Domanda:
Qualcuno ha avvertito del potenziale di crolli del mercato azionario nel 1929 e, in caso affermativo, perché i loro avvertimenti sono stati ignorati?
ihtkwot
2012-04-10 02:38:10 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non riesco a trovare informazioni sugli economisti, o altri, che mettono in guardia sul mercato azionario surriscaldato degli anni '20 negli Stati Uniti che culminerà con il crollo del mercato azionario il giovedì nero, il 24 ottobre 1929 e il martedì nero, 29 ottobre 1929. Continuo a vedere dichiarazioni generali che "esperti prudenti" avvertivano del surriscaldamento del mercato azionario, ma questo è tutto.

Se potessi fornire nomi di carta, o libri, pubblicati prima di quelle date che sarebbe bello. Se deve essere un libro post-evento o un foglio, deve essere uno che fornisca i nomi che hanno messo in guardia contro la possibilità di un arresto anomalo.

Decenni fa ricordo di aver letto che i grandi investitori hanno passato settimane a cercare di sostenere il mercato prima del crollo, solo per arrendersi e tirare fuori con decisione i loro soldi per salvarsi quando si sono resi conto che era senza speranza. Se avessi potuto trovare un supporto per questo, avrei risposto.
http://www.cbc.ca/news/business/story/2009/10/26/f-langan-great-crash.html menziona l'aneddoto di Joseph Kennedy che salva il mercato azionario perché un fattorino gli ha dato una mancia in borsa . Non so se sia vero o no.
Si dice comunemente che l'economista ungherese / sovietico Eugen Varga abbia effettivamente predetto una depressione prima del crollo, ma non so quanto tempo prima, o se non avesse previsto le crisi tutto il tempo, e ha capito bene come l'orologio corre a destra due volte al giorno (a suo merito, nel 1921 stava teorizzando un periodo di "stabilizzazione capitolina"). Inoltre non so se ha colto correttamente la forma della crisi (inizio in borsa, ecc.) O le sue cause. Ma penso che qualche ricerca su di lui avrebbe qualche merito.
La * Fed * lo predisse in modo così preciso che nel 1928 e nel 1929 si contrasse costantemente l'offerta di moneta - al fine di sgonfiare la bolla - e così adempì la propria profezia.
Quattro risposte:
#1
+12
Michael Stern
2012-04-11 02:16:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A Roger Babson viene spesso attribuito il merito di aver predetto l'incidente del 1929. Vedi, ad esempio, http://www.newswise.com/articles/the-man-who-predicted-the-crash-of-29

Avendo lavorato nel mercati attraverso diversi crolli più recenti, sospetto che ci possa essere stato un certo numero di persone che si sono lamentate dei prezzi elevati delle attività nel 1929, ma Babson lo ha detto sulla stampa poco prima del giovedì nero e / o ha avuto la campagna di credito più accesa dopo , ed è stato associato alla previsione. Un fenomeno simile sembrava certamente applicarsi con Elaine Garzarelli nel 1987 e nuovamente con Nassim Nicholas Taleb e Noriel Roubini nell'ultimo incidente.

Per essere onesti, Roubini non solo ha previsto un grave incidente, ma ha anche ottenuto una buona dose di dettagli. Quindi, imo, un po 'di credito che gli viene incontro è molto meritato.
In realtà c'erano parecchie persone che avevano previsto un crollo del mercato immobiliare negli Stati Uniti. Il libro di Michael Lewis "The Big Short" entra nei dettagli di alcuni di loro, specialmente quelli che hanno studiato il mercato in dettaglio (Michael Burry e Steve Eisman). In questo caso, i loro avvertimenti sono stati ignorati perché 1) nessuno capiva i complicati prodotti garantiti da ipoteca che le banche stavano ribollendo (comprese le banche stesse), 2) nessuno capiva quanto fossero pessimi i mutui e 3) tutti si aspettano che i prezzi delle case continuino ad andare su.
#2
+9
Yang
2012-04-10 07:00:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Si dovrebbe prendere con le pinze le "previsioni" di "esperti" sul mercato azionario. Una caratteristica intrinseca del mercato azionario è che è altamente imprevedibile nel breve periodo. Ciò segue dal buon senso: se si potesse prevedere le fluttuazioni del mercato azionario in modo coerente, si potrebbe diventare la persona più ricca del mondo semplicemente mettendo allo scoperto le azioni nei momenti opportuni, piuttosto che dedicare tutto il suo tempo ad avvertire il pubblico. Per un argomento più dettagliato, vedere A Random Walk Down Wall Street , che riflette l'attuale consenso accademico.

Quindi, le analisi retrospettive su come "gli avvertimenti non sono stati ascoltati" sono di solito storie morali progettato per incolpare investitori avidi, famiglie avventate o persino la natura umana stessa. In realtà, storie ben documentate sui crolli del mercato azionario mostrano generalmente che ci sono sempre tanti "credenti" nel mercato azionario quanti sono gli scettici prima del crollo. In particolare, sia John Maynard Keynes che Irving Fisher, i principali economisti della loro generazione, credevano erroneamente che i prezzi prima del crollo del 1929 fossero a prezzi ragionevoli. ( I grandi miti del 1929 , Harold Bierman, 1991)

Penso che tu abbia preso la parola "previsione" troppo alla lettera. Mi interessa sapere quali esperti, se ce ne sono, hanno avvertito di un mercato surriscaldato. Sebbene l'ipotesi del random walk e l'ipotesi di mercato efficiente siano sempre argomenti interessanti, questo non è economics.stackexchange.com. Mi interessa chi ha detto cosa, perché e quando. Apprezzo lo stesso la tua risposta.
Mi rendo conto che i miei commenti potrebbero risultare troppo duri. Le vostre preoccupazioni sono ben meritate, fondate e rilevate, ma sono solo curioso di sapere se ci sono stati brontolii tra accademici e altri prima dell'incidente.
Penso che la nozione di mercato "surriscaldato" sia errata. Tutto si riduce a questo: in un momento gli azionisti sono fiduciosi (non troppo fiduciosi, solo chiaramente fiduciosi) e poi improvvisamente non lo sono. Questo è tutto. È così che noi, persone, lavoriamo. Se perdiamo la fiducia, la perdiamo all'improvviso. Non è produttivo dire "Oh, erano troppo sicuri di sé, in quel momento avrebbero dovuto iniziare lentamente a dubitare, ma non troppo, sciocco! Avrebbero dovuto introdurre sempre più dubbi in modo molto costante, quindi i prezzi delle azioni scenderebbero gradualmente ".
#3
+3
Tom Au
2012-04-12 20:14:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Lawrence Sloan, nel suo libro del 1931, "Every Man and His Common Stocks", pose tre domande retoriche sulle condizioni economiche negli Stati Uniti e nel resto del mondo: il paese era in una crisi economica grave e forse prolungata ? Quasi certamente sì. C'erano chiari segnali prima del tempo? Un sì ​​qualificato. L'ultima frase era "Potrebbe, se fosse stato previsto? Qui, Sloan ha fatto un caso misto. A suo avviso, le indicazioni di guai erano presenti, ma solo a qualcuno che era predisposto a cercarle. Ma c'erano abbastanza altri confusi e segnali positivi che qualcuno con una visione del mondo ottimista o addirittura neutrale sarebbe stato sviato. "

Il passaggio sopra viene dal mio libro del 2004," A Modern Approach to Graham and Dodd Investing, "che prevedeva un incidente" 1929 "(calo di oltre il 50% nel Dow, come quello verificatosi nel 2008-09). Nessuno mi ha creduto in quel momento, che "quello" poteva accadere di nuovo. Alcune persone non vogliono crederci nemmeno dopo il fatto.

http://www.ebooksx.org/A-Modern-Approach-to-Graham-and-Dodd-Investing_44908. html

Citando il proprio lavoro in una risposta, non sono sicuro che sia accreditato o meno. Haha.
#4
+1
Steve Schoen
2016-07-11 06:15:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Babson ha chiamato per un incidente proprio prima dell'incidente del 1929, ma ha anche chiamato per un incidente un anno prima. La Federal Reserve era molto preoccupata per la speculazione azionaria e ha chiesto una restrizione nel prestito di denaro a chiamata da parte delle banche che stava alimentando la bolla del mercato azionario. Tuttavia, Smiling Charlie, il presidente della First National Bank (Citi Bank) ha detto che avrebbe messo a disposizione tutti i soldi necessari per i prestiti di sicurezza, ignorando le preoccupazioni della Fed. All'epoca era anche direttore della Fed di New York

Inoltre, credo che lo scrittore finanziario del NEw York Times abbia scritto diversi articoli durante l'estate su un mercato azionario surriscaldato, che tutti scelgono di ignorare.

Ha bisogno di alcuni riferimenti e di alcuni chiarimenti per quelli di noi che non hanno familiarità con il mondo finanziario statunitense degli anni '20.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...