era solo il mezzo, non il fine; la Rivoluzione d'Ottobre ha indicato la strada per il successo.

Mao era il figlio di un contadino benestante. Ha iniziato la sua carriera dalla sfera più bassa della società, aveva una profonda conoscenza degli oppressi e condivideva una profonda simpatia con coloro che invidiavano e si risentivano delle élite cinesi. (Vedi Snow's Red Star Over China)

Quanto sopra erano le esperienze personali di Mao che hanno contribuito ai suoi desideri. Ovviamente c'era sempre questa personale brama di potere, che aveva ben poco a che fare con le sue esperienze ma era probabilmente la forza trainante più potente dietro i suoi calcoli. Praticamente ognuno ha una brama di potere; il motivo per cui Mao poteva soddisfare il suo nella forma più nuda è che Mao era in grado.

A differenza delle sue politiche economiche, l'approccio al potere di Mao era scientifico, nel senso che il lavoro di Machiavelli era scientifico perché era basato su prove.

Mao studiò sul campo i movimenti dei contadini nella sua provincia natale (Hunan) e scrisse diversi rapporti. Questa esperienza ha portato alla luce i desideri socialisti travolgenti dei poveri disperati della Cina e ha aiutato Mao a identificare con precisione dov'era la base del potere comunista, quale classe erano i suoi fedeli alleati e che tipo di persone erano i suoi pionieri. Mao sostenne coraggiosamente la violenza per acuire la linea di demarcazione tra le classi; non appena il sangue ha cominciato a fuoriuscire, coloro che avevano sangue sulle mani si sono ritrovati a non avere modo di ritirarsi. La storia ha dimostrato che questa è stata probabilmente la mossa più brillante di Mao - in senso machiavellico - che ha contribuito al successo dei comunisti.

Tutto sommato, la rivoluzione di Mao è stata solo una rivoluzione contadina non diversa dalle innumerevoli precedenti in La storia della Cina. Le forze sottostanti hanno governato il corso degli eventi; nel caso della Cina, erano cicli maltusiani. Mao scoprì che era la stagione degli incendi e bastava una scintilla per incendiare il mondo che non gli piaceva: non gli piaceva non per la povertà e il dolore, ma perché lui stesso era al In fondo - Mao ha dato il via alla scintilla.

C'era un mito popolare che diceva che Chiang Kai-shek aveva tradito la rivoluzione nel 1927, che servì come brusco risveglio per i comunisti e iniziò la scissione PCC-KMT. Ma secondo le Memorie di Gong Chu, prima dell ' incidente del 12 aprile del 1927, fu Mao a insistere sul fatto che le riforme agrarie nelle campagne fossero sanguinose e violente, che antagonizzava la classe dei nobili rurali, che, insieme ai ricchi mercanti, erano la base di potere della fazione di estrema destra del partito nazionalista di Chiang. Si noti che il design diabolico di Mao ha preceduto l'incidente del 12 aprile; Il Rapporto sui movimenti contadini dell'Hunan di Mao fu pubblicato nel marzo 1927, in cui Mao denunciava, difendeva e difendeva la violenza.

Secondo Gong Chu, dove Mao era in carica, i proprietari furono torturati, fatti sfilare, ridicolizzati e poi uccisi; le loro donne furono devastate, le terre divise. Mao, verso la metà degli anni '30 nel 1927, conosceva già bene la storia cinese; conosceva i pro ei contro della rivoluzione contadina ed era stato un membro fondatore del PCC per sei anni. Da un punto di vista machiavellico, Mao aveva fatto tutto bene per aiutare il PCC a salire al potere: le riforme devono essere sanguinose perché solo attraverso la violenza sanguinosa si può generare un quadro di rivoluzionari. Negli anni che seguirono il 1927, i distretti sovietici che furono creati e insanguinati da Mao erano poveri e indigenti, ma la gente era estremamente leale ai comunisti; in altri distretti sovietici, dove le riforme furono portate avanti senza spargimento di sangue, le persone erano agiate ma i loro atteggiamenti verso la rivoluzione erano tiepidi. Le persone perbene che hanno goduto dei frutti della riforma agraria avrebbero espresso il loro sostegno ma non avrebbero rischiato la vita per la rivoluzione quando sarebbero venuti i pericoli; quelli che seguivano Mao nella buona e nella cattiva sorte erano in realtà banditi che si divertivano in questo sconvolgimento sociale e godevano di omicidi e stupri.

Risposta apprezzata, consiglierei di modificare l'ultimo paragrafo fuori dallo stile "muro di testo" e penso che la rottura logica sia "secondo Gong Chu ..." - solo consiglio di modifica ..


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...