Domanda:
Ci sono state occasioni in cui un paese sovrano si è unito volontariamente a un altro paese?
vsz
2016-09-19 00:53:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È successo che un paese sovrano ha deciso volontariamente di diventare territorio di un altro paese? Volontariamente intendo dire che avrebbe potuto scegliere di dire di no. Ancora meglio se il paese aderente fosse quello che ha avviato il processo.

  • L'Anschluss dell'Austria includeva un voto in cui gli austriaci hanno votato per unirsi alla Germania, ma non lo conterrei davvero, poiché La Germania stava esercitando un'enorme pressione ed era improbabile che Hitler prendesse il "no" come risposta.
  • L'unificazione della Germania e dell'Italia alla fine del XIX secolo sarebbe un esempio migliore, ma hanno anche i loro problemi : in entrambi i casi è stato un paese più forte a conquistare gli altri, anche se in molti casi con la pressione diplomatica anziché con la forza militare.
  • La più vicina che ho trovato è stata la Repubblica del Texas, ma ci sono alcuni problemi. Era solo un paese temporaneo di brevissima durata che si è appena separato da un paese e presto si è unito a un altro. È stato riconosciuto diplomaticamente da pochissimi paesi.

Ci sono stati esempi con paesi più consolidati che hanno scelto volontariamente di entrare a far parte di un altro paese, o meglio ancora, l'hanno avviato da soli senza una minaccia imminente di essere invaso?

Penso che ci siano alcuni esempi. Gli atti di unione tra Inghilterra e Scozia. La confederazione svizzera.
Molti [ex stati dell'HRE si unirono alla Prussia] (https://en.wikipedia.org/wiki/Unification_of_Germany) mentre procedeva verso l'unificazione della Germania.
Stavo per suggerire le Hawaii, ma a quanto pare [non era volontario] (https://en.wikipedia.org/wiki/Overthrow_of_the_Kingdom_of_Hawaii). Se vuoi scusarmi, devo rispolverare la mia storia. : - \
Sì, la Prussia non ha "conquistato" la Germania. Bismarck unì prima il Nord contro l'Austria e poi la guerra con la Francia prevedeva l'unione con gli Stati del Sud. Si noti che gli stati hanno continuato ad esistere all'interno dell'Impero tedesco
Mi chiedo sarebbe lo Stato teutonico di Prussia che diventa il Ducato di Prussia, o il modo in cui l'unione personale tra Brandeburgo e Prussia diventerebbe effettivamente un'unica entità prima che la Prussia diventasse un regno indipendente? Entrambi hanno molte aree oscure ma sembrano soddisfare i criteri poiché l'HRE non era davvero un impero funzionante
A seconda di come si definisce un paese …… La zona euro è un esempio.
La risposta è chiaramente "sì". Come si seleziona quale delle risposte sarà accettata come risposta?
Il Texas è stato il primo esempio che mi è venuto in mente. Non ho le basi per trasformare questo commento in una risposta adeguata.
"Volontariamente" si riferisce alla volontà di chi? I casi di unione dinastica - e ce ne sono diversi, uno dei quali famoso è il matrimonio tra Castiglia e Aragona - contano come volontari o è necessario un qualche tipo di voto? Perché in quest'ultimo caso, temo che pochissime fusioni volontarie sarebbero potute avvenire prima del XIX secolo.
@SJuan76: Bismarck ha esercitato molta pressione sugli altri stati. Il re bavarese si arrese solo perché una guerra con la Prussia sarebbe stata una guerra che non poteva vincere. Non è stato volontariamente.
Le 13 colonie? (In realtà 12; Rhode Island non ha avuto scelta)
Sedici risposte:
#1
+46
Peter Erwin
2016-09-19 03:22:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

[Rieditato per includere vari suggerimenti da commenti e altre risposte]

Possiamo dividere la risposta in due sezioni, la prima delle quali affronta la questione generale delle fusioni volontarie tra paesi sovrani che creano nuove paesi, e la seconda la questione più specifica paesi sovrani che diventano volontariamente sottoinsiemi (stati, province, protettorati, ecc.) di altri paesi.

1. Fusioni

Ci sono una serie di esempi. Questa pagina di Wikipedia ha un discreto elenco di unioni proposte (di successo e non). Eliminando i casi di coercizione e conquista e anche i casi falliti oa breve termine, ci sono almeno:

Escludo le varie unioni di diversi territori a causa della dinastia matrimoni avvenuti prima dell'era moderna in molte parti del mondo, sulla base del fatto che è difficile considerare la maggior parte di quei matrimoni "volontari". Un possibile caso è l'unione personale di Castiglia e Aragona tramite il matrimonio di Isabella e Ferdinando, poiché si trattava di un matrimonio volontario condotto segretamente (fondamentalmente fuggirono!) Tra eredi che divennero governanti dei rispettivi regni.

C'erano anche vari tipi di leghe e associazioni premoderne, la più longeva è probabilmente la Confederazione Svizzera (che alla fine divenne un paese riconosciuto a pieno titolo). È un po 'difficile sapere come classificare alcuni di questi, poiché la "sovranità" dei vari costituenti era spesso ambigua. (Come esempio relativamente recente, il cantone svizzero di Neuchâtel era tecnicamente governato dal re di Prussia fino alle rivoluzioni del 1848, e non rinunciò alle sue pretese fino al 1857.)

2. Adesione come territorio subordinato

Si tratta di casi in cui un paese decide di unirsi a un secondo paese come uno o più stati, province, protettorati, ecc. Di quest'ultimo. Un elenco non esaustivo:

Ci sono altri eventi che, a prima vista, hanno coinvolto uno stato sovrano che si unisce a un altro stato, ma questi tendono a coinvolgere regimi temporanei o fantoccio di un tipo o dell'altro che rendono la parte "volontaria" piuttosto dubbia (ad esempio, l'annessione delle Hawaii da parte del Stati Uniti; l'annessione di Tannu Tuva all'Unione Sovietica).

(Non sto nemmeno contando i casi di stati non sovrani in cui l'elettorato ha scelto l'unione con un altro stato dopo essere stato governato da un paese terzo, senza mai prima di essere veramente sovrano almeno nominalmente, come Saarland e Hatay.)

Solo per restare con i tuoi primi due esempi: la Germania dell'Est (RDT) è diventata parte della RFG. Il nord e il sud dello Yemen si sono uniti da un nuovo stato. Niente affatto la stessa cosa, almeno legalmente.
La Germania orientale e occidentale è ingiusta. Si sono fusi quasi non appena i poteri che lo stavano impedendo sono diventati troppo deboli per farlo.
Ho i miei dubbi sul Commonwealth polacco-lituano, erano più un'unione personale che l'unione di due stati (ogni stato aveva le sue istituzioni, uno stato poteva essere in guerra con un nemico che era in pace con l'altro ...)
Stavo per aggiungere che il Dominion of Newfoundland si è unito volontariamente al Canada nel 1949, ma vedo che l'hai già ottenuto.
Se includi la formazione degli Stati Uniti, anche la federazione delle colonie australiane del 1/1/1901 è candidata. Tecnicamente, non erano nazioni sovrane, ma dipendenze britanniche autonome, tuttavia, lo erano anche le colonie americane.
Potrei sbagliarmi, ma la Norvegia non si è unita volontariamente alla Svezia ad un certo punto nel XIX secolo, per diventare finalmente indipendente poco prima della prima guerra mondiale?
@Bregalad: Dal momento che l'unione di Norvegia e Svezia è avvenuta dopo un'invasione svedese (e un trattato internazionale che ha costretto la Danimarca a cedere la Norvegia alla Svezia), non sono sicuro che conti davvero come "volontario" (i norvegesi sembrano aver voluto essere indipendenti sia della Danimarca che della Norvegia).
@DaleM: La differenza, credo, è che all'epoca in cui gli Stati Uniti si formarono sotto gli Articoli della Confederazione (1776-1781), gli stati si erano dichiarati sovrani e indipendenti dalla Gran Bretagna. Dopo il 1783, anche la Gran Bretagna riconobbe la loro indipendenza, quindi il "riassemblaggio" sotto la Costituzione nel 1788-1791 chiaramente non coinvolse "le dipendenze autonome della Gran Bretagna".
Riguardo agli stati principeschi che si uniscono all'India o al Pakistan: non lo considererei volontario. Uno degli stati più grandi, Hyderabad, ha rifiutato di unirsi all'India, nel mezzo della quale si trovava. [Era soggiogato dalla forza (certamente limitata).] (Https://en.wikipedia.org/wiki/Indian_integration_of_Hyderabad)
La Repubblica dello Yucatan si unisce volontariamente alla nuova Repubblica messicana nel 1821: https://en.wikipedia.org/wiki/Republic_of_Yucat%C3%A1n#Federal_pact_with_Mexico
Tannu Tuva avrebbe contato? È entrato a far parte dell'URSS nel 1944 dopo essere esistito come nazione sovrana per 21 anni.
@SPavel: Penso che Tannu Tuva sia ambiguo, perché è difficile dire se fosse "volontario", dato che Tuva era un satellite sovietico.
Inoltre [1939, lo Stato di Hatay vota per entrare a far parte della Turchia] (https://en.wikipedia.org/wiki/Hatay_State)
Sebbene alcuni degli esempi possano avere alcuni problemi riguardo a quanto fosse volontario, quanto fosse sovrano il paese, o se si unisse a un paese o ne formasse uno diverso insieme, questo è un utile elenco di esempi.
Il Sarawak è interessante. Un tempo parte del Brunei, fu donato dal Sultano a un inglese, James Brooke, per il suo aiuto nella lotta contro una rivolta e la pirateria diffusa. La famiglia di Brooke governò il Sarawak come Rajah per 100 anni fino a quando suo nipote non lo regalò segretamente alla Gran Bretagna. Dopo la seconda guerra mondiale gli inglesi hanno quindi donato nuovamente il Sarawak alla sua gente in modo che potesse unirsi a Malaya, Sabah e Singapore per formare la Malesia
@Joshua Mentre la Germania è stata ufficialmente definita una riunificazione, non hanno invocato le disposizioni per la riunificazione stabilite nella Grundgesetz della Germania occidentale (costituzione provvisoria), che avrebbe comportato la stesura di una costituzione completamente nuova che sarebbe stata adottata dalla Germania intera. Invece, i politici di entrambe le Germanie decisero che la Germania dell'Est richiedesse l'incorporazione nella Germania Ovest. Quindi, de jure, il ricongiungimento era davvero un'incorporazione volontaria.
Il Vermont non è mai stato indiscutibilmente un paese indipendente. Era de iure parte di New York fino alla sua ammissione come stato separato.
Forse anche un esempio migliore per Terranova sarebbe la sua decisione del 1933 di tornare a essere governata dal Regno Unito.
#2
+17
Peter Diehr
2016-09-19 01:07:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Attalo III Filometro, 133 aC, lascia il suo regno a Roma.

L'articolo di Wikipedia su Attalo III ha ben poco da aggiungere.

Era volontario? Ci fu una rivolta in seguito all'occupazione da parte di Roma, con il sostegno dei regni vicini. Un vicino, Mithridates V, era un alleato romano, anche se potrebbe aver giocato un doppio gioco; certamente suo figlio lo faceva durante il suo lungo regno.

Maggiori dettagli si trovano nella Storia di Roma, vol. IV, p. 317

LA STORIA DI ROMA DALLA PRIMA GUERRA PUNICA ALLA MORTE DI COSTANTINO. Di B.G. NIEBUHR, pubblicato nel 1844. pp. 317-318

Durante questo periodo Attalo Filometro, di Pergamo, era morto e con lui si era estinta la dinastia dei principi di Pergamo. I primi principi di quella famiglia erano uomini intelligenti e di indole mite, sebbene si possa dire molto contro la loro politica, se prendiamo l'umanità come nostro standard. Ma l'ultimo Attalo era un uomo di carattere diverso: il suo regno era tirannico, e lui stesso era uno di quegli spregevoli miscredenti che incontriamo occasionalmente nella storia d'Oriente, dove un po 'di perversità naturale è facilmente trasportata al massimo livello, come nel caso della gola del sultano Ibrahim. In Oriente, gli uomini a volte si dilettano in ciò che è più innaturale e disgustoso, e così diventano vere incarnazioni di natura vile e satanica. Un uomo simile era Attalo. L'unica arte di cui si occupava era quella di preparare i veleni; e ciò che lo divertiva di più era sbarazzarsi di coloro che erano i suoi parenti più stretti. Morì senza discendenza, e lasciò tutto il suo regno ai Romani, che certamente non avrebbero riconosciuto facilmente nessun altro come suo successore; poiché consideravano il suo regno come una loro proprietà, che avevano il diritto di rivendicare, proprio come un padrone aveva il diritto di successione al patrimonio del suo schiavo o del suo liberto, che morì senza volere. Le osservazioni di Florus, quindi, su questa faccenda sono sciocche. Ma c'era un figlio naturale di Eumene, il predecessore di Attalo, chiamato Aristonico, che rivendicava il regno di Attalo come sua legittima eredità; siccome però non c'era nessuno al mondo che potesse dargli assistenza, è inconcepibile come potesse avere la follia di credere che sarebbe stato in grado di resistere ai romani, e come fosse possibile per lui trovare un appoggio tra il popolo di Pergamo. Eppure la guerra è durata molto più a lungo di quanto previsto. Gli abitanti effeminati del magnifico paese di Lidia e Ionia portarono avanti la guerra con grande risolutezza; e oltre a loro, Aristonico aveva molti mercenari traci nel suo esercito. Da parte dei romani, la guerra fu condotta male, poiché i loro generali non pensavano ad altro che ad arricchirsi e trasformare tutto in denaro, invece di fare il giusto uso delle loro vittorie: erano, infatti, contenti quando un potente e la ricca città si ribellò, perché offriva loro un'opportunità di saccheggio. Alla fine la guerra fu portata a termine da M. Perperna e M. Aquillius. Aristonico fu fatto prigioniero a Stratonicea, e adornò il trionfo a Roma. I romani acquisirono così una provincia ricchissima. La fine di questa, così come della guerra servile, appartiene ad una data successiva all'anno 619, che è l'anno del tribunale di Tib. Sempronio Gracco. La riduzione della Sicilia cade nell'anno 620 e la sconfitta di Aristonico nel 622.

Non mi piace questo esempio poiché un regno di 2000 anni fa non è simile a quello che oggi chiamiamo un paese ed è carente anche da parte volontaria, scommetto che le "persone" non facevano parte di questo volontariato. Tutto sommato, se questo esempio passa, ci sono molti regni che sono stati annessi da regni più grandi senza una guerra. uno che mi viene in mente è Aragona e Catalogna.
@Ezra: l'OP non ha specificato un periodo di tempo, né condizioni sulla popolarità dell'evento tra la gente comune.
#3
+12
Basil Bourque
2016-09-19 05:22:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Repubblica Araba Unita = Egitto + Siria

La Repubblica Araba Unita (UAR) è stata un'unione politica di breve durata tra l'Egitto e Siria, dal 1958 al 1961.

L ' appartenenza della UAR alle Nazioni Unite ha sostituito le appartenenze sia dell'Egitto che della Siria.

Mi chiedo quanta praticità ci fosse, c'era una vera libertà di movimento? un consolidamento delle loro forze di sicurezza? legge? moneta?
@Ezra l'idea era di unire tutti i paesi arabi nel ME sotto un'unica bandiera, ristabilendo il Khaliphate sotto un unico stato arabo musulmano. Ovviamente non è mai arrivato. Ormai IS sta cercando di ottenere più o meno la stessa cosa con altri mezzi. È un sogno tra i musulmani che brucia da secoli e riappare ogni pochi decenni.
@jwenting La caratterizzazione dell'UAR come "Khaliphate" potrebbe essere fuorviante, poiché le persone al potere sia in Egitto che in Siria erano laiciste. Non erano filo-occidentali, ma erano clienti della SU e il loro discorso non era religioso ma anticolonialista.
@SJuan76 ha entrambi fatto appello ai sentimenti musulmani delle loro popolazioni per creare e accettare l'unione, da cui il riferimento al ristabilimento del khaliphate. E mentre politicamente laicisti (anche comunisti), i leader di entrambe le nazioni erano essi stessi musulmani (piuttosto che atei, come i loro protettori in URSS).
@jwenting: Dire che la UAR (e l'ideologia panaraba dietro di essa) stavano tentando di "ristabilire il Califfato" è come dire che l'UE sta cercando di ristabilire il Sacro Romano Impero. I fondatori moderni del panarabismo siriano negli anni '30, ad esempio, includevano due cristiani e un ateo (Constantin Zureiq, Zaki al-Arsuzi e Michel Aflaq).
Simili a questo c'erano gli [Stati arabi uniti] (https://en.wikipedia.org/wiki/United_Arab_States), la [Federazione araba] (https://en.wikipedia.org/wiki/Arab_Federation) e la [ Federation of Arab Republics] (https://en.wikipedia.org/wiki/Federation_of_Arab_Republics).
@MartinSchröder Gli UAS, AF e FAR di cui parli erano associazioni libere, mai riconosciute come stati né aderenti alle Nazioni Unite (almeno non lo posso dire dalla mia rapida lettura). Quindi, nel contesto di questa domanda (fusione della sovranità), * non * simile alla Repubblica Araba Unita.
Caro Down-Voter, per favore lascia una critica insieme al tuo voto.
@jwenting - Considero ancora quella terminologia molto sciatta. Non c'è stato alcun tentativo di installare un califfo, né alcuna intenzione di farlo, né alcun tentativo di coinvolgere musulmani non arabi (ad esempio: i turchi, che in realtà detengono il precedente califfato). La parola "arabo" nel nome dovrebbe essere un grande indizio del fatto che il concetto di fondazione era etnico, non religioso.
#4
+10
Xerxes
2016-09-19 18:38:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Che ne dici della Repubblica Dominicana che invita la Spagna a riprendere l'amministrazione nel 1861?

La Repubblica Dominicana ha una storia complicata che prevede 3 tentativi di unirsi volontariamente a un altro paese. Hanno vinto l'indipendenza dalla Spagna nel 1822 e si sono immediatamente uniti ad Haiti. Poi conquistarono l'indipendenza da Haiti nel 1844, ma 17 anni di malgoverno portarono a un disastro economico da cui l'ultimo presidente pensava che la Spagna potesse salvarli. Anche la rioccupazione non andò molto bene e nel 1865 riaffermarono l'indipendenza.

La nuova amministrazione voleva ancora cedere il potere a un paese più grande e cercò di convincere gli Stati Uniti a prendere il controllo , ma la misura è fallita al Senato degli Stati Uniti. Probabilmente era tutto per il meglio, dal momento che l'idea non sembra aver avuto il sostegno popolare nella Repubblica Dominicana. La Repubblica Dominicana è rimasta indipendente da allora.

(+1) Un piccolo cavillo, non sono sicuro di aver capito correttamente la tua parentesi ma Haiti vinse la sua indipendenza dalla Francia nel 1804. Non fu liberata o conquistata nel 1822 ma occupò la parte spagnola recentemente indipendente dell'isola (cioè la Repubblica Dominicana Repubblica).
@Relaxed Non è un piccolo cavillo; è un errore da parte mia. Ho provato a ripulirlo un po '.
#5
+8
edwinc
2016-09-19 18:45:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È interessante che la maggior parte delle persone sembri studiare / ricordare solo la storia europea.

Panama si è unita alla Colombia nei suoi primi anni dopo aver dichiarato l'indipendenza dalla Spagna. Hanno formato la Nuova Granada. Per un po 'anche Colombia e Venezuela si sono unite a formare la Gran Colombia di cui era presidente il grande Simon de Bolivar.

Panama era un vero paese indipendente prima di entrare in Gran Colombia? Ho scoperto le date in cui Panama ottenne l'indipendenza e si unì alla Gran Colombia esattamente lo stesso anno, il che rende poco chiaro se "aderì" alla Gran Colombia o se facesse parte della Gran Colombia dall'inizio. In effetti, da Google si ottiene che Panama dichiarò l'indipendenza il 10 novembre 1821 e la Gran Colombia fu istituita nel 17 dicembre 1821 ... meno di due mesi, troppo breve per affermare che era "uno stato sovrano che si unisce a un altro" (e che è senza parlare delle questioni del riconoscimento internazionale).
quindi un mese di sovranità non conta come sovrano? La legalità di qualsiasi contratto commerciale, trattato o accordo non è percepita come non valida solo perché è trascorso solo un mese. Panama era un paese molto giovane e temeva che la Spagna stesse per opporsi violentemente alla loro dichiarazione di indipendenza. La Spagna ovviamente controllava illegalmente i paesi in questo nuovo continente "scoperto". Panama stava semplicemente riaffermando l'indipendenza e la libertà che avevano prima che la Spagna la invadesse. Il riconoscimento o l'approvazione internazionale non è necessaria quando un paese decide di liberarsi.
La sovranità è una faccenda più complicata di un contratto d'affari, perché non esiste uno standard ben definito per essa. La sovranità è una questione confusa che coinvolge il controllo del territorio, il riconoscimento internazionale e le strutture di uno stato (governo, magistratura, ecc.). Il fatto che la dichiarazione di indipendenza e la petizione per entrare a far parte del Grand Colombia fossero ** lo stesso giorno ** e che l'unione fosse effettiva ** meno di un mese dopo ** rende difficile testare alcune delle questioni di cui sopra, dal momento che ci non era tempo sufficiente per il riconoscimento internazionale o lo sviluppo dello Stato.
In caso di confusione, lasciatemi dire che i miei ** dubbi ** su quando dovremmo considerare Panama come uno stato indipendente non intendono mostrare alcun tipo di mancanza di rispetto nei confronti di Panama o del suo popolo; la discussione se Panama debba essere considerata uno stato sovrano dal 1821, 1903 (indipendenza della Colombia sostenuta dagli USA) o da un'altra data non influisce affatto sul suo attuale status di nazione sovrana.
Risposta buona e interessante. Ho anche un esempio sudamericano, di seguito.
#6
+7
Graham
2016-09-19 23:07:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che l'unione di Tanganica e della Repubblica popolare di Zanzibar e Pemba soddisferebbe i tuoi criteri. Hanno cambiato il nome del nuovo paese in Tanzania.

#7
+6
Ezra
2016-09-19 00:59:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che la Germania dell'Est potrebbe essere considerata adatta alla tua domanda. Fu annessa volontariamente dalla Germania Ovest nel 1990. Fu chiamata unificazione ma per tutti i motivi pratici fu un'annessione.

Si potrebbe sostenere che è emerso un nuovo stato (o è stato ristabilito uno vecchio), piuttosto che un piccolo paese che ha rinunciato alla sua indipendenza. La Germania Ovest era economicamente più forte, ma perché avrebbe indicato che era la Germania dell'Est che si univa all'altra e non viceversa? Ma è colpa mia non includerla nella mia lista nella domanda. Immaginavo un paese più piccolo che rinunciava alla sua indipendenza senza cambiare il paese unito in qualcosa di troppo diverso.
Penso che quello che stai cercando sia una nazione che si assimila volontariamente in un'altra nazione, il che è piuttosto in contraddizione con la natura dello stato nazione. Anche così, la Germania orientale agli occhi di alcuni era una nazione diversa e se la Germania occidentale non fosse stata economicamente superiore alla Germania orientale, la loro voce, immagino, avrebbe risuonato con molte più persone rendendo l'unificazione meno fattibile.
@vsz Legalmente, ecco cos'era e come si chiama (* Beitritt * è ancora usato in alcuni contesti). Tutte le leggi e la costituzione della Germania Ovest rimasero valide ed estese al nuovo territorio. Alcune preziose leggi della Germania orientale sono state rimesse in vigore a livello locale e basta. Si noti che in realtà era dibattuto all'epoca, creare un nuovo stato era proprio la visione che avevano i creatori della legge fondamentale della Germania occidentale (articolo 146). Ma nel 1990 è stato deciso di utilizzare invece l'articolo 23 (e poi di rimuoverlo per indicare che non era prevista alcuna ulteriore estensione; l'articolo 23 riguarda ora l'UE).
@Ezra: Dal punto di vista dei tedeschi occidentali c'era solo * una * nazione tedesca.
@MartinSchröder e sono sicuro che è così che pensava la maggior parte dei tedeschi dell'est, ma sto suggerendo che c'erano molti incentivi per questo punto di vista, che senza di loro non è ovvio che questa nazionalità condivisa sarebbe esistita. Penso che stiamo assistendo a un processo simile in cui le nazioni più piccole come gli stati baltici, ad esempio, sono incentivate a scambiare la loro identità locale con una europea.
#8
+6
glglgl
2016-09-20 17:09:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dato che sono nato e vivo nella Saarland, vorrei aggiungere anche la storia del nostro piccolo "paese": siamo stati separati dalla Germania due volte (1919 e 1947) e abbiamo formato un altro o meno indipendente con stretti collegamenti economici con la Francia. Ma in entrambe le occasioni, "noi" (i nostri predecessori) sostanzialmente abbiamo votato per rientrare in Germania (alla fine del 1934 e nel 1955).

#9
+4
jgosar
2016-09-19 10:32:59 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sikkim

Nel 1975, il primo ministro del Sikkim fece appello al parlamento indiano affinché il Sikkim diventasse uno stato indiano. Nell'aprile di quell'anno, l'esercito indiano conquistò la città di Gangtok e disarmò le guardie del palazzo di Chogyal. Successivamente, si è tenuto un referendum in cui il 97,5% degli elettori ha sostenuto l'abolizione della monarchia, approvando di fatto l'unione con l'India. Il 16 maggio 1975, il Sikkim divenne il ventiduesimo stato dell'Unione indiana e la monarchia fu abolita.

Fonte: Sikkim (Wikipedia).

Il Sikkim non è diventato un protettorato dell'India nel 1950?
#10
+3
Ezra
2016-09-19 04:06:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Seguendo le linee della risposta di Peter Erwin, penso che anche l'UE dovrebbe essere presa in considerazione.

Legalmente, un paese che aderisce all'UE rinuncia a molti aspetti della sua sovranità alla nuova entità dell'UE che è in pratica guidata principalmente dalla Germania e dalle altre grandi nazioni occidentali.

Per le dinamiche dell'identità, che è quello che credo sia l'essenza di questa domanda, molti piccoli paesi stanno scambiando la loro vecchia nazionalità con una europea che è ancora per lo più definito dalle grandi nazioni occidentali.

Il Regno Unito dice che ti sbagli ... :-p
Inizialmente il Regno Unito era un membro fondatore. Difficile vedere cosa sia cambiato, ma la Gran Bretagna e lo "Splendid Isolation" generalmente vanno di pari passo con l'Europa ... e tuttavia la sicurezza rimane ancora falsa. L'esempio più spettacolare, direi, è stato l'URSS sotto Lenin. Quel ragazzo aveva davvero una visione che molte persone desideravano. Stalin fece comunque molta strada per rendere l '"Unione" sovietica altamente contraddittoria ... arrivando al punto di invocare una difesa della Patria quando i nazisti invasero proprio come gli zar avevano fatto durante Napoleone.
@user14394 Il Regno Unito non era un membro fondatore dell'UE.
@nvoigt Il Regno Unito era uno dei dodici membri fondatori dell'UE nel 1993. Non era tuttavia un membro fondatore della CEE che lo ha preceduto.
L'UE almeno * cerca * di essere composta da Stati sovrani strettamente vincolati dagli obblighi del trattato. Per fare un esempio molto "più piccolo", l'ICAO afferma che i firmatari mantengono la completa sovranità sui loro spazi aerei, anche se hanno accettato di emanare alcune leggi e di consentire ai voli stranieri l'accesso al loro territorio sovrano. L'UE si spinge molto oltre nel sfidarci a definire in che modo uno stato può essere vincolato da un trattato prima che non sia più "sovrano" nella pratica. * In linea di principio * fintanto che uno stato dell'UE ha ancora il proprio governo con il potere di lasciare l'UE e riprendere ogni autorità, è sovrano.
#11
+3
Anixx
2016-09-19 12:29:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ossezia dell'impero russo, Tuva si unì all'URSS.

Quanto è stato volontario?
Per quanto ne so, il racconto su entrambi era che erano giocattoli delle grandi potenze della loro epoca (Persia / Ottomani / Russia nel primo caso e Mongolia / Cina / Russia nel secondo), e la Russia sono stato l'ultimo potere a prenderli. Non c'è molto testo sulla meccanica nel primo caso. In quest'ultimo caso, il governo comunista che aveva rinunciato alla sovranità era appena salito al potere 5 anni prima con un colpo di stato sostenuto dai sovietici. Quindi non proprio.
#12
+3
Chris Kerlin
2016-09-21 02:52:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel 1963 Singapore e la Federazione della Malesia si fusero per formare la Malesia. Singapore divenne nuovamente indipendente nel 1965.

Fonte: History of Singapore (Wikipedia).

Ma Singapore non era un paese sovrano a quel tempo, vero? L'obiettivo principale dell'adesione alla Malesia era ottenere l'indipendenza dagli inglesi.
#13
+3
Tom Au
2016-09-23 00:15:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un possibile esempio fu la temporanea Confederazione Perù-Bolivia della fine degli anni 1830.

Perù e Bolivia erano stati "un territorio" durante l'era coloniale, ma divennero paesi separati durante le guerre di indipendenza. Dopo una breve guerra tra i due paesi, il generale del Perù Gamarra e il generale della Bolivia Santa Cruz hanno convenuto che i due paesi dovrebbero essere riuniti. Il Perù era il più grande (in termini di popolazione) e più forte dei due paesi, quindi era più desideroso di un'unione, o almeno di una Confederazione, nei primi giorni.

Quindi "Perù" si è suddiviso in Nord e Sud Perù, lasciando la Bolivia il più forte dei tre partiti, e il generale Santa Cruz nominalmente il capo dell'intero "paese". Non era così accettabile per i peruviani, specialmente per i peruviani del nord. Queste persone si sono schierate in una nuova guerra con i vicini Cile e Argentina contro la Bolivia e il Perù "meridionale". Il generale Gamarra riunì i due Perus e spodestò il generale Santa Cruz dal paese appena riunito con l'aiuto straniero, così la Bolivia prese la sua strada separata e Santa Cruz andò in esilio

#14
  0
Radovan Garabík
2016-09-22 19:15:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Repubblica dell'Estremo Oriente (sebbene non ampiamente riconosciuta a livello internazionale) si unì alla Russia sovietica nel 1922 e fu completamente integrata nel paese. La fusione è stata volontaria poiché il governo è stato comunque un fantoccio della Russia, ma immagino che la gente non volesse assolutamente rimanere separata dalla Russia.

Anche la creazione della stessa Unione Sovietica si qualifica: fusione di La Russia, la SFSR transcaucasica, l'Ucraina e la Bielorussia sono state volontarie nel senso che i loro governi al potere hanno approvato l'unione, e la gente non era così contraria alla (re) integrazione con la Russia, sebbene potessero avere cavilli con l'attuale governo e partito al governo.

"La fusione è stata volontaria poiché il governo è stato comunque un fantoccio della Russia" - beh ...
#15
-1
Clyde
2016-09-19 14:40:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono sorpreso che nessuno ne abbia parlato, anche se il concetto in sé era un po 'strano per me.

https://en.wikipedia.org/wiki/Franco-British_Union

La proposta Mollet del 1956 è il caso particolare a cui sto pensando, anche se è stata respinta.

Benvenuti in History SE. Riassumi il contenuto del collegamento e spiega come risponde alla domanda.
Penso che il PO chiedesse cose realmente accadute, non potenziali unioni o annessioni che non hanno mai avuto luogo.
#16
-3
Keith McClary
2016-09-19 19:50:41 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se includiamo Texas e Hawaii, potremmo anche menzionare la Repubblica di Crimea. Ci sono cavilli simili sulla legittimità di queste annessioni. I governi occidentali ei loro media corporativi e statali hanno deriso il voto schiacciante per l'adesione, ma i successivi sondaggi sponsorizzati dai governi canadese, tedesco e statunitense hanno trovato risultati coerenti, vedi Il popolo della Crimea preferisce stare con la Russia che con l'Ucraina?.

Bene ... la Repubblica del Texas esisteva da circa dieci anni prima dell'annessione (ed era riconosciuta dalla Francia e da molti altri paesi), e le Hawaii erano un regno indipendente prima del colpo di stato, e la Repubblica delle Hawaii esisteva da circa quattro anni prima dell'annessione. Considerando che la "Repubblica di Crimea" tecnicamente è esistita per circa un giorno, quindi non credo che siano paragonabili.
Non credo che si possa contare come "volontario", (e sì, forse anche le Hawaii) poiché la Repubblica in questione ha scoperto il suo desiderio di unirsi all'altro paese solo dopo che le truppe di quel paese l'hanno occupato. Il miglior confronto storico che io conosca per questo è il [Anschlus plebiscite] (https://en.wikipedia.org/wiki/Anschluss#German_troops_march_into_Austria) in Austria nel 1938
Spiacenti, -1 per i motivi indicati nei commenti.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...