Domanda:
Gli storici sostengono l'esistenza di fratelli di Gesù?
Revolucion for Monica
2018-08-22 23:32:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gesù non ha un fratello in alcune tradizioni cristiane, sua madre Maria è una vergine perpetua. Ad esempio, la chiesa cattolica sostiene questa teoria come un theologoumenon, vale a dire un'affermazione teologica presentata come fatto storico della realtà percepibile solo nella fede. Per quanto intrighi la mia esperienza di paramedico, mi chiedevo quale fosse il punto di vista degli storici per quanto non ho molte fonti ma:

  • Pierre-Antoine Bernheim che fa notare in Giacomo, fratello di Gesù che, inoltre, Paolo non qualifica mai Pietro o Giovanni come fratelli del Signore.

  • I Vangeli e gli scritti paolini usa sempre la parola greca adelphos , "fratello", e non anepsios , "cugino" che sembra essere il punto di vista dello storico padre John P. Meier in Un ebreo marginale. Secondo l ' insegnante di lingue Meha il fatto che il greco distingua il termine fratello (adelphos) dal termine cugino (anepsios), mentre l'ebraico non lo fa, non parla in alcun modo della questione dell'estensione dell'uso di questo termine di fratello al tempo.

  • Alcuni estratti della Bibbia si possono leggere in epistola ai Galati (1, 19), Paolo chiama Giacomo "il fratello del Signore". Nella prima lettera ai Corinzi (9: 4-5), menziona altri fratelli del Signore che hanno il diritto di prendere le loro mogli durante la loro missione apostolica. È chiaro nella formulazione di Paolo che confronta i suoi diritti con "altri apostoli e fratelli del Signore, e Cefa (cioè l'apostolo Pietro)", che non attribuisce la qualifica di fratello del Signore solo a pochi individui specifici.

Gli storici sostengono l'esistenza di fratelli di Gesù? E forse la perenne verginità di Maria, madre di Gesù? Con quali metodi o supporto?

Vorrei solo sottolineare ai lettori che le risposte dovrebbero riguardare lo stato attuale della ricerca tra [* Storici * che studiano questo campo] (https://en.wikipedia.org/wiki/Historical_Jesus). L'analisi teologica e anti-teologica è off-topic su questo sito.
@T.E.D., Sì, è ovvio!
Sono sicuro che molti storici hanno studiato "l'esistenza dei fratelli di Gesù" ma "la perpetua verginità di Maria" sarebbe probabilmente al di fuori del loro ambito (e comunque impossibile da documentare).
Ho sentito molte volte che la parola "fratello" era usata per indicare parenti stretti, non solo cugino ma anche membri del clan. Non sono sicuro che si tratti di una questione puramente linguistica (la lingua pertinente - aramaico? - non ha parole separate per 'fratello' e 'cugino' o membro del clan) o se si tratta di una questione culturale (da un'usanza comprensibile in un tribale società, tutti i parenti stretti venivano semplicemente chiamati "fratello" nel solito discorso, almeno quando l'esatto rapporto familiare non era il problema). Quindi, in realtà, quel collegamento linguistico non risponde interamente al problema
* Gesù non ha un fratello in alcune tradizioni cristiane, sua madre Maria è una vergine perpetua. * - I due concetti non sono in contrasto tra loro.
Tre risposte:
#1
+25
LаngLаngС
2018-08-23 01:28:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gli storici concordano ampiamente sul fatto che molto probabilmente c'era un personaggio storico di nome Gesù. Sono d'accordo che questa persona forniva il progetto o lo spazio di proiezione per la convinzione che era centrata su e intorno a lui. Una credenza che era una setta ebraica durante la sua vita e in seguito si è lentamente trasformata in ciò che oggi conosciamo come cristianesimo. Ho scritto "ampiamente" perché ci sono alcune teorie - spesso piuttosto marginali - là fuori ( esempio: tutto uno stratagemma sinistro e inventato).

Gli storici non sono d'accordo su nulla su "quello", il Gesù della cristianità . Questo perché non abbiamo abbastanza fonti storiche veramente indipendenti su il Gesù. Tutte le fonti contemporanee a metà sono documenti di fede e quindi intrinsecamente un po 'dubbiose per la ricerca storica, e questa dubbiosità per i loro dettagli pesa più pesante in quanto non ci sono fonti corroboranti della sua vita. Questo è un dilemma storico oltre che teologico chiamato Ostergraben (tedesco per trincea pasquale, o forse più opportunamente: spaccatura, o abisso, persino abisso?). Questo è il Big Bang per il cristianesimo e gli storici non possono vedere il passato della persona che ha causato questo botto.

Solo il Gesù vivente è di interesse per gli storici, mentre i cristiani sono interessati al Gesù vivente, i morti Gesù, e specialmente il Gesù risorto dai morti - cioè: dopo la Pasqua - e la chiesa in via di sviluppo, leggende, storie, testi e dottrine.

Questo dilemma persiste quando si esaminano i fratelli di Gesù. Alcuni testi e sicuramente alcune tradizioni ecclesiastiche riportano di alcuni suoi fratelli. Giacomo essendo il più importante, si presume essere il primo capo della sinagoga di Gerusalemme (poiché era un seguace ebreo di Cristo; per non provocare proteste qui, chiamiamola anche "una chiesa") che mandò missionari giudaizzanti ad Antiochia per imporre un cristianesimo più ebraico tra quei seguaci del Vangelo un po 'più lassista che san Paolo stava insegnando lì. (Cf Galati così come la spiegazione). Quindi molto probabilmente c'era almeno un Giacomo.

Gli storici devono presumere una certa cosa che era o forse è molto controversa per alcune denominazioni del cristianesimo. Vale a dire che un Gesù era un uomo, un essere umano mortale. Nato con mezzi convenzionali da Maria e Giuseppe (o almeno un altro maschio mortale come padre biologico). Ciò porta alla conclusione che doveva essere un ragazzo ebreo relativamente normale in una famiglia ebrea biologicamente ordinaria. Quel tipo di famiglie intorno al Mar di Galilea tendevano ad essere un po 'più grandi di quanto sia comune oggi.

Se un Gesù storico esistesse, allora purtroppo non sappiamo molto di lui da fonti bibliche esterne. Ma se esisteva un Gesù, allora molto probabilmente esistevano anche i suoi fratelli e sorelle. Il livello di dettaglio che conosciamo su di loro è quindi solo leggermente inferiore a quello del Gesù storico. Ma tieni presente che per gli storici ciò equivale ancora a "non molto".

Queste "alcune tradizioni" che non aveva un fratello sembrano abbastanza contraddittorie alla maggior parte di ciò che è canonico anche nella Bibbia. Anche se non è sempre quando un Giacomo nella Bibbia è effettivamente il Giacomo di Nazaret che sarebbe il fratello. Ciò è esemplificato dal dibattito intorno al cosiddetto ossario di Giacomo. Per coloro che vogliono credere questa è una prova fisica inconfutabile. E questa "è la prova" è una prospettiva legittima anche tra gli storici. Ma tra gli storici non è l'unica prospettiva in materia e non è nemmeno particolarmente forte.

La cosa più sorprendente è che quello che è considerato il primo

autore al di fuori la chiesa che menziona Gesù è lo storico ebreo Flavius ​​Josephus, che scrisse una storia del giudaismo intorno al 93 d.C. Ha due riferimenti a Gesù. Uno di questi è controverso perché si ritiene che sia stato corrotto dagli scribi cristiani (probabilmente trasformando il racconto negativo di Giuseppe Flavio in uno più positivo), ma l'altro non è sospetto - un riferimento a Giacomo, il fratello di "Gesù, il cosiddetto Cristo ".

Quindi il primo caso di attestazione multipla di un Gesù storico che è ancora generalmente accettato proviene da un antico storico nel suo Libro 20, capitolo 9, 1 delle Antichità al "fratello di Gesù, che era chiamato Cristo, il cui nome era Giacomo".

Finora, basato principalmente su le letture di Gerd Theissen & Annette Merz: "The Historical Jesus: A Comprehensive Guide", Augsburg Fortress, 1998. Si noti che Theissen è un teologo e storico oltre che sociologo e non solo un rappresentante di un planctus ecclesiae germaniae.

Il James oggetto di questo studio non è prominente nella tradizione della chiesa contemporanea. Il cattolicesimo romano guarda a Pietro come al fondatore apostolico della sua tradizione, e le chiese della Riforma guardano indietro a Paolo. Anche quando si parla di Giacomo, normalmente viene in mente per primo il figlio di Zebedeo e il fratello di Giovanni. È diventato noto come il James maggiore, mentre il nostro James è talvolta conosciuto come "il minore" e si pensa che sia il figlio di Alfeo. Con questa identificazione va il presupposto che il cosiddetto fratello del Signore fosse, appunto, un cugino, allontanandolo da Gesù. Da questo punto di vista è solo Giacomo.
Uno degli scopi di questo libro è mostrare che i motivi per considerare sprezzante Giacomo il fratello di Gesù come "minore" sono fuorvianti e che è necessario per riconoscerlo come una figura imponente nella prima chiesa. Qui sfruttiamo un potenziale doppio significato nell'epiteto " Just James," attirando l'attenzione sulla tradizione di rettitudine associata a James, tanto da essere identificato dal titolo James the Giusto. Non è semplicemente che era considerato un uomo giusto. Il titolo gli fu dato come colui che, nella mente di coloro che lo chiamavano così, incarnava la rettitudine e la giustizia. Ma se così fosse, perché il suo ruolo è stato quasi cancellato dalla coscienza delle tradizioni ecclesiastiche continue?
John Painter: "Just James. The Brother of Jesus in History and Tradition", Columbia: University of South Caroline Press, 2004.

Come già detto, le informazioni su questo James provengono principalmente da fonti cristiane, comprese quelle apocrife. Ciò rende la valutazione della sua storicità una sfida: ampia letteratura (buona) tutta nello stesso luogo (cattiva). Painter è un teologo con una prospettiva storica sull'argomento. Deve concludere il suo libro con

Il nostro viaggio con Jacob è quasi giunto al termine. Purtroppo la storia finisce con solo James. Tutta la promessa che per prima circondava la figura di colui che, dall'inizio della storia della chiesa di Gerusalemme, era conosciuto come "il fratello del Signore", non si è realizzata. La prima di una serie di ragioni per questo è che la chiesa madre della cristianità, la chiesa di Gerusalemme, subì le spese della città e i suoi membri si dispersero prima della guerra o furono decimati con la città. In ogni caso, c'è stata una rottura significativa nella storia di quella chiesa, e sembra probabile che non abbia mai più raggiunto il ruolo di primo piano che aveva svolto prima della guerra. Anche se questo può essere vero, Eusebio fornisce un elenco dei vescovi di Gerusalemme che suggerisce una storia continua fino alla seconda rivolta e distruzione all'inizio del secondo terzo del secondo secolo.

Grazie per questo commento sulla mancanza di informazioni che abbiamo su questo potenziale fratello. Lascerò questa domanda aperta per una settimana e la accetterò se nessun altro risponde.
#2
+3
user27618
2018-08-25 04:09:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Domanda: Gli storici sostengono l'esistenza dei fratelli di Gesù

Esiste un riferimento storico accettato e indipendente a un fratello di Gesù Giacomo, che risale a circa 50 anni dopo la crocifissione. Infatti un riferimento al fratello di Gesù, Giacomo, da parte dello storico romano Giuseppe Flavio, è la prova cronologica indipendente più vicina dell'esistenza di Gesù. Giuseppe Flavio, che scrive intorno al 93–94 d.C., ha due riferimenti a Gesù, uno dei quali lo collega al destino di suo fratello Giacomo.

Giuseppe Flavio, le Antichità degli ebrei ( Libro 20, Capitolo 9, Verse 1 ). Giuseppe Flavio si riferisce alla lapidazione di "Giacomo il fratello di Gesù" (Giacomo il Giusto) per ordine di Ananus ben Ananus, un sommo sacerdote dell'era erodiana.

Giuseppe Flavio: Libro 20, Capitolo 9, Verso 1
Festo era ormai morto e Albino era solo per strada; così radunò il sinedrio dei giudici e portò davanti a loro il fratello di Gesù, che era chiamato Cristo, il cui nome era Giacomo, e alcuni altri , [o, alcuni dei suoi compagni]; e quando aveva formulato un'accusa contro di loro come trasgressori della legge, li ha consegnati alla lapidazione: ma per quanto riguarda quelli che sembravano i cittadini più equi, e come erano i più a disagio per la violazione delle leggi, non mi è piaciuto quello che è stato fatto; mandarono anche al re [Agrippa], desiderando che mandasse ad Anano perché non agisse più così, poiché ciò che aveva già fatto non doveva essere giustificato; anzi, alcuni di loro andarono anche ad incontrare Albino, mentre era in viaggio da Alessandria, e lo informarono che non era lecito per Anano radunare un sinedrio senza il suo consenso.

Giuseppe Flavio su Gesù
La borsa di studio moderna ha quasi universalmente riconosciuto l'autenticità del riferimento al "fratello di Gesù, che era chiamato Cristo, il cui nome era Giacomo" (τὸν ἀδελφὸν Ἰησοῦ τοῦ λεγομένου Χριστοῦ, Ἰάκωβος ὄνομα αὐτῷ) e ha rifiutato in seguito di essere cristiano interpolazione. Inoltre, in confronto al racconto della morte di Giacomo di Hegesippo, la maggior parte degli studiosi considera quello di Giuseppe Flavio il più storicamente attendibile.
...
Libro 18, Capitolo 3 , 3 del Antichità, un passaggio che afferma che Gesù il Messia era un saggio maestro crocifisso da Pilato, di solito chiamato Testimonium Flavianum. Il punto di vista accademico generale è che mentre il Testimonium Flavianum molto probabilmente non è autentico nella sua interezza, è ampiamente concordato sul fatto che originariamente consisteva in un nucleo autentico, che era quindi soggetto a interpolazione e / o alterazione cristiana. Sebbene l'esatta natura e portata della redazione cristiana rimanga poco chiara, esiste un ampio consenso su come sarebbe stato il testo originale del Testimonium di Giuseppe Flavio.

Ora oltre a Giuseppe Flavio abbiamo le epistole paoline del Nuovo Testamento. I libri più antichi del nuovo testamento assumono le forme di san Paolo che scrive lettere alle comunità cristiane discutendo vari argomenti. In Galati 1: 18-2: 10: Paolo parla di un incontro con il fratello Giacomo di Gesù

Galati 1 : 18-2: 10:
Poi, dopo tre anni, salii a Gerusalemme per visitare Cefa e rimasi con lui quindici giorni. Ma non ho visto nessuno degli altri apostoli eccetto il fratello di Giacomo il Signore . (In quello che ti scrivo, davanti a Dio, non mento!) Poi sono andato nelle regioni della Siria e della Cilicia.

Le epistole galate sono tra le 7 epistole indiscusse che gli studiosi ritengono siano state scritte da San Paolo. Allo stesso modo c'è un contesto storico in queste lettere indiscusse.

Historical Context for Galatians di Paul


Domanda:
Fai gli storici sostengono… E forse la perpetua verginità di Maria, madre di Gesù? Con quali metodi o supporti?


Quanto al cattolicesimo e alla Vergine Maria, senza entrare nella validità degli argomenti, il caso cattolico è presentato da più fonti.

e si riduce a 4 punti.

1. Il significato della parola adelphos

Adelphos (fratello in greco) usata nel nuovo testamento 343 volte, contrariamente alla comprensione espressa nella domanda originale, ha molteplici significati.

Definizione Adelphos

  1. un fratello, nato dagli stessi due genitori o solo dallo stesso padre o madre
  2. avere lo stesso antenato nazionale, appartenente alle stesse persone, o compatriota
  3. qualsiasi compagno o uomo
  4. un compagno di fede, unito a un altro dal vincolo di affetto
  5. un socio in servizio o in ufficio
  6. fratelli in Cristo
    a. i suoi fratelli di sangue
    b. tutti gli uomini
    c. apostoli
    d. Cristiani, come coloro che sono innalzati allo stesso luogo celeste

Può significare fratelli, parenti stretti e persino amici intimi. Prendi Genesi 13: 8:

New American Standard Bible Genesis 13: 8
Così Abram disse a Lot: "Per favore lascia non ci sono conflitti tra te e me, né tra i miei pastori e i tuoi pastori, perché siamo fratelli”.

Solo Abramo e Lot non sono fratelli nella Bibbia sono zio e nipote.

O in Corinzi 15: 6 dopo la crocifissione, quando Paolo dice che Gesù apparve davanti a più di 500 fratelli, nessuno suggerisce che Maria abbia dato alla luce più di 500 fratelli.

New American Standard Bible Corinthians 15: 6
Successivamente apparve a più di cinquecento fratelli contemporaneamente, la maggior parte dei quali sono rimasti fino ad ora, ma alcuni si sono addormentati;

2. I fratelli di Gesù nella Bibbia non sono mai chiamati figli di Maria come lo fu Gesù.

Atti 1:14
Tutto questo continuò con un accordo nella preghiera e nella supplica, con le donne e Maria, la madre di Gesù, e con i suoi fratelli.

3. Ci sono altre donne chiamate Maria nella Bibbia

Giacomo e Joses sono chiamate "fratelli" di Gesù ( Marco 6: 3) e sono nati da Maria, ma non dalla Vergine Maria (Marco 15:40] 4).

Marco 6: 3
Non è questo il falegname, figlio di Maria e fratello di Giacomo , e Joses , e Giuda e Simone? e le sue sorelle non sono qui con noi? E si offendevano in lui.

Marco 15:40
E c'erano anche donne che guardavano da lontano: tra le quali c'erano sia Maria Maddalena e Mary, la madre di Giacomo il minore e di Joses , e Salome; che, quando era in Galilea, lo seguì e lo servì; e molte altre donne che vennero con lui a Gerusalemme.

Infatti Maria era il nome più comune per le donne in Galilea e La Giudea all'epoca. Joseph era il secondo nome più comune per gli uomini ebrei. E Gesù (Yeshua) era il sesto nome più comune.

4. Infine, il consenso dei dirigenti della Chiesa paleocristiana

  • Il Protoevangelium di Giacomo
    La prima spiegazione dei "fratelli" del Signore risale al 150 d.C.

  • Atanasio di Alessandria
    " Pertanto coloro che negano che il Figlio provenga dal Padre per natura e propri della sua essenza negano anche di aver preso la vera carne umana di Maria sempre Vergine [Quattro discorsi contro gli ariani 2:70 (c. 360 d.C.)]

  • St. Girolamo [Verginità perpetua della Beata Maria 21 (383 d.C.)].
    "Tu dici che Maria non ha continuato una vergine: pretendo ancora di più che Giuseppe stesso, a causa di Maria era una vergine, così che da un matrimonio vergine nacque un figlio vergine

  • Papa San Leone I Sermoni 22: 2 (450 d.C.)
    "L'origine è diversa, ma la natura è simile: non dal rapporto con l'uomo, ma dalla potenza di Dio è stato prodotto: per una Vergine concepita, una Vergine partorita e una Vergine è rimasta.

Il Catechismo Cattolico riassume tutto.

Catechismo della Chiesa Cattolica 501:

Gesù è l'unico figlio di Maria, ma la sua maternità spirituale si estende a tutti gli uomini che in verità è venuto a salvare: “Il Figlio che ella partorì è colui che Dio ha posto come primogenito tra molti fratelli, cioè i fedeli alla cui generazione e formazione ella collabora con l'amore di una madre.


Fonte:

#3
+1
Andrew Shanks
2018-08-24 04:20:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è anche l '"Ossario di Giacomo", sul quale è scritto in aramaico "Giacomo, figlio di Giuseppe, fratello (i?) di Gesù".

Ecco una sintesi dei fatti:

  1. Un ossario è essenzialmente una scatola di ossa in cui sono conservate le ossa del defunto. Quando una persona moriva, il suo corpo veniva deposto e conservato in un luogo sicuro. Ci vorrebbero forse due anni prima che rimangano solo ossa, a quel punto le ossa sarebbero state messe in un ossario.

  2. Sul lato dell '"Ossario di James" c'è scritto in aramaico "Yacobus, figlio di Yusuf, fratello di Yeshua" o "James, figlio di Giuseppe, fratello di Gesù".

  3. Puoi leggere su Google l'accusa e caso giudiziario. Le autorità israeliane hanno portato in tribunale il proprietario dell'ossario sostenendo che si trattava di un falso. (Ovviamente, se è autentico vale pochi dollari.)

  4. La corte ha concluso che non c'erano prove sufficienti per affermare che si trattava definitivamente di un falso.

  5. L'evidenza è questa: tutti sono d'accordo che la scatola stessa sia del primo secolo. Gli ossari furono usati in Palestina dal 20 a.C. fino al 70 d.C. L'accusa riguardava l'iscrizione "James, figlio di .." ecc. In particolare, "fratello di Yeshua" era stato aggiunto nei tempi moderni dai falsari?

Gli ossari della Palestina guadagnano "patina" nel corso dei secoli. Questo aveva patina. Nel solco dell'iscrizione "fratello di Yeshua" c'era anche una patina, a dimostrazione che non avrebbe potuto essere scritta nei tempi moderni (a meno che i falsari non avessero abilità che nessun altro aveva, che doveva essere una possibilità ed era un l'autorità israeliana). In effetti la patina era in una delle scanalature di una delle lettere della parola "Yeshua". L'autorità israeliana ha suggerito che la patina fosse cresciuta in una vecchia linea di faglia sulla superficie della scatola di cui i falsari avevano fatto uso e incorporata nella loro parola "Yeshua".

C'era una pletora di esperti coinvolti nell'esame della scatola e della sua iscrizione. Esperti nel modo in cui sono scritte le lettere aramaiche, che è variato nel corso dei secoli, hanno affermato che era lo stile che apparteneva ai decenni immediatamente precedenti la guerra ebraico-romana intorno al 70 d.C., cioè circa dal 50 al 70 d.C. Giuseppe Flavio, lo storico del primo secolo, ci dice che Giacomo, il fratello di Gesù, fu ucciso per ordine di Anna il sommo sacerdote. Secondo Giuseppe Flavio, questa Anna (Giuseppe Flavio lo chiama l'Ana minore) era uno dei figli di Anna il Sommo Sacerdote, che Giuseppe Flavio chiama "Anna la Vecchia". Anna la Vecchia è quella di cui si parla nei Vangeli e nei primi Atti degli Apostoli. La giovane Anna fu Sommo Sacerdote per soli 3 mesi circa dopo la morte del governatore Festo nel 62 (o forse 63) d.C.

In sostanza, la data dello stile di scrittura delle lettere aramaiche si adatta perfettamente alla data della morte di Giacomo, fratello di Gesù, secondo Giuseppe Flavio.

Un'autorità mondiale nel primo secolo l'aramaico diceva che la frase "fratello di yeshua" non era autentica, ed era un segno che la frase era un falso moderno. Poi più tardi lo stesso esperto ha fatto una svolta - la frase "fratello di Yeshua" era decisamente autentica! Perché ha cambiato idea? La parola aramaica usata per "fratello" era in realtà al plurale, quindi letteralmente per aramaico del primo secolo diceva "Giacomo, figlio di Giuseppe, fratelli di Gesù". All'inizio l'esperto riteneva che "fratelli" non fosse mai stato usato per significare "fratello" nel I secolo: "fratelli" era usato per significare "fratello" solo nei secoli successivi, era uno sviluppo successivo in aramaico. Quindi l'iscrizione era un falso, la persona che l'ha scritta non sapeva cosa stesse facendo. Ma poi l'esperto trovò nuove prove che mostravano che in realtà "fratelli" era già usato per significare "fratello" nel I secolo; inoltre non c'era modo che un falsario potesse averlo saputo, l'aveva scoperto solo lui stesso.

Quindi questo esperto di aramaico del primo secolo ha deciso che l'iscrizione sull'ossario è veramente antica e non un falso moderno. È di "Giacomo, figlio di Giuseppe, fratello di Gesù".

Potrebbe essere di un altro Giacomo e di un altro Gesù? Le probabilità matematiche che ci sia un altro Giacomo con un padre di nome Giuseppe e un fratello di nome Gesù sono trascurabili. Non ricordo la cifra esatta, ma è così piccola da essere impossibile essere qualsiasi altro James.

[[[

Consentimi di aggiungere qui informazioni su come sono state ottenute queste probabilità matematiche.

Molte indagini sono state condotte da diversi studiosi interessati a conoscere la frequenza dei nomi ebraici nella tarda antichità. Un resoconto sommario di queste indagini (insieme ad argomenti innovativi sull'autenticità dei Vangeli basati su queste indagini) può essere trovato nel libro "Jesus and the Eyewitnesses - The Gospels as Eyewitness Testimony" di Richard Bauckham (Eerdmans, 2006) .

Ad esempio, c'era Tal ILAN, uno studioso israeliano che ha pubblicato nel 2002 un "Lessico dei nomi ebraici nella tarda antichità: parte I: Palestina 330BCE-200CE". Ha esaminato la frequenza dei nomi registrando nomi da tutte le fonti rilevanti, tra cui "le opere di Giuseppe Flavio, il Nuovo Testamento, i testi dal deserto della Giudea e da Masada, iscrizioni ossario da Gerusalemme e le prime fonti rabbiniche (tannaitiche)".

Bauckham scrive: "Può essere una sorpresa per molti lettori che conosciamo i nomi di ben tremila ebrei palestinesi che vissero durante i cinque secoli coperti dal Lessico di Ilan". (Pagina 68)

Bauckham riassume anche le indagini di Rachel Hachlili e altri.

Lo stesso Bauckham ha confrontato la frequenza dei nomi nei Vangeli con la frequenza dei nomi per lo stesso periodo e luogo al di fuori dei Vangeli usando Giuseppe Flavio, le iscrizioni degli ossari, ecc. Quello che ha trovato è stato un sorprendente accordo tra i Vangeli e le altre fonti per la frequenza dei nomi sia maschili che femminili: che lo portano a scrivere il suo libro facendo un argomento molto forte che i Vangeli sono "testimoni oculari". Peter Williams presenta l'argomento di Richard Bauckham su YouTube all'indirizzo:

https://www.youtube.com/watch?v=2IDoPNo-IbQ

Dagli studi di Richard Bauckham, Rachel Hachlili, ecc., La frequenza percentuale del nome Yeshua / Gesù tra gli uomini in Palestina nel periodo del primo secolo era del 9%. Per Yacob / Yacobus (James) è del 2 percento. Per Yusuf (Joseph) è del 14 percento.

Quindi, se ci sono almeno due uomini in una famiglia ebrea del I secolo in Palestina, le probabilità che uno di loro si chiami Joseph è del 14% e le probabilità che un altro di loro si chiami James è del 2%. Quindi la possibilità che una famiglia abbia sia un Joseph che un James è del 14% per il 2% o lo 0,28%. La probabilità che il padre sia Giuseppe e il figlio sia Giacomo è la metà dello 0,28%, ovvero 0,14%. Tutti i calcoli di probabilità possono essere visti nell'e-book che inizia in fondo a pagina 14.

Dove mi trovo alle prese con i numeri è che Hershel parla del numero di possibili James "nell'arco di due generazioni ". In quanto lo stile delle lettere aramaiche restringe l'Ossario ai 20 anni prima del 70 d.C., avrei pensato che questo avrebbe consentito solo una generazione (non due): il che significa che il numero potenziale di James è la metà di quello di cui parla Hershel Shanks.

Poscritto: Hershel dice che c'erano le leggi della probabilità 20 Giacomo con un padre di Giuseppe e un fratello di Gesù. Questa è una cifra molto più alta di quella citata da altri, che è un totale di 1,71 possibili James con questi parenti. Bene, grazie per questo Hershel. Proprio mentre pensavo che stessimo ottenendo prove solide come una roccia, parla con 20 possibili James, non meno di 2 di cui avevo letto in precedenza. Non so perché la discrepanza, ma la rarità di nominare un fratello è ancora molto significativa. Sono stati trovati oltre 200 ossari e solo un altro ossario ha più di un parente nominato oltre al nome del defunto. Lo "Yeshua" inscritto sull'ossario è una persona molto importante.

Post scriptum: Nella Palestina del primo secolo la frequenza dei nomi era così: -Joseph (Yusuf) - 14% Jesus (Yeshua) - 9 % James (Yacobus) - 2% Le diverse possibilità di combinazione familiare sono 4: cioè 3 fratelli, Giacomo è padre, Gesù è padre, Giuseppe è padre Quindi la possibilità che una famiglia abbia Giuseppe come padre e Gesù e Giacomo come fratelli è: 9% * 2% * 14% / 4 = 0,0063%. O 6,3 famiglie con questa combinazione se la popolazione è di 100.000. (Sfortunatamente, è difficile / impossibile dire quante di queste famiglie esistessero (con padre Giuseppe e due figli Gesù e Giacomo) perché le stime della popolazione totale di Gerusalemme nel I secolo variano enormemente, come fanno per l'Impero Romano come un intero.)]]]

Oltre a quanto sopra, raramente gli ossari hanno il nome anche di un altro parente del defunto. Ma l'Ossario di James è uno degli unici due ossari finora scoperti ad avere altri due parenti nominati. La menzione del nome di un fratello suggerisce / indica che il fratello sarebbe molto conosciuto o importante.

Se vai alla pagina web dell'archeologia biblica collegata immediatamente sotto c'è un'offerta dell'e-book gratuito intitolato "James, the brother of Jesus: the fake trial of the century" di Hershel Shanks.

https://www.biblicalarchaeology.org/daily/biblical-artifacts/artifacts-and-the-bible/is-the-brother-of-jesus-inscription-on-the-james-ossuary-a- contraffazione /

Non vedo la tua affermazione sulla parola "fratelli" in nessuno dei due link
Un problema con l'ossario * è * che i nomi erano abbastanza comuni ciascuno. Le "probabilità matematiche" trarrebbero quindi enormi benefici dal backup diretto.
@b a Grazie per questo. L'ho letto circa 18 mesi fa e non sono riuscito a trovare il collegamento. Ho trovato solo ora un collegamento. In questa pagina web viene offerto un e-book gratuito che puoi scaricare. A pagina 24 di quell'e-book Hershel Shanks (nessuna relazione per quanto ne so!) Scrive di "fratello" e "fratelli". https://www.biblicalarchaeology.org/daily/biblical-artifacts/artifacts-and-the-bible/is-the-brother-of-jesus-inscription-on-the-james-ossuary-a-forgery/ The e -il libro è "Giacomo, il fratello di Gesù, il processo di falsificazione del secolo".
@LangLangC - Se ti ho letto correttamente, chiedi che siano inserite prove sull'affermazione che le probabilità che si tratti di altri James, Joseph & Jesus sono "trascurabili". Purtroppo non so come fornire questa prova in una forma breve e facilmente digeribile. Nel 2002 Tal ILAN, una studiosa israeliana ha pubblicato il suo lavoro "Lexicon of Jewish Names in Late Antiquity: Part I: Palestine 330 BCE to 200 CE" (Texte und Studien zum antiken Judentum 91; Tubingen: Mohr, 2002). Richard Bauckham ha adattato il suo lavoro e pubblicato "Jesus and the Eyewitnesses". Ascolta Peter Williams: https://www.youtube.com/watch?v=2IDoPNo-IbQ
@LangLangC la mia risposta è insufficiente. Dovrò modificare l'articolo originale. Grazie mille per il tuo contributo.
Includere le cose dal tuo commento migliorerebbe sicuramente la risposta (se il riferimento si verifica, ovviamente)
@AndrewShanks, ** [Gesù era un nome abbastanza comune] (http://yeshuaincontext.com/2011/03/jewish-names-in-galilee-and-judea/) ** in Giudea, quando viveva il biblico Gesù. Anche se Giuseppe era ancora più comune con circa il 15% di tutti gli uomini in Giudea che avevano quel nome. Anche Mary era un nome comune con circa il 30% di tutte le donne chiamate Mary o Salome. ** [Gli archeologi hanno portato alla luce le tombe di 71 Yeshua dal periodo della morte di Gesù.] (Http://www.slate.com/articles/news_and_politics/explainer/2008/12/happy_birthday_dear_yeshua_happy_birthday_to_you.html)
@AndrewShanks ** [Il nome Yeshuas (o Gesù) compare anche 30 volte nell'Antico Testamento riferendosi a 4 personaggi diversi.] (Http://www.slate.com/articles/news_and_politics/explainer/2008/12/happy_birthday_dear_yeshua_happy_birthday_to_you.html ) **
@JMS Ciao, grazie. Yeshua deriva da Yoshua (inglese: Jeshua e Joshua). È iniziato come il nome Jehoshua dato da Mosè a Oshea, figlio di Nun (Numeri 13:16). Jehoshua significa "Geova salvato". Vedere Neemia 8:17 dove leggiamo "Yeshua il figlio di Nun". Yeshua divenne preferito a Yoshua (ebraico) al tempo di Neemia, probabilmente perché Yeshua è il nome in aramaico. In aramaico Yeshua significa "Egli salva": l'attenzione si sposta da "Geova che salva" e verso la persona che salva e diventa più internazionale nel sapore. La concordanza di Strong dice Yeshua, "il nome di 10 israeliti". Saluti.
@JMS Perdonatemi, ho visto l'altro tuo post ora. Non conosco la tua fonte per "71 Yeshua". L.Y.Rahmani "A Catalog of Jewish Ossuaries in the Collections of the State of Israel" (1994) potrebbe aiutare. Come farebbe "Jesus and the Eyewitnesses" di Richard Bauckham che riassume tutte le indagini precedenti. Hershel Shanks "James Ossuary - il processo per falsificazione del secolo" (in fondo a pagina 13) dice che il catalogo di Rahmani elenca 233 ossari per i quali il nome Gesù appare 10 volte - un po 'diverso da 71. Per favore, fornisci la tua fonte.
@AndrewShanks Andrew la dichiarazione per il 71 di Gesù. È un collegamento. Fare clic sul collegamento per la fonte.
Grazie @JMS. Sarei tentato di scartarlo se fossi in te. Le fonti che ho fornito sono attendibili e si riferiscono al lavoro investigativo originale. L'autore di 71 include ebrei nella diaspora al di fuori di Israele / Palestina? Anche questo sembra molto improbabile. Il lavoro di Richard Bauckham è accademico, completo, attento, un po 'uno slog. Acquista il libro di oltre 500 pagine e affrontalo. Bauckham ha bisogno di essere schiacciato e il suo cuore si è fermato, afferralo e trascinalo via in un posto tranquillo, deglutisci intero e digerisci tranquillamente per circa 3 o 4 mesi, insieme alla bevanda analcolica preferita. Ottimo pasto!
Patina WRT che esclude un falso moderno, non sembra considerare la possibilità di un falso antico. Sembra che ci sia stato un fiorente commercio di finte reliquie all'epoca delle Crociate e forse anche prima. Sarebbe facile distinguere tra 1000 anni di patina e 2000?
@AndrewShanks, il primo collegamento che parla di Gesù (n. 6), un nome più comune in Giudea, insieme a Giuseppe (n. 2) e Maria (n. 1 per le donne) proveniva da ** Richard Buckram **. L'altro, dicendo che gli archeologi hanno trovato 71 tombe di Gesù dal tempo di Cristo, è stato fornito dall'archeologo israeliano ** [Amos Kloner] (http://en.emetprize.org/laureates/humanities/archaeology/prof-amos-kloner /) ** che è stato archeologo di distretto per Gerusalemme per 18 anni, 1971-89 vincitore del Premio Emet nel 2005 (due anni prima della citazione) per i suoi contributi nel campo della ricerca archeologica, a Gerusalemme e in Giudea.
@JMS Non stavo contestando Joseph e Mary (tu e molti altri su Internet intendete Richard Bauckham), ma continuo a contestare il 71. Dove sono le prove di Amos Kloner? È molto diverso dai dati presentati altrove. Non lo accetterei ancora senza prove adeguate.
@jamesqf Devi leggere l'e-book che raccomando. Non è solo la patina che necessita di spiegazioni. Lo stile delle lettere aramaiche, l'uso di "fratelli" non "fratello". Se si tratta di un falso, moderno o antico, richiede molta conoscenza. [E cosa hanno fatto? Fare un falso e poi perderlo / seppellirlo di nuovo perché vada perso per mille anni?] Se preferisci credere che allora nessuna prova farà alcuna differenza per te.
@AndrewShanks, ** [Professor Amos Kloner] (https://en.wikipedia.org/wiki/The_Lost_Tomb_of_Jesus) **, ex archeologo del distretto di Gerusalemme dell'Israel Antiquities Authority e il primo ad esaminare la tomba rappresentata in una produzione di James Cameron decenni dopo il ritrovamento. Amos ha detto, ** il nome Gesù era stato trovato 71 volte nelle grotte sepolcrali in quel periodo **. Sebbene l'idea non sia all'altezza degli standard archeologici, rende redditizia la televisione. "La nuova prova non è seria, e non accetto che sia collegata alla famiglia di Gesù. Vogliono solo ottenere soldi per questo.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...