Domanda:
Dov'è il miglio quadrato più sanguinoso della Terra?
user32121
2018-06-08 09:28:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In termini di guerre ripetute e altri incontri violenti, dove è morta la maggior parte delle persone nel corso della storia (cumulativamente nel tempo) entro un miglio quadrato?

Ciò includerà le morti per mano di altri o di se stesse , usando qualsiasi arma convenzionale (come descritto qui)

La maggior parte delle cose che ho letto hanno riguardato un giorno, o una battaglia, cioè la più uccisa. Lo chiedo in qualsiasi momento dalla nascita dell'homo-sapiens ad oggi.

Adrianopoli è il luogo in cui si è verificato il maggior numero di battaglie importanti nella storia conosciuta (iirc), ma poi le popolazioni più alte nei tempi moderni lo stravolgeranno.
@Paul questo è per una storia, quindi non includerò il genocidio a meno che non sia stato commesso con armi convenzionali. Puoi certamente fare la tua domanda però. Lo leggerei. Grazie per il commento!
Deve essere un vero quadrato? O potrebbe essere un'area stretta ma lunga, come una linea di trincea nella prima guerra mondiale?
Domanda fantastica @jamesqf! Diciamo un miglio quadrato di area, con qualsiasi dimensione (consentendo trincee). Quel pensiero in realtà mi dà una svolta interessante per la mia storia, grazie!
Vedi anche: [Quale città è stata catturata più frequentemente?] (Https://history.stackexchange.com/questions/15321/which-city-has-been-captured-most-frequently)
Nove risposte:
#1
+99
Denis de Bernardy
2018-06-08 09:53:43 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I forti contendenti probabilmente includerebbero i più letali principali campi di battaglia della prima guerra mondiale (Passchendaele, Verdun, Somme, ecc.) - erano più distribuiti di un singolo miglio quadrato, ma la quantità di vittime in essi record.

Auschwitz-Birkenau (~ 1,1 milioni di morti) e Treblinka (~ 700-900k morti) meritano un riferimento, con il i secondi "battendo" i primi in termini di morti mensili. Queste non sono tecnicamente morti per armi convenzionali (non tutte comunque) ma credo che nessuna risposta sarebbe completa senza menzionare come i nazisti hanno industrializzato la morte.


Modifica: vedendo il tuo commento sulle camere a gas senza contare e trattandosi di una storia, un altro genocidio in cui potresti voler scavare è quello del Ruanda, un minuscolo paese (più piccolo dell'area metropolitana di New York) in Africa centrale. È stato un vero e proprio bagno di sangue che ha portato a circa 500.000 morti nell'arco di 100 giorni usando machete, mazze, oggetti contundenti e altre armi. (Per prospettiva, quel tasso di morte è più veloce di quello visto a Treblinka.) Se la memoria mi serve bene, la maggior parte delle vittime sono state massacrate nelle loro stesse case, quindi potrebbero esserci alcune aree della capitale che hanno un punteggio molto alto nell'elenco della maggior parte del sangue Miglia quadrate immerse nella storia.


Se rimuovi il requisito della morte violenta, anche le grandi città diventerebbero candidate: se avessi tempo a sufficienza, qualsiasi area densamente popolata finirà per registrare un gran numero di morti. (Ancora di più anche quando vengono bombardati come sollevato nella risposta di Loong.)

Non sono sicuro che la fame e il gas soddisfino i requisiti dell'OP per le `` armi convenzionali ''
@b.Lorenz: né io, ma non credo che una risposta sui chilometri quadrati più letali della storia sarebbe completa senza fare riferimento ai campi di sterminio nazisti.
I campi di sterminio sembrano più l'epitome dell'uccisione clinica, cioè l'opposto di "sanguinosa", però. Con questa linea di ragionamento, mi aspetterei che qualche grande ospedale in una grande città si qualificherebbe.
@TomasBy: Volevo aggiungere che come terzo contendente (qualsiasi città con una densità di popolazione abbastanza alta finirà per registrare un gran numero di morti per miglio quadrato nel tempo), ma poiché OP voleva che l'uomo avesse inflitto morti non sembrava adattarsi al descrizione che bene.
@DenisdeBernardy stavo pensando a una risposta simile. Pensa a Roma. È una grande città da 2500 anni. Anche se ci sono stati in media 100 omicidi commessi ogni anno, sono molti. Aggiungete poi i gladiatori ei numerosi assedi, saccheggi e lotte civili ... Stambul o Gerusalemme sarebbero anche un buon candidato.
Gerusalemme, di sicuro.
Forse alcune aree dell'Ucraina, dove stanno ancora scavando ossa della Seconda Guerra Mondiale / Holodomor.
Con 2 milioni di morti, anche la battaglia di Stalingrado è un contendente piuttosto forte. Non sono sicuro della zona, ma era un assedio quindi era piuttosto concentrato. https://en.wikipedia.org/wiki/Battle_of_Stalingrad
#2
+98
Lars Bosteen
2018-06-08 13:53:17 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il miglio quadrato intorno al Colosseo a Roma sembra un probabile candidato per la maggior parte dei decessi usando armi convenzionali. Entro un miglio dal Colosseo c'erano il Circo Massimo e il Foro Romano dove ci furono anche migliaia di morti. Poiché la maggior parte di queste morti avvenne durante la Repubblica e l'Impero Romano, le armi più comunemente usate sarebbero state coltelli / pugnali, spade e lance, ma molte furono anche strangolate o uccisi dagli animali.


Il Foro Romano era il luogo in cui furono giustiziati migliaia di prigionieri, criminali e persino soldati romani, soprattutto prima della costruzione del Colosseo. Nel 206 a.C., ad esempio, furono giustiziati 4000 o 4500 soldati di una legione ribelle. Nelle vicinanze c'erano la Prigione Mamertina, dove i prigionieri venivano strangolati o lasciati morire di fame, e la Roccia Tarpeiana dove le persone venivano giustiziate gettate fuori dal limite non sono sicuro che quest'ultimo si trovi entro un miglio quadrato dalle altre località).

Il Circo Massimo , risalente almeno al VI secolo a.C. fu anche teatro di migliaia di morti ed esecuzioni, soprattutto prima che il Colosseo diventasse l'arena principale per i combattimenti dei gladiatori. Giulio Cesare aumentò la scala dei combattimenti dei gladiatori molto prima che il Colosseo fosse costruito e, secondo Plinio il Vecchio, Caligola (morto nel 41 d.C.) aveva 20.000 gladiatori (ma forse dovremmo farne 10.000 come era noto Plinio esagerare). Era famoso soprattutto per le migliaia di gare di bighe tenutesi lì nel corso dei secoli fino al VI secolo d.C.: un corridore di carri, Gaius Appuleius Diocles, partecipò a 4.257 gare in 24 anni, ma fu un'eccezione poiché la maggior parte dei corridori ha avuto carriere molto brevi a causa dell'alto tasso di mortalità.

Per il Colosseo , trovare un numero definito è impossibile, ma possiamo almeno iniziare a fare una stima basata sulle prove che abbiamo. Per i gladiatori, Keith Hopkins e Mary Beard in The Colosseum stimano 2.000 all'anno (con grandi fluttuazioni) per Roma e basano questo su un gladiatore su sei che muore in combattimento nell'arena . La stima di uno su sei è a sua volta basata su prove provenienti da Pompei; poiché ci sono anche prove dalla Campania che a volte la metà sono stati uccisi, uno su sei sembra abbastanza conservatore. Questo dà 710.000 morti di gladiatori a Roma nel periodo di 355 anni in cui il Colosseo è stato utilizzato per tali combattimenti. Molte di queste morti sarebbero state criminali costretti a combattere come gladiatori (spesso in grandi gruppi) piuttosto che professionisti altamente qualificati che si sarebbero affrontati uno contro uno. Poiché il Colosseo era di gran lunga il luogo più grande, più importante e più utilizzato di Roma, è altamente probabile che la maggior parte di queste morti sia avvenuta lì ( elenchi Wiki solo due altre arene a Roma durante il periodo di il Colosseo, uno dei quali era per l'addestramento).

Queste morti si sono verificate sia in eventi importanti che in altri che non sono stati registrati in dettaglio dalla storia. Per un esempio del primo,

l'imperatore Traiano, per celebrare la sua conquista della Dacia (all'incirca moderna Romania), ha dato giochi nel 108-9 d.C. della durata di 123 giorni in cui hanno combattuto 9.138 gladiatori

A quanto sopra dobbiamo aggiungere esecuzioni e spettacoli usando schiavi e criminali. Quest'ultimo non comportava sempre la morte, ma le rievocazioni erano un modo popolare per inviare centinaia di condannati alla volta. Per le esecuzioni è impossibile dare un numero definito, ma a volte diverse migliaia di prigionieri, schiavi fuggitivi e criminali sono stati giustiziati durante un evento. Pertanto, le stime fornite dai vari siti su un totale (gladiatori + esecuzioni / spettacoli) da 400.000 a 700.000 persone uccise nel Colosseo non sembrano irragionevoli. La grande maggioranza di questi sarebbero stati criminali, prigionieri e schiavi condannati piuttosto che gladiatori addestrati.

enter image description here

Fonte : Il Colosseo a Roma

A quanto sopra si devono aggiungere le numerose morti nell'antica Roma per la città più volte saccheggiata, e che sconvolgimenti / epurazioni politiche (es. Le proscrizioni di Silla) e le rivolte portarono anche a un gran numero di morti. Sfortunatamente, stabilire quanti di questi si trovassero in un'area specifica è, ovviamente, impossibile. Infine, dobbiamo considerare il numero di omicidi in un'area (entro un miglio quadrato dal Colosseo) che è stata popolata per almeno 2.200 anni ma, ancora una volta, è impossibile dare un numero (sebbene il tasso di omicidi in tempi antichi nella vicina e densamente popolata Suburra era considerata molto alta).

Il Colosseo stesso occupa solo 6 acri dei 640 acri in un miglio quadrato. Anche se ci sono stati miglia quadrate con più morti con armi convenzionali, è improbabile che questi 6 acri possano essere superati in qualsiasi parte del mondo. L'entità della carneficina era tale che lo smaltimento dei corpi (umani e animali) è stato un grosso problema logistico.


Se l'entità di queste morti è difficile da credere, non importa comprenderla, considera quanto segue da Keith Hopkins, già professore di storia antica all'Università di Cambridge:

Roma era una società crudele. La brutalità è stata incorporata nella sua cultura nella vita privata, così come negli spettacoli pubblici. Il tono era dato dalla disciplina militare e dalla schiavitù. Lo stato non aveva il monopolio legale della pena capitale fino al II secolo d.C. Prima di allora, un maestro poteva crocifiggere pubblicamente i suoi schiavi, se lo desiderava. Seneca registrò dalle proprie osservazioni i vari modi in cui venivano eseguite le crocifissioni, al fine di aumentare il dolore. Alle cene private, i ricchi romani presentavano regolarmente due o tre coppie di gladiatori: "quando hanno finito di cenare e si sono riempiti di bevanda", scriveva un critico al tempo di Augusto, "chiamano i gladiatori. Non appena uno ha la gola tagliata, i commensali applaudono con gioia '. Vale la pena sottolineare che qui non si tratta di psicopatologia sadica individuale, ma di una profonda differenza culturale. L'impegno romano per la crudeltà ci presenta un divario culturale che è difficile superare.


Sebbene gli animali non rientrino assolutamente nell'ambito della domanda, sembra opportuno menzionare almeno che l'uccisione di bestie era su una scala molto probabilmente senza precedenti nella storia. La sete romana di animali da uccidere nell'arena era tale che numerose specie scomparvero dal Nord Africa.


Nota: una risposta su Quora fornisce 3.120.000 persone uccise nel Colosseo, ma questo è basato su un'errata interpretazione dei calcoli di Hopkins & Beard.


Altre fonti:

Gregory S. Aldrete, Vita quotidiana nella città romana: Roma, Pompei e Ostia

6 Infamous Sacks of Rome

Le strade pericolose dell'antica Roma

10 fatti affascinanti sul Colosseo romano

Fatti sul Colosseo

R. Laurence, Roman Passions: A History of Pleasure in Imperial Rome (2009)

Esecuzioni romane

Il teatro romano della crudeltà

Conta dei corpi dell'Impero Romano

Oppure [Baghdad] (https://en.wikipedia.org/wiki/Sack_of_Baghdad). Fino a 2 milioni uccisi dai mongoli.
WP: "Mentre la mitologia romana fa risalire la fondazione di Roma intorno al 753 aC, il sito è stato abitato per molto più tempo, rendendolo uno dei più antichi siti continuamente occupati in Europa." -> 2018 + 753 + molto più a lungo. "Area intorno a quella" o quell'esatto "miglio quadrato"?
Grazie per il chiarimento. Non sono sicuro che questa particolare area sia stata abitata per così tanto tempo - sto solo giocando sul sicuro con 2.200 anni.
@TomasBy Ma Baghdad era probabilmente più grande di un miglio quadrato.
@DavidRicherby: Sì, ma le uccisioni potrebbero non essere state distribuite uniformemente. La piramide di teschi di Tamerlano probabilmente si adattava a un miglio quadrato.
Potete fornire una fonte per 400-700.000 morti nel Colosseo? Ciò corrisponde a circa 1.000-2.000 all'anno, il che mi sembra parecchio. Ad esempio, la mia sensazione istintiva è che i combattimenti tra gladiatori di solito non sarebbero mortali, dal momento che ogni gladiatore rappresentava un investimento significativo. E probabilmente non c'erano così tanti cristiani che potevano essere nutriti con i leoni ...
Il numero di mezzo milione o 700.000 proviene dagli ultimi due collegamenti ed è completamente non fornito. (A giudicare dalla natura dei siti, è un numero di clickbait tirato fuori dal nulla.)
-1
@Mark Ho aggiunto fonti e prove alla risposta.
@TomasBy Stai seriamente scrivendo una risposta completamente diversa nella sezione dei commenti di un'altra risposta? Cosa ti aspetti da questo?
Cosa ha detto @StephanKolassa. Se prendi 1 morte per ogni 6 gladiatori che combattono come corretta, allora 2000 morti all'anno implicano 12.000 gladiatori che combattono ogni anno, o ~ 33 al giorno se dovessero condurre battaglie ogni giorno dell'anno. Sembra piuttosto alto, in particolare su base sostenuta / a lungo termine.
@aroth O 6.000 combattimenti due volte l'anno, o 4.000 tre volte l'anno. Il Ludus Magnus da solo aveva 2.000, e anche i gladiatori furono portati a Roma dalle zone circostanti. Inoltre, nel 2 ° e 3 ° secolo, i combattimenti coinvolgevano sempre più criminali costretti a combattere come gladiatori.
I combattimenti dei gladiatori erano raramente mortali, a differenza di Hollywood suggerisce. I gladiatori erano visti allora come i moderni atleti professionisti lo sono oggi. Ogni volta che un imperatore chiedeva la morte, spesso veniva fischiato come un buzz kill.
@TomasBy Sì, anch'io aspetto di vedere la tua risposta completa!
Sei sicuro che non ci siano posti in Cina che hanno battuto questo? I numeri coinvolti nella storia cinese tendono ad essere un paio di ordini di grandezza maggiori di qualsiasi altra cosa in Europa. E hai idea di come si paragonerebbe Costantinopoli? Avevano anche giochi da circo e, credo, molto più a lungo della Roma.
@terdon Non credo che nessuno possa essere * sicuro * del miglio quadrato più sanguinoso, e non credo che nessuna delle altre risposte pretenda di esserlo. Per quanto riguarda Bisanzio / Costantinopoli, la carneficina di massa a cui il Colosseo (e altre arene) assistette era in gran parte finita quando Costantinopoli divenne una città importante, quindi non penso che sia un contendente. Per quanto riguarda la Cina, se pensi di avere qualcosa, fallo :)
Non presumo di avere una risposta! Solo domande :)
@LarsBosteen Il commento di aroth avrebbe dovuto probabilmente dire "combattimenti di gladiatori" piuttosto che combattenti (altrimenti sarebbero 24.000 anziché 12.000). Il problema non è nel numero di gladiatori, quindi non aiuta ad aumentare il numero di volte in cui un gladiatore combatte in un anno. Supponendo che un combattimento duri 10 minuti e ci siano 5 minuti tra ogni due incontri, il Colosseo dovrebbe continuare a combattere per oltre 8 ore al giorno e questo presuppone che lo stiano facendo ogni singolo giorno dell'anno. Ora, né il risultato né una serie di ipotesi sembrano probabili ...
@Jasper Questo presuppone che ci sia stato un solo combattimento alla volta. In realtà, i gladiatori spesso combattevano in gruppi, a volte coinvolgendo centinaia di gladiatori alla volta.
#3
+28
lly
2018-06-10 20:10:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non possiamo esserne sicuri

La popolazione molto più bassa e la densità di popolazione dell'antichità significa che le parti meno documentate della storia probabilmente non sono in corsa. Ci sono stati (stima di Fermi) circa 100 miliardi di esseri umani nel complesso. Rispetta le sciocchezze insegnate agli antropologi della metà del XX secolo, le società di cacciatori-raccoglitori vivono in stati di guerra costante con più di un quarto degli uomini che alla fine muoiono per omicidio. Potresti immaginare un abbeveratoio africano, la Valle del Nilo o un'oasi nel Sinai che guadagna un posto d'onore da millenni su millenni di incursioni e assalti. Tuttavia, dei circa 100 miliardi di esseri umani nati sulla Terra, si ritiene che solo 1 miliardo abbia preceduto l'inizio dell'agricoltura e la stragrande maggioranza di loro sarebbe morta da piccola. Probabilmente stai osservando meno di 60 milioni di omicidi sparsi su tutta la superficie dell'Afroeurasia.

D'altra parte, il pregiudizio verso i numeri delle vittime del 20 ° secolo nella maggior parte di queste risposte probabilmente non è completamente giustificato , o. Una volta avviata l'agricoltura, i numeri sono aumentati. Più del 40% dell'umanità andava e veniva prima dell'anno 1; oltre il 60% entro il 1200; ~ 85% prima del 1900. Tutto questo mentre i tassi di omicidio erano di gran lunga più alti. Quasi ogni grande città abitata ininterrottamente durante tutto questo potrebbe accumulare un gran numero solo per il crimine, la resistenza e la densità piuttosto elevata all'interno di composti murati.

Dato che nessuno li ha menzionati, ne lancerò alcuni Città cinesi nel mix, anche se l'attuale sinosfera sembra avere tassi di omicidi inferiori alla media con la RPC ben al di sotto del punto in cui il suo reddito pro capite collocherebbe solitamente le cose e sarebbe industrializzato Il Giappone è il paese più basso del mondo.

Xi'an

Si è spostato un po ' ma è stato risolto sin dal Neolitico. Di solito è stata tra le città più grandi del mondo (100k – 1m) negli ultimi tremila anni e ha visto un sacco di violenza oltre lo standard, forse la città più saccheggiata al mondo (58+ volte). Quei sacchi hanno ripetutamente coinvolto massacri, come con Huang Chao nel successivo Tang che uccise così tante persone che quando la città fu rifondata in seguito coprì 1/16 della sua ex area. Era relativamente tranquillo nel 20 ° secolo, tuttavia, a parte il genocidio di ~ 20k Manchu durante la rivoluzione Xinhai.

Nanchino

Nanchino è un relativamente nuovo arrivato in Cina, con Yuecheng che ha è stata fondata circa 2500 anni fa, ma da allora è stata capitale regionale o nazionale. È caduto meno spesso ed è stato meno abitato di Xi'an per gran parte della sua storia, ma più recentemente è stato colpito. La cattura della città da parte di Taiping ha comportato circa 40.000 morti, con altri 40.000 durante ciascuno dei due falliti assalti Qing, seguiti da circa 200.000 morti di combattenti e il massacro della maggior parte della città durante la riconquista di Qing nel 1864. La dimensione del massacro di Nanchino nella seconda guerra mondiale è un calcio politico, ma ha comportato la morte della maggior parte della città ed è stata probabilmente di diverse centinaia di migliaia.

Yangzhou

Nanchino era stata risparmiata durante la conquista della Cina da parte dei Qing perché si era prontamente arresa. Lo ha fatto dopo che Qing aveva completamente massacrato la popolazione della vicina metropoli di Yangzhou, tradizionalmente considerata 800.000. (300.000 è una stima moderna.) Un altro massacro aveva massacrato i mercanti stranieri della città durante la ribellione di An Shi contro i Tang.

Guangzhou

esisteva circa 3000 anni fa ed è rimasta la capitale della regione dopo la sua conquista da parte del generale di Shi Huangdi Zhao Tuo 800 anni dopo. Saccheggiata dai musulmani nel 758, seguita dal massacro di 100-200.000 di Huang Chao nei ghetti stranieri durante il successivo Tang.

#4
+25
Schwern
2018-06-08 22:51:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Qualche miglio quadrato della Somme, probabilmente intorno a qualche caposaldo della prima guerra mondiale.

Sebbene sia impossibile determinare quante vittime siano avvenute in un particolare miglio quadrato della Somme, la concentrazione di così tante vittime militari in tali una piccola area è qualcosa che il mondo non aveva mai visto e mai più visto.

Nota: "causalità" include tutti i "resi inadatti al servizio" e morti.

Il La prima battaglia della Somme nel 1916 ebbe circa 1,1 milioni di vittime militari concentrate lungo una linea di 20 miglia.

Quindi la metà settentrionale dell ' Operazione Michael attaccò di nuovo la Somme al ritmo di altre 500.000 vittime per l'intera offensiva.

Infine, l'agosto 1918 vide gli eserciti alleati contrattaccare nella Seconda battaglia della Somme con perdite relativamente leggere ", solo "circa 30.000.

Si tratta di circa 1,6 milioni di vittime su una linea di circa 20 miglia.

La natura rigida e lineare dei combattimenti della prima guerra mondiale (cioè soldati in due trincee che attaccano attraverso un freccia anteriore), la quantità di soldati coinvolti, la mortalità delle armi e l'inadeguatezza delle tattiche portano a vittime oltraggiose lungo una linea di 20 miglia.

Mentre ci sono battaglie che hanno raggiunto quella scala di vittime, il Ad esempio, la battaglia di Mosca a circa 1,2 milioni, o l ' Assedio di Leningrado a un valore compreso tra 1,1 milioni e 4,5 milioni (molti per ragioni non di combattimento), nessuna era tutte vittime militari concentrate in un'area così piccola. E certamente ci sono campagne che hanno avuto molte più vittime, queste sono state distribuite su una vasta area.

E mentre ci sono stati appezzamenti di terra che hanno visto la morte per periodi molto più lunghi , le concentrazioni di vittime fanno impallidire qualsiasi cosa prima della Somme. Non c'era la popolazione da uccidere e non c'era l'infrastruttura per concentrarli in un miglio quadrato e impedire loro di scappare .

Qualche riferimento per caso sulla larghezza di quella linea di 20 miglia?
@Mr.Mindor Solo [osservando una mappa della prima battaglia della Somme] (https://en.wikipedia.org/wiki/File:Map_of_the_Battle_of_the_Somme,_1916.svg), sembra che gli alleati siano avanzati in tre fasi rispetto ai 140 giorni della battaglia. Ogni fase è avanzata di circa un miglio o due. Ciò ha rappresentato un'intensa serie di battaglie attraverso una sottile terra di nessuno (da 10 a centinaia di metri) che ha portato a una ritirata tedesca in trincee secondarie. Sarebbe necessario un esame dettagliato della battaglia per determinare quanti sono morti per ogni miglio quadrato.
La battaglia di Changping dovrebbe essere annotata come avente 700k in una piccola area (anche se non è chiaro quanto fosse piccolo quel campo di battaglia) poiché la maggior parte delle vittime erano soldati catturati che furono sepolti insieme lì.
Suggerisco di cambiare "inadeguatezza delle tattiche" in "pura stupidità delle tattiche".
@jamesqf Sebbene ci sia * abbondanza * di stupidità in giro, più studio la prima guerra mondiale più vedo eserciti e personale generalmente impreparati ad affrontare la combinazione di armi radicalmente più efficienti più una linea di difesa statica e mancavano di comunicazione, organizzazione e * potenza di fuoco mobile * per affrontarlo. Anche se avrebbero dovuto essere meglio preparati per le nuove armi, non credo che avrebbero potuto prevedere un intero fronte statico; il fronte orientale era più all'altezza delle aspettative. Tuttavia, avrebbero potuto adattarsi più velocemente.
@Schwern: Unprepared è una cosa. Lanciare un attacco dopo l'altro quando tutto ciò che riesci a fare è aumentare il numero delle vittime non riesce a imparare dall'esperienza.
#5
+13
user32151
2018-06-09 05:38:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una fonte afferma che la cosiddetta "Città della pace" è stata

distrutto almeno due volte, assediato 23 volte, attaccato altre 52 volte e catturato e ripreso 44 volte.

Titolo ottimista
#6
+10
user8611
2018-06-08 12:54:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Semplicemente perché Tokyo ha la più alta densità di popolazione di qualsiasi città industriale con più di 100.000 abitanti per miglio quadrato durante la seconda guerra mondiale, i raid aerei su Tokyo potrebbero hanno posizionato il più sanguinoso miglio quadrato causato dalla guerra convenzionale in quest'area.

Il solo raid incendiario nella notte del 9/10 marzo 1945 ha causato circa 100.000 morti nel centro di Tokyo (un'area di circa 16 miglia quadrate) .

Il campo di battaglia [Verdun] (https://en.wikipedia.org/wiki/Battle_of_Verdun) è solo poche miglia quadrate (300.000 morti).
16 miglia quadrate non è 1 miglio quadrato.
Sono sorpreso che tu abbia avuto a Tokyo più morti di Hiroshima.
@AJFaraday Hiroshima è stato scelto come bersaglio per la bomba proprio perché Tokyo era già stata devastata dalle bombe incendiarie.
@Jos Certamente. Ma c'erano anche molti, molti bombardamenti su Tokyo, quindi ciascuna di quelle 16 miglia quadrate ha avuto molte più morti di appena 100000/16.
#7
+2
Quintin
2018-06-09 18:26:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È impossibile rispondere a questa domanda al di là dell'opinione personale, quindi è una domanda affrontata al meglio descrivendo le considerazioni per rispondere prima.

Il problema sostanziale è che la maggior parte della storia dalla nascita di L ' Homo sapiens ad oggi è perduto - se non completamente (preistoria), quindi per il dettaglio degli eventi e la veridicità dei resoconti (storia premoderna). Di conseguenza, (e al passo con la ricerca di Keeley, War Before Civilization e Pinker, The Better Angels of our Nature ), è naturale voler assegnare troppo peso alla pre e alla storia antica. Questo approccio, per quanto eccezionale possa essere per rispondere a domande sulle tendenze della violenza e sull'intento omicida della società umana, non è al passo con il bit che conosciamo della storia delle espansioni e densità della popolazione umana. Ad esempio, un tempo Costantinopoli era una delle più grandi concentrazioni di esseri umani sul pianeta e all'epoca la sua popolazione era ben al di sotto del milione: aveva meno persone della moderna Birmingham.

Da questa osservazione, la questione non è la popolazione, ma la densità di popolazione per miglio quadrato in relazione a un fattore di violenza: essendo non solo il numero di guerre, ma la durata effettiva dello svolgimento di queste guerre per ciascuna piazza miglia in un'unità di tempo preferita, probabilmente unità giornaliere, anziché unità annuali. Ad esempio, Stalingrado fu completamente rasa al suolo durante la seconda guerra mondiale, ma non vide la violenza per l'intera durata della guerra. Come ulteriore dimensione, il tradizionale percorso di invasione dall'Europa alla Russia aveva assistito a molte guerre, ma l'effetto di sangue della campagna napoleonica del 1812 doveva essere notevolmente inferiore all'invasione e occupazione tedesca. Ciò è interamente dovuto all'industrializzazione della guerra. Allo stesso modo, l'efficienza nell'uccidere non è attribuibile puramente ai mezzi. È più appropriato stimare questi mezzi in relazione al delta tra quello di una parte vis à vis del lato opposto, unito al desiderio di uccidere. Ad esempio, i mezzi di guerra nomadi asiatici erano estremamente efficienti per il suo tempo e ne seguì un numero incalcolabile di morti.

Dov'è il Terrible Square Mile? In base a quanto precede, è possibile costruire una funzione astratta per il calcolo della stessa, anche se solo una delle primitive è quantificabile: f (D, M, W) , dove D = densità di popolazione per ogni miglio quadrato di superficie abitabile dagli albori della nostra specie, M = efficienza dei mezzi di uccisione; e W = la forza della volontà. Tuttavia, come affermato, in assenza di una perfetta conoscenza della storia per quanto riguarda D, la nostra incapacità di misurare due delle primitive di questa funzione è l'ultimo dei nostri problemi.

Pertanto, e puramente come ipotesi, Direi che probabilmente si trova da qualche parte in un'area a forma di losanga che inizia a Smolensk e arriva verso Mosca.

"* Ad esempio, Stalingrado fu completamente rasa al suolo durante la seconda guerra mondiale, ma non vide la violenza per tutta la durata della seconda guerra mondiale *" Una di queste dovrebbe essere la "prima guerra mondiale"?
Potrebbe essere. Il punto che spero di sottolineare è che Stalingrado, con l'eccezione di cinque terribili mesi (dall'agosto 1942 al gennaio 1943), è stata per lo più pacifica per tutta la durata della modernità - che includeva gli `` altri '' 52 mesi della seconda guerra mondiale Europa.
'e W = la forza della volontà' ... Mi sembra che qui qualcosa sia stato tradotto male male dal tedesco ...
In ogni caso, la densità di popolazione estremamente bassa della Russia parla contro il fatto che qualcosa si avvicini a questa domanda. Ogni morte che ha visto durante la seconda guerra mondiale o sotto Stalin è già sminuita (soprattutto se parliamo in termini di densità) dal mattatoio che la Cina è diventata durante lo stesso periodo ... per non parlare del resto della sua storia molto più lunga.
@Ily Se conti solo i civili, sì. Se conti i soldati, forse no.
@JF F: A rigor di termini, non c'era Stalingrado durante la prima guerra mondiale. La città si chiamava Tsaritsyn fino al 1925 e ribattezzata Volgograd nel 1961: https://en.wikipedia.org/wiki/Volgograd Non sembra aver avuto un ruolo nella prima guerra mondiale, sebbene ci siano stati combattimenti durante la conquista comunista.
#8
+1
Bunkerbuster
2018-06-14 12:49:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Parigi: Place de la Concorde

Place de la Concorde è una delle principali piazze pubbliche di Parigi, Francia. Ed è stato attraverso la rivoluzione francese uno dei luoghi più sanguinosi, grazie alle numerose esecuzioni con la ghigliottina. Gli spettatori di queste esecuzioni erano letteralmente nel sangue.

Parigi: Hôtel de Ville

Almeno dal XIII secolo, il luogo era un luogo in cui i parigini si sono riuniti non per godersi la musica o altri festeggiamenti, ma per assistere a una morte lenta e agonizzante dei propri connazionali e delle donne.

Cambogia: Khmer Rossi Killing Fields

Analisi dei 20.000 siti di fossa comune del DC-Cam Mapping Program e della Yale University indicano almeno 1.386.734 vittime di esecuzioni. [1] [2] Le stime del numero totale di decessi derivanti dalle politiche dei Khmer rossi, comprese le malattie e la fame, vanno da 1,7 a 2,5 milioni su una popolazione del 1975 di circa 8 milioni. Nel 1979, il Vietnam invase la Kampuchea democratica e rovesciò il regime dei Khmer rossi.

Congo: Congo Free State (1885-1908)

Nel periodo dal 1885 fino al 1908, una serie di atrocità ben documentate furono perpetrate nello Stato Libero del Congo (oggi Repubblica Democratica del Congo) che, all'epoca, era una colonia sotto il dominio personale del re Leopoldo II del Belgio. Queste atrocità venivano talvolta chiamate collettivamente dai contemporanei europei come "gli orrori del Congo", ed erano particolarmente associate alle politiche del lavoro utilizzate per raccogliere la gomma naturale per l'esportazione. Insieme all'epidemia, alla carestia e al calo del tasso di natalità causato da queste interruzioni, le atrocità hanno contribuito a un forte calo della popolazione congolese. L'entità del calo della popolazione nel periodo è controversa, ma si pensa che sia compresa tra uno e 15 milioni di persone.

#9
+1
gsl
2018-06-14 13:34:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se si accetta la sua storicità, la Guerra di Kurukshetra, come descritta nel Mahabharata, che si è svolta nei piccoli campi di Kurukshetra.

Secondo alcune fonti, quasi tutti i 7 Akshauhinis (1.530.900 soldati) dalla parte di Pandava e gli 11 Akshauhinis (2.405.700 soldati) dalla parte del Kaurava morirono.

Secondo un'altra fonte , lo Stri Parva (Mbh 9.1, Mbh 11.26), Yudhishtira fornisce il seguente rapporto su vittime e sopravvissuti a Dhritarashtra:

1 miliardo, 660 milioni e 20mila gli uomini morirono in guerra. Solo 240.165 eroi sono sopravvissuti.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...