Domanda:
Cosa temeva veramente il Sud che Lincoln o il Congresso avrebbero fatto per precipitare la Guerra Civile?
David Pfeffer
2019-03-11 16:47:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Anche se la guerra civile statunitense è stata combattuta per la schiavitù, non sembra che un'interpretazione della legge del 19 ° secolo supporti l'idea che il Congresso o il Presidente avrebbero potuto eliminare la schiavitù senza un emendamento costituzionale. Ciò avrebbe richiesto il consenso di almeno alcuni degli stati schiavi. (Vedi law.stackexchange dove abbiamo discusso di questa esatta questione legale.) Invece, sembra che il Congresso avrebbe potuto eliminare la schiavitù nel tempo con mille tagli fino a renderla antieconomica.

Detto questo, ci sono state specifiche azioni ostili alla schiavitù che gli stati del sud temevano che il governo federale dominato dal nord avrebbe intrapreso e che hanno provocato direttamente la guerra civile? Sembra improbabile che il Sud si sia separato dall'unione puramente per il clima politico e senza una minaccia diretta.

Ho esaminato le risposte a domande come Perché le elezioni di Lincoln hanno spinto gli stati del sud a secedere? e Perché gli stati del Sud si sono seccati? ma queste domande sembrano mascherare il fatto che nulla sembrava minacciare immediatamente la schiavitù del Sud. L'ammissione di altri stati non schiavi ha avuto un potenziale impatto a lungo termine nel rendere possibile la ratifica del 13 ° emendamento senza il supporto di alcuno stato meridionale. Ma perché non aspettare fino al punto di svolta: la lotta per l'ammissione dell'ultimo stato che farebbe pendere la bilancia? O perché non aspettare la lotta per la ratifica sul tredicesimo emendamento stesso?

Potresti trovare il [Dibattito sulla dichiarazione della Secessione della Carolina del Sud] (http://history.furman.edu/benson/docs/scdebate3.htm) di interesse.
Inoltre, tieni tutte le informazioni pertinenti nella domanda, piuttosto che nei commenti.
Il Sud aveva discusso questo punto sin dal 1770; si separarono perché non credevano più che fosse possibile un compromesso accettabile. Chiunque sia mai stato coinvolto in una discussione esistenziale interminabile riconoscerà che l'escalation e l'uscita sono guidate più da motivi emotivi che da trigger razionali.
La schiavitù era più che altro un pretesto che un vero motivo. Come alcune delle risposte parlano, sono principalmente ragioni economiche e in qualche modo questioni politiche che hanno dato inizio alla guerra. Inoltre, il Sud era convinto di poter convincere la Gran Bretagna e / o la Francia a unirsi a loro attraverso pressioni economiche.
@xrorox: * La schiavitù era più che altro un pretesto che un vero motivo. Come parlano di alcune risposte, sono principalmente ragioni economiche e in qualche modo questioni politiche che hanno dato inizio alla guerra. * Dici "alcune delle risposte", anche se attualmente ce ne sono solo due. Non sono d'accordo con la tua affermazione e non credo che la mia risposta lo supporti. La schiavitù è stata la causa della guerra.
La schiavitù di @xrorox era la ragione economica più importante, oltre che la più importante politica, sociale, culturale
Quattro risposte:
#1
+15
sempaiscuba
2019-03-11 22:21:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

tl;dr

L'elezione del 1860 fu il punto di svolta per gli stati proprietari di schiavi. Era quindi chiaro che quegli stati non potevano più comandare la maggioranza al Congresso o in un'elezione presidenziale. Un compromesso tra gli stati del nord e del sud che sarebbe stato per loro accettabile semplicemente non era più possibile.


La tua tesi sembra basarsi su una falsa premessa. Gli stati del sud non si sono separati dall'Unione perché si sono opposti a una particolare politica o "impegno del manifesto" che doveva essere attuato dal nuovo presidente o senato. Per loro, il risultato delle elezioni del 1860 era esso stesso il punto di svolta.

Allora era chiaro che non solo gli stati proprietari di schiavi non potevano formare una maggioranza alla Camera o al Senato (molti "democratici del nord" si opponevano anche alla schiavitù), ma che (per la prima volta) un presidente potrebbe essere eletto senza portare nemmeno uno stato schiavista.


Le elezioni del 1860

Le elezioni presidenziali del 1860 hanno attirato la più alta affluenza alle urne nella storia americana. a quel tempo (81,2%). I risultati dei voti dei collegi elettorali statali mostrano il problema per il Sud:

1860 Election results

Lincoln è stato eletto - con un'ampia maggioranza dei voti del collegio elettorale - anche se non era riuscito a portare nemmeno uno stato proprietario di schiavi!


L'esempio della Carolina del Sud

Il Dibattito sulla dichiarazione di Secessione della Carolina del Sud del 24 dicembre 1860 aiuta a spiegare il problema dal punto di vista dei rappresentanti di quello stato.

Mentre noti giustamente che ' il principale fattore scatenante "per la guerra era la questione della schiavitù, non era affatto l'unico.


Molto The Address of the People of South Carolina è certamente dedicato al tema della schiavitù. Era ovviamente chiaro alle élite al potere della Carolina del Sud che un compromesso su questo argomento che sarebbe stato per loro accettabile non era più possibile.

Il Compromesso del 1850 aveva temporaneamente disinnescato un disputa di lunga data sul fatto che i nuovi Stati ammessi nell'Unione debbano consentire l'istituzione della schiavitù. Tuttavia, la tensione di fondo rimaneva ed era chiaro che gli stati proprietari di schiavi avevano in gran parte perso la discussione. L ' Indirizzo ha chiarito le preoccupazioni della Carolina del Sud nei seguenti termini:

"Se è giusto precludere o abolire la schiavitù in un territorio, perché dovrebbe essere consentito rimanere negli Stati Uniti? L'una non è affatto più incostituzionale dell'altra, secondo le decisioni della Corte Suprema degli Stati Uniti. "


Il Corte Suprema

La questione della Corte Suprema stessa era motivo di preoccupazione per gli stati schiavi:

"... gli Stati del Nord presto avranno il potere di fare di quella Corte ciò che vuole ... "


Tassazione

L ' Indirizzo ha anche sollevato la questione delle tasse e dei dazi sulle merci. Questi erano anche un punto di contesa tra il sud e il nord e furono ritenuti (da quelli del sud) progettati a beneficio degli stati del nord a spese del sud. The Address of the People of South Carolina osserva:

"... Le persone del Sud sono state tassate con dazi sulle importazioni, non per le entrate, ma per un oggetto incoerente con le entrate: promuovere, mediante divieti, gli interessi del Nord nelle produzioni delle loro miniere e manufatti. "

e

"... Il popolo degli Stati del Sud non viene tassato solo a beneficio degli Stati del Nord, ma dopo che le tasse sono state riscosse, i tre quarti di esse vengono spesi al Nord."

I commenti non sono per discussioni estese; questa conversazione è stata [spostata in chat] (https://chat.stackexchange.com/rooms/91100/discussion-on-answer-by-sempaiscuba-what-was-the-south-actually-afraid-lincoln-o) .
Un altro punto di svolta era ora inevitabile: poiché il Sud aveva perso la capacità di bloccare l'aggiunta di nuovi stati liberi, sarebbe inevitabilmente scivolato sotto 1/4 degli stati e non sarebbe stato in grado di bloccare gli emendamenti costituzionali che vietavano la schiavitù.
Lincoln vinse le elezioni del 1860 con solo il 40% dei voti popolari, il che significa che il 60% delle persone che si preoccupavano di votare ha votato per qualcun altro.
@JMS In realtà solo il 39,8%, ma comunque 10 punti in più rispetto al suo rivale più prossimo (Stephen Douglas con il 29,5%, seguito da Breckinridge con il 18,1% e poi Bell con il 12,6%). E sì, i voti combinati degli altri candidati superavano il voto di Lincoln di quasi un milione di voti. Ma niente di tutto questo aveva importanza. Quello che * importava * nelle elezioni presidenziali (allora come adesso) era il collegio elettorale, e lì Lincoln vinse 180 voti su 303 (Breckinridge era 2 ° nei voti del collegio elettorale con 72, anche se ottenne solo il 18,1% del voto popolare. Douglas ha ottenuto solo 12 voti del collegio elettorale).
@sempaiscuba, La tua risposta afferma erroneamente che le elezioni presidenziali del 1860 hanno dimostrato che gli stati schiavi "non potevano più comandare una maggioranza .... in un'elezione presidenziale" Il fatto è che i candidati pro schiavitù hanno ricevuto come dici tu il 60,2% del voto popolare. Quindi il tuo intero argomento è specioso. I risultati delle elezioni presidenziali avevano meno a che fare con un "punto critico" e più a che fare con la rabbia del sud nei confronti di Steven A. Douglas per il suo sostegno alla sovranità popolare nell'atto del Kansas Nebraska. Questo ha portato il Sud a diluire i voti pro schiavitù su 3 candidati.
@JMS Come ho detto, il voto popolare contava poco se non poteva sostenere il collegio elettorale. E se i candidati pro-schiavitù avessero ricevuto più voti popolari? Ciò che contava (ed è ancora ciò che conta) è la maggioranza dei voti dei collegi elettorali. Notate quanti voti elettorali del collegio Douglas ha ricevuto, nonostante la sua quota di voto popolare. Il sostegno diviso nel Sud era irrilevante, dal momento che anche i voti del college elettorale combinato per gli altri candidati non potevano sconfiggere Lincoln.
#2
+12
user2848
2019-03-11 22:32:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Spesso assumiamo per impostazione predefinita che le persone prendano decisioni razionali sulla base di informazioni complete. Questo è discutibile nel caso della secessione del sud, ma accettiamolo come premessa e chiediamoci se consente una spiegazione del perché la Confederazione si separò nel 1861 piuttosto che aspettare più tardi. Sosterrò che c'erano tre ragioni razionali che potevano spiegare questa decisione di non aspettare.

Riallineamento politico

Il nuovo Partito Repubblicano aveva appena vinto il suo prime elezioni presidenziali, con una massiccia maggioranza di 180 voti su 303. È vero che Lincoln ha vinto solo nel 53% degli stati, che è molto al di sotto della maggioranza dei 3/4 che sarebbe stata richiesta per approvare un emendamento costituzionale fuorilegge schiavitù. Tuttavia, gli stati schiavisti stavano guardando a una situazione in cui i partiti si erano definiti secondo linee ideologiche rispetto alla schiavitù e, con questa nuova formazione, sarebbero stati probabilmente esclusi dalla Casa Bianca per sempre. Il Partito Repubblicano aveva la maggioranza alla Camera e aveva spostato il bilancio dei voti al Senato al punto in cui i Democratici non controllavano più la maggioranza. I proprietari di schiavi guardavano per sempre alla prospettiva dell'oblio politico. L'Occidente stava crescendo rapidamente (come simboleggiato dall'elezione di Lincoln, dall'Illinois), quindi se l'Unione avesse continuato ad ammettere stati liberi, sarebbe stata messa in atto una bomba a orologeria demografica.

Il Partito Repubblicano era completamente nemico degli schiavisti ' interessi. Il loro slogan era "lavoro libero, terra libera, uomini liberi" e la loro piattaforma non richiedeva un'ulteriore espansione della schiavitù.

Quindi gli schiavisti del sud non avevano motivo razionale di aspettare prima di agire, perché c'era nessuna vera speranza di riconquistare il potere politico. Questa è stata la ragione della loro insistenza sui diritti degli Stati e sull'annullamento.

Come analogia moderna, sono un americano che è rimasto scioccato e sgomentato dal dirottamento del Partito Repubblicano da parte di Trump e dall'elezione a presidente. Se credessi che i Trumpisti abbiano un vincolo demografico al potere che probabilmente durerà per generazioni, sarei estremamente amareggiato e radicalizzato.

Economia

Oltre alla bomba a orologeria politica, c'era anche una bomba a orologeria economica. Il Nord si stava rapidamente industrializzando e aumentando di popolazione, e aveva una rete ferroviaria ben sviluppata che si rivelò un enorme vantaggio durante la guerra. Non è ovvio per me che il regime di schiavitù del sud lo abbia capito chiaramente, ma la premessa qui è che proveremo a spiegare la loro decisione contro il ritardo partendo dal presupposto che fossero attori razionali con informazioni complete. In base a questo presupposto, la ribellione successiva sarebbe chiaramente condannata se il Nord avesse scelto di combatterla, mentre la ribellione immediata avrebbe maggiori possibilità.

Sicurezza

No l'equilibrio politico può reggere senza la sicurezza della proprietà e del territorio. Il Sud aveva assistito alla rivoluzione haitiana, alla ribellione di Turner e, più recentemente, al raid di John Brown su Harpers Ferry. L'élite schiavista che deteneva il potere politico ed economico aveva una paura molto reale e giustificata di una rivolta degli schiavi. Sebbene il Partito Repubblicano abbia formalmente espresso disapprovazione per Brown, è stato salutato come un eroe e un martire da molti nel Nord. I proprietari di schiavi vedevano i loro schiavi sia come proprietà che come una potenziale minaccia per la sicurezza, e stava diventando chiaro che non avrebbero avuto un orecchio comprensivo per le loro lamentele sulla minaccia rappresentata sia dalla loro proprietà che da loro.

Quindi cosa c'è di razionale nell'aspettarsi un trattamento più favorevole come paese straniero che come parte degli Stati Uniti con una voce al governo, anche se in calo? E sicuramente era ovvio che il modo più semplice per prevenire le rivolte degli schiavi era abolire la schiavitù, e che i proprietari di schiavi che insistevano nel mantenere la schiavitù stavano rischiando la vita dei bianchi nel sud per profitto ..
@MAGolding: La separazione con successo ha ripristinato una precisa uguaglianza a livello legale: da paese sovrano a paese sovrano. Chiaramente questa prospettiva è stata vista dall'élite meridionale come preferibile allo * status quo *.
Solo un cavillo di formulazione: dici "la Confederazione si separò nel 1861" ma in realtà, la Confederazione era formata da singoli stati che si erano separati individualmente, in date diverse, a partire dalla fine del 1860. Dopo la formazione, più stati si separarono e si unirono.
#3
+5
user27618
2020-05-17 06:58:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Domanda: cosa temeva veramente il Sud che Lincoln o il Congresso avrebbero fatto per precipitare la guerra civile?

Risposta breve: il fattore scatenante della guerra civile negli Stati Uniti non è stata l'elezione di Lincoln alla presidenza. Gli Stati Uniti avevano prima il presidente contro la schiavitù, persino abolizionista, e non avevano provocato la guerra civile. Il fattore scatenante della guerra civile fu piuttosto la perdita della battaglia nel Senato degli Stati Uniti per l'entrata nell'Unione dello stato del Kansas come stato libero. Il sud aveva esaurito tutte le loro opzioni legislative al Senato per impedire al Kansas di entrare nell'Unione come stato libero. Con l'ingresso del Kansas nell'Unione, l'equilibrio tra stati schiavi e liberi al Senato che aveva protetto la schiavitù era sparito e sarebbe solo peggiorato. Alla fine il Sud dovette accettare l'abolizione della schiavitù, o secedere. Hanno scelto di secedere. Kansas e ciò che significava è ciò che ha provocato la secessione, non Lincoln.

Risposta dettagliata: Gli Stati Uniti avevano avuto molti presidenti prima di Lincoln che si opponevano alla schiavitù. La maggior parte di loro infatti ha parlato pubblicamente dei mali della schiavitù. Alcuni come Jefferson erano apertamente contrari alla schiavitù mentre possedevano loro stessi schiavi.

Jefferson Views on Slavery
"L'abolizione della schiavitù domestica è il grande oggetto del desiderio in quelle colonie in cui si trovava, purtroppo, introdotti nel loro stato infantile. Ma prima dell'affrancamento degli schiavi che abbiamo, è necessario escludere tutte le ulteriori importazioni dall'Africa. "

Ma altri ancora come John Adams e John Quincy Adams si opposero alla schiavitù senza mai possedere schiavi stessi ed erano critici sia in teoria che in pratica.

Il punto di vista della Presidenza era quindi irrilevante per la pratica della schiavitù fintanto che gli stati schiavi detenevano abbastanza voti nel Senato degli Stati Uniti per proteggere l'istituzione da coloro che avrebbero messo al bando la pratica. L'inizio della guerra civile non riguardava l'elezione di Lincoln. La data più influente è stata l'ammissione del Kansas all'Unione. Se la presidenza di Lincoln fosse stata ciò che il Sud era turbato dal Sud, avrebbe cercato di bloccare l'elezione di Lincoln sostenendo il candidato democratico più moderato Stephen A Douglas, che simpatizzava con il Sud, piuttosto che dividere i loro voti tra due candidati regionali Breckenridge e Bell che sapevano che non avevano alcuna possibilità di ottenere alcun sostegno al di fuori del sud.

Allo stesso modo il sud non avrebbe spinto per la legalizzazione de facto della schiavitù nel nord, sostenendo il Runaway Slave Act del 1850 insieme ai drammatici sforzi compiuti per far rispettare tale atto nel corso degli anni 1850. Questo atto alla fine ha distrutto la via di mezzo nel paese. La schiavitù sarebbe ovunque o non sarebbe da nessuna parte. Questo è ciò che ha portato allo scioglimento del partito whig con la sua lunga storia di compromessi con il sud nel 1854. Questo è ciò che ha portato alla creazione e alla popolarità del Partito Repubblicano.

L'evento più influente all'inizio della guerra civile fu la conclusione del Kansas Nebraska Act, che il Sud aveva originariamente annunciato come una grande vittoria nel 1854, quando fu approvato con il sostegno schiacciante del Sud. Kansas Nebraska ha detto che gli stati schiavi o liberi che entrano nell'unione non sarebbero più stati accoppiati per mantenere un equilibrio al Senato, come era stato fatto da quando Vermont e Kentucky erano i primi due stati ad entrare nell'unione dopo le 13 colonie originali; ma da questa data sarebbe stata decisa dalla sovranità popolare.

L'ammissione del Kentucky e del Vermont all'Unione del Kentucky all'Unione:
Il Vermont pareggerà la situazione;
Ancora La Pennsylvania detiene la bilancia,
E né il Sud né il Nord prevale.

Quando divenne chiaro alla sovranità della pupa meridionale, la stragrande maggioranza dei nuovi stati occidentali avrebbe portato come stati liberi e, cosa più importante, non c'era più nulla che i senatori del sud potessero fare per impedire che ciò accadesse. Fu allora che gli stati del sud iniziarono a lasciare il sindacato.

Il sud aveva combattuto una guerra di 5 anni in Kansas (vedi sanguinamento Kansas) per assicurarsi di entrare nell'unione come uno stato pro schiavista e aveva perso. Ciò significa che una volta che lo Stato del Kansas è entrato nell'Unione, il sud non poteva più bloccare la legislazione federale con i propri voti al Senato per proteggere la schiavitù. Così la schiavitù è stata fatta negli Stati Uniti e così è stata la lotta generazionale del sud combattuta con il nord per preservarla. Era solo questione di tempo e il Sud lo sapeva. Questo è ciò che provocò la Secessione del Sud.

Il Kansas aveva proposto la Costituzione Topeka contro la schiavitù il 15 dicembre 1855; ei sostenitori del Sud al Senato degli Stati Uniti lo avevano tenuto in commissione e ne avevano bloccato la ratifica.

Questo è il momento in cui il senatore Charles Sumner , che si pronunciava a favore dell'ammissione immediata del Kansas nell'Unione come stato libero, fu attaccato e quasi ucciso sul piano del Senato degli Stati Uniti dal rappresentante Preston Brooks.

Ancora una volta nel 5 gennaio 1858, il Kansas presentò la sua Costituzione al Senato degli Stati Uniti per la seconda volta e di nuovo la Camera la ratificò ma il Sud fu in grado di bloccarla. Poi nel 1859 il Kansas ratificò e presentò una terza costituzione contro la schiavitù e questa volta il Sud aveva speso tutte le sue obiezioni. Questa è la costituzione Wyandotte che non potevano bloccare; ed è per questo che il Sud è riuscito dall'Unione ed è ciò che alla fine ha provocato la guerra civile americana.

  • Aprile 1860, la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti accetta la costituzione contro la schiavitù del Kansas (Wyandotte)
  • 6 novembre 1860 Viene eletto il presidente Lincoln Presidente
  • 20 dicembre 1860 Carolina del Sud: stato n. 1 a lasciare l'Unione
  • 9 gennaio 1861 Mississippi: stato n. 2 a lasciare l'Unione
  • 10 gennaio 1861 Florida: # 3 Stato di lasciare l'Unione
  • 11 gennaio 1861 Alabama: # 4 Stato di lasciare l'Unione
  • 19 gennaio 1861 Georgia: # 5 Stato di lasciare l'Unione
  • 21 gennaio 1861, il Senato degli Stati Uniti vota e approva la costituzione Wyandotte. Votazione boicottata dal Sud
  • 26 gennaio 1861 Louisiana: lo Stato n. 6 lascerà l'Unione
  • 29 gennaio 1861 L'ammissione del Kansas come stato libero divenne effettiva
  • 1 febbraio 1861 Texas: lo Stato n. 7 lascerà l'Unione
  • 4 marzo 1861 discorso di inaugurazione di Lincoln
  • 12 aprile 1861 I bombardamenti di Fort Sumter iniziano a Carolina del Sud

La data più influente dei primi sette stati che lasciarono l'unione (20 dicembre 1860-1 febbraio 1861) non fu la vittoria elettorale di Not Lincoln il 6 novembre 1860 o il suo giuramento in carica il 4 marzo 1861; Era il tentativo del Sud di bloccare il voto sulla Costituzione del Kansas e la successiva entrata del Kansas nel sindacato e cosa ciò significhi per la base di potere del Sud. Di cosa aveva paura il Sud? Avevano paura che un senato degli Stati Uniti con una maggioranza di stati liberi alla fine avrebbe approvato leggi contro la schiavitù.

#4
-4
Tom Evans
2020-05-17 05:15:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Esattamente quello che ha fatto: rivendicare la suprema autorità nazionale sul popolo dei singoli stati. Nel frattempo, gli stati del sud sostenevano che poiché ogni stato si era iscritto volontariamente all'unione, aveva il diritto di lasciare l'unione; perché la Costituzione non li univa espressamente come un unico stato-nazione (sotto).

Nel 1776, ogni stato fu dichiarato dai suoi rappresentanti uno stato libero e indipendente, "con il pieno potere di imporre la guerra, concludere la pace, contrarre alleanze, stabilire il commercio e fare tutte le altre cose che gli stati liberi e indipendenti possono di diritto fare. " 1

E quando questi stessi rappresentanti firmarono gli Articoli della Confederazione nel 1781, ciascuno di loro conservò il proprio stato sovranità, libertà e indipendenza. 2

E quando nel 1783 conquistarono ufficialmente l'indipendenza dalla Gran Bretagna, il Trattato di Parigi riconobbe espressamente ogni stato nome come "stati liberi, sovrani e indipendenti. " 3

Quindi ogni stato dichiarò la propria esistenza nel 1776 come nazione completamente separata a se stessa; e questo fu vinto dalla rivoluzione nel 1783.

Nel frattempo, la Costituzione fu ratificata dal "popolo" di ogni stato; ciascuno separando il proprio stato particolare dagli Articoli della Confederazione. ignaro dei desideri degli altri 12 stati. 4

Il primo di questi era Deleware.

Quando il legislatore del Deleware ha presentato la Costituzione al popolo di Deleware, ha abdicato alla suprema autorità legislativa all'elettorato del Deleware: cioè i cittadini elettori dello stato del Delaware.

Questo ha stabilito i cittadini-elettori di ogni stato, come autorità finale della propria nazione separata. 5

Questo ha stabilito formalmente un precedente che ogni stato poteva secedere dai patti con altri stati, come potrebbe fare qualsiasi stato-nazione sovrano.

Allo stesso modo, la Costituzione non ha unito gli stati come un unico nuovo stato-nazione, come mostra una semplice lettura. A differenza di quando i regni di Inghilterra e Scozia si unirono espressamente per formare l'unico nuovo regno di Gran Bretagna nel 1707; 6 gli Stati Uniti non si sono mai espressamente uniti per formare un unico nuovo stato.

Invece, la Costituzione - proprio come la Dichiarazione di Indipendenza e gli Articoli della Confederazione - era un patto tra stati-nazione separati . Proprio come lo erano stati gli Articoli della Confederazione: o come l'UE o l'ONU oggi.

La differenza era che era tra le persone di ogni stato-nazione che lo stava ratificando; piuttosto che i governi statali. Ancora una volta, questo iniziò con il popolo del Delaware, che fu il primo a ratificare la Costituzione; e poi il popolo della Pennsylvania ha ratificato la Costituzione.

Ma ogni stato è rimasto una nazione separata, e il suo rispettivo popolo è rimasto l'autorità finale sul il rispettivo stato-nazione.

Ancora una volta, la Costizione ha semplicemente assicurato l'autorità legislativa suprema ai rispettivi cittadini-elettori dello stato; e a loro volta hanno semplicemente delegato il potere ai loro subordinati nel governo statale e federale. Il resto della Costituzione ha semplicemente enumerato i dettagli di queste delegazioni; ma ancora una volta queste non erano altro che delegazioni, che erano soggette all'autorità finale dei cittadini elettori dello stato, che potevano annullare il loro governo statale e federale in qualsiasi momento; cioè i cittadini-elettori dello stato, erano il potere supremo sul loro rispettivo stato-nazione.

Questa è sia un'opinione sprezzante se non supportata, sia un'incapacità di affrontare in modo significativo la domanda posta. Questo è un sito di domande e risposte, non un sito di discussioni.
È completamente supportato con citazioni.
Questo non risponde affatto alla mia domanda.
Certo che sì. Se l'UE ha risposto alla Brexit con l'invasione, allora la domanda sarebbe ovvia sul motivo per cui il Regno Unito si è separato: cioè è una nazione sovrana e l'UE la tratta come uno stato dipendente. Questo è _precisamente_ quello che stavano facendo gli Stati Uniti. ai singoli stati, e gli stati del sud ne stavano prendendo il peso più forte tenendo la minoranza al Congresso. Avevano già combattuto una rivoluzione nel 1776 per evitare di essere trattati come colonie di un impero, e così ora qui i loro compagni erano trattandole di nuovo come colonie di un impero. Questo è un problema nel libro di CHIUNQUE.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...