Domanda:
Le truppe del nord hanno tentato di ridisegnare gli afroamericani nelle piantagioni meridionali durante la guerra civile?
user64296
2020-06-29 01:12:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In Black Reconstruction in America , W.E.B. Du Bois sostiene che durante la guerra, le truppe del Nord - in questo caso sotto il comando di Nathaniel P. Banks - a volte cercarono di riportare le persone schiavizzate nella piantagione e che questo piano fallì:

Non appena, tuttavia, quando Banks tentò di ricacciare i liberti nelle piantagioni e di farli lavorare sotto un regime di schiavi per metà militare, il piano fallì. Non è riuscito, non perché i norvegesi non volessero lavorare , ma perché urtavano contro queste particolari condizioni di lavoro. Quando, a causa delle ampie proteste, iniziò a esaminare la questione, vide una via chiara. Scelse dei negri per uscire e esaminare le condizioni e per riferire su ciò che era necessario, e fecero un'indagine fedele. Ha creato un piccolo stato con il suo dipartimento di istruzione, con la sua proprietà terriera e il lavoro organizzato, e dopo l'esperimento si è eseguito da solo.

Non è chiaro quale sia la fonte di Du Bois qui - forse era comune conoscenza al momento. Qualcuno può raccomandare fonti che descrivono questi tentativi, da parte dell'Unione, di ridisegnare temporaneamente le persone liberate nelle stesse piantagioni? Quanto era diffuso e in che modo le élite militari del Nord lo razionalizzarono?

https://en.wikipedia.org/wiki/Nathaniel_P._Banks#Louisiana_Reconstruction ha una descrizione di questo.
Tre risposte:
#1
+38
user2848
2020-06-29 02:13:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questo si riferisce all'area intorno a New Orleans, ca. 1863-5. La proclamazione di emancipazione non si applicava alla Louisiana inferiore, che era già sotto l'occupazione dell'Unione. Si applicava solo alle aree che erano in uno stato di insurrezione il 1 ° gennaio 1863. Gli schiavi nella Louisiana inferiore rimasero ridotti in schiavitù fino all'approvazione del 13 ° emendamento il 6 dicembre 1865.

Quindi queste persone non erano nuovamente schiavo. Legalmente, non erano mai stati ancora emancipati.

Per un comandante dell'Unione nella posizione di Butler, c'era un'acuta contraddizione tra (a) combattere una guerra il cui scopo dichiarato era diventato l'emancipazione e (b) ci si aspettava che aiutasse proteggere i "diritti di proprietà" sugli schiavi. Un'utile discussione nei commenti sottolinea che hanno trovato modi creativi per aggirare questa contraddizione, inclusa l'etichettatura degli schiavi come contrabbando.

"non aveva mai ancora" non mi suona bene - vuol dire che sia il fraseggio?
@AzorAhai--hehim È perfettamente grammaticale. Considera te stesso come se avessi imparato qualcosa di nuovo. :)
@AsteroidsWithWings È _syntactical_, ma non sono sicuro che sia _grammatical_. È certamente unidiomatico.
Sono d'accordo, "non erano mai stati ancora" è una frase imbarazzante. "non lo erano ancora" o "non erano mai stati" sarebbero alternative più naturali, IMO.
Vero madrelingua inglese nell'attuale Inghilterra qui. Anche se potrebbe non essere il fraseggio più comune, è del tutto corretto e comprensibile. Spendi le tue energie in qualcos'altro ...
@AsteroidsWithWings Anche qui madrelingua inglese. Perché non spendere un po 'di energia in un fraseggio nitpick? Porta a una risposta di migliore qualità e qualcuno impara qualcosa sulla grammatica idiomatica. Direi anche che il fraseggio scomodo porta a una dissonanza cognitiva che impedisce la digestione delle informazioni. Anche se le persone riescono a capire di cosa stai parlando, è comunque meglio non costringerle a passare attraverso quel processo. (Direi inoltre che ci vuole meno energia per discutere di un pignolo che per ottenere il caso delle persone discutendo di un pignolo.)
Il fraseggio va benissimo.
@Asteriods Ehi, anch'io sono madrelingua inglese! Piacere di conoscerti. Quali sono le probabilità?
Leggendo il documento OP collegato, si dice solo 3 paragrafi prima che * "Butler ha emancipato questi schiavi nonostante sapesse che questo era contro la politica di Lincoln" *. In quanto tali, * erano * stati emancipati, solo ** non ** come parte della proclamazione di emancipazione. Questa risposta è quindi errata.
@Chronocidal Butler non ha emancipato gli schiavi, li ha dichiarati "contrabbando". Non erano tecnicamente emancipati (anche se Butler si rifiutò di rimandarli indietro) e furono inizialmente trattati da lui come lavoratori non pagati, ottenendo solo un po 'più tardi.
@gormadoc La politica di contrabbando ha specificamente imposto che gli ** liberi professionisti ** lavorino per garantire la loro libertà. Tecnicamente, non erano più schiavi, ma non erano ancora garantiti la piena libertà - ["Sick from Freedom: African-American Illness and Suffering during the Civil War and Reconstruction"] (https://books.google.co.uk/books? id = RPAkwCGeNrwC & Printsec = frontcover # v = onepage & q & f = false) è una lettura utile sull'argomento.
La politica di contrabbando di @Chronocidal non era una questione legale e non c'era nulla di specifico al riguardo fino a quando gli atti ad essa correlati e nulla in nessuno dei due atti li dichiaravano legalmente liberati - il governo non ha preso una posizione sulla questione. Butler può averli considerati così lui stesso, ma ciò non era universale ovunque fosse stato sequestrato il "contrabbando", né era un principio legale.
#2
  0
user44989
2020-07-01 00:54:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Da Battle Cry of Freedom di McPherson, p.711:

La necessità delle fabbriche tessili del nord e britanniche per il cotone indusse l'esercito a mandare molte persone liberate a lavorano alla coltivazione del cotone, spesso nelle stesse piantagioni dove avevano svolto lo stesso lavoro degli schiavi. Alcune di queste piantagioni rimasero nelle mani del governo e furono amministrate da "sovrintendenti del lavoro" inviati dalle società di aiuto dei liberti del nord. Altre furono affittate a imprenditori yankee che speravano di fare grandi guadagni raccogliendo cotone con manodopera gratuita. Altri ancora rimasero nelle mani dei loro proprietari, che prestarono giuramento di fedeltà e promisero di pagare lo stipendio ai lavoratori che erano stati di recente loro schiavi. Alcuni terreni furono affittati dagli stessi liberti, che li coltivarono senza la supervisione diretta dei bianchi e in alcuni casi ottennero un bel profitto che permise loro successivamente di acquistare terreni propri. L'eccezionale esempio di colonia nera autonoma si è verificato a Davis Bend, Mississippi, dove ex schiavi del presidente confederato e suo fratello hanno affittato le loro piantagioni (dall'esercito dell'Unione, che le aveva sequestrate) e fatto buoni raccolti.

La qualità della supervisione del lavoro di contrabbando da parte dei superintendenti del nord, dei locatari yankee e dei piantatori del sud variava da abenign a un brutale paternalismo, prefigurando lo spettro di laborrelazioni dopo la guerra. Una parte del salario dei liberti veniva spesso trattenuta fino alla fine della stagione per assicurarsi che rimanessero sul posto di lavoro, e la maggior parte del resto veniva detratta per cibo e riparo. Molti contrabbandi, comprensibilmente, potevano vedere poca differenza tra questo sistema di lavoro "gratuito" e la schiavitù che avevano sopportato per tutte le loro vite. In nessun luogo l'apparente somiglianza era maggiore che nella Louisiana occupata, dove molti piantatori prestarono giuramento di fedeltà e continuarono a coltivare cotone o zucchero in base ai regolamenti emanati dalla GeneralBanks. A causa dell'attenzione politica nazionale sul processo di ricostruzione in Louisiana, questi regolamenti divennero un altro motivo di irritazione tra repubblicani radicali e moderati e un'altra questione nella controversia tra Congresso e presidente. Per ordine militare Banks ha fissato i salari per i lavoratori delle piantagioni e ha promesso che l'esercito avrebbe applicato "cure giuste, razioni sane, abiti comodi, alloggi, carburante, assistenza medica e istruzione per i bambini". Ma altre norme garantivano che alcune di queste promesse sarebbero state probabilmente onorate in caso di violazione. Un operaio non può lasciare la piantagione senza permesso e deve firmare un contratto di permanenza per tutto l'anno con il suo datore di lavoro, che può chiamare i marescialli preposti per imporre "un servizio continuo e fedele, un comportamento rispettoso, una corretta disciplina e una perfetta subordinazione". Questo sistema equivaleva a un virtuale "ristabilimento della schiavitù", accusarono gli abolizionisti. "Rende la proclamazione [di emancipazione] del 1863 una presa in giro e una delusione", ha detto Frederick Douglass. "Qualsiasi uomo bianco", ha dichiarato il quotidiano nero di New Orleans, "sottoposto a divieti così restrittivi e umilianti, si definirebbe certamente uno schiavo". Se "questa è la definizione [di libertà] che l'amministrazione e la gente preferiscono", ha osservato un giornale radicale a Boston, "dobbiamo affrontare una lotta più lunga e più severa che mai".

#3
  0
user27618
2020-07-01 05:27:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Domanda n. 1:
Le truppe del nord hanno tentato di ridurre in schiavitù gli afroamericani nelle piantagioni meridionali durante la guerra civile?

Risposta breve n. 1:
Non solo truppe del nord. Era la politica del Nord per il primo anno di guerra, seguita da tutti i suoi generali. I generali che non seguivano questa politica (come John Fremont) e gli schiavi liberati rischiavano di perdere i loro comandi. Mentre il Sud combatteva la guerra civile alla fine sulla schiavitù, o afferma il diritto di mantenere gli schiavi; la ragione del nord per combattere era più sfumata. Il Nord ha combattuto la guerra civile per molte ragioni e queste priorità sono cambiate nel tempo. Per il Nord si trattava inizialmente di preservare l'Unione. Per Abraham Lincoln la questione della schiavitù era risolta. La guerra civile è stata combattuta per preservare l'Unione. Per coincidenza, secondo la visione di Lincoln, era la conservazione dell'Unione che avrebbe portato all'abolizione della schiavitù. All'inizio della guerra civile americana, Lincoln ha guidato un delegato in equilibrio per invogliare il Sud a rientrare pacificamente nell'unione, per impedire agli stati di confine di unirsi alla Confederazione e per motivare gli Stati liberi del nord a sostenerlo. In quanto tale, una delle politiche politiche di Lincoln durante questo periodo era quella di preservare la schiavitù nei territori sotto il comando dell'Unione.

Domanda n. 2:
Qualcuno può consigliare fonti che descrivono questi tentativi , dall'Unione, per ridisegnare temporaneamente le persone liberate nelle stesse piantagioni? Quanto era diffuso e in che modo le élite militari del Nord lo razionalizzarono?

Breve risposta n. 2
Riguardo alle azioni di Nathanial Bank a New Orleans 1863, potresti leggere Lettera del presidente Lincoln al suo amico Banks che trattava delle idee di Lincoln su quale politica il generale dovrebbe seguire. (vedere la risposta dettagliata essere bassa.)

Risposta dettagliata n. 1 Per Abraham Lincoln la guerra civile americana inizialmente non riguardava la schiavitù perché la schiavitù era per lui una questione risolta. Lo Slave holding south aveva perso la capacità di diffondere l'istituzione verso ovest con l'adozione della legge del Kansas Nebraska che garantiva la sovranità popolare agli stati che entravano nell'Unione sulla questione della schiavitù. Prima del Kansas, Nebraska, tutti gli stati entrarono nell'Unione a coppie per preservare l'equilibrio dei poteri delegato tra stati schiavi e liberi. Dopo il Kansas Nebraska la decisione sarebbe stata lasciata alle popolazioni locali, che o provenivano dal più popoloso Nord anti-schiavitù, o immigrate dall'Europa anti-schiavitù, e con una maggioranza di lavoratori manuali che vedevano gli schiavi come competizione economica per il lavoro. Il Sud ha combattuto una guerra lunga decenni in Kansas per convincerlo a cambiare la sua posizione sulla schiavitù, fallendo alla fine.

È per questo che i senatori del sud hanno lasciato il Senato degli Stati Uniti il ​​21 gennaio 1861, come tentativo di bloccare il Kansas entrata nell'Unione fallita. Portando a un'ondata di stati secessionisti che lasciano l'Unione e, infine, alla formazione della Confederazione, il 4 febbraio 1861 a Montgomery, Alabama.

Costituzione Wyandotte
Quando 11 stati schiavi si separarono dall'Unione, i loro senatori lasciarono i loro seggi e il 21 gennaio 1861 il Senato approvò il disegno di legge del Kansas. L'ammissione del Kansas come stato libero divenne effettiva il 29 gennaio 1861.

.

Carolina del Sud durante la guerra civile americana
Il 4 febbraio 1861, a Montgomery, Alabama, una convenzione composta da delegati della Carolina del Sud, Florida, Alabama, Mississippi, Georgia e Louisiana si riunì per formare una nuova costituzione e un governo modellato su quello degli Stati Uniti . [18] L'8 febbraio 1861, la Carolina del Sud si unì ufficialmente alla Confederazione. Secondo un editore di un quotidiano della Carolina del Sud:
Il Sud è ora nella formazione di una Repubblica degli Schiavi ... - L.W. Spratt, The Philosophy of Secession: A Southern View, (13 febbraio 1861).

Il Sud aveva perso la capacità di far crescere l'istituzione della schiavitù, perso la capacità di tenere il passo con la libertà Stati del Senato degli Stati Uniti, e quindi aveva politicamente perso la capacità di garantire la legalità dell'istituzione.

Per Lincoln la preservazione dell'Unione era il tema centrale della guerra civile e la fine della schiavitù sarebbe stata uno dei i prodotti di quella ricerca. Nella mente di Lincoln potrebbero volerci decenni, ma sarebbe successo, ed era disposto a permettere che ci volessero decenni se ciò significava evitare la guerra. A tal fine Lincoln telegrafò agli insurrezionalisti del sud e loro sarebbero alleati, non avrebbe abolito la schiavitù.

10 luglio 1858: Abraham Lincoln, Discorso a Chicago, Illinois
Ho sempre odiato la schiavitù, credo quanto qualsiasi abolizionista. Sono stato un Whig Old Line. L'ho sempre odiato, ma sono sempre stato in silenzio fino a quando non è iniziata questa nuova era dell'introduzione del Nebraska Bill. Ho sempre creduto che tutti fossero contrari e che fosse in via di estinzione definitiva ... l'ho detto cento volte, e ora non ho alcuna inclinazione a riprenderlo, che credo non ci sia alcun diritto, e dovrebbe essere nessuna inclinazione del popolo degli Stati liberi a entrare negli Stati schiavi e ad interferire con la questione della schiavitù.

.

Nell'agosto 1862, Lincoln in una lettera all'editore di giornali Horace Greeley
"Se potessi salvare il sindacato senza liberare nessuno schiavo, lo farei; e se potessi salvare liberando tutti gli schiavi lo farei; e se potessi salvarlo liberandone alcuni e lasciandone soli altri, lo farei anche io. "

Questa è stata una campagna attiva per invogliare il sud a rientrare nell'Unione lungo lo Status Quo. Alla tua domanda all'inizio della guerra, Lincoln prese misure per preservare la schiavitù all'inizio della guerra civile americana. L'evento più famoso è stato l'emancipazione di John C. Fremont. Fremont era stato il primo candidato repubblicano alla presidenza e aveva perso le elezioni nel 1856. Fremont era anche uno dei più famosi abolizionisti politici. Durante la guerra civile era un maggiore generale dell'Unione.

Fremont Emancipation

il 30 agosto, 1861 a St. Louis, Missouri durante i primi mesi della guerra civile americana. La proclamazione pose lo stato del Missouri sotto la legge marziale e decretò che tutte le proprietà di coloro che portavano armi in ribellione sarebbero state confiscate, inclusi gli schiavi, e che gli schiavi confiscati sarebbero stati successivamente dichiarati liberi.

Lincoln che ha letto della politica di emancipazione del generale Fremont gli ha ordinato di annullarla e di interrompere la confisca e la liberazione degli schiavi.

Lincoln ha scritto a Frémont il giorno successivo, ordinandogli direttamente di modificare la clausola di emancipazione per conformarsi alla legge federale esistente —Che solo gli schiavi stessi che agiscono in ribellione armata potevano essere confiscati e liberati.

Lincoln alla fine rimosse Fremont dal suo comando.

Quando divenne chiaro che la guerra civile poteva Non essere evitato, Lincoln iniziò a fare la guerra contro la schiavitù nel nord. Lincoln non voleva combattere la guerra, ma una volta che divenne chiaro che la guerra sarebbe scoppiata, Lincoln decise di porre fine alla schiavitù.

  • 12-13 aprile 1861 La guerra civile inizia la battaglia di Fort Sumter.
  • Luglio 1862 ** Proclamazione preliminare ** ma è convinto perché la guerra sta andando così male per l'Unione da aspettare fino a quando una vittoria dell'Unione per annunciarlo per paura farebbe sembrare l'Unione debole e disperata di essere alleati della Confederazione europea.
  • 30 agosto 1861 Lincoln ordina a Fremont di revocare la sua emancipazione.
  • 17 settembre 1862, la battaglia di Antietam finisce tecnicamente in pareggio. L'Unione aveva avuto i piani di battaglia del Sud prima della battaglia, ma non poteva ancora sfruttare l'intelligence. Il generale dell'Unione George McClellan è sollevato dal suo comando dopo la battaglia. Non di meno Lincoln dichiara una grande vittoria dell'Unione.
  • Il 22 settembre 1862, Lincoln in seguito alla "vittoria dell'Unione" ad Antietam, emette l'ordine presidenziale n. 95, o proclamazione di emancipazione.

Che da quel momento in poi farà la guerra civile contro la schiavitù nel nord.

Domanda n. 2:
Qualcuno può consigliare fonti che descrivono questi tentativi? l'Unione, per ridisegnare temporaneamente le persone liberate nelle stesse piantagioni? Quanto era diffuso e in che modo le élite militari del Nord lo hanno razionalizzato?


Risposta dettagliata n. 2
In particolare sulle azioni del generale Nathaniel P. Banks in Louisiana , che un'altra risposta ha coperto. Si trattava più di General Banks che di Lincoln. Banks era un ex governatore repubblicano del Massachusetts e da lungo tempo sostenitore delle cause abolizioniste almeno politicamente. Fu incaricato da Lincoln di radunare una forza di uomini e rafforzare l'occupazione della Louisiana meridionale. Purtroppo le banche hanno applicato la lettera del proclama di emancipazione e non lo spirito. Il proclama di emancipazione non ha liberato gli schiavi negli stati non secessionisti perché Lincoln non voleva alimentare le fiamme rivoluzionarie nei tenui stati di confine da cui dipendeva l'Unione. Se il Maryland, ad esempio, avesse lasciato il sindacato, la Capitale dell'Unione sarebbe stata circondata. La Louisiana già secessionista e sotto l'occupazione sindacale non corrispondeva a questo criterio, e la politica delle banche di rimpatriare gli schiavi nel 1863 suggerì una nota del presidente Lincoln .

Mie care banche generali,
.
Il governatore Boutwell mi ha letto oggi quella parte della tua lettera che gli riguarda gli affari della Louisiana. Sebbene io sappia molto bene cosa sarei felice di fare per la Louisiana, è una cosa completamente diversa per me assumere la direzione della questione. Sarei lieto per lei di fare una nuova Costituzione che riconosca la proclamazione di emancipazione e che adotti l'emancipazione in quelle parti dello Stato a cui la proclamazione non si applica.2 E visto che è lì, penso che non sarebbe discutibile per lei adottare un sistema pratico mediante il quale le due razze potessero gradualmente vivere al di fuori della loro vecchia relazione reciproca, ed entrambe uscissero meglio preparate per il nuovo. L'istruzione per i giovani neri dovrebbe essere inclusa nel piano. Dopo tutto, il potere, o l'elemento, del "contratto" può essere sufficiente per questo periodo di prova; e, per la sua semplicità e flessibilità, può essere il migliore.
.
Come uomo contro la schiavitù ho un motivo per desiderare l'emancipazione, che gli uomini pro-schiavitù non hanno; ma anche loro hanno ragioni abbastanza forti per rimettersi così sotto lo scudo dell'Unione; e per proteggersi così perennemente dal ripetersi delle scene che stiamo attraversando.
.
Gov. Shepley mi ha informato che il signor Durant sta ora registrando un registro, in vista dell'elezione di una convenzione costituzionale in Louisiana. Questo, a me, sembra corretto. Se tale convenzione dovesse chiedermi le mie opinioni, potrei presentare poco altro di quello che vi dico ora. Penso che la cosa dovrebbe essere portata avanti, in modo che, se possibile, il suo lavoro maturo possa giungere qui dalla riunione del Congresso.
.
Per parte mia penso che non ritirerò, in ogni caso, l'annuncio dell'emancipazione; né, in qualità di dirigente, tornare mai in schiavitù qualsiasi persona che sia libera dai termini di tale proclamazione, o da uno qualsiasi degli atti del Congresso. Se la Louisiana invierà membri al Congresso, la loro ammissione ai seggi dipenderà, come sapete, dalle rispettive Camere e non dal Presidente.
.
Se queste opinioni possono essere di qualche vantaggio nel dare forma , e l'impulso, per agire lì, sarò lieto che tu li usi con prudenza per quell'oggetto. Naturalmente conferirete con cittadini intelligenti e fidati dello Stato, tra i quali suggerirei i signori Flanders, Hahn e Durant; ea ciascuno dei quali ora penso di poter inviare copie di questa lettera. Tuttavia, forse è meglio non rendere la lettera generalmente pubblica. Distinti saluti.
.
A. Lincoln



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...