Domanda:
La Marina degli Stati Uniti era più grande nel 1917 e, in tal caso, perché?
T.E.D.
2012-10-25 03:32:40 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dopo la recente discussione nel terzo dibattito presidenziale degli Stati Uniti sulle dimensioni della Marina, sembrava esserci effettivamente una buona discussione sepolta lì dentro.

Come si confronta la Marina degli Stati Uniti con la sua controparte all'inizio del XX secolo? Il numero di navi e personale è davvero molto più piccolo adesso? Se è così, questo è forse un riflesso di un cambiamento nella tecnologia e nel ruolo della guerra navale negli ultimi 100 anni, forse una diminuzione della capacità degli Stati Uniti di proiettare potenza militare nel mondo, o una combinazione?

Tre risposte:
ihtkwot
2012-10-25 04:36:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Prima di arrivare ai numeri, è importante affermare che la Marina degli Stati Uniti è davvero di gran lunga la marina di acque blu più capace al mondo. La US Navy può proiettare potere sull'intero pianeta. Non sono sicuro del motivo per cui affermi il contrario nella tua domanda.

Cominciamo con la dimensione della forza della Marina degli Stati Uniti dal 1917-1923:

NAVI ATTIVE TOTALI: 342, 774, 752, 567, 384 (228rc), 379 (7rc), 365 (5rc)

Confrontalo con le dimensioni della forza della Marina degli Stati Uniti da 2007-2011:

NAVI ATTIVE TOTALI: 278 **, 282, 285, 288, 285

Quindi, sì, gli Stati Uniti La marina di oggi è più piccola di quanto non fosse nel 1919. Tuttavia, le differenze tra queste due flotte sono la chiave. Ad esempio, non c'erano vettori fino al 1924, mentre nell'intervallo 2007-2011 c'erano 11 vettori. Undici è un numero piccolo tranne quando si considera questa immagine:

Total Number of Aircraft Carriers in the World

Per un'ulteriore discussione sulle portaerei del mondo, vedere: World Wide Aircraft Carriers.

Per citare questi due professori del US Naval War College:

"La vera misura della forza navale è quanta potenza di combattimento una marina può ammassare nel luogo e nel momento decisivo per raggiungere obiettivi operativi e strategici, tenendo conto della geografia, della vicinanza e della qualità delle basi e della logistica, della disponibilità di supporto aereo e antincendio a terra per ciascuna flotta, familiarità con il fisico e terreno nel teatro e, cosa più amorfa, la determinazione di ciascuna parte e la conseguente volontà di inviare preziose navi da guerra, aerei e marinai in pericolo. "

Come ha detto il Segretario alla Difesa Robert Gates a maggio di 2010:

"In termini di dimensioni e potenza d'attacco, nessun altro paese ha nemmeno una nave paragonabile", ha detto, aggiungendo che "ha 57 sottomarini da attacco a propulsione nucleare e missili da crociera - ancora una volta, più del resto del mondo messo insieme . " E "lo spostamento della flotta da battaglia statunitense - un proxy per le capacità complessive della flotta - supera, secondo una stima recente, almeno le prossime 13 marine messe insieme".

La Marina degli Stati Uniti è più piccola, ma anni luce più potente di quanto non fosse nel 1919.

Vorrei quasi darti due voti. Risposta molto impressionante!
Una nota per l'immagine fornita: sebbene la Cina ora abbia una portaerei, in realtà non ha aerei in grado di atterrarvi. (! - vedi http://www.nytimes.com/2012/09/26/world/asia/china-shows-off-an-aircraft-carrier-but-experts-are-skeptical.html?_r=0) A mio avviso, questo non fa che il suo vettore conti, ai fini di questa discussione.
Non sono sicuro che gli Stati Uniti abbiano l'unica marina blu al mondo. Sia la Francia che il Regno Unito possono proiettare potenza navale in tutto il mondo, anche se su scala molto più piccola. Il Regno Unito lo ha fatto durante la guerra delle Falkland, per esempio. Vedi anche: http://en.wikipedia.org/wiki/Blue-water_navy#Countries_descripts_as_having_blue-water_navies
Adoro la risposta, la sua completezza è fantastica, ma non capisco cosa intendi per blue water navy. Come fa notare quaint_dev, il Regno Unito ha una marina e una lunga storia di potenza navale, quindi è ancora una marina blu o c'è una distinzione lì?
Secondo il servizio di sicurezza della difesa: "Blue-Water Navy: una forza marittima in grado di operare ininterrottamente attraverso le acque profonde degli oceani aperti. Una marina di acque blu consente a un paese di proiettare potenza lontano dal paese di origine e di solito include uno o più portaerei. Le marine di acque blu più piccole sono in grado di inviare meno navi all'estero per periodi di tempo più brevi ". Quindi, tecnicamente sì, il Regno Unito e la Francia hanno una sorta di marina blu, ma le sue capacità non sono al livello degli Stati Uniti con uno sforzo di immaginazione. Ha senso?
@ihtkwot Sì, molto anche se e mi piace il collegamento alla definizione, molto bello. Se si tratta di capacità che stai notando all'inizio della risposta invece di dire "l'unico" forse "più capace", ma per il resto è un'ottima risposta.
Quali sono le 9 navi nella prima colonna dell'immagine?
@Liam - Penso che quelle siano navi d'assalto anfibie http://en.wikipedia.org/wiki/Amphibious_assault_ship. Sono una specie di portaelicotteri / VTOL. Principalmente destinato a supportare gli sbarchi delle truppe, piuttosto che la superiorità aerea mobile, credo.
Sì, una Marina dovrebbe essere giudicata in base a quanto bene può proiettare il potere, in quanti posti, quanto velocemente e con quale forza. Penso che la Marina odierna, sebbene in contrazione, dovrebbe anche essere giudicata dalla sua grande forza anfibia guidata dalle sue 9 navi d'assalto anfibie (portaelicotteri con un molo di atterraggio per galleggiare sui mezzi da sbarco carichi). Le capacità anfibie della prima guerra mondiale dell'USN erano molto più limitate. La USN mostra anche la bandiera con le sue due navi ospedale costruite sugli scafi delle super petroliere. Queste navi fanno tanto per sostenere gli interessi degli Stati Uniti quanto l'uso della forza da parte dei suoi vettori.
@T.E.D. Hai ragione. La prima è una LHA della classe Tarawa (la USS Peleliu (LHA 5), che sarà presto sostituita dalla USS America (LHA 6). Le altre sono le navi della classe LHD 1 Wasp leggermente diverse. Anche i marinai non sanno spiegare la differenza sostanziale tra un LHA e un LHD, quindi non chiedere. Fanno la stessa cosa con un carico leggermente diverso di Marines e la loro attrezzatura.
Mark C. Wallace
2012-10-25 17:18:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che Ihtkwot abbia risposto molto bene alla prima parte della tua domanda. Vorrei affrontare alcune delle ipotesi in:

Se è così, questo è principalmente un riflesso di un cambiamento nella tecnologia e nel ruolo della guerra navale negli ultimi 100 anni, principalmente una diminuzione della capacità degli Stati Uniti di proiettare la potenza militare nel mondo, o una combinazione?

Non esiste una risposta semplice a questa domanda, e se ci fosse una risposta semplice non sarebbe una qualsiasi delle ipotesi all'interno della domanda. Dalla prima guerra mondiale, la tecnologia è cambiata, la strategia è cambiata e gli obiettivi della politica estera e nazionale degli Stati Uniti sono cambiati. I cambiamenti non sono stati continui; sono stati dirompenti. La flotta di cui avevamo bisogno per la seconda guerra mondiale è diversa dalla flotta di cui avevamo bisogno per la Corea, che è diversa dalla flotta di cui abbiamo bisogno oggi. Non c'è una linea uniforme su un grafico che descriva il cambiamento.

Meno navi non significa una ridotta capacità di proiettare potenza. Se dai un'occhiata alle tabelle fornite da Ihtkwot, noterai che nel 1917 avevamo 0 portaerei, ma avevamo 66 cacciatorpediniere e 37 corazzate.

Tra quel momento e adesso

  1. Naval Air Power ha cambiato la tecnologia con cui proiettiamo il potere. Le corazzate del 1917 furono in grado di dominare il mare e una striscia di terra adiacente al mare. I Modern Carrier Battle Group possono proiettare potere essenzialmente su tutto il globo. Abbiamo ristrutturato la flotta in Carrier Battle Group, ovvero un insieme di requisiti completamente diverso rispetto alla Marina della prima guerra mondiale.
  2. Obiettivi strategici - Ancora una volta, come menziona ihtkwot, la Marina degli Stati Uniti è oggi l'unica marina per acque blu . Prima della prima guerra mondiale, c'erano alcune nazioni in competizione per il dominio navale. C'è una grande differenza tra il controllo del mare, la potenza del mare e la proiezione della forza e le forze che devono essere costruite per affrontare ciascuno di questi.

Nel 1917, gli Stati Uniti avevano molte più fattorie di noi oggi, ma oggi mangiamo molto meglio di allora (sia in termini di numero di calorie consumate che di diversità degli alimenti, e probabilmente in termini di nutrizionali soddisfare). Semplici confronti sono proprio questo: semplice.

Quali sono le dimensioni della flotta sufficienti? Cosa vuoi fare con quella flotta? L'obiettivo è preservare la nostra libertà di navigare in mare contro il dominio di altre potenze navali? Il tuo obiettivo è combattere i pirati? Il tuo obiettivo è difendere la democrazia occidentale contro il comunismo? Qual è il rischio che gli Stati Uniti vengano trascinati in un conflitto navale al largo delle coste della Cina (Daioyu / suyan / ecc.)? Dobbiamo preparare una Marina per supportare i nostri alleati in quella regione? Qual è il costo per il paese se falliamo in una di queste missioni?

In questo momento lo staff navale sta discutendo attivamente e vigorosamente quale sia la migliore struttura delle forze per combattere la guerra asimmetrica / terrorismo. Dovremmo costruire più navi ospedale? Altre navi da combattimento Littoral? Altri cacciatorpediniere caricati con missili da crociera? Più navi da sbarco per spostare i marines dentro e fuori le regioni? Oppure rivitalizziamo la dottrina con cui schieriamo i vettori?

Queste non sono domande semplici e mi infastidisce (sospetto di non nascondere bene il mio fastidio) quando i dibattiti politici fingono che tu possa valutare la Marina impilando navi come blocchi lego; il mio stack è più alto, vinco !!.

Tieni presente che il mio fastidio è diretto al dibattito politico, non al poster originale o a chiunque altro in questo forum: sto cercando di rispondere al seconda metà della sua domanda.

Risposta fantastica e penso che aggiunga molto.
Vorrei approfondire un po 'i cacciatorpediniere. I cacciatorpediniere della prima guerra mondiale furono costruiti per uccidere i sottomarini e per il resto non sarebbero stati così utili. Un moderno cacciatorpediniere missilistico guidato USN OTOH può eliminare bersagli su terra, aria, superficie e sottosuolo. Uno è perfettamente in grado di abbattere una corazzata. La Marina degli Stati Uniti ne ha * 62 *. Quindi, anche se potrebbe avere 4 in meno rispetto al 1917, sarebbe difficile sostenere che la Marina sia meno forte solo a causa del numero.
@T.E.D: I cacciatorpediniere della prima guerra mondiale non furono costruiti per uccidere i sottomarini, ma furono costruiti come torpediniere e cacciatorpediniere (da cui deriva il termine Destroyer). Cioè sono stati progettati per supportare la linea di battaglia attaccando la linea avversaria con siluri e difendendosi contro i velivoli con siluri della flotta avversaria. del loro rotolo di torpediniere anti-torpediniere (quelli a grandezza naturale, cacciatorpediniere statunitensi di scorta mentre si usa la parola non erano cacciatorpediniere ma scorta, fregate in gergo RN).
RI Swamp Yankee
2012-10-25 23:56:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Inoltre, oltre all'eccellente risposta di ihtkwot sopra, tieni presente che la Guardia Costiera ora svolge molti compiti che la Marina aveva precedentemente svolto ... durante il culmine della prima guerra mondiale, avevano solo 44 cutter.

Oggi, l'USCG dispone di 325 o giù di lì cutter in grado di combattere da 85 'o più (non ho contato i rimorchiatori, i rompighiaccio o le boe).



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...