Domanda:
Perché il trattato di Versailles è stato così duro?
Nix
2014-02-23 18:29:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando la Germania firmò l'armistizio nella prima guerra mondiale, era ancora (tecnicamente) in una posizione di contrattazione decente.

  • La Germania aveva ancora truppe in Francia e Belgio
  • Non c'erano forze nemiche in territorio tedesco
  • La Germania aveva già vinto la guerra sul fronte orientale
  • Le forze tedesche erano ancora in condizioni relativamente buone
  • Gran Bretagna e la Francia non erano motivati ​​per un'invasione della Germania, a causa del puro esaurimento (sebbene l'afflusso di nuove risorse e manodopera americani potesse averlo reso tecnicamente possibile)

Ora, non sono qui per sostenere che la Germania sarebbe potuta uscire vittoriosa. Avevano perso alleati, stavano iniziando a perdere terreno e non erano più in grado di rinforzarsi adeguatamente. Se la guerra fosse stata autorizzata, molto probabilmente avrebbero affrontato la sconfitta totale prima di quanto forse si aspettassero le potenze alleate.

Tuttavia, considerando i punti sopra esposti, mi chiedo perché le potenze alleate abbiano chiesto una pace così dura .

Alla Germania non è stato concesso un posto al tavolo delle trattative e, a parte enormi riparazioni di guerra, perdite territoriali, smilitarizzazione e altri termini, sono stati persino costretti a cedere i territori che avevano già acquisito nel trattato di pace sul fronte orientale.

Molti di voi probabilmente noteranno che questo ha portato alla teoria della cospirazione, Dolchstoßlegende, che conclude che la Germania non ha perso i militari, ma piuttosto i traditori elementi a casa.

Alcuni sostengono anche che il trattato avesse lo scopo di rendere permanentemente inutile la Germania come potenza militare, ma che alla fine ebbe l'effetto opposto (giustificazione per riprendere ciò che era loro).

La Germania non si arrese, firmò un armistizio, e in effetti si trovava in una posizione molto negativa poiché la Germania interna stava sprofondando nella guerra civile. Se gli alleati lo avessero saputo, probabilmente non avrebbero firmato l'armistizio, ma avrebbero chiesto la resa totale. Il che avrebbe evitato la teoria della cospirazione e potrebbe persino aver evitato la seconda guerra mondiale.
È vero. Se non avessero firmato l'armistizio, probabilmente avrebbero affrontato la sconfitta totale il prima possibile. Modificherò il testo per riflettere i tuoi punti.
Oltre alle altre risposte, sia la Francia che il Regno Unito avevano accumulato debiti molto ingenti con gli Stati Uniti durante la guerra, di entità simile alle riparazioni imposte alla Germania.
@MatthewFinlay Ah, interessante. Tuttavia, il presidente degli Stati Uniti Wilson era contrario alle dure sanzioni economiche, poiché avrebbero danneggiato l'economia europea (e in estensione, gli Stati Uniti). Anche la Gran Bretagna voleva mantenere la Germania finanziariamente stabile, poiché la considerava un potenziale partner commerciale. E alla fine è stato inutile: la Germania ha dovuto prestare denaro per poter pagare le riparazioni, provocando un'inflazione esplosiva.
@Nix Sfortunatamente, con gli Stati Uniti riluttanti a cancellare i loro prestiti, non c'era alcuna possibilità che il Regno Unito cancellasse i loro.
Forse è stato così duro perché la seconda guerra mondiale non era ancora avvenuta. (Certamente sembra duro col senno di poi.)
Non sono completamente sicuro del motivo per cui questa domanda è stata contrassegnata per l'esame di voti per chiudere, dopo un anno, con risposte multiple e (per questo se) un alto numero di voti positivi sulla domanda e risposta accettata. Posso vedere che (potrebbe essere) ampio, forse troppo ampio, E basato sull'opinione. Se questa domanda venisse posta ora, senza risposte, sarei d'accordo con la chiusura, ma così com'è, non sono d'accordo. (e sì, lo so che "se non è in argomento adesso, non lo era allora, ma poi di nuovo, forse no, poiché l'umore dei curatori cambia nel tempo)
Chiedo di lasciare la domanda così com'è, poiché ritengo che ci siano diverse risposte informative, obiettive e ben fornite. Le risposte giudicate dovrebbero essere sottovalutate o rimosse.
Rispetto al [Trattato di Brest-Litovsk] (https://en.wikipedia.org/wiki/T Treaty_of_Brest-Litovsk), Versailles era piuttosto moderata.
Sei risposte:
#1
+28
ichorallemande
2014-02-24 10:26:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che tu stia ponendo due domande: perché sono state imposte condizioni così dure e perché la Germania ha accettato.

Per quanto riguarda il motivo per cui sono state imposte: "Alcuni sostengono anche che il trattato fosse destinato a rendere la Germania inutile come potrebbe un militare […] "- Forse non del tutto, ma penso che questa sia la risposta. È quello che volevano i francesi e le loro preoccupazioni per la sicurezza hanno avuto la meglio sugli ideali di Wilson nei negoziati. La linea Maginot testimonia la paura della Francia di un'altra invasione tedesca, e non credo che la vendetta, o la necessità politica di soddisfare una sete di vendetta pubblica, possa essere scontata.

Per quanto riguarda il motivo per cui la Germania ha accettato , questa annotazione del diario di Albrecht von Thaer il 1 ° ottobre 1918 racconta la valutazione di Ludendorff sulla posizione della Germania in quel momento.

Ha detto approssimativamente quanto segue: è suo dovere dirci che la nostra situazione militare è terribilmente grave. Ogni giorno è possibile che ci possa essere una svolta sul fronte occidentale. Lo ha dovuto riferire negli ultimi giorni a Sua Maestà. Per la prima volta, O.H.L. [ Oberste Heeresleitung o Supreme Army Command] è stato chiesto da Sua Maestà, così come dal Cancelliere, cosa sono ancora in grado di realizzare l'O.H.L e l'esercito. D'accordo con il Field Marshall, ha risposto: l'O.H.L. e l'esercito tedesco è finito; la guerra non può più essere vinta; anzi, una sconfitta totale probabilmente non può più essere evitata. La Bulgaria è caduta. Probabilmente presto cadranno anche Austria e Turchia, al termine delle loro forze. Il nostro stesso esercito è purtroppo già gravemente infettato dal veleno delle idee spartachiste-socialiste. Non si può più fare affidamento sulle truppe.

Nel 1918, entrambe le parti stavano sviluppando strategie e tattiche che finora avevano fallito, ma mantennero la promessa di rompere lo stallo (attacchi coordinati di carri armati e fanteria, unità stormtrooper). L'offensiva di primavera è stata l'ultima possibilità per la Germania di metterli in atto con qualcosa di vicino al supporto logistico e al numero di truppe di crack di cui avevano bisogno - nel caso, non era abbastanza - e il suo fallimento significava che la migliore Germania doveva aspettarsi fu sconfitta per logoramento accelerata dall'arrivo degli Stati Uniti.

Inoltre, il Trattato non fu firmato fino al 28 giugno 1919, circa sette mesi e mezzo dopo il cessate il fuoco. Durante questo periodo gli alleati mantennero il blocco della Germania, molti morirono di fame (una fonte in quell'articolo suggerisce che 100.000 civili, sebbene gli alleati facessero tentativi per consentire il cibo in Germania), altri soccombettero al globale pandemia influenzale (che, tutto sommato, uccise più persone di quanti combattenti uccise la guerra) e il paese cadde in combattimenti di strada e rivoluzioni paramilitari.

Quindi la Germania non si è mai trovata in una posizione di contrattazione particolarmente buona (tutto quello che potevano offrire era abbreviare la sofferenza di tutti), ed era nel 1919 completamente alla mercé degli Alleati.

Non ne so abbastanza per formarmi un'opinione su questo, ma ecco Sally Marks sul storiografia del periodo successivo alla prima guerra mondiale: (apici omessi)

Per quasi quarant'anni, gli storici della diplomazia del ventesimo secolo hanno sostenuto che il trattato di Versailles era più ragionevole di quanto la sua reputazione suggerisse e che non ha causato di per sé la Depressione, l'ascesa di Hitler o la Seconda Guerra Mondiale. I loro sforzi hanno avuto scarso effetto, nonostante il best-seller di Margaret MacMillan Parigi 1919 . La visione distorta di Le conseguenze economiche della pace e delle altre opere di JM Keynes domina ancora sia la professione storica anglo-americana che il pubblico istruito di lingua inglese, sebbene Zara Steiner abbia sottolineato in The Lights Ciò non significava che il trattato di Versailles fosse il più mite degli accordi del 1919-20.

[…]

Dopo una grande guerra lunga e amara, i perdenti sono raramente trattati come vincitori. Il crollo militare della Germania è stato minimizzato. Le ultime battaglie contano di più e Berlino cercò un armistizio nella speranza di riorganizzarsi per combattere di nuovo solo quando il suo esercito si avvicinò alla disintegrazione. L'armistizio del novembre 1918 fu in realtà una resa, ma gli Alleati, senza pensarci, mantennero il termine tedesco che implicava solo un cessate il fuoco. Quello fu il primo errore alleato. Il testo richiedeva un rapido ritiro militare che solo l'esercito tedesco poteva realizzare, il che gli diede una grande influenza nella nascente repubblica tedesca. Il desiderio franco-belga di liberazione rendeva difficile evitare questo requisito.

[…]

Anche se i Quattro imposero perdite e vincoli alla Germania, molti dei quali temporanei, permisero che rimanesse il più grande stato europeo politicamente, economicamente e potenzialmente militarmente, poiché non hanno mai affrontato insieme la portata del potere tedesco e la possibilità del suo uso ostile. Possono essere incolpati per i fardelli apparenti e psicologici, oltre che per i reali, che hanno imposto ai democratici di Weimar; l'insufficienza delle clausole di esecuzione; ignorando i rischi di imporre la pace di un vincitore senza una volontà unitaria di imporla; le numerose punture del trattato ma relativa moderazione su molti punti chiave; la loro necessaria fretta e inutile disorganizzazione; e lasciando la Germania dominante sul continente, anzi, quando i legami di Versailles si sciolsero, più dominante di quanto non fosse stato prima. Soprattutto, per la combinazione cruciale della loro incapacità di garantire che i tedeschi capissero la loro sconfitta militare, il loro costante evitamento delle grandi questioni e il loro abbandono degli aspetti del potere tedesco, i vincitori fornirono inavvertitamente le condizioni preliminari per ciò che un funzionario di Weimar definì " continuazione della guerra con altri mezzi. "

Marks, Sally. "Errori e miti: gli alleati, la Germania e il trattato di Versailles, 1918-1921". The Journal of Modern History 85, n. 3 (settembre 2013): 632-659.

Il fatto che il trattato non sia stato firmato fino al 1919 è un buon punto - che ha lasciato agli alleati il ​​tempo di rendersi conto di quanto fosse miserabile la situazione in Germania. Ottima analisi, ottimo uso delle fonti. +1 e accetta. :)
#2
+14
EndlessLoop
2014-02-24 04:29:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci furono enormi perdite da tutte le parti, ma i francesi avevano subito le maggiori perdite dei maggiori alleati e il sentimento in Francia era estremamente ostile nei confronti della Germania.

Il premier francese Clemenceau era irremovibile sul fatto che volesse farlo. paralizzare il potere della Germania. Come ha detto a Wilson:

“L'America è lontana, protetta dall'oceano. Nemmeno lo stesso Napoleone poteva toccare l'Inghilterra. Siete entrambi protetti; non lo siamo ".

http://en.wikipedia.org/wiki/T Treaty_of_Versailles#French_aims

Nelle negoziazioni, Clemenceau era molto stridente su quanto dovessero essere punitive le condizioni, e aveva dietro di sé una logica relativamente solida.

O almeno così sembrava. L'ironia è, ovviamente, che il Trattato ha contribuito a fomentare le condizioni che hanno portato a un'altra devastante invasione tedesca della Francia nella seconda guerra mondiale.

... ma perché la Francia era in grado di dettare questi termini estremi, che rendono il trattato intrinsecamente instabile?
@einpoklum in realtà non hanno ottenuto tutto ciò che volevano, quindi c'era una parvenza di moderazione. Ma il motivo per cui avevano molto peso al tavolo è ampiamente spiegato nelle risposte già qui: condividevano un confine terrestre con la Germania e le loro perdite erano state enormi.
#3
+9
Pieter Geerkens
2014-02-24 01:28:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Durante la prima età moderna c'era una lunga tradizione di tributo pagato dalla parte perdente in una guerra. Man mano che le guerre divennero più grandi, più lunghe e più devastanti nel corso del XIX secolo, il tributo venne gradualmente reimmaginato come riparazione per i costi della guerra vinta dal vincitore.

Tuttavia, per farla breve, i termini del Trattato di Versailles erano così duri nei confronti della Germania perché i governi francese e prussiano / tedesco si erano alzati l'un l'altro nelle richieste di riparazione di guerra dal 1807, fino al 1815, 1871 e infine al 1919.

#4
+5
pugsville
2014-02-28 10:48:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I tedeschi cercarono un armistizio nel 1918. Gli alleati dettarono i termini per l'armistizio che erano molto rigidi e totalmente unilaterali, i tedeschi accettarono questi termini perché erano alla disperata ricerca di un armistizio. Era tutto tranne che per nome una resa, era abbastanza chiaro che il trattato di pace che seguì sarebbe stato un diktat, i tedeschi accettarono i termini. Al governo tedesco fu detto dall'esercito tedesco che un'ulteriore resistenza era impossibile e che QUALSIASI termine doveva essere accettato (la paura era il collasso sociale e la rivolta rossa).

I tedeschi accettarono i termini dell'armstice perché i tedeschi sentivano che non avevano altra scelta e che un'ulteriore resistenza militare era impossibile. Il mito di pugnalate alle spalle è proprio quella propaganda. La Germania fu completamente sconfitta.

I termini dell'armistizio erano molto duri e unilaterali in natura e l'intento principale dei duri termini dell'armistizio nel 1918 era di porre gli alleati in una posizione di negazione estremamente forte una volta che i colloqui di pace effettivi iniziò. La spesa per mantenere gli eserciti era enorme e desideravano una massiccia smobilitazione, i termini dell'armistizio furono costruiti in modo tale che quando i termini di pace furono discussi più tardi gli Alleati sarebbero stati una posizione ancora più forte di quanto non fossero nel 1918, il fatto che i termini di pace fossero duri dovrebbero non è stata una sorpresa visti i termini dell'armistizio.

La Germania ha cercato un armistizio basato sui 14 punti di Wilson, che includeva quasi tutte le perdite territoriali subite dalla Germania come parte del trattato di pace finale, in quanto tali le perdite furono si aspetta totalmente, e accettato dalla Germania quando ha chiesto l'armistizio. Alsazia-Lorriane, Polonia, Corridoio erano tutte a 14 punti.

Le riparazioni effettive erano vicine a una cifra suggerita dai tedeschi stessi.

https://en.wikipedia.org/wiki/World_War_I_reparations

"Il Trattato di Versailles (firmato nel 1919) e il Programma dei pagamenti di Londra del 1921 imponevano alla Germania di pagare 132 miliardi di marchi d'oro (33 miliardi di dollari USA) in riparazioni per coprire i danni civili causati durante la guerra. Questa cifra era divisa in tre categorie di obbligazioni: A, B e C. Di queste, la Germania era tenuta a pagare solo per le obbligazioni "A" e "B" per un totale di 50 miliardi di marchi (12,5 miliardi di dollari). Le restanti obbligazioni "C", che la Germania non ha devono pagare, sono stati progettati per ingannare il pubblico anglo-francese facendogli credere che la Germania fosse pesantemente multata e punita per la guerra. "

" Nel gennaio 1921, le potenze alleate divennero impazienti e stabilirono la somma di riparazione 226 miliardi di marchi d'oro. I tedeschi hanno risposto con un'offerta di 30 miliardi. [39] Il 24 aprile 1921, il governo tedesco ha scritto al governo americano esprimendo "la sua disponibilità a riconoscere ai fini della riparazione una responsabilità totale di 50 miliardi di marchi d'oro", ma era anche disposto "a pagare l'equivalente di questa somma in annu" ities adattato alla sua capacità economica per un totale di 200 miliardi di marchi d'oro ". [40] Inoltre, il governo tedesco ha dichiarato che" per accelerare la redenzione della bilancia "e" per combattere la miseria e l'odio creati dalla guerra ", la Germania era disposta a fornire le risorse necessarie e "intraprendere da sola la ricostruzione di borgate, villaggi e frazioni". [41] "

Hai perfettamente ragione sul fatto che "pugnalata alla schiena" fosse una bugia totale. Hai anche ragione sul fatto che l'armistizio sia stata una resa in tutto tranne che nel nome. Tuttavia, non ne consegue logicamente che il trattato di pace (a differenza dell'armistizio che è uno strumento militare, non diplomatico) avrebbe dovuto essere unilaterale e un * diktat *. Esempio: la Francia è stata inclusa nell'originale Congresso di Vienna e anche dopo i 100 giorni è stata effettivamente rappresentata lì. Per il precedente e per i 14 punti del presidente Wilson, la Germania avrebbe potuto aspettarsi un trattamento simile. (OTOH, puzzava anche il trattamento del 1871 della Francia da parte della Germania).
l'armistizio era un atto fondamentalmente politico (guidato dalla situazione militare) che la soluzione militare non era più disponibile e la soluzione diplomatico / politica doveva essere trovata con la sua mano molto molto indebolita dalla sua situazione militare estremamente povera, l'armistizio era un diktat, il la guerra era costata cifre enormi, i tedeschi sarebbero stati altrettanto duri se avessero vinto, davvero perché erano sorpresi? (alcuni dei trattamenti teorici come stare dietro il filo spinato erano semplicemente sciocchi)
Sebbene tu non sia sbagliato, la tua risposta sembra concentrarsi sull'armistizio del 1918, mentre la domanda riguarda il trattato del 1919. Tuttavia, è bene che tu citi l'armistizio, poiché io stesso l'avevo completamente trascurato.
Il mio punto sull'armistizio è che i termini erano una guida ragionevolmente buona per quello che sarebbe successo alla conferenza di pace, che i tedeschi avevano la giusta idea che non avrebbero ottenuto rapporti facili. I termini dell'armistizio erano totalmente unilaterali, i tedeschi erano d'accordo perché avevano poca scelta, e sapevano che la conferenza di pace sarebbe stata un dettato. Sono stati picchiati e lo sapevano.
#5
-2
landroni
2014-02-24 16:04:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Forse le ragioni per cui è scoppiata la guerra in primo luogo possono far luce sul perché il Trattato di pace fosse così duro. Mi piace particolarmente questa versione informale del blog dell'Economist: "War parallels".

[..] le manovre diplomatiche prebelliche somigliavano a un gigantesco esercizio di teoria dei giochi , in cui i vari governi prendevano decisioni sulla base delle loro ipotesi sulle motivazioni degli altri governi. [enfasi nel testo originale]

[..]

I francesi desideravano disperatamente aggrapparsi all'alleanza russa come contrappunto alla Germania, soprattutto perché non erano sicuri della forza dell'impegno britannico.

[..]

Se la Francia ha bisogno di affrontare la Germania, aveva bisogno di una battaglia in cui i russi fossero partner disponibili, quindi l'agenda francese era in un certo senso sottomesso agli obiettivi russi; se la Germania ha bisogno di affrontare la Russia, è meglio farlo prima piuttosto che dopo.

Quindi, secondo me, i francesi furono un importante catalizzatore negli eventi precedenti la prima guerra mondiale. E i loro sforzi, fin dall'inizio, erano diretti a tenere sotto controllo la Germania. Non sorprende quindi che i francesi abbiano insistito sulla clausola tedesca di "colpa di guerra" nel trattato di Versailles.

-1 Temo - un'analisi troppo facile ...
#6
-4
jjack
2015-08-01 23:23:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La Germania era percepita come l'aggressore e la causa della prima guerra mondiale dalle potenze alleate. Ha dato carta bianca alla sua alleata Austria, che stava per dichiarare guerra alla Serbia solo perché il successore austriaco al trono è stato ucciso da un serbo bosniaco. I tedeschi attaccarono la Francia eseguendo il loro "Piano Schlieffen" che richiedeva che marciassero attraverso il Belgio, che era alleato con la Gran Bretagna.

La situazione tedesca alla fine del 1918 era piuttosto disperata sul fronte: la Germania non aveva modo di contrastare i carri armati, il che rendeva obsoleta la guerra di trincea, e gli Stati Uniti avevano portato in guerra nuove truppe.

Questa è una descrizione di ciò che è accaduto all'inizio della prima guerra mondiale, non una risposta alla domanda. Anche altri paesi sconfitti furono visti come aggressori e non ricevettero termini come Versailles: mi venne in mente la Francia dopo le guerre napoleoniche. Devi spiegare cosa c'era di diverso nella Germania nella prima guerra mondiale.
Questa è una risposta alla domanda. E la domanda non è "cosa c'era di diverso nella Germania nella prima guerra mondiale" ma "perché il trattato di Versaille era così duro". Dovresti vedere la differenza.
E semplicemente "essere visto come l'aggressore e sconfitto" difficilmente spiega la durezza data ai precedenti storici.
Senza precedenti è facile esagerare. Dopo la seconda guerra mondiale, le condizioni non erano così dure.
Dare carta bianca all'Austria è una percezione totalmente falsa. L'Austria, alias la monarchia austro-ungarica, fu tagliata a pezzi e la maggior parte se data ad altri paesi o furono creati nuovi paesi indipendenti. Dal punto di vista territoriale, la monarchia austro-ungarica è uscita molto peggio e de facto ha cessato di esistere (a differenza della Germania, che è rimasta).
La carta bianca fu data all'Austria dalla Germania all'inizio della prima guerra mondiale, quando l'Austria attaccò la Serbia.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...