Domanda:
In che misura le donne hanno partecipato alla guerra aerea durante la seconda guerra mondiale?
user2237
2013-07-01 03:14:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

enter image description here

Ho letto che Lydia Vladimirovna Litvyak e Katya Budanova, quest'ultima è nella foto sopra, erano piloti di caccia dell'aviazione sovietica durante la seconda guerra mondiale.

Dato che non riesco a trovare altre donne pilota di caccia durante la seconda guerra mondiale, né tra USAF e RAF né tra Luftwaffe, mi chiedo se siano esistite e, più in generale, quale fosse il loro ruolo nella guerra aerea.

Quindi , la domanda è: fino a che punto le donne hanno partecipato alla guerra aerea durante la seconda guerra mondiale?

Nessuna ricerca per sostenerlo, ma tra le maggiori potenze penso che l'URSS fosse l'unico paese che impiegava donne in ruoli di combattimento a qualsiasi titolo. Negli Stati Uniti le donne venivano utilizzate per traghettare aerei (bombardieri esp) dagli Stati Uniti alle zone di combattimento, quindi potrebbero esserci stati casi di donne coinvolte in combattimenti aerei, ma penso che solo l'URSS le abbia inviate in battaglia
Quando dici "partecipa" intendi "ha volato in combattimento" o "ha aiutato la guerra aerea"?
Tre risposte:
#1
+19
Kobunite
2013-07-01 19:56:01 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nel Regno Unito le donne hanno svolto un ruolo estremamente importante, e anche estremamente sottovalutato, nella guerra aerea come piloti dell'ATA - ausiliaria del trasporto aereo. L'ATA era una formazione civile il cui scopo era quello di traghettare velivoli nuovi, riparati e persino danneggiati da e verso aeroporti in tutto il Regno Unito verso ogni destinazione (inclusi aeroporti in prima linea, fabbriche e cantieri di demolizione - ma esclusa la portaerei). Ha anche fatto volare personale urgente verso le loro destinazioni e ha svolto compiti di ambulanza aerea ove appropriato.

Circa 168 donne (secondo la BBC, ma wikipedia dice 166) donne hanno volato per l'ATA durante la guerra sotto il Comandante Pauline Gower, MBE e tutti erano volontari da tutto il Commonwealth, oltre a piloti dagli Stati Uniti, Neatherlands, Polonia e uno dall'Argentina. All'inizio queste donne si limitavano a pilotare aerei non da combattimento, ma alla fine furono autorizzate a pilotare tutti gli aerei, dagli Spitfire alle barche volanti e ai Lancaster.

Non so se qualcuna delle donne pilota ATA sono stati coinvolti in combattimenti aerei durante il traghettamento di combattenti (anche se lo fossero, non sono sicuro che avrebbero avuto munizioni) ma visto che è noto che i piloti donne hanno volato Spitfire dalla fabbrica Supermarine di Hamble, vicino a Southampton, è possibile. L'articolo della BBC sopra riportato dice che 15 donne morirono durante il traghettamento di un aereo.

Tra i piloti dell'ATA figurava la pionieristica aviatrice britannica Amy Johnson, morta insieme ad altre 14 donne pilota mentre svolgeva il ruolo fondamentale traghettare aerei militari come parte dello sforzo bellico.

Come nota a margine interessante, le donne dell'ATA sono state le prime donne nel Regno Unito ad essere pagate come un uomo che fa lo stesso lavoro dal 1943, che era la prima volta che il governo britannico autorizzava la pratica.

È mia opinione personale che queste donne abbiano svolto un ruolo molto importante nella guerra aerea combattuta dal Regno Unito: senza i loro sforzi i piloti di prima linea sarebbero rimasti senza aerei più a lungo e avrebbero dovuto traghettare essi stessi gli aerei. I piloti dell'ATA hanno indubbiamente svolto un ruolo importante nella Battaglia d'Inghilterra (anche se è impossibile dire cosa sarebbe successo senza di loro), e attraverso i loro compiti di piloti di ambulanza aerea avrebbero contribuito a salvare molte, molte vite. / p>

Ci sono molti libri disponibili sulle donne che volano nell'ATA (non li ho letti tutti in mente):

Spitfire Girls - Gould, Carol

The Piloti dimenticati - Curtis, Lettice

The Female Few: Spitfire Heroines of the Air Transport Auxiliary - Hyams, Jacky

Womens Auxiliary Air force (WAAF)

Un'altra formazione di donne che erano vitali per la guerra aerea nel Regno Unito, e di conseguenza l'ETO, erano le donne della WAAF. Al suo apice, fino a 2000 donne a settimana si arruolavano in una forza che superava le 180.000.

Queste donne svolgevano compiti di ampia portata ed estremamente importanti. Mentre le uniche donne pilota erano limitate a volare nell'ATA, le donne dei palloni di sbarramento con equipaggio WAAF, lavoravano su rapporti meteorologici e di intelligence, manutenzione degli aeromobili, trasporto e comunicazioni.

Per evidenziare il ruolo che queste donne giocato, e il loro impegno ad esso ho questa citazione dal sito web dell'associazione WAAF:

Guardando la Commemorazione, quelli di noi che erano lì hanno riflettuto sul nostro passato, quando così tanti di noi furono strappati dalla nostra vita tranquilla a causa della guerra. Abbiamo viaggiato da paesi, città e villaggi di queste isole e da paesi più lontani, dirigendoci verso centri di reclutamento per offrire i nostri servizi al nostro paese. Non sapevamo cosa aspettarci e per molti fu un brusco risveglio: le prime mattine, le faccende domestiche, la disciplina e per molti lo spaventoso schianto di bombe e il rombo di aerei, la maggior parte dei quali non erano nostri.

Le nostre vite sono cambiate radicalmente, ma in quel vortice di guerra molti di noi sono cresciuti, hanno imparato a condividere, hanno scoperto il cameratismo e hanno appreso notizie. Abbiamo imparato ad affrontare la morte e il disastro su quegli aeroporti molto tempo fa. Sulle postazioni di bombardieri e caccia abbiamo perso molti amici, soprattutto uomini, ma le bombe sono indiscriminate e anche la WAAF ha sofferto. Mentre uscivamo dal memoriale, con i suoi lunghi elenchi di mestieri, abbiamo ricordato i nostri amici di molto tempo fa, li abbiamo ricordati con affetto e per alcuni con tristezza. Li ricorderemo per sempre.

Iris Catlin

Women Airforce Service Pilots (WASP)

The Women Airforce I piloti di servizio furono il risultato della combinazione del distaccamento di addestramento al volo delle donne e dello squadrone di traghetti ausiliari delle donne (entrambi formati separatamente nel 1942) nel 1943. Mentre WASP era sotto la direzione dell'aeronautica militare degli Stati Uniti, erano strettamente piloti eventuali benefici o onori militari. A differenza delle donne dell'ATA, anche le WASP erano pagate meno delle loro controparti maschili. Nonostante ciò, le donne sono state addestrate insieme ai piloti USAAF all'Avenger Field di Sweetwater, in Texas. WASP ha cifre davvero impressionanti, circa 25.000 donne hanno fatto domanda per unirsi al servizio, ma solo 1.830 sono state accettate e 1.074 sono uscite dalla formazione. Queste donne erano tutte in possesso di licenze di pilota commerciale (quelle accettate comunque) e apparentemente hanno volato per circa 60 milioni di miglia.

Eravamo ancora civili. Tutta la nostra formazione consisteva nel creare piloti [Army] AirCorps

* Jane Tedeschi (articolo della CNN)

In modo molto simile all'ATA, il WASP era un'organizzazione paramilitare progettata per liberare i piloti di traghetti maschi per assumere compiti di combattimento. Le donne del WASP hanno pilotato quasi tutti i tipi di aerei da combattimento statunitensi e sono state le prime donne a farlo. Il loro ruolo principale era quello di far volare l'aereo dalle rispettive fabbriche alle basi di addestramento USAAF e ai porti di imbarco, oltre a questo volavano anche voli di trasporto, rimorchiavano bersagli AA e simulavano corse di mitragliamento, tra le altre cose.

Mentre il le donne dell'ATA e della WAAF hanno ricevuto riconoscimenti durante tutta la guerra e dopo la guerra alle donne che prestavano servizio in WASP non sono stati nemmeno accordati gli onori fondamentali. Circa 38 donne sono morte, tutte in incidenti, mentre in servizio e le loro famiglie dovevano pagare per la restituzione dei loro resti e sulla bara non è stato permesso di mettere la bandiera degli Stati Uniti. Dopo la guerra, le donne non hanno beneficiato del GI Bill Improvement Act del 1977 - in effetti il ​​loro ruolo non è stato completamente scoperto fino all'inizio di quell'anno.

Dopo lo scioglimento del programma, I record di WASP sono stati sigillati, contrassegnati come segreti e conservati in archivi per più di 30 anni, ha detto Parrish. I registri furono aperti nel 1977 dopo un comunicato stampa dell'Air Force che affermava erroneamente che stava addestrando le prime donne a pilotare aerei militari per gli Stati Uniti.Le donne che volavano aerei militari durante la seconda guerra mondiale fecero pressioni sul Congresso e con l'aiuto del senatore Barry Goldwater ottennero un disegno di legge approvato che ha conferito lo status di veterano di WASP.

Mark Gomez, Mercury News

Il ruolo del WASP era importante quanto l'ATA e ha migliorato la capacità di produzione degli Stati Uniti assicurando che gli aerei potessero essere consegnati dove erano necessari. Senza il WASP, gli aerei sarebbero stati accatastati nelle loro fabbriche in attesa di un pilota di traghetto o gli squadroni in prima linea sarebbero stati privi di piloti da combattimento.

Nel 2009, il presidente Obama e il Congresso degli Stati Uniti ha riconosciuto l'importanza del loro servizio assegnando alla WASP la Medaglia d'Oro del Congresso dicendo:

Le donne pilota del servizio aeronautico hanno coraggiosamente risposto alla chiamata del loro paese in un momento di bisogno mentre aprivano una pista per il donne coraggiose che da allora hanno dato e continuano a dare così tanto al servizio di questa nazione. Ogni americano dovrebbe essere grato per il suo servizio e sono onorato di firmare questo disegno di legge per dare loro finalmente un po 'del riconoscimento che meritano.

Presidente Barack Obama

Altre formazioni simili

Oltre a WASP, ATA e WAAF Canada e Australia avevano entrambe formazioni simili composte da donne.

Il Royal Canadian La divisione femminile dell'Air Force (originariamente l'aeronautica militare ausiliaria canadese delle donne, CWAAF) è stata modellata sulla WAAF del Regno Unito ed è stata creata per colmare una lacuna lasciata dagli uomini richiesti per i compiti in prima linea. A differenza delle formazioni di cui sopra, le donne della RCAFWD non hanno pilotato aerei ma hanno invece sollevato uomini da compiti quali lavoro amministrativo e d'ufficio, assistenti dentali, assistenti attrezzature, osservatori meteorologici, operatori telefonici, fotografi, operatori wireless, operai tessili, sarti, personale di lavanderia, cuoco. ( Fonte) I loro compiti furono ampliati con il progredire della guerra, ma non per includere i compiti di volo. Oltre 17.400 donne hanno prestato servizio in tutto il mondo, con trenta donne che hanno perso la vita.

L'aeronautica australiana ausiliaria delle donne ( Wikipedia, Australian War Memorial) è stata fondata nel 1941 dopo aver esercitato pressioni da parte di donne che volevano servire il loro paese e dal capo della Air Staff che voleva liberare uomini per il servizio in prima linea. Circa 27000 donne hanno svolto ruoli di comunicazione e manutenzione in tutta l'Australia. Come la RCAFWD, le donne della WAAAF non svolgevano compiti di volo.

Conclusione

Oltre alle mini-conclusioni che ho scritto prima, mi piacerebbe per aggiungere che sono quasi certo che senza il servizio e il sacrificio delle donne nelle suddette formazioni la guerra aerea in entrambi i teatri sarebbe progredita in modo molto diverso, senza queste donne le infrastrutture necessarie per sostenere e continuare la guerra sarebbero state ridotte. Il ruolo dei piloti da combattimento, spesso giustamente, eclissa le incredibili azioni delle donne che hanno prestato servizio nelle formazioni.

Non solo hanno assunto ruoli di terra che altrimenti sarebbero stati richiesti agli uomini, ma hanno assicurato che gli squadroni di prima linea venivano forniti di aerei funzionanti trasportandoli attraverso i paesi e testandoli dopo la riparazione. Inoltre, penso che sarebbe negligente da parte mia non menzionare quanti progressi queste donne hanno fatto politicamente e socialmente nei loro rispettivi paesi.

Luftwaffe

Non riesco davvero a trovare molto sulle donne che servono nella Luftwaffe. Tuttavia, ho trovato questo sito che dice che le donne furono arruolate nella macchina da guerra tedesca, in parte come Luftwaffenhelferinnen ( "Luftwaffenhelferin" significa letteralmente "donna aiutante dell'aeronautica", probabilmente "donna dell'aeronautica militare ausiliario "nell'attuale formulazione degli Stati Uniti. - Jwenting) per fornire servizi di segreteria prima di essere riassegnato a compiti di combattimento / difesa aerea come faro ed equipaggi AA. Sebbene non fossero tecnicamente membri delle forze armate, erano soggetti a disciplina e regolamenti militari.

La Wikipedia su Hanna Reitsch suggerisce che almeno alcune di queste donne hanno volato in test e altri ruoli (anche se non sono sicuro dei ruoli di combattimento).

Nota: grazie a jwenting per avermi ricordato il WAAF, per aver segnalato WASP e per la traduzione.

E non dimenticare il WAAF (http://www.waafassociation.org.uk/) che al suo apice era quasi 200.000.
e US WASP (equivalente a ATA, http://waspmuseum.org/ http://www.c-spanvideo.org/program/id/220813)
Ho aggiunto una sezione sul WAAF, e questo pomeriggio / sera scriverò sugli equivalenti WASP e Commonwealth. Grazie per i suggerimenti! Non riesco a credere di essermi dimenticato del WAAF - palmo della mano.
Dato che hai ampliato la tua risposta per includere ruoli di base, potresti considerare di menzionare un paio di altre cose. Il ramo femminile dell'esercito britannico, il servizio territoriale ausiliario (ATS) ha svolto vari compiti in relazione alle difese antiaeree britanniche - ho trovato alcune [foto a colori] (http://ww2today.com/27th-december-1942-the -life-of-an-ats-ack-ack-girl) di loro in azione. Sempre dal 1941 le donne furono reclutate nel [Royal Observer Corps] (http://en.wikipedia.org/wiki/Royal_Observer_Corps) che identificava e rintracciava aerei amichevoli e ostili nel Regno Unito.
"Luftwaffenhelferin" significa letteralmente "donna aiutante dell'aeronautica", probabilmente "ausiliaria donna dell'aeronautica militare" nell'attuale dicitura statunitense. Ricordo di aver letto (non so dove) che un bel po 'di donne tedesche gestivano postazioni antiproiettile intorno a fabbriche e città, specialmente più tardi durante la guerra.
@Nigel Harper - grazie, li aggiungerò tra poco. Alcune di quelle foto a colori sono fantastiche, quasi troppo belle. :-) TY!
@jwenting C'è un'altra parola tedesca "Flakhelferinnen" che sembra riferirsi specificamente alle donne che prestano servizio in ruoli antiaerei.
Quando i WASP stavano traghettando gli aerei in Europa, erano disarmati. Le pistole non erano nemmeno montate, figuriamoci caricate. Se si imbattevano nella Luftwaffe, dovevano fuggirli per sopravvivere. Qualcosa sulle ragazze non dovrebbero mai interpretare ruoli di combattimento, o "non spareranno ad aerei disarmati".
@Zither13 Assolutamente! Le donne pilota nel Regno Unito non potevano nemmeno difendersi con le armi laterali in caso di imbattersi nel nemico!
#2
+12
Kunikov
2013-07-01 03:22:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non puoi definire esattamente quale "ruolo" hanno giocato le donne. È stato decisivo? Non quando si trattava della guerra aerea. La maggior parte delle donne piloti, navigatrici, armature, meccaniche, ecc. Si trovano sul fronte orientale. Tre reggimenti aerei femminili furono istituiti dall'alto comando sovietico, che comprendeva combattenti, bombardieri notturni (soprannominati dalle streghe notturne tedesche) e bombardieri in picchiata. C'erano anche singole donne pilota / navigatrici sparse nei reggimenti maschili. Hanno guadagnato alcuni dei più alti premi e hanno subito perdite su base regolare contro coloro che combattevano l'Armata Rossa. Il loro contributo è stato importante, così come l'insieme delle 800.000 donne che si sono unite allo sforzo bellico sovietico, ma non è stato decisivo.

Non posso aiutare con il numero esatto di aerei abbattuti. Dubito che tali cifre esistano specificamente per le donne piloti / equipaggi, e se lo fanno, probabilmente non sono molto accurate.

Per ulteriori informazioni, vedere:

Night Witches: L'incredibile storia delle donne pilota russe nella seconda guerra mondiale.

Wings, Women, and War: Soviet Airwomen in World War II Combat.

Donne sovietiche in prima linea nella seconda guerra mondiale.

Donne sovietiche in combattimento: una storia di violenza sul fronte orientale.

Over Fields of Fire: Flying the Sturmovik in Action on the Eastern Front 1942-45.

non stai solo prendendo una vista unilaterale qui, ma anche una vista molto stretta. C'era un gran numero di donne coinvolte indirettamente nella guerra aerea in occidente, non solo come piloti di traghetti, ma nelle fabbriche, negli uffici di progettazione, nei test, ecc. Ecc., Ognuna di loro che liberava un uomo per compiti di combattimento.
Se vuoi fare una discussione, per favore fallo. Ho fornito quante più informazioni potevo, soprattutto perché il fronte orientale era l'unica area di operazioni che vedeva i piloti di sesso femminile prendere il volo su base giornaliera e affrontare regolarmente il nemico. Se desideri portare e qualificare i contributi "indiretti", vai avanti, poiché "liberare gli uomini per compiti di combattimento" è presupposto da molto e a corto di fatti.
#3
+4
Mark C. Wallace
2013-07-16 15:42:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho appena individuato la risposta dell ' Atlantic alla domanda

588 ° reggimento bombardieri notturni delle forze aeree sovietiche. La 588a era l'unità femminile più decorata di quella forza, volando 30.000 missioni nel corso di quattro anni - e sganciò, in totale, 23.000 tonnellate di bombe sugli eserciti tedeschi invasori.

È un buon articolo: quelle signore devono essere state senza paura.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...