Domanda:
Qual era lo status degli arabi cristiani durante le crociate?
YUASK
2011-11-02 07:58:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gli arabi cristiani hanno avuto un ruolo attivo nelle crociate in Terra Santa o in qualsiasi momento del loro viaggio in Terra Santa? O erano vittime dei crociati? I crociati facevano tipicamente differenza tra arabo cristiano o ebreo quando raggiungevano Gerusalemme?

Buona domanda. È facile dimenticare a volte che c'erano molti cristiani (e in misura minore ebrei) in Arabia / Medio Oriente anche prima dell'alba dell'Islam.
Solo un'altra nota: la maggioranza dei cristiani del Medio Oriente sarebbe stata non araba, sebbene nelle principali aree di combattimento (il Levante), gli arabi cristiani sarebbero stati più numerosi dei cristiani non arabi.
E un'altra nota: molto probabilmente i cristiani arabi sarebbero stati ex sudditi dell'Impero bizantino (e quindi ortodossi) o di altre chiese cristiane orientali (siriache, ecc.). Agli occhi dei crociati, probabilmente erano solo uno leggermente migliore dei musulmani.
Credo che tu intenda cristiani mediorientali, non "cristiani arabi". In effetti, è molto probabile che un arabo non fosse cristiano e viceversa.
I cristiani nel Levante per la maggior parte erano monofisiti e non avevano amore per i cristiani ortodossi bizantini.
Tre risposte:
#1
+34
Steven Drennon
2011-11-04 20:32:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La maggior parte delle informazioni che ho trovato indica che i cristiani arabi sono stati coinvolti nel fuoco incrociato tra i musulmani e i crociati cristiani. In effetti, venivano spesso massacrati insieme ai musulmani. Molto probabilmente questo era perché i crociati non volevano rischiare di essere infiltrati da musulmani che si spacciavano per cristiani.

Ironia della sorte, le crociate indirettamente hanno contribuito al declino del cristianesimo in Medio Oriente. All'epoca in cui hanno avuto luogo, gli arabi cristiani costituivano effettivamente la maggioranza della popolazione in molte aree. Ciò non fu dovuto solo alle morti attribuite direttamente alle Crociate, ma anche all'introduzione di malattie portate nell'area dai Crociati. Inoltre, l'eventuale e graduale dirottamento del commercio internazionale portò molti arabi cristiani a lasciare l'area per seguire le rotte commerciali da cui dipendevano per la sopravvivenza.

In definitiva, non sembra che i cristiani arabi in qualsiasi momento abbiano mai contribuito in modo significativo agli sforzi bellici cristiani durante le crociate.

Se i cristiani fossero stati massacrati insieme ai musulmani, direi che anche le crociate hanno contribuito direttamente al declino del cristianesimo in Medio Oriente.
http://israel-lightontonations.blogspot.com/2011/11/in-middle-east-finding-inscription-in.html
Ho anche letto (cercherò di scavare dove) che intere città assediate furono massacrate indipendentemente dall'effettiva religione dei singoli abitanti. Sospetto che il concetto di un cristiano arabo sarebbe sembrato un ossimoro al tuo tipico crociato (come probabilmente accade a molti cristiani "a bassa informazione" oggi).
Può essere utile menzionare l'attacco e il saccheggio della (allora cristiana) Costantinopoli da parte dei crociati durante la quarta crociata.
Non erano arabi, ma mostra l'atteggiamento generale dei crociati contro i cristiani orientali. C'è una fonte che purtroppo al momento non riesco a trovare, che sostiene che alcuni cristiani siriani si siano effettivamente presentati armati di fronte ai crociati, la loro intenzione era quella di assistere i crociati. Sono stati massacrati.
#2
+7
SAEED
2013-01-11 22:53:16 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I crociati non si sono mai veramente preoccupati della religione. Volevano solo espandere la loro sovranità usando la religione incitando il popolo ad andare in guerra e liberare la Terra Santa dai musulmani.

Non era perché i crociati non volevano rischiare di essere infiltrati dai musulmani in posa come cristiani, ma invece a causa della natura dei crociati che sono venuti dall'Europa con poca esperienza su quella che viene chiamata convivenza.

L'Europa come continente non ha accumulato tale esperienza nella sua eredità storica se posso dire che perché era una società di religione unica con alcuni ebrei perseguitati di volta in volta. Lo stesso problema si presentò di nuovo con i nativi americani pochi secoli dopo.

Nemmeno i crociati si unirono, ogni gruppo di persone si unì in base alla nazionalità. I cristiani furono massacrati con chiunque e tutti gli altri per mano dei loro fratelli nella fede, un fatto che portò molti dei villaggi cristiani ad abbandonare il cristianesimo e ad aderire all'Islam.

Il comandante cristiano guidava l'esercito di Saladino, un palestinese di Ako chiamato Isa Alwam. I cristiani del Medio Oriente sono stati ignorati dai cristiani dell'Occidente, forse perché sono fedeli alla loro nazione araba. Mi chiedo cos'altro c'è?

Prima di tutto un caloroso benvenuto a [email protected] Sebbene la tua risposta contenga argomenti validi, puoi trovarli ad es. in A. Maalouf, dovresti reperirli accuratamente prestando attenzione in particolare a segnare una netta separazione tra i fatti dalle interpretazioni storiche, ed evitare generalizzazioni (ad esempio "Il crociato non si è mai veramente preoccupato della religione" è - in generale - falso, specialmente per la prima fase e per i laici comuni)
D'accordo con astbada qui. In realtà mi piace molto il contenuto di questa risposta. Se non altro, è una bella prospettiva. Ma questo non dovrebbe essere un forum per pezzi di pura opinione generale.
+1 per aver provato. Sono gentile con noob :) Riprova. Metti le fonti.
non riesco a trovare isa alwam.
Cosa @T.E.D. aveva detto.
Il comandante cristiano che hai citato sembra essere un musulmano secondo Wikipedia in arabo https://ar.wikipedia.org/wiki/%D8%B9%D9%8A%D8%B3%D9%89_%D8%A7%D9%84 % D8% B9% D9% 88% D8% A7% D9% 85 anche se il suo nome era 'Isa = (arabo.) Gesù e ha chiamato il sub o il nuotatore perché è entrato nella città assediata di Ako facendo immersioni e ha portato del cibo ...
#3
+6
pugsville
2014-04-08 11:32:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La maggior parte della popolazione cristiana era abbastanza non militarizzata durante il periodo dei crociati. COSÌ generalmente non partecipavano agli affari militari. Le eccezioni erano gli armeni e i maroniti.

Vari cristiani armeni erano alleati con i crociati, la contea di Edessa era una sorta di stato misto, con molti matrimoni misti con la gente del posto e crociati.

I maroniti (cristiani in quello che oggi è il Libano) si allearono con i crociati.

+1 per aver indicato gli armeni. Ma la tua prima frase potrebbe essere un'eccessiva generalizzazione: anche se non sei militarizzato, essere massacrato da coloro che lo sono ti rende un partecipante agli affari militari.
Quello che voglio dire è che alla maggior parte dei cristiani ortodossi nell'area della Palestina semplicemente non è stato richiesto o permesso di portare armi per alcune generazioni, quindi "abbastanza non militarizzati". Potrebbero esserci state anche alcune tribù beduine cristiane in giro.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...